Oggi è gio 24 mag 2018, 8:30

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: mar 22 giu 2010, 16:49 
Non connesso

Iscritto il: mer 10 dic 2008, 18:28
Messaggi: 67
Località: (Per spero solo 3 anni) a Siena
Salve a tutti.
Seguendo i lavori del prof. Malanga si capisce che Anima s'è creata questo mondo per fare esperienze che altrimenti non avrebbe potuto fare.
Esperienze che solo abitando un corpo umano, con i limiti ad esso associati come ad esempio la mortalità del corpo e infiniti altri, è possibile vivere. Anima quindi man mano che abita i vari contenitori acquisisce Coscienza.
Adesso deduco io da ciò che il nostro scopo ultimo è questo, espandere la Coscienza.
Allora mi viene da dire, " Perchè non ci dedichiamo a questo ? ".
E mi viene anche da dire " Perchè non cerchiamo un modo per espandere la Coscienza della gente, dato che solo quella ci può salvare da qualsiasi essere alieno o terrestre che agisce contro di noi ? ".
In parole povere propongo di avanzare qui tutti i vari metodi per aprire gli occhi a noi stessi ed alla gente in generale.
Adesso qualcuno mi dirà che la presa di Coscienza è un cammino personale e che non si può influire su di esso.
Ecco io in anticipo rispondo:
Si è vero! E' un cammino personale, però si può indicare la strada a chi momentaneamente l'ha smarrita. A scegliere di imboccarla, sarà, sempre l'interessato.
So che non si può costruire uno strumento tecnologico che risolve il problema, però qualcosa una spintarella la potrebbe dare.
Ora ascolterò le vostre proposte ed infine se lo riterrò necessario dirò la mia.





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: mer 23 giu 2010, 0:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 8 giu 2010, 19:51
Messaggi: 85
ciao !
avendo letto qualcosa del prof. Malanga in cui dice che le Anime degli addotti sono collegate, e che si trasmettono informazioni e quindi anche la presa di coscienza, la coscienza si allarga per forza !!
solo che sono poche anime e tantissimi asini !!!




_________________
Gli angeli possono volare perchè si prendono alla leggera - J. Cocteau


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: mer 23 giu 2010, 15:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
la matematica espande la coscienza, almeno a me XD




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: gio 24 giu 2010, 14:40 
Non connesso

Iscritto il: mer 10 dic 2008, 18:28
Messaggi: 67
Località: (Per spero solo 3 anni) a Siena
Non è vero, il prof. Malanga non dice questo. Dice anzi che un' Anima non può influire nel cammino di un'altra Anima in un altro contenitore.
Comunque lo scopo è proporre metodi di espansione della Coscienza.





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: ven 25 giu 2010, 2:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 8 giu 2010, 19:51
Messaggi: 85
allora ti dovresti leggere tutti i suoi libri perchè lo dice chiaramente che gli ex addotti si trasmettono informazioni ... tipo extrasensoriali ... si "tengono" in contatto ...




_________________
Gli angeli possono volare perchè si prendono alla leggera - J. Cocteau


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: lun 28 giu 2010, 18:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 8 giu 2010, 21:16
Messaggi: 64
domanda molto interessante.. come hai detto giustamente il percorso per aumentare la propria consapevolezza è strettamente personale, però al contempo se ne parlasse di più la gente interessata potrebbe trovare più facilmente "la propria via". :)
Di percorsi di questo tipo ne esistono, o meglio sono sempre esistiti, e sono abbastanza affini, tanto che si è ipotizzato che possano provenire tutti da una Tradizione e da una Civiltà Primordiale.. chiamiamola pure Atlantide per convenzione :)





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: lun 5 lug 2010, 15:35 
Non connesso

Iscritto il: mer 10 dic 2008, 18:28
Messaggi: 67
Località: (Per spero solo 3 anni) a Siena
La cultura, la scienza, il sapere in generale espandono la Coscienza.
Questa è una mia prima proposta, che è ovvia per tutti sicuramente.





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: gio 4 nov 2010, 10:55 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4543
Località: Bologna
Trovo che il termine "espandere la coscienza" sia errato in sé e porti ad una strada di espansione dell'ego, della mente, della psiche, della conoscenza... ma non della Coscienza. "Espandere" infatti è un termine non adattabile alla Coscienza, che è Uno-Tutto, ma un termine adatto a qualcosa che si può accumulare, come la suddetta conoscenza, e ciò può essere permesso proprio dai metodi che hai proposto ("cultura", "sapere").

Anche "presa di coscienza" è un modo di dire ormai abusato... ma che significa? "Presa di coscienza"... in base a cosa? "Prendere coscienza"... di cosa? E' molto generico e rischia di significare tutto e niente. Sa tanto di utopia, come la fantomatica "dissoluzione dell'ego", cosa impossibile checché se ne dica per ragioni tecniche (spiegabili facilmente tenendo conto di Energia, Spazio e Tempo)... in poche parole sa tanto di lavoro interminabile che quindi tiene impegnati per tutta la vita nel tentativo di raggiungere un obiettivo non definito con mezzi ancor più indefiniti.

Premettendo che siamo parlando di coscienza personale e non di "Coscienza" (globale, l'Uno-Tutto), trovo che l'unica cosa sensata da fare e da dire sia (ed è difficile da definire a parole, ma ci provo) il "riscoprire la Coscienza migliorando l'accesso ad essa da parte della nostra coscienza personale". Migliorare la mappa del territorio, direbbero in PNL. Acquisire coscienza e conoscenza di noi e di ciò che ci circonda, un passo alla volta, dalle cose più concrete a quelle più astratte, tenendo i piedi per terra prima di librarci in aria con la psiche (abbiamo le possibilità del livello fisico... sfruttiamole finché ci sono).

Per me, quindi, si tratta di: vivere consapevolmente, soffermarsi su ogni cosa, mettersi nei panni degli altri ad ogni occasione; accettare, analizzare e risolvere le situazioni problematiche, traumatiche e conflittuali invece di dimenticarle o di portarle a livelli psicosomatici o somatopsichici; approfondire ogni cosa quando se ne ha la possibilità, rendersi conto di cosa solitamente si ignora; sperimentare appieno le percezioni, le sensazioni e le emozioni, fidandosi di esse e godendone profondamente, controllandole o abbandonandosi ad essere a seconda delle situazioni; cercare l'equilibrio, la comunicazione, la radianza e la risonanza, rendersi conto dell'energia, dello spazio e del tempo intorno a noi e della Coscienza dentro di noi, ed esistere al meglio che si può e in armonia con tutto.

E' difficile, e può sembrare pretenzioso... ma si può fare, ci si riesce, un po' alla volta; e soprattutto, non è una cosa impossibile. I singoli passi verso il raggiungimento di questo obiettivo non solo sono assolutamente naturali perché privi di alcun metodo imposto o tecnica acquisita o altre amenità, ma se ne può facilmente verificare l'efficacia misurando le variazioni nel nostro benessere, nella nostra tranquillità e nella nostra felicità. Se non progrediamo realmente in queste tre strade, domandiamoci: stiamo facendo la cosa giusta? Dove per "giusta" non intendo "moralmente" o secondo altri criteri soggettivi (o più spesso, ipocriti), ma bensì intendo "equilibrata per un essere cosciente che vive per fare completa esperienza di sé e del tutto". A questo punto, credo che ognuno potrà valutare da solo senza perdersi in pensieri, costruzioni, acquisizioni, seghe mentali, etc.

Per fare ciò, secondo me, è necessaria una sola cosa: tutto. Ovvero: il Sentire di Coscienza.




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum bisogna leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: mer 3 ago 2011, 16:15 
Non connesso

Iscritto il: mar 26 lug 2011, 23:49
Messaggi: 71
io concordo con il punto di vista di luciano, specialmente sul fatto della coscienza ch'è tutto quindi per evolversi è necessario esperire tutto, guardandosi dal progresso unilaterale ch'è particolarmente insidioso per noi occidentali(il classico modo di fare dell'alieno negativo),
tuttavia la terminologia espandere la coscienza io la trovo piuttosto funzionale in quanto con l'evouzione si espande il nostro campo intuito-sensoriale ciè s'affinano i 5 sensi e la mente, lo spirito e l'anima forniscono intuizioni su sistemi di causa effetto e di leggi sempre più ampi che ci contengono come matrioske, questo è il classico caso degli eroi come gandhi o martin luter king, ma in diversa misura anche degli individui come luciano, malanga e molti altri sconoscuti i quali consapevolmente o inconsapevolmente hanno esteso la loro coscienza come un grande cerchio non solo intorno a loro stessi e alle loro famiglie ma intorno all'intera umanità, i veri rivoluzionari combattono sempre fino alla morte, perchè secondo la loro coscienza la morte da prevenire è quella del gruppo esteso e non solo quella individuale dato che il dolore altrui è sentito più o meno fisicamente sulla propria pelle a seconda dell'evoluzione ed il fatto stupefacente è che per loro è quasi normale, perchè è il buon senso che seguono.





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: dom 15 gen 2012, 14:49 
Non connesso

Iscritto il: lun 19 dic 2011, 1:47
Messaggi: 206
Località: teramo
Faccio il sapientino anch io,tanto per cambiare...
Credo non sia un caso il termine "caduti" riferito agli angeli biblici...Penso siano caduti dalla vibrazione/stato di coscienza più elevato. Più che un acquisizione,appunto, un accordo tonale,la capacità di restare sintonizzati a quella radiazione,uniti con l UNO.
Ma vogliamo davvero essere uniti all UNO? Non sarà mica l up questo UNO? Le caratteristiche ci sono tutte (lui è una legione di anime).
Facciamo così - diventiamo lo ZERO. Che da solo è niente ma in comagnia...





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: mer 21 mar 2012, 17:09 
Non connesso

Iscritto il: mer 21 mar 2012, 16:53
Messaggi: 3
più che espandere e aggiungere ritengo sia più appropiato il concetto di Togliere ed escludere ... cerco di spiegare il concetto ... partendo dal presupposto che la coscienza esiste ed è già tutta 'dentro' di noi (passatemi la metafora spazio-temporale) non bisogna nè cercarla e nè espanderla ... bisogna cercare di riattivare quel COLLEGAMENTO fra noi e la coscienza, collegamento attualmente alterato e condizionato (vuoi per cause genetiche o altro) ... Bisogna utilizzare le informazioni e la conoscenza non per 'prendere' o 'espandere' la coscienza ma per eliminare (anche se momentaneamente) quel condizionamento e quell'interferenza (dualità/ego) che inibisce il collegamento con la coscienza stessa ... insomma usare le informazioni e l'introspezione per capire cosa impedisce quel collegamento con la coscienza ... La coscienza c'è già ed à già ... bisogna solo togliere ed escludere ...





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: gio 22 mar 2012, 11:37 
Non connesso

Iscritto il: lun 19 dic 2011, 1:47
Messaggi: 206
Località: teramo
@alverde7 Concordo in pieno! E la robbaccia da togliere è questa sottospecie di civilizzazione che ci ha strappato le radici dalla terra e il senso della vita dal cuore.
Lottare per essere!!!





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: dom 2 dic 2012, 18:21 
Non connesso

Iscritto il: sab 24 nov 2012, 22:11
Messaggi: 44
Forse la cosa da fare,se la coscienza non si può far espandere,è quella di indicare la via giusta o almeno metterli al corrente,fargli rendere conto,svegliarli che stiamo vivendo ci stanno facendo vivere in un modo sbagliato.
Ho tanta voglia di farlo capire alle persone piu care che ho.E' molto difficile,ormai sono legati al tipo di vita che fanno..forse la cosa migliore è pensare prima a se stessi





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: lun 3 dic 2012, 14:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 1 dic 2012, 18:18
Messaggi: 256
Località: Cyberspazio
Cita:
Trovo che il termine "espandere la coscienza" sia errato in sé e porti ad una strada di espansione dell'ego, della mente, della psiche, della conoscenza... ma non della Coscienza. "Espandere" infatti è un termine non adattabile alla Coscienza, che è Uno-Tutto, ma un termine adatto a qualcosa che si può accumulare, come la suddetta conoscenza, e ciò può essere permesso proprio dai metodi che hai proposto ("cultura", "sapere").


esatto, la Coscienza in quanto Sé non può muoversi da nessuna parte né cambiare dimensione perchè è già ovunque e non ha dimensione!





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: mer 13 mar 2013, 15:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 12 mar 2013, 19:11
Messaggi: 1
Località: roma
alienzST ha scritto:
Forse la cosa da fare,se la coscienza non si può far espandere,è quella di indicare la via giusta o almeno metterli al corrente,fargli rendere conto,svegliarli che stiamo vivendo ci stanno facendo vivere in un modo sbagliato.
Ho tanta voglia di farlo capire alle persone piu care che ho.E' molto difficile,ormai sono legati al tipo di vita che fanno..forse la cosa migliore è pensare prima a se stessi


Buongiorno a tutti, sono nuova a questo forum e recente è anche l'interessamento a queste tematiche ... mi scuso, quindi, in anticipo se userò termini inappropriati e sicuramente poco scientifici.

Quando il condizionamento o interferenza diminuiscono davvero, non solo in teoria, siamo cambiati noi e cambia il contorno. Credo, quindi, che il farlo capire alle persone care, sia un falso problema.
In passato mi accorgevo solo aposteriori di questo (del cambiamento riflesso/automatico del contorno), oggi quando affronto un qualsiasi problema o più genericamente evento, conto in partenza sull'effetto riflesso (non so come chiamarlo, forse si avvicina alla mappa della pnl?) concentrandomi solo sui miei ostacoli/paraventi, specie i più nascosti che, almeno nel mio caso, appaiono per gradi. E' un vedere che è un fare, un movimento in cui si entra (questo con le mie parole povere ...)





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: sab 7 set 2013, 4:43 
Non connesso

Iscritto il: lun 19 dic 2011, 1:47
Messaggi: 206
Località: teramo
@cherryblossom
Parole povere per niente!

Alla fine scopriremo di aver fatto tutto questo solo per essere coscienti che la perfezione era tale in quanto,se avesse fatto il percorso che poi le abbiamo fatto fare,sarebbe arrivata proprio lì dov'era.
Queste si, che sono parole contorte e candeline >.<





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: ven 13 set 2013, 0:32 
Non connesso

Iscritto il: mer 10 dic 2008, 18:28
Messaggi: 67
Località: (Per spero solo 3 anni) a Siena
Dopo alcuni anni concordo con Luciano che la Coscienza non ha niente da espandersi.
Una cosa che espande è una cosa che aumenta il proprio volume sottraendolo all'ambiente circostante.
La Coscienza non ha ambiente circostante. Non ha nemmeno volume. Per avere volume deve esserci lo spazio. La Coscienza non ha spazio.
Comunque. All'inizio dell'argomento, nei primi messaggi, ho sbagliato termini.
Lo ridico meglio.
Penso che tutti voi siate d'accordo con me se dico che in occidente, la gran parte delle persone vive usando in modo predominante la parte sinistra del loro cervello ovvero la ragione ( e chi anche male ), la razionalità, trascurando la parte destra eccetto durante quelle brevi intuizioni che ci fanno sentire dei geni. " Dal mio modesto punto di vista ", come dice sempre il prof. Malanga, penso che così come ai tempi dei Greci, ad Eleusi si somministravano " bevande inebrianti " ai prescelti, anche oggi potremmo utilizzare i moderni psichedelici per avere " accesso agli antichi Misteri ". Riconosco che la cosa potrebbe deviare in qualcos'altro. A riunirsi in queste cerimonie dovrebbero essere dei veri " prescelti ", cioè gente che vuole provare per conoscere sè stessi, non per farsi a gratis una sballata. Se fatta bene, l'esperienza potrebbe essere un'autentica illuminazione. Una buona occasione per vedere il mondo con la parte " destra ". Che ne pensate ? E' una mia follia ?





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: dom 15 set 2013, 17:05 
Non connesso

Iscritto il: lun 19 dic 2011, 1:47
Messaggi: 206
Località: teramo
@zodd01
Circa l'uso predominante della parte sinistra del cervello :
A mio parere succede in quanto è a questa parte che si rivolgono i mille stimoli del mondo moderno (tv, cellulare, internet, scuola, ma anche i messaggi sottesi nelle pubblicità e in genere tutte quelle relazioni umane basate su competizione, gelosia , ecc.) Questo comporta un costante rumore di fondo che copre la porzione di noi che, per sua natura, è in ascolto, sintonizzata, accorta. Su cosa?
Su tutto. A tutti i livelli. Su noi stessi , sui predatori (e non ci sono solo quelli esterni e/o fisici) ,sugli eventi (in divenire e a venire) , sulle sensazioni in generale (incluse le cosiddette esp)
Se sei ubriaco di pensieri futili o troppo importanti, costantemente, sei distratto da altro, imbambolato. Chi se ne approfitterà?
E non che seguire certe discipline che promettono illuminazioni o incontri con se stessi sia benefico! L'incontro e la conoscenza con/di te stesso avviene già nell'infanzia (ricordi i tuoi giochi, quelli immaginifici, pericolosi,ecc? : rivalutali), e segue a tappe nell'arco della vita. Tu scegli se superare o rinviare le prove che incontri. Gli altri, che NON ti conoscono, dove vorranno/potranno portarti? Nel paese dei balocchi?
Te lo dico perchè nel paese dei balocchi ci sono stato. :O :alien Mi sono svegliato asino e reso conto che io non ero come pinocchio - di legno - ma già ero di carne.... ovvero ero già anima,spirito,mente e quant'altro! Recuperare la strada di casa è stato (dopo) davvero difficile!
Mi dirai - e tutte quelle cose che non vediamo, percepiamo, ecc. ?
Se preservi un istinto (e magari ci studi un po' su tra le discipline, discernendo tra sinceri e imbonitori - i primi hanno poco da promettere, troppo da sopportare,spesso) non ti serve altro ... i sensi si drizzano e scattano all'occorrenza. Puoi stimolarli da solo se vuoi, con pratiche di meditazione, ecc.
L'uso di sostanze psicotrope va fatto se sai con chi sei, se davvero puoi fidarti della persona che ti guiderà. O da solo se sei in grado...dubito.
Basta pensare alle cerimonie tribali ... Ma un tempo le persone avevano una vita più "semplice" (mentalmente meno artefatta o "scientificamente illuminata") e le suggestioni totemiche e spirituali avevano più presa; smuovevano l'inconscio, la sua magia. Infondo questo ha fatto Malanga fin dall'inizio...(se con risultati giusti o meno, è da vedersi.)





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: dom 15 set 2013, 17:05 
Non connesso

Iscritto il: lun 19 dic 2011, 1:47
Messaggi: 206
Località: teramo
@zodd01
Circa l'uso predominante della parte sinistra del cervello :
A mio parere succede in quanto è a questa parte che si rivolgono i mille stimoli del mondo moderno (tv, cellulare, internet, scuola, ma anche i messaggi sottesi nelle pubblicità e in genere tutte quelle relazioni umane basate su competizione, gelosia , ecc.) Questo comporta un costante rumore di fondo che copre la porzione di noi che, per sua natura, è in ascolto, sintonizzata, accorta. Su cosa?
Su tutto. A tutti i livelli. Su noi stessi , sui predatori (e non ci sono solo quelli esterni e/o fisici) ,sugli eventi (in divenire e a venire) , sulle sensazioni in generale (incluse le cosiddette esp)
Se sei ubriaco di pensieri futili o troppo importanti, costantemente, sei distratto da altro, imbambolato. Chi se ne approfitterà?
E non che seguire certe discipline che promettono illuminazioni o incontri con se stessi sia benefico! L'incontro e la conoscenza con/di te stesso avviene già nell'infanzia (ricordi i tuoi giochi, quelli immaginifici, pericolosi,ecc? : rivalutali), e segue a tappe nell'arco della vita. Tu scegli se superare o rinviare le prove che incontri. Gli altri, che NON ti conoscono, dove vorranno/potranno portarti? Nel paese dei balocchi?
Te lo dico perchè nel paese dei balocchi ci sono stato. :O :alien Mi sono svegliato asino e reso conto che io non ero come pinocchio - di legno - ma già ero di carne.... ovvero ero già anima,spirito,mente e quant'altro! Recuperare la strada di casa è stato (dopo) davvero difficile!
Mi dirai - e tutte quelle cose che non vediamo, percepiamo, ecc. ?
Se preservi un istinto (e magari ci studi un po' su tra le discipline, discernendo tra sinceri e imbonitori - i primi hanno poco da promettere, troppo da sopportare,spesso) non ti serve altro ... i sensi si drizzano e scattano all'occorrenza. Puoi stimolarli da solo se vuoi, con pratiche di meditazione, ecc.
L'uso di sostanze psicotrope va fatto se sai con chi sei, se davvero puoi fidarti della persona che ti guiderà. O da solo se sei in grado...dubito.
Basta pensare alle cerimonie tribali ... Ma un tempo le persone avevano una vita più "semplice" (mentalmente meno artefatta o "scientificamente illuminata") e le suggestioni totemiche e spirituali avevano più presa; smuovevano l'inconscio, la sua magia. Infondo questo ha fatto Malanga fin dall'inizio...(se con risultati giusti o meno, è da vedersi.)





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Espandere la Coscienza
Messaggio da leggereInviato: dom 15 set 2013, 22:31 
Non connesso

Iscritto il: mer 10 dic 2008, 18:28
Messaggi: 67
Località: (Per spero solo 3 anni) a Siena
" Sempre dal mio modestissimo punto di vista ", mi sento già in grado di usare pozioni " magiche ", avendole utilizzate più volte. Si le cerimonie tribali sono l'esempio perfetto. Il tambureggiare, la meditazione e chi ne ha più ne metta sono cose che servono solo a zittire la ragione per fare emergere l'inconscio. Da lì miracoli, divinazioni, guarigioni ecc...
Se sono diffusi in natura, significa che gli psichedelici sono messi lì a nostra disposizione, pronti per l'uso.





Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ] 

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010