Oggi è gio 17 gen 2019, 15:26

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: sab 29 set 2012, 11:37 
Messaggio eliminato su richiesta dell'Autore e approvazione dell'Amministratore.


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 29 set 2012, 19:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Complimenti per i progressi! Spero però che non sia una specie di saluto al forum... rimarrai ancora con noi vero? :D
Non ho ben capito riguardo la tua ragazza... stai ipotizzando che questi esseri l'hanno contattata solo per riuscire a riavvicinarsi a te? Che tipo di esperienza ha avuto?


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 29 set 2012, 20:33 
Non connesso

Iscritto il: lun 19 dic 2011, 1:47
Messaggi: 206
Località: teramo
- ho capito che il cucchiaio non esiste, ma ho anche capito che farlo piegare è assai difficile in ogni caso
senza rinunciare a qualcosa, e preferisco non farlo.

La differenza fra chi parla di cose vissute e sentite,e chi no,sta nella profondità di una frase come questa !Un enciclopedia è sottesa in queste poche parole e altrettanto si dovrebbe scrivere per commentarle.
Gli altri possono solo fare chiacchiere.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 1 ott 2012, 16:14 
Citazione (giuseppe90)
Complimenti per i progressi! Spero però che non sia una specie di saluto al forum... rimarrai ancora con noi vero? :D
Non ho ben capito riguardo la tua ragazza... stai ipotizzando che questi esseri l'hanno contattata solo per riuscire a riavvicinarsi a te? Che tipo di esperienza ha avuto?


si infatti penso proprio quello, l'eperienza che ha avuto è essere stata avvicinata in un parcheggio da una figura alta a forma di mantide e "fumosa" che le ripeteva nella mente "facci entrare in casa tua che non possiamo" e lei le ha risposto a voce "non posso lui non vuole" e questa è svanita. nei giorni successivi questa figura si faceva vedere fuori dalla porta finestra di casa e svaniva in concomitanza con il mio arrivo.
Citazione (sdf117)
- ho capito che il cucchiaio non esiste, ma ho anche capito che farlo piegare è assai difficile in ogni caso
senza rinunciare a qualcosa, e preferisco non farlo.

La differenza fra chi parla di cose vissute e sentite,e chi no,sta nella profondità di una frase come questa !Un enciclopedia è sottesa in queste poche parole e altrettanto si dovrebbe scrivere per commentarle.
Gli altri possono solo fare chiacchiere.


ti ringrazio per l'elogio anche troppo


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 1 ott 2012, 16:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Quando parli di "esperimenti" e capacità a cosa ti riferisci?


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 1 ott 2012, 16:49 
chiaroveggenza, visioni astrali, manipolazione mentale, scambio empatico ecc...


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 3 ott 2012, 9:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 7 set 2011, 20:22
Messaggi: 145
Sono felice per i progressi che hai fatto!
Avrei delle domande da farti, quando dici

Citazione (Ospite)
in particolare nei miei sogni lucidi ci sono state minaccie ed agressioni di cui non avevo bisogno e visite di militari che mi hanno fatto vacillare se ben meno rispetto a prima.


Mi puoi spiegare meglio? Parli di minacce, in che senso? Ed essendo un sogno lucido come fai a sapere che non si tratti di episodi avvenuti meramente in sogno?

Citazione (Ospite)

A VOLTE RITORNANO?

parrebbe proprio di si... o perlomeno non come ce lo aspettiamo, è solo una questione di cio che si vuol vedere e percepire.


Anche qua potresti spiegarmi cosa intendi?

Citazione (Ospite)

personalmente ho cicatrici di origine militare risalenti a luglio


di che tipo?

Spero di non esser stata troppo fastidiosa :)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 3 ott 2012, 11:33 
diciamo che alcune cose potrebbero essere fraintendibili, quindi ho solo accennato interi episodi.

il sogno lucido è un sogno ma è anche un OBE, quindi si tratta di realtà percepita in maniera differente piu che di sogno vero e proprio. nei sogni lucidi sei conscio di sognare e puoi modificare le cose con la volontà. quando questo non avviene significa che c'è un intervento esterno (a volte solo perdita di "lucidità" nel sogno), oppure che una parte del se (anima o spirito) sta cercando di comunicare qualcosa di chiaro. la fatalità vuole che nei periodi in cui stavo seguendo delle persone addotte che mi davano molte informazioni ho subito in sogni lucidi delle "visite" da entità che mi hanno messo all'erta riguardo al fatto di essermi spinto troppo oltre. minacce ed a volte anche promesse di ripercussioni fisiche che poi sono avvenute (ma chiaramente la psicanalisi potrebbe spiegare questo fattore come suggestione).

nel fatto di vedere e percepire c'è da dire che un fenomeno su cui il malanga pensiero non si è mai soffermato è quello delle fenomenologie legate a presenze di ombre umanoidi che si muovono ed agiscono nello spazio, cose che non solo io ho visto e percepito, e che a livello vibratorio (cioè la sensazione che danno) sono molto simili se non identiche alle presenze aliene. si parla spesso di esseri in grado di spostarsi nelle dimensioni, nel tempo e nello spazio liberamente quindi anche di diventare invisibili o impalpabili. ricordo il caso zanfretta in cui il povero fortunato diceva ai suoi colleghi "percepisco che sono ancora qui, non si vedono ma ci sono". intendevo essenzialmente dire questo. a volte ritornano? si

le cicatrici militari si distinguono da quelle aliene perchè sono fatte in maniera rozza. nel mio caso trattasi di fori fatti grossolanamente su dorso del piede o caviglia di solito disposti a triangolo. questo tipo di interventi di solito vengono fatti direttamente in loco... chi lo sa se trattasi di iniezione di qualcosa o di prelievo.

non preoccuparti per le domande non sei affatto fastidiosa :)


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 3 ott 2012, 11:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 7 set 2011, 20:22
Messaggi: 145
Mi hai chiarito bene molte cose, soprattutto per quanto riguarda i sogni lucidi con "intrusi" mi sa che ho da approfondire un bel po'. Grazie!


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 16 ott 2012, 10:06 
Non connesso

Iscritto il: gio 26 apr 2012, 23:10
Messaggi: 94
E già la terza volta che lo leggo e penso che lo leggero ancora..Ogni volta mi pare meno strano,illumina un po la mia mente che ora si trova parzialmente ombreggiata.. :)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 17 nov 2012, 4:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Sperando di non essere frainteso per la domanda che può sembrare provocatoria ed invece non lo è... Volevo sapere: ora che sei uscito dal problema, ti è mai capitato di pensare "e se mi sono inventato tutto"? Magari semplici fantasie o perfino qualche tipo di schizofrenia-malattia mentale? Ed inoltre, pensavi di essere addotto anche prima di leggere gli scritti di Malanga&co?
Oddio mi rendo conto che a dirla così è davvero brutto, mi scuso già in anticipo se posso sembrare offensivo anche perchè immagino quanta sofferenza un fenomeno del genere possa causare. Però volevo che la domanda fosse chiara.
Se la risposta è "si"... volevo inoltre chiedere, quando hai questi "dubbi", c'è qualcosa a cui puoi pensare per convincere te stesso che non è stata tutta un invenzione? Ad esempio: un ricordo di abduction particolarmente nitido, una "prova" molto diretta di qualche interferenza, una cicatrice particolarmente strana ecc. ecc.

Chiedo scusa se la domanda è già stata fatta


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 17 nov 2012, 13:46 
Non connesso

Iscritto il: mar 20 dic 2011, 0:47
Messaggi: 92
non voglio rubare spazio, ma voglio anche dirti la mia riguardo la tua domanda perchè ci pensai tempo addietro e mi fece una gran rabbia.
Quando si vuole plagiare un uomo, e non parlo solo di alieni ma anche di come possano provarci persone che pensi ti amino, come una donna o un uomo o un amico o un parente, tutto ciò che si deve fare e plagiare la sua mente. Quindi, tutto il lavoro che viene fatto per ingannarti è nella tua mente e di conseguenza non solo nella tua ma anche nelle menti di tutti quelli che ti stanno attorno e il primo atto è quello di far credere a tutti che essi non esistano(caso alieni), che certe cose non sono vere, che ci sono lati bui della vita che non vanno scoperchiati. Quindi anche se una persona si accorge di certe cose, sin da subito deve combattere con gli altri che non ci credono, oltre che con se stessi. Ma a un certo punto le prove sono talmente evidenti che ci sbatti proprio il muso contro e inizi a capire.
Ho sentito storie di persone che furono detenute nei campi di concentramento e che sostenevano che a volte la mattina si svegliavano e per un attimo dubitavano di essersi sognati tutto. Poi si guardavano il numero tatuato sul braccio, portavano alla memoria i ricordi, tra le mani gli oggetti e le foto dei cari morti lì e allora si rendevano conto che era tutto vero. Capita. Non di meno capita di avere attimi di dubbio anche all'addotto che si accorge del problema o persino a quello che ne è uscito, ma che non può comunque dopo anni dimenticare le situazioni incredibili che ha vissuto e con questo prova un nuovo orgoglio immenso per aver avuto il coraggio di guardare in una pupilla tagliata in maniera diversa il proprio nemico e averlo sfidato.
La mattina può capitare di dirsi "mi sono sognato tutto", ma se comunque hai fatto un percorso allora non sarai più la persona di prima e avrai un contatto con te stesso forte e certe debolezze mentali inizieranno a sparire. All'inizio, sì, ti guarderai le cicatrici a cui hai fatto l'abitudine, o osserverai la fragilità mentale di chi è nel problema, penserai ai ricordi. Poi (almeno per me) non c'è più nemmeno bisogno perchè hai acquisito una grande familiarità con la tua nuova visione dell'universo e non ci fai più caso al fatto che per altri sia assurda. Semplicementi lo constati con tristezza magari.
Piano piano si comprende meglio chi si è e certi dubbi spariscono. Ovviamente se ne presenteranno altri ma di altra natura, com'è giusto che sia. Diffido sempre di chi non ha mai dubbi.
Questa è la mia visione ovviamente e non pretendo niente.
Scusatemi se vi ho rubato spazio ;)

_________________
Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile.
Nel combattimento solo l'aria mi può fermare, ci siamo solo io e lei, il mio avversario non esiste.
(Bruce Lee)
Il tuo più grande avversario sarai sempre tu stesso. Non mollare mai!


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 17 nov 2012, 14:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Quindi anche tu sei un addotto?
Comunque si la domanda mi era venuta perchè (da non addotto) anche a me nel mio piccolo è capitato di aver dubitato di quel che avevo visto o di fenomeno strani... ovvero se succede qualcosa che non è compatibile con i miei canoni di "realtà" allora lo bollo automaticamente come falso ricordo anche se non lo è, e lo faccio senza volere.
Ovviamente il vostro caso è diverso perchè non si tratta di eventi singoli, però a me sembra quasi come la nostra mente voglia difenderci da ciò che ritiene "non compatibile" col mondo reale.
Se sei anche tu un addotto, volevo chiederti per curiosità: c'è stata una "goccia che ha fatto traboccare il vaso"... cioè un evento tanto evidente che ti sei detto "ok, beh adesso è inutile dubitare ancora, ho la conferma che è tutto vero e sono addotto" ?


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 17 nov 2012, 15:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 14 mar 2012, 17:07
Messaggi: 170
Mi permetto anch'io di inserirmi nella conversazione, aggiungendomi non soverchiando gli altri :D
Un addotto sa che c'è qualcosa che non và, lo sa da sempre, non è che lo scopre da un momento all'altro. Nel corso degli anni si convince (e lo convincono) che tutte le cose strane che accadono sono impressioni, fantasie, paure infondate, magari problemi dovuti ad una mente labile. Immagina: tra le altre cose, da piccolo hai un amico immaginario dalle sembianze feline che chiami guarda caso "amico leone", ma i genitori sorridono per la tua fervida fantasia. Dopo la prima gita a gardaland ti porti a casa un souvenir del drago prezzemolo e questo una notte prende vita, e ti ritrovi davanti un rettile che ti terrorizza a morte. Ma è un incubo ovviamente. Cominci a diventare grandicello e ti insegnano la religione, gli angeli, i demoni, e tu vai a raccontare a un prete che vedi e senti il demonio. Ovviamente sminuisce, intimandoti implicitamente di non raccontare più cose del genere. Cominci a pensare che qualcosa non và nella tua testa, e gli altri di danno conferma di questo quando provi a spiegare o cercare di capire cosa sono le cose strane che accadono talvolta, le cose che non riesci a capire se è stato un sogno o se è successo veramente. Impari a negare tutto, anche l'evidenza, vuoi essere normale come tutti gli altri poi però la notte dormi con la coperta fin sopra gli occhi, e con la mano che copre la bocca. Non sai perché ma solo così riesci a dormire. E dai e dai ci si fa l'abitudine, si riesce nella maggior parte dei casi a tirare avanti ignorando 'immaginazione bislacca che gioca tanti scherzi.
Un giorno scopri un po' per caso che ci sono tantissime persone che hanno esperienze quasi identiche alle tue. Hanno segni sul corpo, in punti precisi, e ti guardi e ti tocchi scoprendo che anche tu hai quei segni, dal primo all'ultimo, cicatrici di forma, colore e dimensione precisi. Persino l'angolazione dei taglietti è la stessa. Ti viene quasi da ridere, non può essere vero: ci hai messo 30 anni a imparare che non è vero e di punto in bianco ti viene sbattuta in faccia la realtà dei fatti. Questo è il momento in cui scopri che avevi ragione tu e non gli altri che ti hanno insegnato che non è vero niente.
Poi può passare del tempo prima di accettare questa cosa, comunque le prove un addotto le ha già, quello che cerca per convincersi è un riscontro che ottiene dalle testimonianze altrui

_________________
Ehi, ma dici sul serio? Allora rido più forte!


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 17 nov 2012, 16:46 
Citazione (giuseppe90)
Sperando di non essere frainteso per la domanda che può sembrare provocatoria ed invece non lo è... Volevo sapere: ora che sei uscito dal problema, ti è mai capitato di pensare "e se mi sono inventato tutto"? Magari semplici fantasie o perfino qualche tipo di schizofrenia-malattia mentale? Ed inoltre, pensavi di essere addotto anche prima di leggere gli scritti di Malanga&co?
Oddio mi rendo conto che a dirla così è davvero brutto, mi scuso già in anticipo se posso sembrare offensivo anche perchè immagino quanta sofferenza un fenomeno del genere possa causare. Però volevo che la domanda fosse chiara.
Se la risposta è "si"... volevo inoltre chiedere, quando hai questi "dubbi", c'è qualcosa a cui puoi pensare per convincere te stesso che non è stata tutta un invenzione? Ad esempio: un ricordo di abduction particolarmente nitido, una "prova" molto diretta di qualche interferenza, una cicatrice particolarmente strana ecc. ecc.

Chiedo scusa se la domanda è già stata fatta

nessun problema, quello che mi fa essere sicuro di non essermi inventato tutto è un taglio di circa 10 cm con punti di sutura che sembrano saldati "a caldo" sulla gamba destra (piu ovviamente altre 10-11 cicatrici circa). me lo sono chiesto a volte è vero, perchè il percorso mentale che si instaura facendo simbad e tct è piu quello di estirpare parti dalla propria testa piu che intraprendere vera e propria conoscenza.
Citazione (ARIA)

Scusatemi se vi ho rubato spazio ;)

no hai fatto bene, hai spiegato meglio di me, quoto tutto
Citazione (martin pescatore)
Mi permetto anch'io di inserirmi nella conversazione, aggiungendomi non soverchiando gli altri :D

concordo su tutto


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 17 nov 2012, 17:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
E con gli altri come la vivete la faccenda, a livello "sociale"? Avete fatto outing anche con gli altri (amici, parenti, compagni ecc.) o vi tenete tutto dentro per paura delle ripercussioni?
E se si come l'hanno presa queste persone quando hanno saputo che siete addotti?


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 17 nov 2012, 19:04 
credo che chi la vive peggio è il partner eventuale o eventuali parenti anche loro addotti che non accettano. per il resto ho confidato la cosa a 6 persone e comunque non ne faccio mistero nemmeno su facebook, ma finora pochi se non nessuno mi ha dato del matto e non ha voluto almeno ascoltarmi. alla fine sono una persona normale


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 17 nov 2012, 19:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Citazione (Ospite)
eventuali parenti anche loro addotti che non accettano

Ma quindi se uno della famiglia è addotto è probabile che lo siano quasi tutti?
Comunque se succedesse a me, penso che sarei costretto a nascondere tutto alla mia famiglia... mio padre penserebbe di certo che ho qualche malattia mentale e come minimo mi manderebbe da qualche psicologo sparafarmaci.
Comunque siete stati molto esaurienti nelle risposte grazie :)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 17 nov 2012, 21:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 14 mar 2012, 17:07
Messaggi: 170
L'ho detto in casa, ma solo perché ci siamo tutti dentro. Mia madre ha commentato che l'ha sempre saputo, mio fratello non mi credeva ma ha fatto presto a ricredersi, mio padre solo che ho accennato la cosa si è incazzato di brutto e da allora con lui non si è più parlato di questo. Con altri non me la sono ancora sentita di raccontare niente, considerando i passati tentati suicidi e i conseguenti TSO credo darebbero per scontato che sono matto da legare.
Citazione
Ma quindi se uno della famiglia è addotto è probabile che lo siano quasi tutti?

E' rilevante il fattore genetico, tanto che questi mattacchioni giocherebbero con noi come coi sims accoppiando gli addotti per aumentare la probabilità che nascano altri addotti. Considerando come si sono conosciuti i miei e considerando le "vicende sentimentali" mie e di qualunque addotto che io conosca, non ho dubbi che le cose stiano proprio così. Questa cosa è una di quelle che più mi fa incazzare, intere famiglie distrutte, otto zii tutti addotti con altrettante famiglie di addotti tutte messe piuttosto male, la mia è l'unica che si regge in piedi. Io e mio fratello l'abbiamo chiamata "la maledizione del sangue del serpente"

_________________
Ehi, ma dici sul serio? Allora rido più forte!


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 17 nov 2012, 22:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Ah si in effetti questa cosa l'aveva detta anche Malanga solo che me n'ero dimenticato. I padri non so perchè mi danno l'impressione di essere quelli con più difficoltà ad accettare la cosa, forse per come è impostata la mentalità maschile si è più aggrappati alla realtà di quanto non faccia una donna, che invece magari è consapevole ma si limita a non pensarci o evitare la cosa.
Quello che non mi è chiaro è come fanno a creare le relazioni sentimentali... parliamo sempre di influenze a livello mentale (con MAA, parassiti ecc.) che ti spingono a cercare una determinata persona?


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010