La mantide orchidea

La mantide religiosa (Mantis religiosa) è già di per se un insetto affascinante: le due possenti zampe anteriori, oltre alla caratteristica postura che ricorda un atteggiamento di preghiera - Mantis in greco significa infatti profeta, indovino - possiedono una velocità difficilmente eguagliabile. Questo fa di esse una specie decisamente letale, e non solo con le loro prede: l'accoppiamento fra le mantidi stesse, infatti è caratterizzato da un cannibalismo che potremmo definire “post-nuziale”: la femmina, dopo essersi accoppiata - o anche durante l'atto - divora il maschio partendo dalla testa, mentre gli organi genitali proseguono nell'accoppiamento. Questo comportamento, che fa rabbrividire noi maschietti, è dovuto al bisogno di proteine della femmina, necessarie ad una rapida produzione di uova; prova ne è che la femmina d'allevamento, essendo ben nutrita, spesso "risparmia" il maschio.

Tuttavia, c’è una famiglia di mantidi che non può non catturare l’attenzione degli appassionati di insetti così come di chiunque apprezzi le bellezze inaspettate che si trovano in natura: quella delle mantidi orchidea, o “mantidi fiore” (Hymenopodidae è il nome scientifico), così chiamate in quanto la loro strategia di caccia e di difesa è appunto quella di mimare nell'apparenza e nei movimenti la forma dei fiori per tendere agguati alle loro prede e difendersi da eventuali aggressori. La somiglianza con l’orchidea è veramente impressionante, e le varianti più frequenti di questa particolarissima mantide sono quelle dalle sfumature rosa o gialle, e quelle totalmente bianche, tutte identiche rispettivamente alle stesse varietà di orchidee.

Possiamo ammirare queste creature in due video: il primo, in cui si vede un’orchidea dalle sfumature colorate con all'interno una mantide degli stessi colori, che cattura una preda ad una velocità talmente alta che risulta impossibile vedere il momento in cui la cattura; e il secondo, in cui appare un’altra mantide dai colori vivaci, sempre intenta nel catturare la preda, ma questa volta su un ramo d’albero con cui per contrasto di distingue apparendo essa stessa come un’orchidea.

Molto belle e molto tenere, infine, queste mantidi orchidea neonate, che seppur muovendosi in modo incerto e tentennante, appaiono già completamente formate nell'aspetto, con diverse sfumature fra di loro, e sembrano addirittura giocare insieme.

E' incredibile come l'evoluzione naturale possa portare a dei risultati così specifici. Che ci si trovi nel regno del grande o del piccolo, del mammifero o dell'insetto, la bellezza è ovunque; e i cuccioli sono meravigliosi a qualsiasi specie appartengano, insetti compresi.

Fonte: