Oggi è lun 21 gen 2019, 20:24

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Uomo Tigre [Anima - Mente - Spirito]
Messaggio da leggereInviato: sab 24 set 2011, 20:04 
Non connesso

Iscritto il: gio 8 set 2011, 16:57
Messaggi: 34
In questo post presento alcuni cartoni animati giapponesi (in gergo: Anime; mentre i fumetti sono definiti: Manga) degli anni '70, spesso censurati e banditi dalla televisione moderna, perché considerati violenti e diseducativi. Le cose purtroppo non stanno cosi!

I cartoni moderni infatti, costruiti in scenari tipici da stereotipo provinciale o metropolitano, in cui i ragazzi, sempre più disillusi e meno sognatori, si possono facilmente identificare; propinano contenuti, in linea con la dottrina della società materialista moderna, che inducono alla stupidità, all'egoismo, all'arrivismo, al conformismo; senza contare i contenuti esoterici, per i quali si potrebbe parlare di istigazione allo schiavismo e al razzismo; ovviamente tutto questo, figura sotto le righe di un bel quadretto simpatico, colorato e divertente, assolutamente innocuo, anche agli occhi di un genitore che, troppo spesso, è più ingenuo del proprio figlio.

Cartoni animati giapponesi come: Uomo Tigre - Capitan Harlock - Danguard - Candy - Lulù - Mimì - Conan; sarebbero da considerarsi come veri e propri manuali di vita, dai profondi contenuti umani ed educativi; ad esempio, si spiega cos'è il nazismo e con quali meccanismi sociali viene attuato, si spiega cos'è il valore umano sopra la divisione sociale.

Questi cartoni sono anche ricchi di simbologie che possono essere interpretate in chiave archetipica, spesso sono ispirati all'induismo;
ma tipicamente, il messaggio che passa è:
riflettere al di sopra del dualismo; agire in funzione della vita; rifiuto alla violenza; combattere per la libertà; sacrificarsi per un ideale in salvaguardia della vita; uguaglianza e lealtà fra gli esseri umani, anche se si tratta del proprio nemico;

insomma, insegnamenti di vita che un bambino, quando si trova a vivere le sue esperienze, ricorda e comprende appieno; crescendo come un uomo degno di essere chiamato tale, con un coraggio, un amore per la vita, e una capacità di ragionare con la sua testa.

Io credo che al giorno d'oggi, un valido strumento per contribuire alla formazione di un bambino, contro l'indottrinamento sociale, scolastico e mediatico; oltre che una sana cultura, possa essere proprio la visione di questi cartoni.

Alcune puntate significative di Uomo Tigre (1969):

Naoto conosce Anima

Anima conosce la sofferenza nel mondo

Anima è vera anche senza riconoscimenti

Lo scontro fra Shiva e Vishnu

I titoli non sono questi! Ho pensato di sintetizzare la mia personale interpretazione in questi titoli, ma naturalmente posso anche sbagliarmi; sarebbe interessante un confronto aperto;

Uomo Tigre è uno dei cartoni considerati più violenti, certo la violenza si vede, ma il messaggio vuol essere proprio una denuncia alla violenza, e la lotta (che comunque viene idealizzata come un confronto finalizzato alla crescita, nel corso del cartone) è un simbolo che assume diversi significati a seconda della vicenda in cui è rappresentata. Personalmente non ho potuto fare a meno di commuovermi in queste puntate. T_T


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 4 ott 2011, 15:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 4 ott 2011, 13:33
Messaggi: 49
ti sei dimenticato di Ken il guerriero! era il mio preferito :)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 4 ott 2011, 19:37 
Non connesso

Iscritto il: gio 8 set 2011, 16:57
Messaggi: 34
Allora, ci tengo a segnalarvi due cartoni singolari che meritano una riflessione, si tratta di:

Ulisse-31

Il pianeta selvaggio

Ulisse-31 è una serie giapponese (Anime) del'81, realizzata esclusivamente per il mercato europeo, inizialmente Francia e Italia; è molto particolare perché si tratta di una libera interpretazione dei miti greci in chiave induista dipinta in uno scenario tecnologico, 31 infatti sta per trentunesimo secolo; al momento in cui scrivo sto seguendo la serie e sono alle prime puntate (di 26); ne sono rimasto affascinato, innanzitutto per i contenuti di profondo valore umano, filosofico, idealistico; per l'attualità dei temi trattati (controllo mentale - universo olografico - dei ostili, ecc); e poi perché incredibilmente compaiono i personaggi alieni descritti da C.Malanga (uomo primo, rà, biondo a cinque dita, cavalletta, ecc), ma chiaramente (non dimentichiamoci), si tratta di un opera di fantasia, quindi liberamente ispirata (alla realtà delle cose); in sostanza il messaggio che emerge mi sembra molto utile ad una riflessione costruttiva; e in ogni caso divertente da guardare soprattutto per un bimbo, e qui, niente violenza, anche se c'è l'idea della violenza, denunciata in tutte le sue possibili forme.

Il pianeta selvaggio, invece, è un film d'animazione francese del '73; in cui si parla di uomo primo (visto come uomo pesce) e il suo rapporto con l'uomo secondo (Noi), anche in questo caso una libera interpretazione, ma con tante similitudini alla realtà odierna.

A questo punto, sarebbe divertente proseguire il post con le interpretazione dei lettori circa i suddetti cartoni; quindi, per chi fosse interessato, consiglio di scaricarli (prima che vengano chiusi i relativi account per violazione del copyright), con il programma youtube downloader (inserendo i link alle playlist sopra riportati, il programma scarica automaticamente tutti i video).

Ad ogni modo, cartoni che rispecchiano in modo inequivocabile la realtà odierna, o perlomeno che disegnano un prototipo futuristico di ciò che oggi è la nostra società, sono:

Capitan Harlok

Conan - il ragazzo del futuro (questo link è un file .torrent, per scaricare il cartone bisogna aprire il file con il relativo programma: bit-torrent)

In questi ultimi si parla del nuovo ordine mondiale, del sistema nazista, ma soprattutto si danno le basi filosofiche per una idea di società ideale; per un bimbo questi due cartoni possono essere illuminanti; anche (anzi soprattutto) per un adulto..
possono essere un modo per stare in compagnia dei propri figli e trovare lo spunto per affrontare (a caldo) un dialogo (col bimbo) circa i temi difficili, che a scuola vengono fuorviati proprio per indottrinare i bambini al NWO

Buona visione..


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 20 mar 2012, 12:02 
Non connesso

Iscritto il: mar 20 mar 2012, 10:16
Messaggi: 11
Nei combattimenti dell'uomo tigre si vedeva che i suoi avversari lo attaccavano in modo sleale usando oggetti contundenti, taglienti o qualsiasi altra cosa avessero potuto scagliargli contro.
Lui invece nei suoi combattimente era sempre estremamente leale, combatteva sempre a mani nude e non si è mai abbassato ai sotterfugi dei suoi avversari dimostrando così di essere un uomo superiore dei suoi avversari.
Questo è un grande insegnamento che fa capire che per vincere, per riuscire nella vita non ti serve essere sleale.
Essere sleale ti serve solo a diventare una persona peggiore come erano i suoi nemici.
Se vuoi vincere (o riuscire) nella vita devi solo impegnarti e credere nelle tue forze come faceva l'uomo tigre.
Mi sono sempre ritrovato nella storia di questo bambino che un giorno allo zoo guarda negli occhi una tigre e dice "voglio diventare forte come una tigre" e scappa dall'orfanotrofio abbandonando tutti gli altri bambini e chi si doveva occupare di lui. Lui era già adulto da bambino.
Dopo anni di allenamenti a Tana delle Tigri diventa forte e raggiunge il successo economico e la fama ma non ottiene mai l'unica cosa che veramente mancava nella sua vita. L'amore.
Poi quando matura abbandona tana delle tigri e questa gli manda Mister X per ucciderlo.
La figura di Mister X rappresenta i fantasmi del passato che se non sei tu a distruggerli sono loro che prima o poi ti uccidono.
Infatti l'uomo tigre finisce così, ucciso dai fantasmi del passato dai quali non è mai riuscito a liberarsi.
E questo fa capire che per risolvere i problemi del passato non servono i pugni ma l'amore.
Dovete sapere che in Giappone i ragazzi sono così presi dagli impegni scolastici che i cartoni animati li guardano gli adulti è per questo che sono così veri e pieni di messaggi reali.
Infatti in giappone i personaggi dei cartoni sono considerati alla stregua di veri e propri eroi nazionali.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 20 mar 2012, 13:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 giu 2011, 11:28
Messaggi: 782
il giappone va anche visto nella sua cultura, va infatti ricordato che hanno sempre creduto che l'imperatore sia un discendente di dio, e che nella seconda guerra mondiale davano talmente tanto per la propria giapponesità che se non fosse stato per gli ordigni atomici un po alla volta avrebbero vinto la guerra, talmente convinti di dover vincere. c'è da dire inoltre che una volta persa la guerra il dramma del paese soprattutto a livello morale è stato tale che le generazioni successive sono state segnate da una vera e propria crisi di identità, cosa che si nota nell'uomo tigre come in tutti i cartoni degli anni '60-'70 e che viene fatta trasparire anche attraverso drammi veri e propri del paese, sempre nell'occhio del ciclone e sempre perseguiitato da demoni e tragedie atomiche. d'altronde non è semplice allevare un paese di orfani dove si crede che dio ti ha abbandonato ;)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 3 ott 2012, 20:09 
Non connesso

Iscritto il: mer 3 ott 2012, 19:37
Messaggi: 2
Concordo con Filippo e quanto detto finora. Va considerato che per la cultura giapponese alcuni "fumetti" sono anche una forma letteratura educativa, cosa che si vedeva chiaramente con i prodotti di quegli anni, meno o quasi per niente nelle opere più recenti. La cosa risulta meno strana se pensiamo che in giappone manga e anime sono creati per fasce d'età e quella degli adolescenti porta sempre in cantiere tematiche come sacrificio, spirito di squadra, integrità morale, ecc..
Qui da noi questi significati semplicemente non ci sono mai stati, al massimo il fumetto viene usato come forma di protesta sociale, ad esempio una buona fetta di opere marvel mostrano le paure razziali fra umani e "mutanti" come un riflesso di quanto avveniva fra bianchi e neri nell'america di qualche decennio fa.

Quindi si, quando avrò dei figli penso proprio che passerò loro qualche opera come uomo tigre e kenshiro, sotto la patina di violenza c'è molto che possono trasmettere!


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010