Articoli di Novembre 2018:

Il primo quadro dipinto dall'AI venduto all'asta a 432.000 dollari

Il "Ritratto di Edmond Belamy" è un quadro che è stato generato da un algoritmo addestrato sulle opere prodotte tra il XIV e il XX secolo. Acquistato alla cifra di ben 432.000 dollari, rappresenta il primo caso in cui un dipinto creato da un'intelligenza artificiale viene venduto all'asta. E' importante notare che l'opera non è stata prodotta da un software programmato appositamente, ma è invece il risultato del lavoro di una rete neurale artificiale: un interessante e potente meccanismo, costruito riproducendo (in parte) il funzionamento biochimico del cervello, che quando adeguatamente addestrato, ovvero messo in condizione di osservare dei dati e ricavarne schemi ricorrenti, può raggiungere...

Noi siamo ciò che mangiamo

L'importanza di un'alimentazione attenta, non disordinata, non seguendo mode né affidandosi a credenze popolari. "Noi siamo ciò che mangiamo", disse il filosofo tedesco Ludwig Andreas Feuerbach (1804 - 1872). L'alimentazione veniva interpretata da lui come la base che rende possibile il costituirsi e il perfezionarsi della cultura umana: un popolo può migliorare migliorando il proprio sostentamento alimentare. Critico del pensiero religioso, Feuerbach polemizzava contro il dualismo di anima e corpo, credendo nell'unità psicofisica dell’individuo. E si schierò contro ogni forma di filosofia che non teneva in conto la dimensione corporea, a partire dal neoplatonismo. Diceva: "Io...

La madre che ha partorito e nascosto la figlia per 2 anni nel bagagliaio dell'auto

Sembra incredibile, sembra la trama di un thriller, eppure è successo veramente. Rosa Maria Da Cruz, oggi 50 anni, nel 2013 è rimasta incinta in una relazione extraconiugale: dopo aver partorito ha tenuto nascosta la figlia per due anni nel bagagliaio della sua auto, fino a quando non l’ha scoperta un meccanico intervenuto per un guasto. “Sono saltato indietro tanto era forte l’odore”, ha dichiarato. Dopo due anni lì dentro, la bambina era malnutrita, bloccata a un seggiolino, al buio, disidratata, sudicia, circondata da escrementi e vermi. Fortunatamente è stata trasportata in ospedale, e "salvata": ora è invalida, avendo maturato un disturbo dello sviluppo, e vive con un'altra famiglia. La "madre"...

Scoperto il secondo esopianeta più vicino a noi

La Stella di Barnard, detta anche "Stella freccia di Barnard", è una nana rossa di sequenza principale nella costellazione dell'Ofiuco. Mostra il più grande moto proprio di ogni altra stella conosciuta (a parte il Sole), pari a 10,3 secondi d'arco all'anno. Tale moto proprio fu misurato dall'astronomo Edward Emerson Barnard nel 1916. Per questo viene anche a volte citata come Barnard's "Runaway" Star, cioè "stella fuggitiva di Barnard". Dopo decenni di teorie e smentite, è finalmente dimostrata la presenza di un pianeta nel suo sistema: si tratta di un pianeta grande 3 volte la terra, gelido (-170°) e quasi buio. Non è un posto molto ospitale, ma...

Gli Attentati di Nassiriya

Gli attentati di Nāṣiriya (italianizzata in Nassiriya) furono alcuni attacchi terroristici avvenuti dal 2003 al 2006 durante la guerra d'Iraq contro le forze armate italiane partecipanti alla missione militare denominata "Operazione Antica Babilonia", che provocarono un totale di circa 50 vittime (di cui 25 italiani). Nassiriya è il nome della città irachena, capoluogo della regione irachena di Dhi Qar e sede di importanti giacimenti petroliferi, dove avvennero tre dei quattro tragici fatti che ricordiamo in quest'occasione. Gli attentati, estremamente riassunti, furono i seguenti: il 12 novembre 2003 un camion cisterna pieno di esplosivo scoppiò davanti...