Oggi è mer 27 mar 2019, 3:14

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: mer 29 apr 2009, 22:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
ma a che ti serve vivere in eterno?

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 29 apr 2009, 22:50 
Mi raccomando, avvertimi per tempo.
Ci tengo a crescere un bimbo sapendo che dentro ci sei tu. Potrei testarci l'effetto per una carrettata di traumi... chissà che non passi pure attraverso i muri.

P.S.: "oh, tu ricordati sempre che secondo le scritture un tizio è risorto grazie al placebo"
-- "E leggiamole, queste scritture... Lazzaro non è stato l'unico" (cit.)


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 29 apr 2009, 22:53 
Non connesso

Iscritto il: dom 26 apr 2009, 19:27
Messaggi: 76
Citazione (glorfindel92)
ma a che ti serve vivere in eterno?


Ti rispondo dapprima con una domanda. A che serve morire?

Tu cerca la risposta.

La mia risposta alla tua domanda è: perchè voglio essere libero, libero anche di eludere le leggi (eludibili) dell'universo.

Io dico sempre una frase ai cattolici: Dio non è perfetto e non è libero.

Loro: noo impossibile!

Io: non è perfetto perchè non può peccare e non è libero di conseguenza.

Mettiamo caso che in questo momento arrivi il padre eterno e faccia miracoli

Io disubbidirei lo stesso. :)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 29 apr 2009, 22:55 
Non connesso

Iscritto il: dom 26 apr 2009, 19:27
Messaggi: 76
Citazione (Anonimo)
Mi raccomando, avvertimi per tempo.
Ci tengo a crescere un bimbo sapendo che dentro ci sei tu. Potrei testarci l'effetto per una carrettata di traumi... chissà che non passi pure attraverso i muri.

P.S.: "oh, tu ricordati sempre che secondo le scritture un tizio è risorto grazie al placebo"
-- "E leggiamole, queste scritture... Lazzaro non è stato l'unico" (cit.)


E mica sono fesso ad incarnarmi di nuovo in un corpo :P


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 29 apr 2009, 22:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
ok la tua domanda risponde efficacemente alla mia comunque tu sai cos'è il peccato?

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 29 apr 2009, 23:01 
Veramente io sapevo che nella bibbia, tra il primo e il secondo tempo, cambiava pure il protagonista...


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 29 apr 2009, 23:02 
Non connesso

Iscritto il: dom 26 apr 2009, 19:27
Messaggi: 76
Citazione (glorfindel92)
ok la tua domanda risponde efficacemente alla mia comunque tu sai cos'è il peccato?


Per me non esiste il peccato


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 29 apr 2009, 23:31 
Non connesso

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 9:13
Messaggi: 417
Ma la libertà e la schiavitù NON esistono! Son solo modi di vedere le cose! Che c'è di diverso dal trasportare una pietra perchè ti frustano dal farlo perchè è il tuo lavoro? Niente! Hai fatto la scelta di trasportare la pietra a causa di qualcosa, sei stato condizionato! Senza stimoli, dopotutto, non faremmo niente. E poi questa storia di "restare vivi con la nostra identità" non ha senso... La coscienza è ovunque, noi siamo anche i sassi, le finestre, l'identità invece è relegata nella mente, non è niente in confronto a noi. :)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 30 apr 2009, 0:30 
Non connesso

Iscritto il: dom 26 apr 2009, 19:27
Messaggi: 76
Citazione (Percezione)
Ma la libertà e la schiavitù NON esistono! Son solo modi di vedere le cose! Che c'è di diverso dal trasportare una pietra perchè ti frustano dal farlo perchè è il tuo lavoro? Niente! Hai fatto la scelta di trasportare la pietra a causa di qualcosa, sei stato condizionato! Senza stimoli, dopotutto, non faremmo niente. E poi questa storia di "restare vivi con la nostra identità" non ha senso... La coscienza è ovunque, noi siamo anche i sassi, le finestre, l'identità invece è relegata nella mente, non è niente in confronto a noi. :)


Dipende da ciò che tu intendi per identità.
Sicuramente ne abbiamo definizioni diversa e convergo alla tua opinione nel caso si intenda Io=identità.
Ma per me quella similiutudine non è corretta come Anonimo ben sa. Per identità intendo qualcosa che non è solo umano.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 30 apr 2009, 3:02 
Non connesso

Iscritto il: dom 26 apr 2009, 19:27
Messaggi: 76
Citazione (Anonimo)
Veramente io sapevo che nella bibbia, tra il primo e il secondo tempo, cambiava pure il protagonista...


sarebbe un po' lungo da spiegare e meriterebbe un thread a parte ma in breve:

- varie compilazioni: la torah è stata scritte in tempi e modi differenti utilizzando filoni differenti della tradizione ebraica.

- Elohim è un nome comune: IHVH è il nome proprio principale, altri sono nomi propri importantissimi ma comunicabili (adonai, Eheieh) altri sono appellativi che comunque rappresentano dio (Echad, Ha-Shem).

- Da un punto diverso di vista la tua affermazione potrebbe essere esatta ma non lo è: deriva da un assunto di dualità. Mi spiego meglio dato che uno sarebbe il "cattivo" e l'altro il "buono". Questo cambio è il relazione al serpente e al peccato originale.
Però la dottrina del peccato originale che conosci è quella cristiana, non quella ebraica.
La caduta dell'uomo è un postulato cristiano non ebraico, per l'ebraismo l'uomo è "espulso" ma sullo stesso piano. Quindi capace di rientrare in comunicazione con lui. E' chiaro che venendo meno il concetto di caduta e di peccato originale cristianamente inteso decade anche quella sostituzione a questi concetti connessa.
Tant'è che come ben sai Lucifero è un appellativo e non un nome di per sè anche se può essere usato come nome.
Lucifero è chi porta la luce, chiunque egli sia.
Da un commento sul serpente:
"Ripetiamo questa osservazione fondamentale: un’etica e un insegnamento religioso basato sull’inequivocabile differenza, distanza, inconciliabilità del bene e del male, sono per sempre relegati nell’ambito proprio di quanto condannano ed aborriscono: l’albero della conoscenza del bene e del male."

E' dunque paradossale che chi condanna il serpente lo fa con i mezzi che lui gli ha fornito infatti il commento prosegue:
"Ci si trova davanti al paradosso di chi condanna l’albero della conoscenza, additandolo come la fonte di ogni male, mentre in realtà ne usa i parametri e i metri di giudizio quotidianamente."

E quindi si ritorna al concetto cabalistico di "male necessario", di "errore necessario" perchè senza errore non c'è evoluzione.
Concetti questi che ti sono familiari.

Ciò non toglie che questa "formula" possa essere usata come altre per particolare operazioni magiche d cui puoi intuire la valenza. Ma sia ben chiaro che sono correnti ex novo che sfruttano la rendita di posizione girando la frittata. Mi riferisco qui a quasi tutti i "culti luciferini" e "demiurgici" che sfruttino questa falsa dualità tra i due nomi.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 30 apr 2009, 11:24 
Guarda che era una battuta O.o


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 30 apr 2009, 12:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 13 apr 2009, 11:54
Messaggi: 110
Citazione
Guarda che era una battuta O.o


Uahahahahhahahah

_________________
S'i fosse 'mperator, ben lo farei;
a tutti tagliarei lo capo a tondo.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 30 apr 2009, 13:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
Citazione (Orloch)
Citazione (glorfindel92)
ok la tua domanda risponde efficacemente alla mia comunque tu sai cos'è il peccato?


Per me non esiste il peccato

hai detto che dio non è libero perchè non puo peccare, che intendi per peccare?
aspettando la risposta ti do già la risposta della risposta
il peccato cristianamente è venir meno al patto stipulato da dio finalizzato alla lotta contro il male, già tra gli uomoni c'è ki non puo peccare perchè non ha sottoscritto questo contratto(i non cristiani) figuriamoci Dio! è come cercare di dividere per 0, non si puo ma ciò non significa che la matematica sia imperfetta

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 30 apr 2009, 20:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Vedo che questa discussione sta prendendo delle pieghe che mi piacciono.
Orloch,Anonimo,Daniele,glorfindel ecc ecc x me avete ragione tutti quanti ma non perchè voglio leccare il vostro culo ed ingraziosirmi come farebbe un cane sottomesso ma perchè vedo ciò che suppongo cioè che NOI SIAMO LA REALTA' ed in quanto tale ognuno di noi ha una SUA percezione di tale realtà,cioè di "sè stesso/a" e di ciò che lo circonda.

Relatività?può darsi:
ognuno di noi ha ragione e bisogna accettare tale prospettiva perchè magari ne sorge un'altra,ed un'altra,ed un'altra ancora,senza fine.

Esiste uno scopo nella vita?
NO,perchè questa è la mia visione...lo scopo glielo diamo noi...anzi,non lo SCOPO ma il SENSO...lo scopo x me dà l'idea di un raggiungimento,di un obiettivo,sarebbe come voler fare una gara di corsa dentro ad un bosco e vincerla a tutti i costi senza essersi goduti il bosco,il senso invece dà un'idea di viaggio senza fine...entri nel bosco,te ne sbatti della gara,oppure la fai ma con una gioia immensa,perchè ti godi il bosco e poi parti verso il traguardo,sempre che tu lo voglia.
Esempio,siamo venuti su questo pianeta gettati nel LILA o GIOCO DI ENERGIE(come viene chiamato in India)senza niente,dal nulla,perchè noi siamo niente,siamo il nulla ma in quanto tali siamo potenzialmente tutto...è da quì che parte il viaggio,ovvero RENDERE CONOSCIUTO LO SCONOSCIUTO non inteso come obbligo ma come espressione della vita stessa.
Altrimenti che cosa *** ci stiamo a fare quì,a girarci pollici tutto il giorno come degli impiegati?
Te sei ZERO e rimani ZERO ma hai tutto...è questa una scelta?sì...no...nì...forse...boh,avete la domanda di riserva?

Se esiste uno scopo superiore poco me ne frega,la storia è stata la dimostrazione che lo scaricabarile delle responsabilità ha fatto solo danno...e sarebbe questa l'evoluzione tanto agognata?dove sarebbe lo SCOPO SUPERIORE?
Io sono quì che cazzeggio come un *** ma almeno sò che sono un *** con enorme potenzialità...e non me ne frega niente se m'accingo a fare qualcosa già fatto da altri migliaia,milioni,miliardi di volte,perchè non sarà mai la stessa,sarà sempre un'espressione diversa di quella cosa...e poi se l'hanno fatto gli altri cosa me ne viene a me?

Guardate,giusto x fare un esempio,il Mosè di Michelangelo...un'opera che io ritengo straordinaria...non l'ho ancora vista dal vivo ma mi capita che spesso la osservo in foto x decine e decine di minuti,completamente imbambolato(non come quando vidi il Guernica di Picasso che lo guardai e non mi disse assolutamente nulla :sick ).
Ebbene,un'opera simile non può che definirsi divina...è stata una scelta di Michelangelo farla oppure è stato un segno divino?
Ora mi ci metto io farne una mia versione...già m'immagino le persone "Ahahah,ma tu non sei un artista non farai mai un'opera uguale a quella!"...ovvio,nemmeno Michelangelo sarebbe riuscito a farne un'altra versione esatta come in uno stampino.

L'arte è espressione del divino,perchè noi siamo tali...ma dov'è lo scopo?e se non ci fosse?e se Michelangelo non avesse fatto lo scultore ma il ceramista,che cosa sarebbe cambiato?
Lui ha fatto una scelta in base alla sua persona non in base ad un architetto superiore.
Guardate Leonardo...era talmente "schizzofrenico" nella sua creatività,che non finiva mai di portare a termine un progetto perchè gli piaceva questo,poi gli piaceva quest'altro,poi si girava e trovava un'altra cosa che lo galvanizzava.

E se lo scopo della vita,il senso dell'esistenza fosse solo quella di godercela?
E' questo un'ologramma?perfetto,a me piace di molto come ologramma...è fatto molto bene...già che sono quì lo abbellisco con la mia arte,gli dò un senso + gioioso,+ colorato,+ qualsiasi cosa.

E' una scelta questa?
CHISSENEFREGA,se si pensa alla nostra esistenza come ad un progetto superiore dove noi siamo lepedine,allora perchè non sono già garrotato tanto è già stato tutto scritto?

@Orloch...anche io lo vedo come te riguardo all'immortalità del corpo fisico anche perchè ci stò studiando un pò dietro..il corpo umano è una meravigliosa "congrega di tante unità" note come cellule in grado di autorigenerarsi all'infinito...ci consideriamo degli UNO("Io sono UN essere vivente!"...NOOOO,SBAGLIATO)mentre in realtà siamo composti da circa 50 mila miliardi di esseri perfettamente strutturati in grado di reagire in maniera intelligente alle esisgenze della "società" che è rappresentata dal corpo stesso.
Ci sono notizie di persone che sono vissute + di 200 anni,semplicemente perchè non pensavano a morire ma agodersi la vita...te muori se hai paura della morte e quindi ti autocondizioni a morire...il corpo umano potrebbe anche campare mille anni,se uno lo volesse REALMENTE.

Alexis Carrel nella 1a metà del '900 lo vide attraverso un esperimento dove riuscì a fare vivere x ben 29 anni delle cellule cardiache di pollo...vide che non perdevano affatto "vitalità" ma anzi si rafforzavano di volta in volta,lui semplicemente gli dava il giusto nutrimento e le ripula dalle escrezione.
Purtroppo l'esperimento fallì miseramente:
Alexis morì e l'esperimento fu delegato al suo assistente che si scordò di nutrirle nella giusta maniera e nel pulirle,altrimenti forse queste cellule sarebbero ancora vive lì nel laboratorio.

E' dunque una scelta anche la morte fisica?
Se io voglio vivere 300,500 o 1000 anni,perchè devo sentirmi dire dagli altri che "noi siamo coscienza ed in quanto tale saremo limitati in un corpo fisico x così tanto tempo"?forse perchè questa gente parla della coscienza,dice di comprenderla ma l'ha compresa solo con la MENTE e non a fondo...io mi ritengo un NON CONOSCITORE della coscienza,ma dato che la coscienza si manifesta tramite ogni nostra piccola azione fisica,allora perchè dovrei disfarmi del mio corpo se è proprio grazie ad esso che la CONSAPEVOLEZZA si evole?

IMMORTALITA' FISICA...SENSO DELLA VITA...SCELTA...la mia visione cambia,è già cambiata e stà cambiando,io accetto la morte,un pò con timore perchè ancora non sò di essere ETERNO ma lo accetto.
Tutti i mistici lo hanno detto,da Mahavira a Budda,da Gesù a Mansoor...siamo eterni,dobbiamo solo avere il coraggio di scoprirlo e solo scoprendolo ne prendiamo atto ovvero COSCIENZA,CONSAPEVOLEZZA.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 30 apr 2009, 20:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
ottima asd
al momento non mi sento curioso nello scoprire il senso della vita, ho capito che sto prendendo la strada giusta, poi pian piano lo capirò e chissenefotte ora pensiamo ad altro asd
comunque perchè non ci mettete al corrente delle vostre ricette per l'iommortalità? asd

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 30 apr 2009, 21:07 
Citazione

Ci sono notizie di persone che sono vissute + di 200 anni,semplicemente perchè non pensavano a morire ma agodersi la vita..

Uh, sai che non ci avevo pensato?
Ecco perché dicono che Elvis e John Lennon sono ancora vivi.


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 30 apr 2009, 21:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Citazione (glorfindel92)
ottima asd
al momento non mi sento curioso nello scoprire il senso della vita, ho capito che sto prendendo la strada giusta, poi pian piano lo capirò e chissenefotte ora pensiamo ad altro asd
comunque perchè non ci mettete al corrente delle vostre ricette per l'iommortalità? asd

Le ricette sarebbero semplici ed alla portata di tutti cioè vivere gioiosamente ma se dobbiamo scendere nel pratico solo alcune regole semplici semplici:
-ALIMENTAZIONE->uso di cibi basici(con pH superiore ad 8...la popolazione Hunza,dell'omonimo fiume pakistano,sono famosi x questo...esiste anche un grande lago basico nella porzione centrale dell'Africa),uso di farine integrali,evitare latte e latticini(soprattutto di origine bovina perchè è il latte peggiore e meno nutriente),evitare cibi di origine animale(carne e pesce,ma nulla di vieta di farne un'eccezione ogni tanto);
-CURA DEL CORPO->costantemente pulito da escrescenze,x evitare danni sconsiglio l'uso di dentrifici e schiume da bagno contenenti SLS ed altri troiai chimici;
-MOVIMENTO->la staticità e la durezza sono la MORTE,il movimento è VITA;
-PSICOLOGIA->il drammaturgo irlandese George Bernard Shaw decise di andarsene via da Londra all'età di 80 anni perchè la vità di città lo stava lentamente uccidendo...girava nei cimiteri dei paesi esterni alla capitale cercando di vedere quale fosse quello che aveva una popolazione con età media di 100 anni...quando annunciò ai suoi amici della sua scelta,disse che voleva conoscere la psicologia alla base di questa longevità...morì a 94 anni in pieno e recuperato vigore fisico.

Queste sono le basi,ma + forti sono le fondamenta,+ resistente è la casa.

@Anonimo,ci avevo pensato anch'io asd

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 30 apr 2009, 23:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 20:46
Messaggi: 634
Località: Nocera Inferiore (SA)
Citazione (G-chan)
Vedo che questa discussione sta prendendo delle pieghe che mi piacciono.
Orloch,Anonimo,Daniele,glorfindel ecc ecc x me avete ragione tutti quanti ma non perchè voglio leccare il vostro culo ed ingraziosirmi come farebbe un cane sottomesso ma perchè vedo ciò che suppongo cioè che NOI SIAMO LA REALTA' ed in quanto tale ognuno di noi ha una SUA percezione di tale realtà,cioè di "sè stesso/a" e di ciò che lo circonda.

Sisi, infatti stiamo solo confrontando e discutendo sulle nostre idee :)


Citazione (G-chan)
Esiste uno scopo nella vita?
NO,perchè questa è la mia visione...lo scopo glielo diamo noi...anzi,non lo SCOPO ma il SENSO...lo scopo x me dà l'idea di un raggiungimento,di un obiettivo,sarebbe come voler fare una gara di corsa dentro ad un bosco e vincerla a tutti i costi senza essersi goduti il bosco,il senso invece dà un'idea di viaggio senza fine...entri nel bosco,te ne sbatti della gara,oppure la fai ma con una gioia immensa,perchè ti godi il bosco e poi parti verso il traguardo,sempre che tu lo voglia.

Condivido in pieno. Lo scopo è altamente soggettivo, il senso( se si fa sempre il ragionamento di uni-verso) rimane sempre quello di finire....possibilmente il piu tardi possibile :lol


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 30 apr 2009, 23:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Il senso non è una conclusione....quello è lo scopo...il senso è senza fine.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010