Le piante riconoscono le loro simili

Mi è capitato più volte di imbattermi, con interesse, in particolari ricerche rivolte al mondo vegetale. Nello specifico, quelle relative al manifestarsi di apparenti "azioni" intraprese da parte delle piante stesse, come se in qualche modo fossero qualcosa di più di esseri inanimati. Ho quindi individuato un estratto da una di queste ricerche, di cui ne propongo una traduzione. I ricercatori della McMaster University di Hamilton, Canada, hanno scoperto che le piante diventano ferocemente competitive quando costrette a condividere il proprio vaso con estranee della stessa specie, ma sono compiacenti se trasferite negli stessi vasi con le loro simili.

Sheephead, il pesce dalla dentatura umana

Il suo nome scientifico completo è Archosargus probatocephalus Walbaum, ma in inglese è detto semplicemente sheephead, ovvero "testa di pecora". Si tratta di un pesce marino della famiglia degli Sparidae, molto simile al comune sarago mediterraneo (Diplodus), tranne che per... una curiosa dentatura, che ricorda moltissimo quella di noi esseri umani. E anche di alcuni ovini, da cui il soprannome. Fu scoperto da Johann Julius Walbaum, medico, naturalista e zoologo tedesco del XVIII secolo, il cui cognome è stato aggiunto alla nomenclatura binomiale del nostro Archosargus, e alla cui pagina Wikipedia ho dato un piccolo...

Cristophe Lemaitre, il bianco più veloce del mondo, è un mio parente acquisito

Nella primavera del 2013, diversi mesi dopo aver iniziato a frequentare la ragazza divenuta in seguito mia moglie, fui invitato a casa della sua famiglia per un pranzo. In un'accogliente taverna rimasi colpito dalla quantità di fotografie, d'epoca e moderne, che riempivano le pareti: suo padre, appassionato di storia, teneva così traccia delle memorie familiari, descrivendo le persone rappresentate in quelle cornici, e le loro storie. Su una di queste pareti, ad esempio, spiccava un albero genealogico, e mentre lo osservavo mi venne raccontato di lontani parenti, alcuni residenti all'estero da generazioni. Ascoltando le sue parole, la mia attenzione fu catturata da una piccola foto, che poi era un...

Il Bosco Verticale: abitare in città circondati dalla natura

Ero su Wikipedia e, nei miei giretti quotidiani per effettuare piccole modifiche e correzioni qua e la, mi sono imbattuto in una pagina che mi ha immediatamente colpito, sia visivamente, sia per il suo contenuto. Catturano sempre la mia attenzione, infatti, tutte le iniziative, e le costruzioni, volte a portare il verde nella società, a rendere un po' più green la nostra vita quotidiana, la nostra abitazione, il luogo di lavoro, e così via. Il Bosco Verticale è un complesso di due palazzi residenziali a torre, progettati da architetti italiani, situato nel Centro direzionale di Milano, ai margini del quartiere Isola. Peculiarità di queste costruzioni, ambedue inaugurate nel 2014...

Esselunga sperimenta l'intelligenza artificiale nei colloqui di lavoro

Da qualche anno seguo con molto interesse l'argomento dell'intelligenza artificiale, e a tal proposito ho infatti ho riportato diverse notizie su questo blog. Il mio interesse va in particolar modo alle reti neurali artificiali, che ho avuto modo di creare da zero con il linguaggio di programmazione C#, e di testare in diversi modi. E proprio su questo tipo di intelligenza artificiale - che ritengo, personalmente, essere l'unico degno di tal nome - sono venuto a conoscenza di una singolare applicazione fatta proprio "in casa nostra", ovvero in Italia. Protagonista...

Il suicidio di uno dei liquidatori di Černobyl'

Qualche giorno fa Nagashibay Zhusupov, uno dei liquidatori, gli eroi silenziosi che salvarono una vasta zona geografica da un disastro di proporzioni ben maggiori rispetto a quelle che si sono verificate, si è tolto la vita. Molti dei liquidatori sono deceduti a seguito dell'esposizione alle radiazioni, altri negli anni successivi per tumori sviluppatisi conseguentemente. Tra i rimasti vivi, molti sono quelli con problemi di salute. Era il caso di Zhusupov a cui, nonostante furono assegnate varie onorificenze per il lavoro svolto, si vide negare aiuti più che dovuti, come una casa e una pensione dignitosa. Assieme alla famiglia ha continuato...

Il nuovo Mac sembra una grattugia: Apple derisa da Ikea

Nel mese scorso, tra le nuove uscite presentate da Apple, è stato mostrato al pubblico il nuovo computer desktop Mac Pro, attualmente il più potente prodotto dell'azienda di Cupertino. E anche il più costoso: nella sua configurazione al top, costa ben 6000 dollari! Da un prezzo tale ci si aspetterebbe l'eccellenza anche nel design, oltre che nelle prestazioni, così com'è sempre stato per ciò che porta il marchio della mela mela. E invece no: il nuovo PC sembra inequivocabilmente una grattugia, al punto tale da scatenare commenti e meme su tutto il web, che sono proliferati senza controllo. Del resto, con un fail del genere...

Star Trek su Marte

Questa volta è la fantascienza a far capolino nella realtà, e non viceversa: sulla superficie del Pianeta Rosso, il nostro vicino Marte, è "apparsa" una traccia che ha scatenato i fan di Star Trek in tutto il mondo, fra cui me. La sonda della NASA Mars Reconnaissance Orbiter, puntata sul suolo di Marte, ha fotografato una duna che somiglia decisamente all'iconico simbolo della popolare serie di fantascienza: nello specifico, lo stemma della Flotta stellare, immancabilmente presente sulle uniformi dei suoi membri. E' accaduto non molti giorni fa: la duna si trova su uno dei più grandi crateri del Pianeta Rosso, noto come...

Il nuovo gioco di ruolo di Stargate SG-1

Il colosso di cineproduzione statunitense Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) e l'azienda produttrice di giochi da tavolo e digitali Wyvern Gaminghanno annunciato la realizzazione di un gioco di ruolo basato sul franchise di Stargate SG-1, serie tv che ho adorato, nata dall'originale film Stargate del 1997 e sviluppatasi nell'arco di ben 10 stagioni e 2 film, rendendola di fatto la più lunga serie tv di fantascienza statunitense. In origine, infatti, il progetto del regista Roland Emmerich era quello di una trilogia di film, ma non fu realizzato e così, dopo il primo lungometraggio, la MGM ne acquisì i diritti e produsse la serie TV. Il gioco di ruolo, basato sul D20 System...

I cellulari stanno annientando le api?

Con questo intervento potrebbe sembrare che io stia rasentando il complottismo, ma mi sono documentato a lungo su questa situazione, e nel tempo ho seguito i vari studi. Per cui propongo una panoramica del fenomeno, almeno per come l’ho seguito. Nel 2007 alcuni scienziati hanno avanzano la teoria che le radiazioni emesse dai telefoni cellulari e da altri prodotti high-tech fossero la possibile soluzione di uno dei più bizzarri misteri mai presentatisi in natura: l’improvvisa scomparsa delle api. A metà aprile dell’anno precedente, infatti, molti apicoltori britannici riferirono che il fenomeno - iniziato negli USA e quindi diffusosi in Europa continentale - stava interessando anche loro. La...

Vai all'elenco completo di tutti i 45 articoli...