Articoli di Febbraio 2019:

L’esperimento di Milgram e lo sterminio nazista

Negli USA non vanno tanto per il sottile quando si tratta di indagare la psiche umana: sono famosi infatti i numerosi esperimenti condotti su adulti e bambini al fine di studiarne il comportamento in particolari situazioni. Qui in Italia invece sarebbe molto difficile approvare iniziative del genere. Voglio quindi porre l'attenzione proprio su uno di questi casi d'oltreoceano, uno tra i più interessanti e critici del genere. L'esperimento di Milgram fu un esperimento di psicologia sociale condotto nel 1961 dallo psicologo statunitense Stanley Milgram il cui obiettivo era lo studio del comportamento di soggetti ai quali un'autorità, nel caso specifico uno scienziato, ordinava di eseguire delle azioni...

Le scimmie giapponesi della neve

Esiste un luogo in Giappone, il cui nome è Jigokudani Yaen-Koen, dove si possono vedere le scimmie della neve, o macachi giapponesi. Il parco di Jigokudani Yaen-Koen è stato inaugurato nel 1946, e da allora migliaia di visitatori da ogni angolo del mondo sono venuti per vedere i macachi che fanno il bagno nelle sorgenti calde. Il parco si trova a un’altitudine di 850 metri, nella vallata del fiume Yokoyu, nella prefettuta di Nagano. A causa dei ripidi pendii della vallata e dal vapore che esce dal sottosuolo, i locali hanno chiamato la zona con il nome Jigokudani che tradotto significa “la valle dell’inferno”. Il luogo è in effetti molto ostile, tanto che è sepolto dalla neve...

Violenze e insulti sui bimbi di un asilo nido di Siena

Ancora un caso di violenza - fisica, verbale e psicologica - sui piccoli, inermi bambini, la maggior parte ancora non dotati della parola. Che, nella loro totale innocenza, si chiedono cosa stia succedendo, si chiedono cos'hanno fatto di male per venire trattati così, vivono nel terrore della presenza dell'adulto, usano il loro tempo chiedendosi cosa fare o non fare invece che svilupparsi in armonia grazie al gioco e alla comprensione... eppure, a fine giornata, grazie al loro stupendo modo di essere, in qualche modo dimenticano, seppur solo in parte, senza serbare rancore, senza denunciare, accettando passivamente quanto gli viene imposto, pur sapendo che si ripeterà. La mente di un bambino è uno...

Gargantua esiste davvero?

Il magnifico quanto impressionante buco nero Gargantua, che appare nel film Interstellar, capolavoro cinematografico di fantascienza del 2014, è pura finzione o è realtà? Ebbene, per quanto fantastico possa apparire il maestoso buco nero che abbiamo apprezzato sul grande schermo, che ha così catturato l'attenzione degli spettatori che come me si sono immedesimati nelle scene più forti della pellicola, tale corpo celeste è effettivamente ispirato ad un "collega" che esiste davvero. Per produrre Interstellar infatti, il regista Christopher Nolan si è avvalso della collaborazione costante di Kip Thorne, fisico teorico del noto Caltech, ovvero il California...

Le dimensioni degli oggetti nell'universo a confronto

Ho ormai accettato, da alcuni anni, il fatto che le grandezze astronomiche, i corpi celesti, e tutto ciò che di incredibile c'è nello spazio, mi emozionano. E' una sensazione mista: smarrimento e meraviglia. La consapevolezza di essere infinitamente piccolo nell'universo che mi circonda, ma per questo essere anche uno spettatore privilegiato, come quando con gli occhi di bambino ero sopraffatto da ciò che provavo osservando le cose belle, grandi e nuove per me. E in un certo senso, anche l'infinitamente piccolo della materia ha un fascino simile, seppur opposto, complementare direi. Osservando in tale dimensione, è un po' come rimpicciolirsi, ed entrare in un mondo grandissimo, tutto da esplorare, che esiste...

Kathryn Janeway

Dopo qualche giorno di lavoro, ho completato oggi la traduzione integrale della pagina Wikipedia su Kathryn Janeway, un personaggio della serie Star Trek: Voyager a cui mi sono affezionato di recente. Da un po' di tempo, infatti, mi occupo di tradurre in italiano, riportando tutte le fonti e aggiungendo quelle necessarie, alcune delle pagine della Wikipedia inglese particolarmente curate rispetto a quelle della versione nella nostra lingua. A volte controllo queste pagine in modo mirato, altre - la maggior parte delle volte - ci capito per caso. Allora, se ho del tempo e la pagina su cui capito è di mio interesse, decido di contribuire interrompendo quel che stavo facendo prima. La pagina di cui...

Amiga pronta a rinascere in Italia grazie a Cloanto?

Sono cresciuto con il Commodore Amiga, e non ho potuto fare a meno di riportare questa notizia. L'Amiga 500 fu il modello più diffuso, ma i modelli A1200, A600, A2000 e l'avveniristico A4000 (per gli allora anni '90) rappresentano ancora oggi una pietra miliare della storia dell'informatica e dell'intrattenimento videoludico in genere. Dopo il fallimento di Commodore, il marchio Amiga ha subito il triste destino di vedersi acquisito, svenduto e frammentato in pezzi, troppi per poter sopravvivere con la forza e il fascino che aveva un tempo. Ma forse siamo a una svolta che potrebbe fare rinascere lo storico brand. Vi ricordate di Cloanto? Si tratta della storica azienda italiana che opera nel settore...

Primo impianto permanente di una mano robotica

Per la prima volta al mondo una mano robotica è stata impiantata in modo permanente e potrà essere utilizzata quotidianamente. L'intervento è stato eseguito in Svezia su una donna di 45 anni e la mano robotica è stata costruita grazie al progetto europeo DeTOP, guidato da Christian Cipriani, dell'Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Si sta lavorando in vista di altri due interventi, da eseguire in Italia e in Svezia. La donna, alla quale la mano era stata amputata nel 2002, sta seguendo un programma di riabilitazione per riacquistare forza nei muscoli dell'avambraccio, indeboliti dopo l'amputazione e, utilizzando la realtà virtuale, sta imparando a controllare la mano robotica...