Oggi è gio 24 gen 2019, 2:47

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 4 nov 2008, 11:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 16:38
Messaggi: 334
Località: pianeta terra
Che dite, lo facciamo? :lol: :woot: l'ho gia fatto da sola (LGO) ma si può fare multiplo e scambiarsi informazioni con gli archetipi :D ... leggete:

CITAZIONE
Progettualità del sistema LGOM.
Il progetto dunque per un LGO di gruppo che noi abbiamo definito nel titolo di questo
articolo con il termine “multiplo”, prevede, sulla base delle nostre iniziali osservazioni, di
prendere in considerazione due persone, particolarmente addestrate alla meditazione ed
al sistema LGO classico ed istruirle in questo senso:
INIZIO DEL PROGRAMMA
In un posto senza luce, dove potete rilassarvi senza che nessuno venga a disturbarvi, al di
fuori dei rumori più banali e lontani dalle necessità spicciole di tutti i giorni, sedetevi
comodi e chiudete gli occhi.
Immaginatevi di essere al buio più profondo. Non si vede nulla, nemmeno la più piccola
fiammella, niente. Siete in piedi, siete nudi e poggiate su di un pavimento fresco e liscio.
Sentite un lieve fruscio di aria che viene da qualche parte, Avvertite un leggero vento sulla
vostra pelle. Il vento porta anche un odore di buono che viene da qualche parte. Sentite il
rumore dell’aria sulla vostra pelle e ne udite il lieve fruscio.
Siete in piedi ed ascoltate...
Non si vede niente, ma percepite il fresco del pavimento con i vostri piedi nudi.
Questo luogo è un prodotto della vostra mente: state pensando e non c’è niente al di fuori
di voi. Tutto è fermo, tranne il vento lieve che scorre, che viene da qualche parte e che va
da qualche altra parte.
Ora cominciate a camminare lentamente nel buio sul pavimento fresco. Non abbiate paura
d’inciampare: non potete inciampare, poiché non c’è nulla contro cui inciampare, lì dove
siete.
Camminate tranquillamente... sentite il rumore dei vostri passi, il fresco del pavimento, il
fruscio del vento che porta con sé quel buon profumo.
Ora ascoltate con attenzione... percepirete un altro rumore in lontananza... sembra quello
del mare.
Man mano che procedete al buio a piedi scalzi sul pavimento fresco e liscio sentite
avvicinarsi sempre di più il rumore del mare. Cominciate a percepire che il terreno sotto i
piedi diventa un po' più ruvido e più bagnato. Sentite sotto i piedi le asperità del terreno
rugoso. Ora sul terreno c’è un po' d’acqua il cui livello, mentre procedete, si sta alzando
lentamente fino a metà delle caviglie. L’acqua è proprio alla temperatura giusta e, mentre
camminate, vi divertite a fare rumore con i piedi trascinandoli nell’acqua. Si sente, in
lontananza, il rumore come di un ruscello o di una fontana, chissà… non si vede nulla.
Se provate ad accucciarvi ed a mettere un dito bagnato in bocca scoprirete che l’acqua
non è salata.
Allora, dato che l’acqua è alla temperatura giusta, proprio quella del vostro corpo o forse
lievemente più fresca, sdraiatevi lunghi distesi sul terreno: l’acqua arriva solo a bagnarvi le
orecchie.
In questa posizione, girando la testa l’acqua può entrare in un orecchio e farvi sentire
come amplificati i rumori del mare. Si sente in lontananza il rumore ovattato della cascata,
mentre la parte del vostro corpo che non è bagnata sente il leggero soffio di vento che è
sempre presente costantemente...
Potete bagnare anche l’altro orecchio, girando il collo dalla parte opposta. Piccole onde vi
accarezzano; potete stare lì ancora un po’, se volete.
A questo punto il vostro corpo tende a perdere peso, a diventare sempre più leggero, tanto
leggero che vi staccate dal suolo per volare nell’aria fresca.
Volate, volate, volate. Non potete vedere nulla, perché non c’è nulla da vedere, e non
potete sbattere da nessuna parte, perché non c’è niente contro cui sbattere.
Ora volate nel buio più assoluto e sentite in basso il rumore dell’acqua che scorre ed in
alto il vento che vi sfiora le orecchie ed il corpo.
Ora il rumore dell’acqua che scorre si allontana sempre di più e si fa sempre più flebile:
rimane solo il fruscio del vento, ma anch’esso diviene sempre più leggero ed
inconsistente, fino a scomparire.
Vi muovete così a grande velocità, a velocità infinita nel niente, quando, piano piano, il
buio diviene meno intenso: un iniziale grigiore si fa strada attorno a voi e poi, tutto d’un
tratto...
LUCE!
e vi rendete conto di non avere più corpo, vi rendete conto di essere oltre!
PARTE CENTRALE DEL PROGRAMMA (Operazione di Finder)
In questa parte dovete cercare il vostro contatto, cioè l’altra parte della coscienza con la
quale dovete scambiare i vostri dati. La cercate come se doveste sintonizzare la vostra
radio su suo segnale. Per facilitare questa fase dovete esservi accordati con il vostro
partner sul cosa visualizzare perché tutti e due i soggetti devono vivere la stessa
esperienza per accordare il punto identico di griglia olografica dal leggere.
I soggetti devono pensare a questo punto allo stesso colore, ascoltare lo stesso rumore e
percepire lo stesso odore e focalizzare lo stesso punto della griglia olografica dove
leggere.
Questi punti possono essere totalmente soggettivi e la scelta può essere lasciata agli
operatori ma noi suggeriamo di scegliere situazioni cenestesiche audio visive
assolutamente neutre poiché altre situazioni potrebbero muovere parti inconsce e
rivivificare ricordi che distrarrebbero il soggetto dal suo obbiettivo finale.
Per questo in via puramente ipotetica sperimentale noi suggeriamo di vivere le seguenti
situazioni in contemporanea per i due soggetti partecipanti all’esperimento:
Immaginate di essere all’interno di un ambiente di cui non si vedono i limiti ma
caratterizzato da una luce omogenea di color bianco non troppo acceso.
CITAZIONE
Nome Esempio Esadecimale RGB CMYK HSV
Lavanda
rosata #FFF0F5 255 240 245 0 6 4 0 340 6 100

E di sentire l’odore dell’aria fresca al mattino presto, senza fretta.
E di ascoltare questo rumore (http://www.francescomarino.net/analisi/bianco.htm) a
bassissimo volume, senza fretta.
Immaginate di agganciarvi all’altro soggetto dell’LGOM, quando lo avete trovato e
percepito: lo dovete cercare come si cerca un segnale radio e fino a che non lo avete
trovato continuate a cercare. Il segnale lo riconoscente perché è come il vostro e quando
lo avete trovato il suo segnale ed il vostro si compensano a vicenda annullandosi. Vi
accorgerete dell’avvenuto contatto poiché scomparirà il colore scomparirà il rumore e
scomparirà qualsiasi altra sensazione poiché le sensazioni acquisite dall’uno verranno
sottratte alle identiche sensazioni acquisite dall’altro.
A quel punto siete collegati e potete scambiarvi le informazioni.
I primi tentativi servono per mettere a punto la procedura quindi per verificare il
funzionamento del sistema e soprattutto che l’aggancio all’altro sia effettivamente
funzionante bisogna scambiarsi informazioni archetipiche le più semplici possibili.
Come forme geometriche tridimensionali semplici, suoni, odori, colori in sequenza.
Alla fine bisogna scrivere un rapporto in cui elencate le sensazioni provate e le
informazioni passate all’altro soggetto dell’esperimento che dovrà fare le stesse cose. I
due protocolli verranno messi a confronto per verificarne una eventuale corrispondenza.
Questa procedura serve solo per mettere a punto il sistema, diremmo noi per “calibrarlo”.
Successivamente questa procedura verrà sostituita da una procedura immediata e più
pratica.
Va ricordato che il seguire la procedura renderà più leggibili i dati finali altrimenti
incomprensibili e privi di un significato virtuale anche se magari sul piano della realtà
avranno comunque un contenuto interessante. Il problema non è quello di creare una
metodologia scientificamente ripetibile per la scienza ufficiale di cui in questa fase non ci
importa molto, ma di creare un metodo migliore per ottenere un risultato migliore.
Solo dopo questi primi esperimenti si potrà estendere il sistema a sperimentazioni più
complesse da definirsi in seguito.
i due soggetti devono quindi:
•Effettuare la fase preliminare del sistema LGOM fino al punto in cui si è immersi
nella luce.
•Iniziare l’operazione di finder
•Terminare il programma eseguendo le solite fasi di seguito ricordate
1. Siete nel colore bianco, che vi circonda completamente. Ora il colore cambia
progressivamente e lentamente come nella sequenza continua di colori
riportati qui di seguito da sinistra di chi legge verso destra.
2. Immaginate un suono continuo che parte da una frequenza bassa e si alza
lentamente fino a raggiungere una frequenza alta. La frequenza bassa è
come se ascoltaste la canna di un organo che emette un suono continuo e
cupo, basso profondo, mentre la frequenza alta sarà fornita dallo stesso
organo che si fa sempre più acuto, sempre più acuto, in una scala continua
di variazioni fino ad arrivare a non essere quasi più udibile, per quanto è
sottile e penetrante.
3. Immaginate che ora, davanti a voi, pian piano si crei l’immagine della vostra
stanza sempre più nitida, con i colori ed i rumori di tutti i giorni. Contate fino
a dieci ed aprite gli occhi.
In questo caso il Lettore di Griglia Olografica è servito per collegare tra loro due lettori ma
può, come abbiamo visto nell’esempio riportato in precedenza, essere utilizzato per
leggere punti della griglia spazio temporale “vicini” ma anche “lontani” dal lettore stesso.
L’ultima possibilità che il lettore può dare è quella più inesplorata ed inesplorabile e cioè
consiste nella possibilità di leggere l’illuminatore della griglia olografica ma questa è
un’altra storia.

Fonte: l'e-book "ARCHETIPI" di Corrado Malanga

_________________
The power is nothing without control.
*********


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010