Oggi è gio 24 mag 2018, 8:22

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 28 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Malanga non scopre Dio
Messaggio da leggereInviato: sab 28 nov 2009, 16:24 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4543
Località: Bologna
Mente, Spirito e Anima sono nell'ologramma, sono anche Coscienza, sono quantizzati e quindi limitati (e "imperfetti") per 2\3. Coscienza invece, che è solo Coscienza, non è virtuale ma reale, è la totalità di tutte le possibilità, per questo anche i fisici la descrivono così, parlando della "fisica delle probabilità", a proposito della quantistica, dove nell'universo si fanno le scelte, mentre nella Coscienza ci sono già tutte le scelte.




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum bisogna leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Malanga non scopre Dio
Messaggio da leggereInviato: sab 28 nov 2009, 17:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 9 set 2009, 15:04
Messaggi: 222
Località: Roma
Sembra una gara a chi ce lha piu lungo xD...qui è meglio dire a chi scrive cose piu toste :P...per carita stiamo tutti dicendo la nostra e scrivendo cose giuste non cavolate, mpero mi sembra (poi magari mi sbaglio) andiamo ognuno di noi a spaziare su altri discorsi pur rimanendo in tema, che pero vanno a completare quello che dice l'altro o a cambiare un po il soggetto...

Mi trovo daccordo con molti di voi, ma ognuno, me compreso, siamo andati a puntare chi sul termine chi su l'idea , chi parla di cosicienza, chi di Dio, chi di entrambi, chi li distingue ma li rende uguali e cosi via, ottimo per carita stiamo facendo lavorare le menti e spaziamo, ma forse cosi non giungeremo a chiarire quello che penso tutti vorremmo far capire a chi ha scritto il thread che malanga non scopre dio ma comprende parte di quello che sembra esserlo di quello che forse è...poi magari in questo momento sto rintontito e ho scemato io quindi chiedo venia se ho scritto stupidaggine ora xD





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Malanga non scopre Dio
Messaggio da leggereInviato: sab 28 nov 2009, 17:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 25 nov 2009, 17:22
Messaggi: 28
Anonimo ha scritto:
Eppure pochi post fa ho citato proprio un testo di filosofia, dove le polarità più astratte vengono definite come vuoto/pieno, nulla/tutto.
Nulla e onnipotenza non li vedo tanto affini.


il nulla può essere una porzione?

Cita:
Secondo me l'errore che si sta compiendo, e che tu e altri vi state portando dietro, è proprio quello di voler usare la logica per descrivere qualcosa che di logico e razionale non è.
Non sto parlando di semantica, che già da sola qui si contraddice (può il perfetto contenere l'imperfetto?), ma dell'essenza del linguaggio stesso. Qui si cerca inutilmente di "unire" per mezzo dell'analisi, che al contrario scompone, divide.
Insomma, ci stiamo muovendo in un territorio dove una parola soltanto... è troppa.


chi lo dice che tutto ciò non è logico e razionale? magari non potremmo capire la Coscienza tramite il ragionamento logico, quello che potremmo capire è come agisce nell'universo, tramite appunto la logica e il raziocinio (non dico che lo faremo, ma potenzialmente è così) ed'è quello che nel mio piccolo cerco di fare, e forse ciò che fanno un po tutti quelli che si affacciano a tali ricerche


GunJack ha scritto:
io trovo che non sia corretto fare certi paradossi...se Dio è la coscienza ed è tutto ed è l'uno e ricordiamo che l'uno è tutto non puo essere perfetto e finito proprio perche il termine perfetto pone tale limite


non credo che "finito" sia inteso in termini spaziali, perfetto e infinito non sono in antitesi

Cita:
noi diamo anche per scontato che la coscienza o Dio siano completi e perfetti quando molto probabilmente cosi non è ed anche per questo magari che esiste mente anima e spirito...diviso in ognuno di noi...


be mi sembra troppo soggettiva come visione, ...diviso in ognuno di noi...(terrestri)

Cita:
tutti vorremmo far capire a chi ha scritto il thread che malanga non scopre dio ma comprende parte di quello che sembra esserlo di quello che forse è...


allora sei d'accordo con me rofl è proprio quello che volevo comuniacare io aprendo il thread XD





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Malanga non scopre Dio
Messaggio da leggereInviato: sab 28 nov 2009, 20:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 9 set 2009, 15:04
Messaggi: 222
Località: Roma
Si ma tu ne sei certo, io e penso un po tutti poi se mi sbaglio mi correggono non ne siamo sicuri quello che siamo sicuri è che ancora non sappiamo tutto...ma ora come ora la conoscienza universale è la cosa piu vicina a Dio per come la vediamo e la stiamo studiando :)





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Malanga non scopre Dio
Messaggio da leggereInviato: dom 29 nov 2009, 5:23 
Ortodosso ha scritto:
il nulla può essere una porzione?[...]chi lo dice che tutto ciò non è logico e razionale? magari non potremmo capire la Coscienza tramite il ragionamento logico, quello che potremmo capire è come agisce nell'universo, tramite appunto la logica e il raziocinio...

Il nulla è una porzione nell'infinito mare di possibilità, ma allo stesso tempo è anche l'annientamento della possibilità stessa (nulla, inteso come un insieme vuoto).
Attento, perché ad essere più precisi si potrebbe dire che Tutto=Nulla, e penso ti sia chiaro che un'affermazione del genere, oltre a far cazzotti con la matematica, risulta anche piuttosto illogica.

La nota simpatica è che quando si tira in ballo la Coscienza sembra quasi che tra le righe esca fuori il concetto di Abbondanza. Eppure l'infinito ammette anche la mancanza, in pieno contrasto.

Una parola è già troppa...

"Mente, Spirito e Anima sono nell'ologramma, sono anche Coscienza", ha detto giustamente Luciano.
Quell'anche, presuppone l'idea che vi sia differenza tra olografico e coscienziale, ed è corretto perché stiamo definendo, abbiamo già fatto distinzione tra Uomo e Coscienza.
Tirando in ballo la tradizione ebraica, devi sapere che si postula un Dio perfetto, ma imperfetto dopo la creazione.
Se dio fosse perfetto, onniscente e onnipotente, il libero arbitrio sarebbe impossibile e tutto diverrebbe predestinazione. Ergo l'ebraismo ha postulato questo: Dio in quanto trascendenza lascia il libero arbitrio all'uomo, e per farlo si rende imperfetto.
In pratica ho riportato un significato pari pari con ciò che ha detto Luciano. sìsì

Ma questo, sia chiaro, altro non è che una razionalizzazione forzata, a puro titolo di comodità speculativa. Stiamo semplicemente "facendo finta che sia...", ci avviciniamo ad una sorta di verità, ma in questo modo non la toccheremo mai.
Stiamo giocando a definire l'indefinito, è divertente, certo, ma sappi che non stiamo facendo altro che aprire porte e chiuderne automaticamente altre.

Jung diceva bene sul fatto che non giova riflettere sul Pleroma, perché ciò porta all'autodissolvimento.
Parallelismo: percepire direttamente questo "Pleroma", seppure in minima parte, sappiamo che è possibile. Per mezzo della meditazione trascendentale o profonda, per mezzo dell'unione degli opposti... guarda caso due particolari forme di annientamento razionale. =D





Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Malanga non scopre Dio
Messaggio da leggereInviato: mer 2 dic 2009, 11:45 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1181
Che bel topic :D
La mia non è una disquisizione filosofica nel senso stretto del termine,anche perchè personalmente vedo fin troppi "filosofi non pratici"(ogni riferimento a fatti e persone è puramente reale asd )e la praticità sta alla base della dimostrazione parziale di una filosofia...con questo si può ben capire che mai nessuna branca del pensiero umano sarà completo,ma è solo una foglia secca ed ingiallita in mezzo ad un viale alberato in autunno.

"MALANGA NON SCOPRE DIO"...giusto,estremamente giusto,ma ciò non toglie che ha espresso in parte il concetto di DIO in quanto CONSAPEVOLEZZA...e dire che "DIO" è CONSAPEVOLEZZA indica solo una porta che si affaccia verso qualcosa che non si conosce ma che può essere esplorato.

Dio è perfetto?se davvero fosse perfetto,come scrive Ortodosso,che senso avrebbe avuto di creare?è una domanda che io mi sono sempre posto ma che alla fine ho accettato come mistero ed ho lasciato perdere ogni motivazione del "perchè accade ecc ecc".
Dio è perfetto nella sua virtualità,perchè permette di fare qualsiasi cosa,purchè ci sia consapevolezza nel farlo,quindi è imperfetto perchè è INESPRESSO,ecco del perchè della "creazione".
Dio è un artista o come dicono i mistici SUFI "Dio è bello ed ama la bellezza"...quindi per quale motivo non dovrebbe esprimersi/non dobbiamo esprimerci?

Che senso ha la vita?LA VITA NON HA SENSO...è imparziale,è neutra,è inespressa...la vita è un motivo per dare un senso a sè stessa.
Dio non è amore,perchè se davvero fosse amore sarebbe anche odio...è logico...è una parte della medaglia,perchè se davvero fosse amore avrebbe tutte le grane sentimentali-affettive che colpiscono gli esseri umani(e chissà anche quali altri esseri nell'universo)e proverebbe dolore,paura,sofferenza,rabbia.

Gautama il Budda,forse il mistico più logico mai vissuto nella storia delle religioni,disse che non aveva senso esprimere Dio,perchè nel momento in cui lo si fa,lo si ingabbia in una dimensione parziale e non completa in quanto si esprime un concetto dualistico...ecco perchè lui non parla di amore perchè ciò comporterebbe anche l'odio...lui parla di COMPASSIONE.
Dio è COMPASSIONE,cioè la trascendenza del significato di amore ed odio.

Mi viene in mente una frase di Benjamin Franklin che dice "La birra è la prova che Dio ci ama e vuole che siamo felici!"...ma è incompleta...io potrei aggiungere "La birra è la prova che Dio ci odia...vallo a chiedere alla tua cirrosi epatica".

Malanga coi suoi studi ha aggiunto un tassello importante nella ricerca...è ovvio che la scienza è e rimarrà sempre INCOMPLETA,perchè nemmeno Dio è completo nella sua completezza...altrimenti che ci stiamo a fare quì?a girarci i pollici?

La mia,come ho scritto all'inizio,non è un voler dimostrare qualcosa,ma solo dare una parte della mia idea su chi è "chi".




_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI...OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.
_________________
Prima di scrivere sul Forum bisogna leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Malanga non scopre Dio
Messaggio da leggereInviato: lun 8 mar 2010, 19:00 
Non connesso

Iscritto il: lun 8 mar 2010, 18:49
Messaggi: 1
Non credo che il concetto di perfezione debba essere visto secondo i concetti del tempo come lo vediamo noi...
cioè la coscienza o dio come la si voglia chiamare, E'..
Lei è tutto quindi quando una cosa è unica chi o cosa determina il concetto di imperfezione e di perfezione?
in seguito, anche guardando la questione secondo i nostri parametri, dobbiamo ricordarci comunque che il tempo è virtuale tutto accade in un attimo, quindi nel momento in cui tutta la coscienza si riunisce, essa sarà "perfetta" perchè avrà assimilato tutta l'esistenza(ma dato che il tempo non esiste non diciamo che alla fine dio sarà perfetto, ma che dio E' perfetto)..dio è l'esistenza, quindi non può essere una cosa o l'altra(xfetta e non xfetta), perchè è TUTTO..
almeno è 1 mia opinione non ho letto tutti i post sopra quindi magari l'avrà già detto qualcunoXD





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Malanga non scopre Dio
Messaggio da leggereInviato: lun 8 mar 2010, 19:06 
Perfettamente d'accordo, Lele.
Un mio amico, tanti anni fa, mi diceva spesso: "Basta osservare le striature di una zebra per comprendere quanto sia perfetto il creato".





Top
 
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 28 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010