Conosci Te Stesso
https://conoscitestesso.ipself.it/forum/

Problemi visuali o qualcosa simile...
https://conoscitestesso.ipself.it/forum/viewtopic.php?f=106&t=3678
Pagina 1 di 1

Autore:  3IMI3 [ mar 31 lug 2012, 1:04 ]
Oggetto del messaggio:  Problemi visuali o qualcosa simile...

Salve Forum,

Necessito,per favore,il vostro aiuto...
Ho già letto diverse discussioni,ma non trovo nulla sul argomento..E non riesco a capire dove è che sbaglio.. 8(
Con il Simbad ultimamente mi capitava di avere qualche interruzine visuale,per cosi dire.. :ehm
Immagine comparse al improvviso che mi dissociavano dal Simbad.Immagine strane,a volte quasi surreali...
Ora sto realizzando il TCTD...E credevo che essendo più semplice.Meno elaborato visualmente..Non avrei avuto queste interruzioni..Invece non.. :sad2
Continuo ad averle,purtroppo..
E non,credo,sia qualcosa di condizionato,immaginazione,ricordi,suggestione..Sono immagine come comparse dal nulla,a volte strane a volte no,senza colore,ma di un forte effetto.. 8|

Questo ultimamente mi capita anche nei sogni..Comincio a vibrare di continuo e vedo apparire queste immagine,di un colore diverso,come dei flash..Come quando vedi la tv e la antenna da problemi e si osserva per qualche secondo la immagine di un altro canale sovrapposto su quello che stai vedendo..E una sensazione strana e non piacevole...Credo mi sta affettando anche a livello fisico..

Per favore,vi prego,se qualcuno è in grado di spiegarmi cosa posso fare,dove sto sbagliando...Comunicatemelo al più presto...!!
Per peggiorare il tutto ho trovato un tizio che è convinto di essere un arcangelo... :shock3
E questo povero pazzo è convinto che io ho qualcosa a che fare con lui quando arrivera la fine :crazy
Tutte a me.. T_T

Autore:  filippo77 [ mar 31 lug 2012, 11:04 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

sbagli solo nel voler fare come vuoi. non hai sufficente esperienza per poter fare un tctd da sola, e anche nel simbad devi seguire le regole alla lettera, prima su tutte il controllo della situazione. se non hai il controllo della situazione vuol dire che non vuoi averlo, cioè non sei completamente cosciente di te e forse sei convinta di cose sbagliate.

per l'arcangelo no comment XD

Autore:  lexlater75 [ mar 31 lug 2012, 12:34 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

Aggiungo che dovresti leggere bene la procedura che trovi in questo documento a pagina 22
Leggi bene tutto quanto.
Certo però devi avere padronanza e coscienza di quello che vedi anche solo nel TCT.

Autore:  martin pescatore [ mar 31 lug 2012, 17:32 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

Mi chiedevo, il tctd può essere "utilizzato" da soli senza il rischio eccessivo di "fare danni" se ci si documenta adeguatamente e seguendo le istruzioni nei dettagli? O se non si ha mai avuto occasione di proseguire con la parte dinamica del tct è comunque meglio essere comunque affiancati da chi ha più esperienza con esso?
Inoltre, quest'altra è una semplice curiosità che mi è tornata in mente ripensando a innesti vari: eventuali microchip solidi come quello dietro l'orecchio, al momento della "rimozione" scompaiono fisicamente dal corpo? Mi scompare il "pallino" da dietro l'orecchio?

Autore:  filippo77 [ mar 31 lug 2012, 18:10 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

non scompare nulla, al massimo fermi le comunicazioni e quindi le frequenze. sui microchip comunque le idee sono molteplici e tutt'altro che definitive a mio avviso quindi mi astengo da maggiori dettagli

in ogni caso per qualsiasi tecnica bastano due cose: coscienza e volontà

Autore:  3IMI3 [ mar 31 lug 2012, 23:36 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

Grazie mille,
Comunque lontano da quanto io credevo,penso che il TCTD non fa per me..Mi crea problemi immaginarmi al buio e la rapresentazione di introdure una mano dentro le sfere.Mi sento a disaggio..
Forse con questo metodo non riesco a lasciarmi andare e poi le emozioni mi fanno dei brutti scherzi...
Prima cerco di eliminare un po lo stress intorno a me e poi parto col Simbad.E già stato utile una volte perciò...
Grazie mille !

Autore:  lexlater75 [ mar 31 lug 2012, 23:51 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

Fai quello che ti senti di fare al momento.
Magari più avanti ritornerai sui tuoi passi, magari no, ma fai tutti i TCT o Simbad che vuoi, conoscerai sempre meglio te stessa.
Ciao!

Autore:  martin pescatore [ mer 1 ago 2012, 2:00 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

@Filippo
Ok, quella sui chip era solo una curiosità un po' così, non sono di certo questi i dettagli importanti.
Per il resto invece credo di capire, ora, cosa vuoi dire: simbad o altro, quello che fa la differenza sono coscienza e volontà, ma ogni giorno di più mi rendo conto che già solo capire il significato di questi due concetti è un'impresa tutt'altro che banale, altro che come pensavo io che per coscienza intendevo "sapere di dover fare qualcosa" e per volontà intendevo "desiderare fare qualcosa". Questi sono punti di partenza, ma c'è molto altro da capire e rendersi conto, per quanto mi riguarda ho ancora parecchia introspezione da fare per diventare cosciente di chi sono. Ormai non sbatto la testa più di tanto di fronte alle difficoltà ma le prendo per quello che sono: ostacoli che vanno superati e che presto o tardi supererò, da solo. Perchè è così che funziona, volontà "risvegliata" e coscienza "acquisita" è uguale a sapere chi siamo e sapere che niente può toccarci se non lo permettiamo. Uno prima se ne rende conto (con lavoro di autoconoscenza) e poi lo fa, gli altri possono raccontarcelo fino alla nausea ma è una cosa che và imparata personalmente, con l'esperienza. Questo senza togliere nulla all'informazione, alla divulgazione, al confronto... Da qualcosa bisogna pur partire.

@3IMI3
Scusa se mi permetto di "dirti la mia", visto che non sono in una situazione più rosea di quella in cui tu ti trovi. Utilizzando tecniche come simbad e tct a volte succede di tutto: ogni possibile disturbo o interferenza interna ed esterna, dopodiché iniziano i dubbi: lo faccio male, sbaglio qualcosa, non ci riesco, per me è più difficile, e avanti così.
Queste tecniche, simbad tct eccetera, hanno istruzioni precise anche per questo motivo: se tu fai alla lettera quello che c'è scritto, sai di non avere sbagliato. Se sbagli, la volta successiva ti correggi, e ancora quella dopo, finchè non fai tutto giusto. Lo stesso per le interferenze durante l'esecuzione, se qualcosa và storto o non riesci a concludere per qualche motivo, riprovi la volta successiva e ancora e ancora. Quando capiranno che non serve a niente disturbarti in un certo modo cambieranno tattica, e quando capirai la nuova strategia la cambieranno ancora. Non ci deve essere fretta, la fretta mette ansia e lo stato di ansia ci rende più vulnerabili. Prova a vederli anche come "esercizi", in cui se non riesci non è per forza perché sono eseguiti male ma magari perché serve più allenamento, più resistenza, più forza... che si ottengono continuando ad eseguire gli esercizi finchè non riescono!
E comunque ogni volta che si affrontano queste difficoltà è un'esperienza in più e anche quando "và male" è comunque esperienza acquisita che se pur lentamente, aiuta nel raggiungere l'obiettivo (capire chi siamo, e di conseguenza allontanare chi ci impedisce di essere noi stessi)

Autore:  lexlater75 [ mer 1 ago 2012, 10:39 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

Citazione (martin pescatore)
@Filippo
Per il resto invece credo di capire, ora, cosa vuoi dire: simbad o altro, quello che fa la differenza sono coscienza e volontà, ma ogni giorno di più mi rendo conto che già solo capire il significato di questi due concetti è un'impresa tutt'altro che banale, altro che come pensavo io che per coscienza intendevo "sapere di dover fare qualcosa" e per volontà intendevo "desiderare fare qualcosa". Questi sono punti di partenza, ma c'è molto altro da capire e rendersi conto, per quanto mi riguarda ho ancora parecchia introspezione da fare per diventare cosciente di chi sono.

Infatti, afferrare il concetto di volontà e coscienza richiede un bel lavoro e non c'è testo o procedura che una volta letta ti faccia "illuminare"... e se lo fa attenzione, magari è solo una esaltazione momentanea.
Citazione (martin pescatore)
Ormai non sbatto la testa più di tanto di fronte alle difficoltà ma le prendo per quello che sono: ostacoli che vanno superati e che presto o tardi supererò, da solo. Perchè è così che funziona, volontà "risvegliata" e coscienza "acquisita" è uguale a sapere chi siamo e sapere che niente può toccarci se non lo permettiamo.

Qui non so, perchè non siamo divinità e "sapere che niente può toccarci se non lo permettiamo" è una suggestione positiva e nulla più.
Preferisco pensare (parlando dell'ambito delle abduction) che "una volta acquisita la coscienza di cosa vogliamo (essere liberi) e di cosa non vogliamo (non essere presi)" l'alieno di turno perde interesse semplicemente perchè siamo "una mucca che non produce più latte", "un cane da pastore che non esegue più gli ordini", "un elefante che attacca il suo ammaestratore" e non perchè siamo diventati superuomini illuminati con i superpoteri.
Quindi per una semplice logica di risparmio di sforzi e risorse, passa ad altri e ci lascia (o continua ad osservarci per vedere se cediamo nuovamente).

Citazione (martin pescatore)
Uno prima se ne rende conto (con lavoro di autoconoscenza) e poi lo fa, gli altri possono raccontarcelo fino alla nausea ma è una cosa che và imparata personalmente, con l'esperienza. Questo senza togliere nulla all'informazione, alla divulgazione, al confronto... Da qualcosa bisogna pur partire.

Infatti, una cosa è la conoscienza, un'altra è la coscienza.
Prima di andare a guidare un elicottero mi posso leggere tutti i manuali del mondo (acquisisco conoscienze) e frequentare tutti i corsi possibili, ma quando manovrerò per la prima volta questa macchina acquisirò coscienza di essa.... e tutte le volte che la guiderò ne acquisirò sempre di più, sempre di più ecc...ecc....
Buona giornata

Autore:  martin pescatore [ mer 1 ago 2012, 11:18 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

Citazione (lexlater75)
Qui non so, perchè non siamo divinità e "sapere che niente può toccarci se non lo permettiamo" è una suggestione positiva e nulla più.

Giusta osservazione ad un'affermazione superficiale sìsì

Autore:  filippo77 [ mer 1 ago 2012, 11:24 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

beh insomma superficiale... ci sono molti che ne sono fermamente convinti... lo stesso malanghismo si basa su quello (tanto per cambiare argomentazioni XD)

Autore:  lexlater75 [ mer 1 ago 2012, 11:44 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

lol esatto

Autore:  martin pescatore [ mer 1 ago 2012, 11:55 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

Beh affermazione superficiale o comunque prematura o azzardata, almeno per quanto riguarda me... chissà magari un giorno potrò smentirmi e dire: "oh, c'ho davvero i superpoteri!". Ora come ora in effetti non posso saperlo. Per altri, se c'è qualcuno che effettivamente si è elevato definitivamente oltre la portata di ogni possibile interazione sgradita, buon per lui

Autore:  giuseppe90 [ mer 1 ago 2012, 15:27 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

Citazione (filippo77)
beh insomma superficiale... ci sono molti che ne sono fermamente convinti... lo stesso malanghismo si basa su quello (tanto per cambiare argomentazioni XD)

in effetti ricordo Malanga parlare di dischi volanti distrutti, alieni bruciati, militari fatti esplodere ecc. ecc. perchè anima si è incacchiata asd Una volta ho letto pure di una che è andata volontariamente a fare visita all'uomo primo per suonargliele asd

Imho è solo un modo che ha la nostra mente per sfogarsi e rappresentare l'odio che abbiamo verso ciò che ci ha rovinato un pezzo d'esistenza.

Autore:  filippo77 [ mer 1 ago 2012, 15:36 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Problemi visuali o qualcosa simile...

io ho una mia convinzione che è solo un metodo per distaccarsi e smarrirsi dalle persecuzioni. in parte funziona, ma non ho avuto riscontri oggettivi differenti. mi fu detto (e mi perdoni chi me lo disse ma io ragiono comunque con la mia testa) che dipende tutto da cio che noi vogliamo o meno, cioè se vogliamo vedere qualcosa lo vediamo, altrimenti no. il tutto riassume il discorso interferenze alla mente e derivati, ma chiaramente si sa che non è così e basta.

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
http://www.phpbb.com/