Oggi è mer 19 giu 2019, 21:10

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ] 
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: lun 16 ago 2010, 15:58 
Non connesso

Iscritto il: dom 10 gen 2010, 21:30
Messaggi: 24
Ho letto su Alien Cicatrix, che nell'universo esistono differenti tipi di esseri, che sono strutturati in modo differente da un punto di vista energetico, inteso come corpi sottili che li compongono, dove per corpi intendo le parti che formano l'io di un essere vivente.
I tipi sarebbero i seguenti:
Esseri con corpo e mente,
Esseri con corpo, mente e spirito,
Esseri con corpo, mente e anima,
Esseri con corpo, mente, spirito ed anima.
Ed in fine ci sarebbero le copie degli addotti, che sono formate da un corpo che è l'immagine speculare di quello dell'addotto perchè queste copie vengono ottenute con un processo di specchiatura dell'originale, e da un'abbozzo di mente, da intendersi come se essa fosse un dischetto con dentro delle istruzioni che la copia utilizzerebbe quando deve andare a fare delle missioni.
Io ho fatto una ipotesi:
Dato che la mente è quella parte non fisica degli esseri che sottende alla facoltà di pensare, lo spirito è quella parte non fisica che permette di provare dei sentimenti e l'anima è quella parte non fisica che permette di provare delle emozioni.
Un essere dotato di corpo e mente, dovrebbe, secondo me, essere in grado di pensare, ma non di provare dei sentimenti e di avere delle emozioni.
Un essere umano dotato di corpo, mente e spirito dovrebbe essere in grado di pensare e di provare dei sentimenti, ma non delle emozioni.
Un essere dotato di corpo, mente e anima, dovrebbe essere in grado di pensare e di avere delle emozioni, ma non provare dei sentimenti.
Un uomo dotato di corpo, mente, spirito ed anima, è in grado di pensare, provare dei sentimenti ed avere delle emozioni.
Ho anche letto dal sito ufomachine, che ufomaxine, rispondendo a una domanda che gli era stata posta, ha detto che i preti e i militari sono persone che hanno solamente corpo e mente. Vorrei sapere se è vero, perchè io avevo capito che nel mondo esistevano solamente due categorie di persone: quelli che sono anima (composti da corpo, mente, spirito ed anima), e quelli che non sono anima (composti da corpo, mente e spirito).
Grazie per le vostre risposte,


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 2 nov 2010, 15:44 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Più che "struttura energetica", direi "struttura" e basta, o comunque "componenti", dato che sono in ballo anche tempo, spazio e Coscienza, non solo energia.

Corpo+Mente è fondamentalmente la copia, che viene considerata anche Corpo+Mente+Anima in quanto c'è il DNA per Anima e questa riesce ad essere "richiamata" tramite la copia. La copia, anche se può pensare, ha pochissima coscienza perché ha solo quella di Mente, creata oltretutto da un momento all'altro e quindi senza esperienza reale: la copia non sa chi è, ha dei ricordi ma è quasi assente coscienzialmente.

Corpo+Mente+Spirito è qualsiasi persona che non è anche Anima. E' cosciente, pensa, prova sentimenti e sensazioni, ha istinti e pulsioni, ed anche percezioni extrasensoriali energetiche (date da Spirito).

Corpo+Mente+Spirito+Anima è l'essere completo, prova anche emozioni, ha il vero libero arbitrio, è realmente in grado di essere anarchico.

L'affermazione "preti e militari hanno solo corpo e mente", se mai fosse stata formulata così, è assolutamente errata. L'essere umano, in quanto tale, ha almeno Corpo+Mente+Spirito. Semmai, si può dire che una buona parte dei militari (e non solo loro) non sono Anima altrimenti non accetterebbero mai di sottoporsi a certe cose e di farne altrettante: Anima ha l'assoluto rifiuto per l'uccisione e trasmette una grande empatia che non può lasciare indifferenti di fronte a violenze, torture, uccisioni, sia viste che effettuate.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 3 nov 2010, 0:36 
Non connesso

Iscritto il: dom 10 gen 2010, 21:30
Messaggi: 24
Quando ho scritto che Ufomaxine ha detto che preti e militari hanno solamente corpo e mente, mi sono confuso, quindi vorrei porgli le mie scuse perchè non volevo certo mettergli in bocca delle cose che lui non ha mai detto.
Grazie Luciano per aver risposto alle domande che ho posto.
Marco


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 9 gen 2011, 17:31 
Non connesso

Iscritto il: dom 9 gen 2011, 14:41
Messaggi: 5
Scusate l'intrusione...... sono nuovo del forum...... e siccome mi interessa moltissimo l'argomento e anche gli assunti del Prof. Malanga che reputo un ottimo scienziato ed anche un ottimo umanista, leggendo vari post mi sono sorti dei dubbi sull'estrema sicurezza che alcuni hanno nell'argomentare concetti come questi, come se fossero dei dogmi incontestabili.
Io sono dell'opinione che anche le pietre hanno un'anima (a modo loro)....... per questo forse non mi rispecchio totalmente con tutto ciò che viene esposto su aliencicatrix e nei vari libri di Malanga, anche se come lui sono completamente ateo.
Sono pero' estremamente consapevole che un'interferenza alinea sia onnipresente nelle nostre vite e che le nostre azioni non siano poi così libere, il fatto semplicistico in se stesso che porta a dire te hai "l'amina" e te NO.... sinceramente mi da un po fastidio..... sarebbe come dire te sei bello e buono hai "l'anima"..... te sei un prete o un militare e siccome mi stai sulle @@ non ce l'hai...... Ecco...... io sono stato un militare per 40 anni...... non dico di avere l'anima...... probabilmente non ce l'ho..... non mi pongo pero' come vate assoluto e inizio a classificare.... "te sì"..... te no"...... sarebbe piu' interessante pensare che il concetto di dualismo possa venire inserito anche in questo contesto...... nel senso che per "anima" il bene e il male sono la stessa cosa...... quindi chi persegue il bene ha "anima" e in maniera anteposta anche chi persegue il male ha "anima" perchè sarebbe utopico stabilire che "anima" faccia esperienze solo in positivo. In se stesso la convinzione di cio' che è buono e di ciò che è sbagliato in natura non esiste in quanto è scaturita dalla nostra coscienza e dai condizionamenti esterni che abbiamo vissuto.
Volevo solamente esprimere questo concetto senza offendere nessuno.

PS:- "Ho fatto la Tav....... sono risultato fortemente un addotto, sto' prendendo contatti con il Prof. Malanga per risolvere il mio problema ed indagare quanto sia radicato in me e nella mia famiglia".
Buona vita a tutti.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 10 gen 2011, 17:07 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Il problema è assumere il concetto di Anima (vero) ed includere una discriminazione (falso). In poche parole l'esistenza di Anima non deve essere l'esistenza di una qualche discriminazione. C'è chi nasce senza un rene, senza una gamba, senza la vista... è per caso "meno buono" di altri? Semplicemente la natura, la causalità (e non la casualità) degli eventi l'ha portato ad essere così, non è colpa di nessuno così come se non era così non era merito di nessuno. Chi nasce senza una gamba accetta da subito che non sarà mai un giocatore dell'NBA così come chi non è Anima non farà altre cose, ma non è questione di "meglio" o "peggio", è solo questione di DNA. Stesso discorso per il prete e il miliare: è errato l'assunto che siano o non siano Anima a priori, e quindi tutto il discorso successivo non ha basi per reggersi. Anima non è collegata al "bene" o al "male", chi è animico, come chi non lo è, ha il libero arbitrio, può fare quello che vuole. Ci sono animici estremamente malvagi e non animici decisamente migliori della maggior parte degli animici. In sostanza, essendo Anima una questione di DNA, bisogna considerarla come un organo, niente di più, da quel punto di vista, ovvero dell'essersela "meritata" o dell'essere "migliori". Anima assolutamente non fa esperienze solo in positivo. Anzi, pensa che gli addotti sono solo animici, e l'esperienza aliena è tutto tranne che positiva...!!!

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 10 gen 2011, 17:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 7 gen 2009, 23:45
Messaggi: 212
Località: Modica (RG)
O.O mi state facendo pentire di entrare in marina militare :lol ...eppure io provo una grande empatia per qualsiasi tipo di violenza! a volte mi ritrovo pure a soffrire per la sofferenza di qualcun altro...credete che diventare un militare mi farebbe cambiare radicalmente?

_________________
Even if the morrow is barren of promises
Nothing shall forestall my return,
To become the dew that quenches the land,
To spare the sands, the seas, the skies,
I offer thee this silent sacrifice.
(Loveless, act V)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 11 gen 2011, 5:12 
Non connesso

Iscritto il: dom 9 gen 2011, 14:41
Messaggi: 5
Quello che volevo cercare di spiegare....è effettivamente quello che hai detto te Luciano..... in maniera chiara e perfetta oserei dire..... il problema è che il grande inganno CONTINUA e siamo di fronte ad un pericolo reale che viene ridicolizzato dai più...... ho letto molti post nel forum e debbo testimoniare che te sembri la persona più assennata quà dentro e quella che si rende meglio conto a cosa andiamo incontro.
Ho scaricato quasi tutti gli ebook in ufomachine e li sto' leggendo con avidità...... sono interessantissime le deduzioni del Prof. Malanga sulla natività e sulla disinformazione generale che i governi sistematicamente operano.
Saluti, buona vita a tutti.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 12 gen 2011, 19:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 7 gen 2009, 23:45
Messaggi: 212
Località: Modica (RG)
sono d'accordo con veleno35...
cmnq vorrei maggiori informazioni su come fare a distinguere una persona che abbia anima e su una che non ce l'abbia...cioè come faccio a capire se ho anima o no?

_________________
Even if the morrow is barren of promises
Nothing shall forestall my return,
To become the dew that quenches the land,
To spare the sands, the seas, the skies,
I offer thee this silent sacrifice.
(Loveless, act V)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 14 mag 2011, 21:18 
Non connesso

Iscritto il: lun 7 feb 2011, 18:14
Messaggi: 19
Citazione (Luciano)
Corpo+Mente+Spirito è qualsiasi persona che non è anche Anima. E' cosciente, pensa, prova sentimenti e sensazioni, ha istinti e pulsioni, ed anche percezioni extrasensoriali energetiche (date da Spirito).

Corpo+Mente+Spirito+Anima è l'essere completo, prova anche emozioni, ha il vero libero arbitrio, è realmente in grado di essere anarchico.


Scusate, chi sa potrebbe dare la definizione di "emozione" e "sentimento" ? Per capirne la differenza.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 15 mag 2011, 17:42 
emozione= vedi un tramonto e ti commuovi (non c'è una ragione apparente per lo stato d'animo che stai provando)
sentimento= un tizio mi dà un pugno e io mi incazz...fortemente (la rabbia/sentimento che provo è in questo caso motivata da una causa)

^_^


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 15 mag 2011, 19:59 
Non connesso

Iscritto il: lun 7 feb 2011, 18:14
Messaggi: 19
Citazione
emozione= vedi un tramonto e ti commuovi (non c'è una ragione apparente per lo stato d'animo che stai provando)
sentimento= un tizio mi dà un pugno e io mi incazz...fortemente (la rabbia/sentimento che provo è in questo caso motivata da una causa)


Queste sono definizioni molto alla buona... La ragione per emozionarsi c'è: la bellezza della natura. E questa causa il "moto interiore".
E' ovvio che, per il nascere sia di emozioni che di sentimenti, ci deve essere un motivo che apporta un cambiamento alla vita interiore. Altrimenti queste emozioni sarebbero "senza senso".
Una causa quindi, sia per i sentimenti che per le emozioni, c'è-almeno ragionando su questa risposta molto spicciola,- si deve dire che emozioni e sentimenti non si possono definire a seconda della presenza o no di cause.
Posso credere che alcune persone rimangano impassibili alla bellezza di un paesaggio, a un alba o a un tramonto?
La domanda è proprio: quale è la differenza qualitativa tra "emozioni" e "sentimenti"?. Quali sono le cause dell'une e degli altri?


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 16 mag 2011, 18:08 
emozione= io provo amore, nel senso che amo tutto...non qualcosa in particolare, ma prorio la totalità delle cose in cielo e in terra...non c'è fine o inizio per questo amore è come un suono prolungato di durata infinita che risuona facendo tremare le corde di mio animo

sentimento= io amo perchè la persona mi piace, perchè mi trovo bene con lei, perchè è bella, perchè è sensuale, perchè voglio amare...

^_^


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 18 mag 2011, 17:55 
Non connesso

Iscritto il: lun 7 feb 2011, 18:14
Messaggi: 19
Citazione
emozione= io provo amore, nel senso che amo tutto...non qualcosa in particolare, ma prorio la totalità delle cose in cielo e in terra...non c'è fine o inizio per questo amore è come un suono prolungato di durata infinita che risuona facendo tremare le corde di mio animo

sentimento= io amo perchè la persona mi piace, perchè mi trovo bene con lei, perchè è bella, perchè è sensuale, perchè voglio amare...


Quindi l'emozione sarebbe un sentimento più puro, più elevato. Un sentimento rivolto verso l'intera creazione. Ma sarebbe molto semplicistico dire che una persona non può provare sentimenti elevati perchè non è con anima, quando questo può benissimo essere conseguenza di una non genuina educazione, o per altri motivi.
Non è una definizione convincente. Ma a quanto pare ancora una definizione completa, precisa, non l'ha data nessuno.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 19 mag 2011, 9:11 
non esistono definizioni complete per le emozioni animiche...anima non si può de-finire...anima si può solo intuire perchè comunica per archetipi ed essi sono preesistenti al concetto stesso di DE-FINIZIONE (etimologicamente inteso come limitare e circoscrivere un concetto)...chi è animico intuisce al volo il senso di che cosa sia la VISUALE animica...chi è spiritualmente elevato può in ogni caso comprendere perchè anche la componente spirituale fa parte dell'intera creazione ed essa può raggiungere la comprensione attraverso una stratificazione sempre più fine e profonda di ciò che è il creato...noi siamo prima di tutto energia spirituale che corrisponde alla forza vitale che anima ogni cosa... :DD


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 19 mag 2011, 16:42 
Non connesso

Iscritto il: lun 7 feb 2011, 18:14
Messaggi: 19
Si, sono d'accordo con lei quando dice che gli archetipi non si possono definire. Che, più che altro, si possano intuire, tanto per dirla alla meglio. Infatti, non ho chiesto la definizione di archetipo.
Ci può anche stare che le "emozioni" non possano essere definite, tuttavia, lei non ha definito neanche il sentimento, che dovrebbe per il discorso di sopra essere comprensibile a tutti.

Vede, questo dogma dell'"incomunicabilità" delle questioni che riguardano l'anima, da un lato è del tutto sbagliato. Le cose che è giusto siano comunicate, vanno comunicate; sta poi alla profondità di coscienza del singolo comprenderle. Non perché, A PRIORI, dare una definizione di queste cose è impossibile.
Si sa infatti che non tutti capiscono tutti i concetti. E' forse perché "non sono" anima? Questo non lo so, sta di fatto che è così. Certe cose sono definite, non tutti le capiscono.
Per esempio, ha citato la VISUALE animica. Che se è quello che penso lei intenda, direi che poco ha a che fare con questo discorso. Comunque, le si potrebbe dire che non chi è animico intuisce al volo cosa sia, ma chi abbia fatto quella determinata esperienza animica. (Va da se che chi ha fatto l'esperienza sia anima, ma non per questo intuisce ogni cosa).

In definitiva, pare che per ora una definizione di sentimenti e emozioni non ci sia, ma mi viene di pensare che questa sia stata una domanda dettata da una mia curiosità forse un po' superflua.
Ci tengo però a dire di non dogmatizzarci su delle idee e a difenderle con argomentazioni vaghe e melliflue; specialmente quando parliamo di questi temi, che trattano cose, per loro natura, sottili, quindi difficili da afferrare.
Al contrario, dobbiamo conservare sempre molta disponibilità ad altre idee ed essere sempre aperti alla possibilità di essere in errore.

Insomma, diventiamo meno fieri della nostra (presunta o meno) animicità! ;)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 19 mag 2011, 17:35 
Perchè mi dai del LEI? Mi presento: il mio nome è Alessandra (al-roc, dove al sta per al-essandra e roc costituisce una parte del mio cognome)...piacere Faust, ora ci possiamo dare del TU?

Vorrei solo citare quanto ho detto: "Chi è spiritualmente elevato può in ogni caso comprendere, perchè anche la componente spirituale fa parte dell'intera creazione ed essa può raggiungere la comprensione attraverso una stratificazione sempre più fine e profonda di ciò che è il creato...noi siamo prima di tutto energia spirituale che corrisponde alla forza vitale che anima ogni cosa..."

Puoi definire una poesia? Il linguaggio poetico è un linguaggio animico che usa le parole nel loro significato APERTO, dove aperto si intende non circoscritto al semplice significato denotativo, ma al complesso gioco connotativo che ogni singolo termine possiede. L'intelligenza analogica, cioè quella preposta ad accostare cose apparentemente diverse tra loro, è alla base di questo tipo di comunicazione, per cui tentare di comunicare con un sistema referenziale (cioè oggettivo) un qualcosa che in realtà appartiene alla sfera poetica (funzione poetica di Jackobson) è pressocchè impossibile, dal mio punto di vista, pertanto la visuale animica la si può intuire ma non definire. E' come se si volesse far entrare un orso in una bottiglia... non si può dare una definizione di emozione animica perchè essa è indefinibile...il desiderio di fissare attraverso il linguaggio logico/scientifico una cosa come anima non è, secondo la mia modestissima opinione, possibile. Detto questo, non sto dicendo neanche che mi arrogo il diritto di essere animica e quindi capace di capire tutto, sto solo dicendo che tutti con spirito o anima + spirito possiamo arrivare allo stesso punto, basta voler capire fino in fondo. sìsì


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 19 mag 2011, 23:39 
Non connesso

Iscritto il: lun 7 feb 2011, 18:14
Messaggi: 19
Piacere Alroc, ti darò del tu! Non volevo essere fastidioso con quella referenzialità.
Citazione

"Chi è spiritualmente elevato può in ogni caso comprendere, perchè anche la componente spirituale fa parte dell'intera creazione ed essa può raggiungere la comprensione attraverso una stratificazione sempre più fine e profonda di ciò che è il creato...noi siamo prima di tutto energia spirituale che corrisponde alla forza vitale che anima ogni cosa..."

Hai ragione, non avevo ben inteso questa parte. E' una bella visione e sarebbe bello fosse così, ma è tutto da verificare. Per quanto spiritualmente elevati si sia, senza anima una parte della comprensione è esclusa (già solo per il fatto di non avere emozioni): questo è l'idea che alcuni hanno. Si dovrebbe poi a sua volta vedere se è davvero significativo ai fini di tutto, il fatto che ci sia una differenza di coscienza fra gli individui.

Citazione
il desiderio di fissare attraverso il linguaggio logico/scientifico una cosa come anima non è, secondo la mia modestissima opinione, possibile.

Può essere che per alcune cose è impossibile, ma ci si deve sforzare di trovare delle definizioni. Non dico dei postulati, delle definizioni perfette, perchè è naturale che queste cose siano appunto sottili; ma ci si dovrebbe secondo me provare.
Ad esempio, hai dato descrizione di una "cosa animica": la poesia. Anche se tu stessa hai detto che non si può fare, ebbene l'hai fatto, tramite il concetto di connotazione e significato aperto. Ed è una definizione molto interessante (molto più per me, se posso, di quelle tue sull'emozione e sul sentimento) e bella, non completa e conchiusa poichè la poesia è immensa, come l'anima, ma una spiegazione quanto meno l'hai data.

Nell'ultima frase del precedente post, non volevo essere "pungente" in nessun modo, ma era un discorso generale, perchè quel discorso sulle definizioni e sulle comprensioni mi ha ricordato un comportamento che noto spesso. Dobbiamo essere sempre capaci di poter mettere in dubbio le nostre convinzioni, questo per me è essenziale sìsì


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 20 mag 2011, 9:00 
Citazione
Dobbiamo essere sempre capaci di poter mettere in dubbio le nostre convinzioni,


Concordo pienamente con quanto hai detto qui. Il principio stesso dell'evoluzione è basato sui cambiamenti di prospettiva (es. la scimmia che scende dall'albero e sopravvive perchè si dà delle opportunità maggiori). Il modo nuovo di vedere lo stato delle cose ci costringe a cambiare il nostro vecchio punto di vista (basato esclusivamente sul metodo galileano dell'osservazione, sperimentazione etc.) per aggiungere ad esso altre opportunità di PERCEZIONE...queste non possono essere codificate in modo perfetto (almeno dal mio punto di vista), perchè se lo facessimo ritorneremmo al punto di partenza, cioè al metodo esclusivamente oggettivo...più noi cerchiamo di circoscrivere, più tendiamo a snaturare il senso stesso della nostra ricerca...bisognerebbe trovare un equilibrio tra le due parti, in modo da cogliere l'essenza. In parole più semplici: per raccogliere l'acqua, devi fare un contenitore con le le mani, perchè se cerchi di raccoglierla con le singole dita non ci riesci. Bisogna, dunque, cogliere il quadro generale oltre che quello parcellizzato.

Non ti preoccupare per i toni (che comunque sono perfetti), l'importante è la disponibilità che abbiamo di capirci. Le prime risposte le ho date un po' giocando...e poi andavo di fretta...ciao! :DD


Top
 
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ] 

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010