Conosci Te Stesso
https://conoscitestesso.ipself.it/forum/

Raggio Fondamentale
https://conoscitestesso.ipself.it/forum/viewtopic.php?f=144&t=2624
Pagina 1 di 1

Autore:  francesco [ lun 8 mar 2010, 16:43 ]
Oggetto del messaggio:  Raggio Fondamentale

Salve,
sono "nuovo" da poco mi interesso di radiestesia, in particolare ultimamente mi sono soffermato sul senso e sulla possibilità di mettere a frutto ciò che è correlato al "Raggio Fondamentale".
Mi piacerebbe saperne.
Grazie comunque
Saluti
F.

Autore:  Luke [ lun 8 nov 2010, 12:10 ]
Oggetto del messaggio:  Re: raggio fondamentale

A cosa fai riferimento?
Al Primo Raggio della Teosofia?

Autore:  francesco [ lun 8 nov 2010, 13:08 ]
Oggetto del messaggio:  Re: raggio fondamentale

Citazione (Luciano)
A cosa fai riferimento?
Al Primo Raggio della Teosofia?


mi riferisco al concetto di raggio fondamentale in radiestesia, mi pare sia un concetto introdotto dall'Abate Mermet e costituisce il raggio, ovvero la direzione, considerando i 4 punti cardinali, nella quale il corpo in oggetto vibra in maniera particolare...

Autore:  Luke [ lun 8 nov 2010, 15:12 ]
Oggetto del messaggio:  Re: raggio fondamentale

Ora ricordo cosa intendi... non l'ho mai definito così perché ho sempre trovato errato tale nome. Ciò di cui parli è qualcosa che oggi possiamo definire molto meglio con il concetto di CV (caratteristica vibratoria), ovvero la "firma" energo\vibrazionale di qualsiasi cosa esistente, sia essa vivente o non, sia essa una cosa o un avvenimento, etc.

La Radiestesia tradizionale, o meglio chi l'ha riscoperta, sbaglia secondo me nel definire "radiazioni" queste informazioni, e quindi "raggio fondamentale" la singola CV, così come il termine "radiestesia" nasce da quest'errore. Questa visione infatti deriva dall'errata, illusoria idea che queste informazioni siano in qualche modo "emanate" (cioè irradiate, irraggiate), mentre invece non è così, sono lì "dove stanno", nell'energia ma soprattutto nella Coscienza (l'insieme di queste informazioni forma la cosiddetta "Akasha", anche questa definita in modo simbolico\figurato, in tal caso come una biblioteca).

Ci sono addirittura molti radiestesisti che sono convinti che lo strumento radiestesico sia un'antenna, etc, ed altre sciocchezze varie. Costoro, a mio avviso, hanno capito bene poco dell'universo formato da tempo, spazio ed energia, ma soprattutto da Coscienza, tenendo presente sia la non località, sia le dimensioni spaziali successive alla terza, sia il concetto di "Percezione pura" in sé, secondo me fondamentale per comprendere la radiestesia ed in generale ogni fenomeno di percezione.

Il "raggio fondamentale" non ha quindi nulla a che vedere con i punti cardinali, ma è semplicemente la CV di ogni cosa: sono tutte diverse ed ognuna è la sommatoria di altre. Infatti, proprio come in elettronica ogni segnale è potenzialmente il risultato della sovrapposizione di infinite armoniche, anche in radiestesia il raggio fondamentale è considerato come la somma di diversi raggi minori, su cui non entro in merito perché trovo la cosa estremamente incompleta e limitata, affrontata a suo tempo con una mentalità antica e tutt'altro che olistica.

Autore:  francesco [ lun 8 nov 2010, 16:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: raggio fondamentale

quoto alcune cose che scrivi in merito alla CV e al concetto di radiestesia non come percezione di vibrazioni.
così a caldo mi sorgono 2 domande:
1 puoi approfondire il concetto di radiestesia?
2 sul libro dello Zampa sono riportati tanti CV o come li chiama lui RF, di tanti materiali (minerali e non solo), come se fossero delle firme depositate in banca, con le quali si può confrontare un altro materiale per verificarne o meno la corrispondenza, questi CV o RF sono relazionati con i punti cardinali....forse è solo un caso perchè non avevano altri punti di riferimento?

Autore:  Luke [ lun 8 nov 2010, 16:33 ]
Oggetto del messaggio:  Re: raggio fondamentale

Citazione (francesco)
puoi approfondire il concetto di radiestesia?

In molte parole, qui ed ora, non riesco.
In poche parole: "approccio tecnico alla percezione somatizzata sul senso del tatto mediante l'uso opzionale di estensioni fisiche atte a facilitare il riconoscimento di tali percezioni mediante l'aumento dei relativi movimenti muscolari inconsci appartenenti alle focalizzazioni ideodinamiche".
Citazione (francesco)
2 sul libro dello Zampa sono riportati tanti CV o come li chiama lui RF, di tanti materiali (minerali e non solo), come se fossero delle firme depositate in banca, con le quali si può confrontare un altro materiale per verificarne o meno la corrispondenza, questi CV o RF sono relazionati con i punti cardinali....forse è solo un caso perchè non avevano altri punti di riferimento?

In radiestesia e radionica molte persone pensano che rivolgendo qualcosa al nord questo acquisisca maggior potere o maggiore energia. Ciò è solo in parte vero, e comunque in modo poco significativo, di sicuro ben lontano dall'essere determinante. Ecco quindi che le varie figure vengono fatte orientare al nord. Ma tali figure, siano esse tavole radiestesiche o cirtuiti radionici, hanno validità indipendentemente dallo spazio, essendo esse stesse raffigurazioni spaziali dell'energia, della vibrazione: non importa quindi dove sono orientate, ma che siano fatte il meglio possibile, ovvero nel modo più completo (e quindi, purtroppo, complesso) possibile, cosa che purtroppo i vecchi approssimativi studi non offrono. Infatti una qualsiasi cosa è ben lungi dall'esser descritta precisamente da una "rate" o "frequenza" (un numero senza punti di riferimento) o da uno schemino bidimensionale, come in molti credono e vogliono far credere...

L'argomento necessita di un'analisi più approfondita, che ho intenzione di fare in un documento dedicato e in qualche conferenza online. Tuttavia se inserisci le scansioni delle figure a cui ti riferisci, possiamo fare un'analisi insieme e farci capire anche da tutti gli altri.

Autore:  baronemuller [ dom 23 nov 2014, 13:59 ]
Oggetto del messaggio:  Re: raggio fondamentale

Ciao sono nuovo e capitato quì per caso mentre cercavo alcune informazioni riguardo la radioestesia.
Scusa ma non capisco quale sia il problema nel chiamarlo raggio fondamentale, certo che si tratta di una direzione, è evidente, ma è una rappresentazione che fa da supporto per svolgere le ricerche.
Cioè quando viene redatta una carta astrale è chiaro che il cielo non è quello, ma è una rappresentazione bidimensionale dal punto di vista terreno che fa da supporto di lavoro(forse non era l'esempio migliore ma mi è venuto questo). Francamente, posso sbagliarmi, ma non credo ci siano radioestesisti seri che pensano che lo strumento sia l'antenna :D
E' vero quello che dici, la faccenda è molto più complessa, ma non credi che anche la ricerca radioestesica possa essere un punto di partenza per uno sviluppo spirituale?

Autore:  baronemuller [ dom 23 nov 2014, 14:02 ]
Oggetto del messaggio:  Re: raggio fondamentale

Scusa mi sono accorto dopo che si trattava di una discussione un pò vecchiotta 8(

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
http://www.phpbb.com/