Gli Attentati di Nassiriya

Gli attentati di Nāṣiriya (italianizzata in Nassiriya) furono alcuni attacchi terroristici avvenuti dal 2003 al 2006 durante la guerra d'Iraq contro le forze armate italiane partecipanti alla missione militare denominata "Operazione Antica Babilonia", che provocarono un totale di circa 50 vittime (di cui 25 italiani). Nassiriya è il nome della città irachena, capoluogo della regione irachena di Dhi Qar e sede di importanti giacimenti petroliferi, dove avvennero tre dei quattro tragici fatti che ricordiamo in quest'occasione.

Gli attentati, estremamente riassunti, furono i seguenti: il 12 novembre 2003 un camion cisterna pieno di esplosivo scoppiò davanti l'ingresso della base, provocando l'esplosione del deposito munizioni; il 6 aprile 2004 l'Esercito del Mahdi attaccò le truppe italiane; il 27 aprile 2006 un convoglio passò su una bomba piazzata sotto la carreggiata, che fece esplodere uno dei mezzi; il 5 giugno 2006 un ordigno comandato a distanza scoppiò al passaggio di un mezzo.

Dopo 15 anni, oggi ricorre l'anniversario di commemorazione delle vittime del primo attentato, alle quali da molti anni la città di Bologna ha dedicato un monumento, presente in cima al famoso parco della Montagnola, al centro di una rotonda, anch'essa intitolata in favore delle vittime: Rotonda Caduti di Nassiriya.

Fonte: