Oggi è mar 22 ott 2019, 8:24

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: gio 15 ott 2009, 10:45 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Un uomo camminava per una strada con il suo cane. Si godeva il paesaggio, quando ad un tratto si rese conto di essere morto.

Si ricordò quando stava morendo e che il cane che gli camminava al fianco era morto da anni. Si chiese dove li portava quella strada.

Dopo un poco giunsero a un alto muro bianco che costeggiava la strada e che sembrava di marmo. In cima a una collina s'interrompeva in un alto arco che brillava alla luce del sole.

Quando vi fu davanti, vide che l'arco era chiuso da un cancello che sembrava di madreperla e che la strada che portava al cancello sembrava di oro puro.
Con il cane s'incammino verso il cancello, dove a un lato c'era un uomo seduto a una scrivania.

Arrivato davanti a lui, gli chiese: - Scusi, dove siamo?

- Questo è Il Paradiso, signore, - rispose l'uomo.

- Uao! E non si potrebbe avere un po' d'acqua?

- Certo, signore. Entri pure, dentro ho dell'acqua ghiacciata.

L'uomo fece un gesto e il cancello si aprì

- Non può entrare anche il mio amico? - disse il viaggiatore indicando il suo cane.

- Mi spiace, signore, ma gli animali non li accettiamo.

L'uomo pensò un'istante, poi fece dietro front e tornò in strada con il suo cane.

Dopo un'altra lunga camminata, giunse in cima a un'altra collina in una strada sporca che portava all'ingresso di una fattoria, un cancello che sembrava non essere mai stato chiuso. Non c'erano recinzioni di sorta.

Avvicinandosi all'ingresso, vide un uomo che leggeva un libro seduto contro un albero.

- Mi scusi, - chiese. - Non avrebbe un po' d'acqua?

- Sì certo. Laggiù c'è una pompa, entri pure.

- E il mio amico qui? - disse lui, indicando il cane.

- Vicino alla pompa dovrebbe esserci una ciotola.

Attraversarono l'ingresso ed effettivamente poco più in là; c'era un'antiquata pompa a mano, con a fianco una ciotola.

Il viaggiatore riempì la ciotola e diede una lunga sorsata, poi la offrì al cane. Continuarono così finchè non furono sazi, poi tornarono dall'uomo seduto all'albero.

- Come si chiama questo posto? - chiese il viaggiatore.

- Questo è il Paradiso.

- Be', non è chiaro. Laggiù in fondo alla strada uno mi ha detto che era quello, il Paradiso.

- Ah, vuol dire quel posto con la strada d'oro e la cancellata di madreperla? No, quello è l'Inferno.

- E non vi secca che usino il vostro nome?

- No, ci fa comodo che selezionino quelli che per convenienza lasciano perdere i loro migliori amici.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: gio 15 ott 2009, 14:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 889
Località: Cuneo
Un uomo che farebbe così, come dice letteralmente la storia, sarebbe veramente una merda. (scusate il termine)
Comunque è ovvio che si tratti di una metafora, e c'è chi si comporta così.
Per me andare in paradiso senza i migliori amici è un inferno.

_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: gio 15 ott 2009, 15:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
se parliamo di paradiso e inferno cristiano l'autore non conosce Dante

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: ven 16 ott 2009, 17:45 
Non connesso

Iscritto il: gio 9 lug 2009, 12:53
Messaggi: 48
è una metafora BELLISSIMA!!!!


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: ven 16 ott 2009, 22:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
giusto per non sembrare che emano frasi senza motivo, vi faccio notare come in un ottica cristiana pura(quindi da un punto di vista puramente teologico) se il tizio avesse scelto il cane sarebbe andato all'inferno, e non viceversa. perché:
1)le scelte che conducono o meno alla salvezza si fanno in vita, non immediatamente dopo la morte
2) se non sei dannato l'unico sentimento che percepisci è l'Amore verso Dio, ogni emozione legata a qualcosa/qualcuno di terreno è svanita, ho citato Dante perchè nella Divina Commedia qesta questione è molto chiara: chi è salvo ha "occhi" solo per Dio.
interessante no?

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: mar 24 nov 2009, 21:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 9 set 2009, 15:04
Messaggi: 153
Località: Roma
a mio parere personale la visione cristiana dell'inferno e il paradiso è paradossale e bigotta, per il semplice fatto che appunto per andare in paradiso bisogna limitare la propria liberta, e seguire delle regole severe da buon samaritano :P...mentre chei è piu libero e privo di regole va all'inferno e viene torturato, e non ha senzo perche l'inferno dovrebbe puntare a tentarti a ripetere i tuoi errori non a straziarti con il dolore fisico che tecnicamente una volta morto non dovresti sentire...e anche il fatto di avere occhi solo per Dio...Dio non vorrebbe che le persone avessere occhi solo per lui, anche perche avere occhi solo per un essere cosi etereo e puro si peccherebbe...trovo la cosa alquanto bislacca...
EDIT: se ho offeso qualcuno chiedo scusa

Per la metafora complimenti è stupenda...e oggi sono una mammoletta mi sono commosso anche qui :)


Postero un mio pensiero sull'amicizia come completo di scriverlo :)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: gio 26 nov 2009, 16:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
no vabbè quello che dici tu è riduttivo, il discorso è ben più complesso ci si sono sbattuti sopra 2000 anni mica per produrre un pensiero così paradossale e bigotto asd

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: gio 26 nov 2009, 22:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 23 mar 2009, 18:31
Messaggi: 256
Località: Torino
Citazione
Sefanor:Un uomo che farebbe così, come dice letteralmente la storia, sarebbe veramente una ***. (scusate il termine)
Comunque è ovvio che si tratti di una metafora, e c'è chi si comporta così.
Per me andare in paradiso senza i migliori amici è un inferno.


....hai presente quelli che abbandonano gatti e cani sull'autostrada... per andare in vacanza?!.........................



Tornando alla metafora, ^^ molto bella.


Parlando dell'argomento Inferno, paradiso, purgatorio...
il purgatorio fu inventato dalla chiesa... il limbo per i binbi senza battesimo fu inventato dalla chiesa....
Linferno fu inventato dalla chiesa...
Gesù ha solo parlato del regno dei cieli non degli altri....

_________________
Cacciatrice di sogni


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: gio 26 nov 2009, 22:17 
Non connesso

Iscritto il: gio 9 lug 2009, 12:53
Messaggi: 48
ma ha anche parlato del fuoco della Geenna, dove ci sarà pianto e stridore di denti -> è come se fosse l'inferno!


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: ven 27 nov 2009, 2:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 23 mar 2009, 18:31
Messaggi: 256
Località: Torino
um, ^^" non ricordavo questo passaggio.
XD non mi ritengo ovviamente una esperta.

_________________
Cacciatrice di sogni


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: ven 27 nov 2009, 16:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
infatti di cristianesimo non è esperto nessuno, e piu sono inesperti e più parlano :rolleyes

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: mer 16 dic 2009, 3:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 23 mar 2009, 18:31
Messaggi: 256
Località: Torino
be, dai... gli esperti saranno i teologi, o gli studiosi degli scritti o della storia del cristianesimo.
qualcuno c'è di esperto, ovvio 1 lezione alla settimana al catechismo non ti fa di sicuro esperto

_________________
Cacciatrice di sogni


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: mer 16 dic 2009, 12:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Ciò che è scritto nel "cristianesimo"(notare le VIRGOLETTE :rolleyes )altri non è che una zuppa trita e ritrita presa da altre antiche culture religiose(vedasi quelle egizie o quelle indiano-asiatiche)quindi non mi stupisce che venga detto che paradiso ed inferno sia creazione cattolico-ecclesiastiche mentre in realtà sono "leggermente" più arcaiche asd

La sola differenza(scusate l'OT ma è necessario)tra noi occidentali e la cultura orientale è sulla psicologia...a causa di quel demente di Aristotele che disse che "MENTE e LOGICA sono le caratteristiche FONDAMENTALI dell'essere umano",ci ritroviamo in una società estremamente dicotomica(la mente,per sua natura,è antitetica...deve vedere le cose divise,scisse,per giudicarle e,naturalmente,dire sempre il contrario di quello che ha appena affermato)ed immatura.
Se quel giorno Aristotele si fosse ammazzatto di "5 vs 1"(ma non solo quel giorno),magari ora saremmo un pochetto più progrediti ed il concetto di paradiso ed inferno risulterebbe mera astrazione in quanto avremmo iniziato a prendere in esame anche corpo,spirito ed anima come altre parti FONDAMENTALI e non semplici "accoliti" della mente.

La psicologia occidentale(se giusto di PSICO-logia si deve parlare,dato che di "scienza dell'anima" c'è ancora poco)è ancora un poppante in fasce...il suo maggiore sviluppo è iniziato con Freud(è stato un pioniere,peccato che abbia lavorato solo su gente deviata e non su soggetti sani),mentre la psicologia indiana ha circa 10-12mila anni...ciò che viene affermato ora in occidente,lo affermò per circa 5mila anni una scuola di materialisti nota come CHARVAKA che già allora avevano un concetto estremamente maturo,cioè che "paradiso ed inferno sono rispettivamente piacere e dolore nella vita terrena",specificando però che tale cosa non avviene nell'aldilà dato che per loro anima non esisteva ergo nemmeno la reincarnazione.

CHIUSO OT

Dopo questa "disquisizione in pillole",la parabola in sè è molto bella e affatto ricca di significati...è semplice come dovrebbe esserlo la vita...chi l'ha letta con la mente si domanderà del perchè del suo significato,chi l'ha letta col cuore vedrà che in sè ha un significato umano,semplice e naturale dato che proprio la parola AMICIZIA ha la stessa radice del verbo AMARE.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: sab 2 gen 2010, 1:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 591
Località: Torino
Sì infatti perché se l'argomento è l'amicizia ci siamo messi a parlare di "cristianesimo"

Io trovo che sia una storiella bellissima :blush
Citazione (G-chan)
proprio la parola AMICIZIA ha la stessa radice del verbo AMARE.
Bella osservazione G! :blush2

_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: dom 3 gen 2010, 23:23 
Non connesso

Iscritto il: sab 5 set 2009, 16:03
Messaggi: 23
Molti filosofi parlarono di amicizia.
Forse per cercare di capire come mai è così sfuggente e difficile da afferrare.
Forse è un inganno o forse una parte fondamentale del rapporto con il prossimo.
Nasce forse grazie ad un interesse in comune o magari per pura coincidenza.
Diventa profonda con il tempo e simile ad un rapporto affettivo, ma come capita sempre, dona le stesse delusioni e le stesse difficoltà di un rapporto d'amore con la propria compagna/compagno.
Delle volte penso che sia solo una illusione momentanea che vede due persone che pirandellianamente pensano di conoscersi per poi ritrovarsi di nuovo come perfetti sconosciuti.
Quante volte è capitato di poter mettere la mano sul fuoco per un'amicizia per poi ritrovarsi davanti ad una persona diversa da quello che pensavamo che fosse.
Quante volte è successo di dire: "Ma davvero pensi questo di me dopo tutto questo tempo?".
L'amicizia è un mistero forse come il segreto dell'amore che unisce le anime gemelle.
L'amico non ha bisogno di una quotidianità come la compagna/compagno, ma è un alleato disposto a condividere la propria sensibilità e disponibilità di fronte alle bellezze e difficoltà della vita.
Un legame elastico e libero che permette di avere un punto fermo in questo mare, forse.
Questa è la mia opinione per ora, secondo le mie esperienze. |:)

_________________
Non cercare di cambiare il mondo, cambia te stesso e ti accorgerai di averlo già cambiato.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'amicizia
Messaggio da leggereInviato: lun 1 feb 2010, 9:10 
Non connesso

Iscritto il: mar 19 gen 2010, 13:08
Messaggi: 14
cos'è l'amicizia? testiamola nel momento del bisogno e l'amore quanto è vero ed in quante persone ...vediamo nei momenti estremi cosa succede...senza polemica o retorica...è che non riesco proprio a capire il senso del bene?

senza una punizione o una conseguenza dopo la morte corporale(chiedo vi sono conseguenze per le altre parti dopo?)

se anima fa solo esperienza...se il mio senso piu profondo, prima della logica della morale di tutto ciò che è dopo ,mi da piacere nel male

voglio dire se mi da piu completezza o semplice gioia l'odio ed il male ,anche piu spinto,perche non viverlo commetterlo provarlo.

e negando il libero arbitrio altrui,anche quello mentale,cosa succede perchè non sperimentarlo,ed ogni lettura ogni sapere ogni idea,rende più difficile capire per me...se me stesso è il male,il mio piacere pure,egoismo,date le premesse sopra perchè?


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ] 

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010