Oggi è lun 21 gen 2019, 14:15

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Lo Spazio: il limite della Mente
Messaggio da leggereInviato: lun 26 gen 2009, 16:58 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
Il rovescio del potere della mente
Potenziamento della mente contro legge dell'attrazione: un aiuto temporaneo

http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo.php?id=22367 (di Masaru Kato, 14-11-2008)


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
Recentemente nella comunità spirituale e metafisica siamo testimoni del boom del potere della mente. E' un approccio metafisico o della Nuova Era che si basa sull'attivazione del potere della mente come il pensiero positivo, la preghiera, l'affermazione e la visualizzazione. Ci sono molti libri, CDs, DVDs, workshop e seminari offerti sull'argomento. Soprattutto l'idea che puoi creare la tua vita così come la vuoi è diventata molto popolare. Troviamo conferma di questo movimento entusiastico nei recenti successi, per es. di Ask and It is Given (Hay House 2004), scritto da Esther e Jerry Hicks e The Secret di Rhonda Byrne, i quali parlano entrambi della Legge dell'Attrazione. Sono totalmente d'accordo con questa scuola di pensiero nel senso che la nostra mente ha un potenziale sorprendente per cambiare la vita in positivo.

Tuttavia, ho scoperto che molte persone non sono consapevoli del suo rovescio. Prima di discuterlo, ci tengo a sottolineare che non c'è in ciò intenzione di denunciare l'efficacia dell'approccio al potere della mente. Quest'approccio non ha niente di sbagliato in se stesso. Gli strumenti della mente sono potenti in molti sensi; per es. per promuovere la tua attività, per manifestare prosperità, per accrescere la creatività, per avere una forte immagine di sé, una relazione amorevole, per raggiungere i tuoi scopi e così via. Prendi la forza della visualizzazione. The Secret afferma: “Quando visualizzi emetti una frequenza molto potente nell'universo”. Quando hai un'immagine pittorica in testa, essa appare reale al cervello. Poi, dal momento che il cervello la crede reale o un fatto, evoca in te un sentimento o una forte sensazione. La sensazione irradia una forte vibrazione che permette l'incontro della frequenza di ciò che vuoi con l'Universo. Infine, l'Universo ti risponde con ciò che desideri nella tua immagine.

Così, la visualizzazione è uno strumento effettivo per ottenere quello che vuoi. Non c'è dubbio che l'approccio al potere della mente incrementi l'abilità nel migliorare la vita. Il problema d'altra parte è che fai affidamento sulla mente, che è la sorgente della tua sofferenza. Come il software del computer che non può riscrivere il suo stesso programma, la tua mente potrebbe assai a fatica riparare un modello emozionale o mentale che ti disturba. Eckhart Tolle, l'autore de Il Potere di Adesso dice: “La mente non può mai trovare la soluzione, né può permettersi di consentire a te di trovarla, perché è essa stessa parte intrinseca del problema. Immaginate un capo della polizia che cerca di trovare un incendiario quando l'incendiario è il capo della polizia” Molte persone tendono a sovrastimare il loro potere mentale.

Sembrano convinte di poter raggiungere qualsiasi casa desiderano con la forza della mente. Di fatto quando desideri un profondo senso di pace o di appagamento sfortunatamente questo approccio non funzionerà più così bene, perché utilizza la mente. Come potrebbe la tua mente, eventualmente, essere una fonte di sofferenza?

Perché la mente ti separa dal tutto, dall'intero, il Divino o l'infinita saggezza dell'universo. Qualsiasi cosa la tua mente cerchi di catturare, essa separa se stessa(l'osservatore) dagli altri(l'osservato). La mente funziona sempre all'interno di una cornice dualistica: soggetto e oggetto, chi vede e ciò che è visto. In questo dualismo la mente richiede sempre una prospettiva per guardare (fuori) a un oggetto, come una torre di controllo in un aeroporto che segue l'atterraggio e il decollo degli aerei.

La domanda è: può la tua mente raggiungere la prospettiva di osservare la realtà infinita? La risposta è: no, certo. Qui pensa attentamente. Non esiste una torre di controllo che possa fisicamente avere il colpo d'occhio su tutti gli sbarchi di tutto il mondo. Ugualmente la mente non può com-prendere l'illimitata espansione senza confini della coscienza. La mente è un meccanismo finito che vede ogni cosa parzialmente; mai in grado di cogliere la totalità o l'infinito. Qualsiasi soluzione la tua mente offra, non sarà mai completa, perciò non è una soluzione. Krishnamurti afferma: “le idee non risolvono nessuno dei problemi umani; non l'hanno mai fatto e mai lo faranno”. La mente non è la soluzione, la via del pensiero non è la via che ci conduce fuori dalle difficoltà. Tuttavia riconosco la bellezza dell'approccio al potere della mente, dovremmo prender nota che tale approccio non ci porterà mai ad uno stato illuminato di consapevolezza.

Gary Renard, autore de La scomparsa dell'universo puntualizza: “[Questo approccio] può essere d'aiuto temporaneo, ma non può rilasciare ciò che è bloccato nel profondo canyon della vostra mente inconscia” e “la tua mente inconscia è sotto il dominio di un sistema di pensiero ammalato”. Questo sistema di pensiero ammalato è un meccanismo mentale che ti separa dalla totalità, o L'Uno, come discusso nel paragrafo sopra. La separazione apporta quel senso di alienazione che spinge a proteggere troppo te stesso. Valuti tutto dal punto di vista della sicurezza e percepisci il pericolo in quasi tutto, in cose che sono di fatto incapaci di danneggiarti. Ti trovi in un ambiante di brutale confronto, che provoca senso di all'erta e nervosismo.

Così rimarrà finché non trascendi la tua mente. Prendi questo esempio. Se cerchi di guadagnare un quieto stato mentale visualizzando una tranquilla immagine lenitiva (diciamo un'immagine dove fluttui nell'oceano), ti fa sentire bene, ma ti concede un mero e temporaneo stato di sollievo. Non ti da un sollievo genuino. Quella visualizzazione ha un piccolo effetto sulla radice, causa del tuo senso di disturbo. Supponiamo che sei ansioso a causa di un abuso infantile. Sebbene ora ti trovi al sicuro, sei sempre preoccupato perché la tua mente è programmata come se tu fossi attaccato proprio in questo momento. E' la tua mente che ti ancora in questo programma dannoso. Così, la mente non può risolvere il problema.

Per uscire dall'imprigionamento della mente l'approccio al potere della mente è abbastanza futile. Sei intrappolato nella mente, non puoi chiedere alla mente di salvarti. Per raggiungere un sollievo genuino, pace e appagamento, hai bisogno di svincolarti dalla mente piuttosto che usare il suo potere. Hai bisogno di annullarla. Questo non significa che la perderai. Come "consegni" la mente, la tua vera essenza emergerà dal profondo dentro di te. Opererai sotto lo Spirito, dove la mente rimarrà non come il tuo capitano, ma giusto come uno strumento utile. Quando l'attività della mente cessa, sarai capace di trovare un modo che ti aiuta a risolvere i tuoi problemi. In altre parole soffri perché identifichi te stesso con la mente. Ti allinei con il tuo ego, che è una struttura di protezione mentale, e obbedisci a ciò che l'ego ti suggerisce. Anche se realmente possiedi la mente quale strumento per vivere nella realtà sociale, questa parte di te controlla tutto te stesso. Questo è distruttivo perché una parte di te che ha le allucinazioni di un pericolo illusorio porta avanti lo spettacolo. Eckhart Tolle afferma: “ [La mente] ti usa. Questa è la malattia. Credi di essere la mente. Questa è la delusione. Lo strumento ha preso il sopravvento”

Perciò, raggiungere la consapevolezza che trascende la mente è la chiave per il tuo benessere e benestare. In quest'articolo non ho spazio per parlare del livello di consapevolezza nel quale sei fuori dal controllato dalla mente. Posso farlo magari in un'altra occasione. Qui il punto che tengo a evidenziare è: l'approccio al potere della mente gioca un ruolo rilevante nel portarti in uno stato più godibile. Ti trovi in una posizione ottimista perché materializzi quello che vuoi. Conferisci potere alla tua vita alla grande. Nel tuo viaggio di ricerca spirituale, comunque, se desideri successiva evoluzione, se desideri entrare nella sfera dell'amore incondizionato, dove sarai in perfetta pace e libertà, avrai bisogno di lasciar andare gli strumenti mentali come la visualizzazione. L'approccio al potere della mente non può condurti al salto di coscienza. Piuttosto, alla lunga, diventa un ostacolo per il tuo risveglio.


Fonte: http://www.lightworks.com/MonthlyAspect ... ture1.html
Masaru Kato is un guaritore energetico and un insegnante che offre laboratori spirituali. http://www.atmanwellbeing.com

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 26 gen 2009, 21:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 11 gen 2009, 13:25
Messaggi: 104
Località: Torino
Molto interessante!!
è un pensiero (ahimè si..un pensiero..ricadiamo sempre nel circolo vizioso della mente XD :P ) al quale sono arrivato più volte...la mente si avvicina, cerca di descrivere, di aggiungere dettagli; ma non arriva mai alla Realtà: è come se provasse a "disegnarla" non riuscendo a "toccarla".
Basta pensare a qualche esempio più pratico: le varie procedure per andare in theta prevedono che la mente (i processi logici e di ragionamento) "taccia". Ho dedotto infatti che la mente debba solamente contemplare questo "silenzio"...è qui si che si percepisce il suono del silenzio (e volendo anche il colore); è qui che ogni cosa viene descritta nella sua più limpida oggettività; è qui che si giunge alla Realtà.

_________________
Di giorno sono italiano...di notte...RUSSO.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 23 mar 2010, 13:50 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
Questo perché, come spiegava Siddharta Sakyamuni detto il Buddha, come oggi riprendono Giulio Cesare Giacobbe ed Eckart Tolle, e come ci suggerisce e completa la SST di Corrado Malanga: la Mente è legata all'asse dello Spazio, quindi è la vista, le forme, mentre lo Spirito è legato all'asse dell'Energia, quindi è il Sentire, l'essenza\sostanza. La Mente lavorerà sempre con modelli (schemi, quindi lo Spazio, la forma) della realtà (l'essenza\sostanza, l'Energia, almeno nel virtuale), provando a definire lo Spirito ma mai riuscendoci. E' solo con il contatto con e tra tutte le nostre componenti che possiamo Sentire e vivere la realtà della Coscienza. Per questo svuotare la mente è essenziale: per poterla riempire, e quindi usare, meglio, in sinergia con il Corpo, lo Spirito e l'Anima.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 31 mar 2010, 11:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 23 mar 2009, 18:31
Messaggi: 293
Località: Torino
Citazione (Caronte)

Basta pensare a qualche esempio più pratico: le varie procedure per andare in theta prevedono che la mente (i processi logici e di ragionamento) "taccia". Ho dedotto infatti che la mente debba solamente contemplare questo "silenzio"...è qui si che si percepisce il suono del silenzio (e volendo anche il colore); è qui che ogni cosa viene descritta nella sua più limpida oggettività; è qui che si giunge alla Realtà.


Il tuo ragionamento è interessante, ma suscita una domanda: se la mente deve tacere, come fa essa a chiedere l'azione ad esempio di guarigione?! e se non la fa lei la richiesta chi lo fa e come la fa?!

Citazione (Luciano )

E' solo con il contatto con e tra tutte le nostre componenti che possiamo Sentire e vivere la realtà della Coscienza. Per questo svuotare la mente è essenziale: per poterla riempire, e quindi usare, meglio, in sinergia con il Corpo, lo Spirito e l'Anima.



Anche qui sorge una domanda : riempire in sinergia con corpo spirito anima, questa è la teoria.
in pratica invece?!


Per il discorso invece del potere della mente, mi chiedo se sia veramente un vero male il fatto che la mente ci rende irrequieti e stressati su alcune cose,forse il nostro inconscio per qualche oscuro motivo richiama a se queste emozioni.
Non potrebbe essere un imput dell' inconscio che provoca nella mente un determinato comando che forse viene letta in modo errata creando così situazioni che noi potremmo definire negative ...

:) ora che hai parlato dei limiti dell'utilizzo della mente, puoi parlare di come superarli ?! XD

_________________
Cacciatrice di sogni


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 6 apr 2010, 19:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 11 gen 2009, 13:25
Messaggi: 104
Località: Torino
Citazione (jennychan)

Il tuo ragionamento è interessante, ma suscita una domanda: se la mente deve tacere, come fa essa a chiedere l'azione ad esempio di guarigione?! e se non la fa lei la richiesta chi lo fa e come la fa?!


provo a risponderti così: lo fa dIO (scritto volontariamente così), alla domanda "come?" non lo so.

_________________
Di giorno sono italiano...di notte...RUSSO.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Lo Spazio: il limite della Mente
Messaggio da leggereInviato: ven 9 apr 2010, 10:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1116
Effettivamente sta cosa del PENSIERO POSITIVO e tutto ciò che c'è dietro al "mercato" di The Secret e soci,negli ultimi mesi mi ha convinto il "giusto".
Ho letto abbastanza roba nel quale spiegano come fare per ottenere una cosa,ma non spiegano in modo ampio su COME arrivarci per fare in modo che ciò che si vuole accada.

O meglio,in molti parlano di FERMEZZA DI CONVINZIONI(come scritto anche nell'articolo di cui sopra)immaginando una cosa e vivendola come fosse già nostra,ma dall'altra sto metodo non funziona su tutti(me compreso)anche se si dice che è infallibile perchè bisogna metterci alla base una forte emozione.
Ma se davvero fosse infallibile,perchè solo ad un piccola fetta di persone su oltre 15milioni che hanno comprato The Secret ed affini,riesce?

Tolle giustamente dice che è la mente la base del problema stesso.
Nel libro ZERO LIMITS,Joe Vitale,autore presente in The Secret ed amico di Rhonda Byrne,parla di una "tecnica" hawaiana che agisce in maniera differente dal potere della mente di cui tanto si parla in questo "filone" commerciale(seppure il libro stesso rientra in tale filone asd anche se se ne discosta).
Dice che la mente agisce tramite INTENZIONE(volontà,desiderio,potere della visualizzazione ecc)mentre in "assenza di mente" si agisce tramite INTUIZIONE.

C'ho messo un pò a capirlo ma dice che agendo sulle convinzioni,i miracoli accadono da sè:
"ripulendo" tramite perdono,ringraziamento ed accettazione le convinzioni mentali,la persona entra in contatto con l'infinito senza il filtro della mente.
Parla di INTUIZIONE perchè è quello che Joe definisce come CONTATTO COL DIVINO in quanto il DIVINO HA UNA FORTE NECESSITA' DI MANIFESTARSI ATTRAVERSO DI TE...e ci riesce quando la mente è quiete.
Lo trovo giusto...lo dice anche Tolle in una frase all'inizio di "Il Potere di Adesso".

Dice che il divino(Dio,Sè Superiore,Mente Superconscia ecc ecc)sà realmente ciò di cui hai bisogno,ma non lo ascolti perchè sei troppo impegnato a dare retta alla mente ordinaria.

Citazione
Il tuo ragionamento è interessante, ma suscita una domanda: se la mente deve tacere, come fa essa a chiedere l'azione ad esempio di guarigione?! e se non la fa lei la richiesta chi lo fa e come la fa?!

L'autoguarigione è un programma già insito nelle cellule del tuo corpo...esse sono tra i 50 ed i 150 milioni di miliardi ed ogni secondo eseguono milioni di operazioni di cui tu stessa ma anche io e la maggior parte degli esseri umani non ne siamo consapevoli.

La mente si basa sulle CONVINZIONI...è convinta di non riuscire a fare una cosa perchè ha recepito tale input esternamente(mass media e persone)oppure potrebbe fare una cosa miracolosa perchè prende per buona un'informazione in cui altri non credono,come la storia del bambino che sapeva che le lucertole potevano ricreare gli arti amputati e lui la considerava una cosa normale,tant'è che quando perse un dito,nell'arco di qualche mese si ricreò da solo.

Altra cosa...sò di essere stra-ripetitivo ma per uno come me entrare in meditazione (accezione occidentale del termine cioè CONCENTRAZIONE DELLA MENTE)e quindi fare in modo di controllare la mente e darle degli input,risulta negli ultimi anni un pò difficile...ecco perchè uno dei tanti metodi che si possono adoperare è far scendere l'energia dalla testa al corpo tramite attività fisica e dopo di ciò la mente risulta un mare calmo invece di un piccolo stagno torbo.

Di metodi ce ne sono tanti,ma quando la mente sparisce ci se ne accorge quasi subito...tutto ci appare così stupendo ed incredibile(ne parla spesso anche Tolle)ed è quello il momento in cui il divino viene in contatto con noi.
Sta a noi ripulire e scoprire come arrivare a ciò.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Lo Spazio: il limite della Mente
Messaggio da leggereInviato: mer 14 apr 2010, 0:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 23 mar 2009, 18:31
Messaggi: 293
Località: Torino
XD però alla fine non mi hai risposto in pratica come dobbiamo fare ....
:mushi scommetto che la maggior parte di noi non sa esattamente come fare alla fine.

Io avevo iniziato con il vuoto mentale per le obe, poi passando all'argomento th invece ho iniziato a usare molto la mente per l'immaginazione ecc.. poi leggendo questo post ho un attimo riflettuto e ora sto tornando a ricreare il vuoto mentale.
Posso dire che ora, dopo mesi di prove e non, mi trovo meglio a far il vuoto mentale invece che immaginare tutta quella roba :D
Ma da altro canto ho valutato che attualmente, a dispetto di molti mesi fa, trovo che la mia mente sforzi ad ogni costo a dare un flusso continuo di pensieri, come se se ne nutrisse o meglio : immaginate un fiume torrenziale, in cui all'improvviso ci metti davanti una diga, l'acqua con forza e violenza cerca in ogni modo di passare la diga...

:/ mi chiedo perchè la mia mente abbia questo flusso così forte, che poi non mi sembra anomalo, visto che quando sogniamo di solito abbiamo un flusso continuo di informazioni che creano il sogno ...


Comunque the segret dice tante belle cose, ma in sostanza dice solo di essere positivo nella vita, desiderare quel che si vuole ( cosa che a parer mio funziona poco in questa banale impostazione), attivarsi per avvicinarsi il più possibile a quel che si vuole: tipo la storia dei soldi che devi tenerti la disponibilità di un lavoro per ritrovarteli...

_________________
Cacciatrice di sogni


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


cron


Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010