Articoli sull'argomento "Cronaca":

Il suicidio di uno dei liquidatori di Černobyl'

Qualche giorno fa Nagashibay Zhusupov, uno dei liquidatori, gli eroi silenziosi che salvarono una vasta zona geografica da un disastro di proporzioni ben maggiori rispetto a quelle che si sono verificate, si è tolto la vita. Molti dei liquidatori sono deceduti a seguito dell'esposizione alle radiazioni, altri negli anni successivi per tumori sviluppatisi conseguentemente. Tra i rimasti vivi, molti sono quelli con problemi di salute. Era il caso di Zhusupov a cui, nonostante furono assegnate varie onorificenze per il lavoro svolto, si vide negare aiuti più che dovuti, come una casa e una pensione dignitosa. Assieme alla famiglia ha continuato...

Il latte di soia è pericoloso per i neonati

Per la questione dell’alimentazione nutro un certo interesse - passatemi il gioco di parole - in quanto nel 2008 decisi di sperimentare ciò che leggevo usando me stesso come “cavia”. Da allora ho fatto diversi e drastici cambiamenti alla mia dieta, ad esempio eliminando del tutto latte e derivati, poi nel 2010 la carne di maiale, nel 2012 eliminando la carne di qualsiasi tipo, fino al 2016 in cui ho reintrodotto una piccola parte di tali alimenti per osservarne gli effetti in special modo in contrapposizione a quelli verificatisi in loro assenza. All’epoca della prima preoccupante notizia sull’utilizzo del latte di soia, di cui conoscevo da poco l’esistenza e che ero interessato...

Violenze e insulti sui bimbi di un asilo nido di Siena

Ancora un caso di violenza - fisica, verbale e psicologica - sui piccoli, inermi bambini, la maggior parte ancora non dotati della parola. Che, nella loro totale innocenza, si chiedono cosa stia succedendo, si chiedono cos'hanno fatto di male per venire trattati così, vivono nel terrore della presenza dell'adulto, usano il loro tempo chiedendosi cosa fare o non fare invece che svilupparsi in armonia grazie al gioco e alla comprensione... eppure, a fine giornata, grazie al loro stupendo modo di essere, in qualche modo dimenticano, seppur solo in parte, senza serbare rancore, senza denunciare, accettando passivamente quanto gli viene imposto, pur sapendo che si ripeterà. La mente di un bambino è uno...

Maltrattamenti sui bambini in una scuola d'infanzia

Due maestre di 49 e 58 anni, che lavorano in una scuola dell'infanzia statale della provincia di Isernia, sono state sospese dall'esercizio dell'insegnamento per maltrattamenti sui bambini delle loro classi. L'ordinanza è stata eseguita dalla polizia di Isernia, a seguito di indagini svolte dalla Squadra Mobile con intercettazioni audio e video che hanno riscontrato i maltrattamenti denunciati da alcune madri. Sui piccoli violenze fisiche e verbali: "Ti ammazzo, sei un animale", "Ti spezzo le dita delle mani". Sarà che ora sono padre, ma queste cose mi fanno prima intristire e poi infuriare. In realtà era così anche prima: mi identificavo immaginandomi da piccolo, ora invece immagino il mio bimbo...

La madre che ha partorito e nascosto la figlia per 2 anni nel bagagliaio dell'auto

Sembra incredibile, sembra la trama di un thriller, eppure è successo veramente. Rosa Maria Da Cruz, oggi 50 anni, nel 2013 è rimasta incinta in una relazione extraconiugale: dopo aver partorito ha tenuto nascosta la figlia per due anni nel bagagliaio della sua auto, fino a quando non l’ha scoperta un meccanico intervenuto per un guasto. “Sono saltato indietro tanto era forte l’odore”, ha dichiarato. Dopo due anni lì dentro, la bambina era malnutrita, bloccata a un seggiolino, al buio, disidratata, sudicia, circondata da escrementi e vermi. Fortunatamente è stata trasportata in ospedale, e "salvata": ora è invalida, avendo maturato un disturbo dello sviluppo, e vive con un'altra famiglia. La "madre"...

Gli Attentati di Nassiriya

Gli attentati di Nāṣiriya (italianizzata in Nassiriya) furono alcuni attacchi terroristici avvenuti dal 2003 al 2006 durante la guerra d'Iraq contro le forze armate italiane partecipanti alla missione militare denominata "Operazione Antica Babilonia", che provocarono un totale di circa 50 vittime (di cui 25 italiani). Nassiriya è il nome della città irachena, capoluogo della regione irachena di Dhi Qar e sede di importanti giacimenti petroliferi, dove avvennero tre dei quattro tragici fatti che ricordiamo in quest'occasione. Gli attentati, estremamente riassunti, furono i seguenti: il 12 novembre 2003 un camion cisterna pieno di esplosivo scoppiò davanti...