Oggi è lun 21 gen 2019, 16:26

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Stadi sul Cammino
Messaggio da leggereInviato: mar 16 set 2014, 16:45 
Non connesso

Iscritto il: ven 1 ago 2014, 16:08
Messaggi: 16
Scrivo queste note per condividere quanto dovrei considerare dei "progressi" verso lo stato di consapevolezza in vista della "liberazione" dalla condizione che sto vivendo.

Addotto o "semplice interferito", quale che sia lo "status" a cui appartengo, mi interessa soltanto capire veramente chi sono, chi ero, a cosa è servita la vita che ho trascorso prima e cosa sarebbe successo, chi sarei ora se...se non fosse accaduto nulla o non fosse accaduto...a me.

Ho compilato piu' o meno due mesi or sono il TAV, sul sito "Ufomachinerevolutions.org" e non mi aspettavo costituisse una esperienza cosi' traumatica.

La domanda sull'essere luminoso mi ha letteralmente sconvolto perchè il soggetto in questione rappresenta un "sogno" che davvero non so piu' se considerare una esperienza "vera" che col mondo onirico non ha nulla a che fare...e soprattutto perchè anche "grazie" a quel sogno ho fatto della "esperienza" religiosa una scelta di vita che nel bene o nel male oggi parla ancora di me e nella quale trovai la mia identità, la mia verità e il senso della mia vita.

....Ma la prospettiva di aver vissuto inconsapevolmente una...menzogna...vorrei dire che mi fa inca+++re all'ennesima potenza e invece mi lascia spiazzato, indifeso, nudo.

Ho raccontato anche, in un altro post, di uno strano sogno in cui vado in giro per cunicoli sotterranei fangosi a far bene cosa non saprei...

Proprio raccontando, descrivendo questo sogno durante la compilazione del TAV, sono riuscito a "vederlo" dall'esterno questo sogno e mi sono arreso all'evidenza che quel "geko" che vedevo ero io, la mia identità in qualcosa che non ho la piu' pallida idea di cosa sia o fosse, io dietro quegli occhi, io in un corpo che non ha niente a che fare con me. E quando questo sarebbe successo, e dove e perchè e come è possibile se io sono stato sempre "qui"?
E poi vi era qualcosa di nascosto, sepolto ( ?) in un luogo quasi inaccessibile che raggiungevo strisciando, scendendo (?) lungo un pozzo verticale fino a una specie di stanza dove, da dietro una grata e da sotto una specie di lapide, qualcuno "gridava" affermando il proprio potere e la propria forza, immani, bestiali, il proprio diritto ad "essere" (???) nonostante fosse rinchiuso-sepolto li' dentro.... E qualunque cosa o chi ci fosse là sotto io ne ero come il custode o la sentinella...

Ed infine quando nel TAV ho incontrato la foto del muso di un gatto, sono saltato sulla sedia perchè ho riconosciuto il "cane enorme" di cui ho già parlato a proposito di un altro sogno e cosi' ho dovuto, ancora, ammettere a me stesso - ma è stata dura, ed è successo solo oggi - che la voce che sentivo gridare al momento di tale apparizione, accanto al mio letto, e che gridava
"Cosa vuoi da me?", in realtà non era la sua, ma la mia...

Quando, anni or sono, ho cominciato per puro caso ad essere incuriosito dai video di Malanga trovati per caso su Youtube, non pensavo di arrivare a questo punto, non pensavo mai di dovermi chiedere, oggi, " ma io chi sono?" ora che ben piu' metà della mia vita è ormai alle mie spalle...


http://www.youtube.com/watch?v=86yS2dOkTR0

_________________
" Anche se camminassi in una valle oscura non temeró alcun male, perché sono il peggior figlio di *** che ci sia mai entrato..."


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Stadi sul Cammino
Messaggio da leggereInviato: mer 17 set 2014, 19:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Citazione (Ciaocia)

La domanda sull'essere luminoso mi ha letteralmente sconvolto perchè il soggetto in questione rappresenta un "sogno" che davvero non so piu' se considerare una esperienza "vera" che col mondo onirico non ha nulla a che fare...e soprattutto perchè anche "grazie" a quel sogno ho fatto della "esperienza" religiosa una scelta di vita che nel bene o nel male oggi parla ancora di me e nella quale trovai la mia identità, la mia verità e il senso della mia vita.

....Ma la prospettiva di aver vissuto inconsapevolmente una...menzogna...vorrei dire che mi fa inca+++re all'ennesima potenza e invece mi lascia spiazzato, indifeso, nudo.

Mi dispiace. Però considera che molta gente continua a vivere nella menzogna inconsapevolmente. Tu hai avuto la fortuna (ma sicuramente anche il coraggio e l'intraprendenza) di capire.
Si può pensare che con la religione si possa essere più "protetti" e meno soli... se hai visto cadere queste certezze, non disperare. Non sei solo, la tua anima è una fidata compagna di viaggio, ti ascolta, ti parla, e ti protegge certamente meglio di chi ti ha ingannato.


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010