Oggi è dom 27 mag 2018, 9:58

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Profumo all'improvviso
Messaggio da leggereInviato: mer 24 feb 2016, 12:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 23 feb 2016, 18:45
Messaggi: 2
Ho cercato nel forum discussioni al riguardo tuttavia non ho trovato nulla, inoltre spero di non aver sbagliato sezione, in tal caso mi scuso.
Voglio scrivere di un fenomeno che mi è successo quasi un anno fa, mese più mese meno. Ero in casa, avevo appena smesso di leggere un libro (abbastanza noioso), ero tranquilla e serena. Mi ricordo di essere scesa in cucina per bere un bicchiere d’acqua quando all'improvviso ho sentito questo odore. A livello olfattivo è stata un vera e propria esplosione. E più che come odore, l’ho catalogato poi, come profumo.
Era un profumo vagamente maschile, ma quello che più predominava era l’odore della neve. Non so se avete presente o avete catalogato l’odore della neve: freddo, pungente, pulito, che sa di ghiaccio però leggero e morbido. Di per sé non è stato il profumo a sconvolgermi ma la reazione che il mio fisico ha avuto. È difficile da spiegare, da trovare le parole esatte per farvi capire quello che ho provato.
Nel momento esatto in cui ho percepito l’odore, ho sentito una scarica elettrica ad alto, altissimo, voltaggio che mi ha attraversato dalla testa fino ai piedi e nello stesso identico istante è partita dai piedi fino ad arrivare alla testa salvo per poi concentrarsi in unico posto, nello stomaco. Vorrei fare il paragone con le tanto decantate farfalle che si sentono ma non posso perché non si avvicina neanche lontanamente. È stato qualcosa di talmente tanto potente e violento (come un pugno nello stomaco, come andare sulle montagne russe, come implodere ed esplodere in un unico istante) che mi ha tolto il respiro. E nonostante la potenza e la violenza, non mi ha fatto male, non ho provato dolore, nello stesso modo in cui non ho provato benessere. Semplicemente è stato. Non esistono parole con cui posso spiegare. So che non esistono.
Dopo questa sensazione ogni singola parte di me, ogni singola cellula, OGNI SINGOLO elemento che mi compone ha iniziato a fremere, a vibrare e a tentare di raggiungere spasmodicamente quel profumo, di fondersi disperatamente al profumo. Perché so (sapevo) che quel profumo mi apparteneva nello stesso modo in cui io appartenevo al quel profumo, è un profumo che conoscevo. E non sto parlando di un sentimento di possessione, è un qualcosa che va aldilà di un sentimento o emozione è qualcosa che io non posso farvi comprendere perché non conosco. E se tento di spiegarlo sarebbe un tripudio di: disperazione, bisogno, giusto, completo, desiderio, amore, violenza, e altri termini che non trovo. Tutti fusi, in un qualcosa che non ha un inizio e ne una fine, un qualcosa in cui i singoli elementi non si distinguono e assumono significati diversi, si trasformano, diventano altro.
Quando questa cosa è finita, quando sono ritornata alla realtà mi ci è voluto qualche secondo per riprendermi, ero nella stessa posizione prima di sentire questo odore, forse non identica ma è capitato tutto così all'improvviso che non ho avuto tempo per registrare quello che mi circondava. In modo estremamente lucido ho iniziato a guardarmi intorno e girarmi a 360 gradi avendo la convinzione assurda di trovare la fonte di quel profumo, che il mio cervello aveva tradotto nella presenza di una persona, un uomo. Ovviamente ero completamente da sola, nessun uomo, nessuna entità, niente di niente. Ho passato le seguenti ore in uno stato assurdo. Mi sentivo male, sentivo la mancanza di quel profumo a livello fisico come se mi mancasse qualcosa, un arto, un organo. E in modo incessante e ossessivo chiedevo “chi sei?”.
Nei mesi successivi ho iniziato ad annusare (in modo discreto [renske.gif] , vorrei precisare, non sono ancora diventata un animale a tutti gli effetti) le persone, tutte quelle che incontravo. Partendo dai miei genitori, amici, amiche, donne e uomini, per non parlare del senso di fastidio, repulsione e ingabbiamento (cioè una sensazione di essere in trappola, in una gabbia, un qualcosa che mi blocca) quando ho sentito che l’odore del mio ragazzo non era quello che avevo sentito e che non si avvicinava neanche lontanamente.
Ho cercato su internet eppure non ho trovato nulla, se non cose riferite a Padre Pio, e diciamocelo: no. Anzi lo dico io: NO. nonono
Qualunque cosa sia stata questa esperienza (allucinazione forse), quelle emozioni così primordiali mi hanno segnato. È l’unica cosa che so, SO, è che in questo mondo, da qualche parte c’è un essere che corrisponde a quel profumo, che lo porta e che è suo. È buffo perché è l’unica cosa su cui concordo su più piani: fisico, emotivo, mentale ecc. <=|
È l’unica cosa di cui sono consapevole.
Scrivo questo perché vorrei sapere, qualcun altro ha avuto questa esperienza? Cosa ne pensate, cosa può essere, che teorie avete, impressioni? Questo perché qui ci sono persone che sanno molto più di me, le vostre ipotesi e i vostri pensieri mi potrebbero aiutare ad avere una visione a 360 gradi. Senza escludere nulla e provando tutto.
Ho accantonato l’ossessione dei primi mesi per questa esperienza, o meglio, l’ho trasformata in una specie di base, di inizio per me stessa. Inizio da cui iniziare, diciamo, per conoscermi e comprendere il mondo. ^^





Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010