Oggi è lun 21 gen 2019, 20:49

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 48 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: sab 19 gen 2013, 13:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Volevo parlare in generale di quest'argomento, ciò che c'è dopo la morte.

Per esempio, di recente mi è venuta una domanda.... su anima sappiamo che dopo la morte continua ad esistere o si reincarna.

...e gli altri tipo me, con solo mente e spirito, che fine fanno? Malanga se non erro dice che "ritornano all'uno".
Ora, ammettiamo che sia vero: io lo intepreto come uno "smembramento" della mia coscienza, che smette di esistere come individuo. In effetti, se così fosse, "giuseppe" non ci sarà più dopo la morte! Dunque per me finirà tutto lì.

Stranamente la morte non mi fa paura, perchè prima o poi arriva comunque e mi sembra giusto che ci sia una fine. Ma allo stesso tempo mi dispiacerebbe perdere tutto! Sono combattuto ^O^'

A prescindere da Malanga non saprei che pensare. Qual'è il vostro modo di vedere? :)


Ultima modifica di giuseppe90 il sab 19 gen 2013, 14:17, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: sab 19 gen 2013, 14:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 25 lug 2011, 20:19
Messaggi: 343
Eh.. domandina banale!
"Si dice che" anima viva contemporaneamente la sua esistenza in diversi corpi con diversa mente e spirito.
"Si dice che" poi alla fine delle sue esperienze vada con non si sa chi in un certo posto non si sa dove.
Se vuoi posso riferirti un modello mentale che mi sono fatto.
Mi immagino che siamo come 3 fili che vengono intrecciati da una macchina.
I tre fili sono la solito zuppa di anima mente e spirito.
La macchina tessitrice è il collasso del qui e ora nell'esatto punto in cui questi fili si uniscono.
L'uscita di questo filo trafilato e intrecciato dalla macchina è lo scorrere del tempo ma anima si intreccia contemporaneamente con altri fili e crea una maglia estesa.
Tanti fili tante esistenza, la lunghezza dei fili è la lunghezza temporale delle singole esperienze di vita, i tanti fili sono uniti insieme dal cross-over dell'anima che li vive contemporaneamente.
Nel qui e ora noi siamo una unità che è in grado di esistere in un certo modo grazie alla convergenza di mente che elabora la griglia, spirito che ne permea a livello energetico gli abitanti e anima che bò fa le sue cose.
Personalmente credo che mi identifico come IO grazie a questo collasso e non perchè esisto come essere pensante... o meglio... il mio pensare è derivato da questo collasso... ma il mio "pensare" penso che sempliceMENTE sia solo dovuto ad uno di questi componenti.
E' un tipo di esistenza quindi densa e completa secondo il mio punto di vista (sottointeso che abbiamo anche un corpo tangibile che soffre, e prova piacere e ci fa di conseguenza soffrire e provare piacere.. interfaccia fisica al mondo)
Alla mia morte non credo che sparirà nulla ma forse ci sarà una visione allargata e fluida dell'esistenza perchè (FORSE) se andrò da qualche parte (FORSE) anche con anima (FORSE), potrò usufruire (razionalMENTE?) delle sue esperienze di vita parallele.
Tutte supposizioni.
Ma per adesso è il modello che più mi piace.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: sab 19 gen 2013, 14:58 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
E' interessante, però la visione delle nostre componenti come "filo" facente parte di un enorme matrice presuppone che ciascuno di essi rimanga integro dopo la morte (e cioè uscendo dall'intreccio che forma col filo "anima" e col filo "spirito"), come anche lo era "prima".
Dunque tu dai una soluzione di continuità non solo ad anima, ma anche a mente e spirito?
Quindi non pensi si dissolvano come crede Malanga... applicando il suo pensiero all'esempio, il filo di mente andrebbe a sfilacciarsi completamente ed idem per spirito, scomparendo smembrato nei meandri di questo enorme intreccio che è la coscienza intera... mentre anima continuerebbe il suo viaggio permanendo come filo individuale.
Cosa pensi quindi sul destino di mente e spirito? Si dissolvono davvero come farebbe un granello di sale che si scioglie nel mare della coscienza, o non sei daccordo?


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: sab 19 gen 2013, 15:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 25 lug 2011, 20:19
Messaggi: 343
mmmm no l'intreccio lo vedo come mio modello per rappresentare questa esperienza in vita.
Non so cosa fa l'intreccio dopo la morte.
Credo però che tutto si fonda.
Non sono in linea con quello che dice Malanga ma solo a livello di sensazione, non ho nè prove nè esperienze.
Citazione
Alla mia morte non credo che sparirà nulla ma forse ci sarà una visione allargata e fluida dell'esistenza perchè (FORSE) se andrò da qualche parte (FORSE) anche con anima (FORSE), potrò usufruire (razionalMENTE?) delle sue esperienze di vita parallele.
Tutte supposizioni.

Per chiarire meglio, credo che alla mia morte, tutta questa rete che si è filata e intrecciata durante il fluire delle esperienze, si fonda in un unico "coso" che darà una visione allargata (CREDO) e un nuovo modo di concepire la propria esistenza e di conseguenza il proprio IO se di IO si potrà ancora parlare.
Per il momento comunque mi diverto qua.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: sab 19 gen 2013, 17:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Citazione (lexlater75)

Per chiarire meglio, credo che alla mia morte, tutta questa rete che si è filata e intrecciata durante il fluire delle esperienze, si fonda in un unico "coso".

aaah ok ok, avevo frainteso :)

Certo però mi chiedo che senso abbia allora il tentativo degli alieni di impossessarsi di anima... pensavo che fosse perchè loro non possono essere "immortali" a differenza degli addotti (non in senso fisico ovviamente).


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: sab 19 gen 2013, 19:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 25 lug 2011, 20:19
Messaggi: 343
E chi lo sa.
Mi sono già spinto troppo in là con le congetture lol. ;)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: sab 19 gen 2013, 20:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Citazione (lexlater75)
E chi lo sa.
Mi sono già spinto troppo in là con le congetture lol. ;)

forse anima gli serve sia per conservare i ricordi che per l'energia di cui dispone, giacchè sappiamo per certo che si tratta di un contenitore di esperienze.
In effetti se devi ricominciare ogni volta d'accapo non è molto utile essere immortali...


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: lun 21 gen 2013, 17:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 giu 2011, 11:28
Messaggi: 782
soprattutto se c'è chi si prende la briga di farti dimenticare.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: lun 21 gen 2013, 19:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 1 dic 2012, 18:18
Messaggi: 256
Località: Cyberspazio
Il modello di Lex mi piace assai, ci rifletterò.
Comunque Giuseppe è proprio su questo argomento che ho studiato in questi ultimi due anni! Mi piacerebbe scriverne ma ora sono preso con le bombe (troppe corse nella virtualità della mia dualità come diceva troll... cioè sere). Prima o poi scriverò di questo lunghissimo argomento che come direbbe trol...sere invece è semplicissimo: credi in te stesso e conquista l'universo. Punto. Malanga docet. Amen anzi, heil. XD


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: lun 21 gen 2013, 22:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Citazione (filippo77)
soprattutto se c'è chi si prende la briga di farti dimenticare.

a chi ti riferisci? Ad UP?

x Iena: bene son curioso di leggere, attenderò :)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: mar 22 gen 2013, 1:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 25 lug 2011, 20:19
Messaggi: 343
Citazione (Iena)
Il modello di Lex mi piace assai, ci rifletterò.

Niente di che è solo un modello, un giochino, però se vuoi ti creo un'immagine in 3D che ti chierisce meglio anche per quanto riguarda l'interazione fra diverse persone/vissuti (i momenti in cui quindi certe persone condividono lo stesso spirito).
Comunque per quanto riguarda la rappresentazione della parte animica in questo modello non sono stato esatto.
Anzi.. lo cambio perchè mi è venuto in mente un metodo migliore di rappresentazione.

Anima è la macchina che permette ai fili di avvolgersi e li crea.
Questi fili si arrotolano attorno a dei rocchetti che fanno parte della macchina stessa e che quindi sono tutti in comunicazione in quanto sono una cosa sola.
I fili sono mente e spirito e il punto in cui collassano attorno al rocchetto è il momento del qui e ora.
Non riesco a rappresentare bene spirito che deve essere condiviso da rocchetti di altre macchine.
Comunque l'avvolgimento che ne deriva è lo scorrere del tempo.
Anima coesiste perchè è il fulcro attorno al quel si arrotolano e si intrecciano i fili di mente e spirito delle varie vite.
Ogni rocchetto quindi è una vita.
Piace di più?
Se vuoi me ne invento un altro.
:)
Ma chi non ha anima come fa ad esistere?
Modello inesatto?


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: mar 22 gen 2013, 12:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 giu 2011, 11:28
Messaggi: 782
semplicemente forse il rocchetto e la sua esistenza non dipende da anima. forse anima è solo un macchinario che mette in comunicazione i vari rocchetti


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: mar 22 gen 2013, 13:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 1 dic 2012, 18:18
Messaggi: 256
Località: Cyberspazio
Citazione
però se vuoi ti creo un'immagine in 3D che ti chierisce meglio

Infatti grazie Lex se hai tempo mi farebbe piacere, comunque la prima versione la preferisco è più convincente.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: mar 22 gen 2013, 16:01 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 1 dic 2012, 18:18
Messaggi: 256
Località: Cyberspazio
Ok intanto provo a rispondere a Giuseppe.
Per brevità non posso scrivere qui tutta la ricerca che ho fatto su questo argomento che se vogliamo è il più importante di tutti perché in base a questo le persone comuni danno un senso o meno alla propria esistenza in fondo in fondo.
Parto direttamente dalle conclusioni ricavate dalla ricerca che poi appena posso scriverò a parte in altro tread.

Dagli studi che ho fatto su Gnosi Valentiniana, Libro dei Morti Tibetano, Vedanta e ovviamente IChing correlato alla Cabala con aggiunta di Tantrismo Shivaita e Sufismo islamico (waooo ma quante belle cosette!) ho ricavato una visione complessiva che vorrei condividere con tutti voi almeno neli elementi di base che sono "curiosamente" comuni a tutte dico tutte queste discipline mistiche ; la ragione di ciò potrebbe essere:

- che son tutte almeno in parte giuste
- che son canalizzate tutte dalle stesse fonti
- che son truccate (ma ne dubito in questo caso, troppa distanza spazio-tempo tra di esse per essere il frutto di un elaborato complotto...umano)
- tutte e tre queste ragioni insieme (probabilmente la più probabile!)

Comunque sia ne emergono dei fattori comuni interessantissimi.
Anzitutto la realtà concepita come matrice olografica-virtuale ma su questo se ne è già discusso tanto.
Poi la concezione della matrice non tanto come terreno di esperienza volontaria quanto come prigione concentrica stile Panopticon ( http://it.wikipedia.org/wiki/Panopticon ), prigione suffragata e gestita da potenze esterne (e interne) all'essere umano allo scopo (come nel film Matrix) di trasformarci tutti in batterie duracell (di sfruttare a loro vantaggio l'energia eterna dell'Anima).

Sette (numero ricorrente) gusci concentrici e falsi sono quindi altrettante prigioni concentriche attorno alla nostra anima o al nostro spirito; per i buddhisti tibetani si tratta di prigioni interne (che ci legano al corpo), per gli gnostici di galere esterne (che comunque ci legano al corpo) tutto per far sì che l'anima non riacquisti la consapevolezza necessaria a tornare libera.

I primi tre "livelli" gnostici sono costituiti da agenti mentali (sublunari) e sono presieduti da altrettanti arconti ovvero creature senza anima preposte al controllo a tutti i costi del loro settore di influenza e al soggiogamento delle anime sottostanti il loro potere. Oltre il terzo "cielo" l'anima comincia ad affrontare altri quattro arconti ancor più subdoli fino a scontrarsi contro l'inganno finale del Demiurgo (che nel Genesi malanghiano è praticamente UP) superato il quale finalmente, passando attraverso la "parte femminile della fisicità" (questa andrebbe spiegata a parte, è la parte dell'Eone Sophia che ha creato il demiurgo, in termini malanghiani è C1 che ha creato UP), può accedere alla dodecade gnostica (riflesso a dodici variabili o dimensioni del Pleroma, la Coscienza, o per dirla alla maniera del Vedanta, il Non-Manifestato che racchiude in sé il Manifestato e le sue manifestazioni). Per i tibetani ad esempio le variabili sono dapprima cinque, poi 12, quindi 8; per i valentiniani invece sono otto, poi dieci poi dodici ma qui si dovrebbe aprire molte altre parentesi.

In una rappresentazione grafica ipotetica abbiamo quindi la matrice al centro (la stiva dove remano gli schiavi-anime) circondata da un numero in base sette di vibrazioni (prigioni) gestite ciascuna da un Arconte (carceriere; entità o programma per dirla alla Matrix, preposto al controllo delle anime e al loro uso in qualità di energia inesauribile). Il tutto controllato e diretto da qualcosa di molto simile a UP, il demiurgo il quale, per incasinare il tutto a dovere, ha la sua controparte, l'UP2 ovvero il prodotto senz'anima del C2; demonologicamente parlando si tratta di lucifero o satana e dei loro "alieni incorporei" demoni e diavoli (ringhio e ...?). Come dicevano i latini divide et impera e col giochino "io faccio il buono e tu il cattivo", UP e UP2 ammesso che esistano, si spartirebbero la matrice-galera di anime allo scopo di usarle per campare in eterno e di ricacciarle nella matrice ogniqualvolta esse escono da un corpo ospite.

Come superare questa galera?
Premesso il fatto che la Coscienza ha già scelto di liberarsi fuori dal tempo (altro discorso a parte) e che quindi, oltre il livello "basso" non si tratta più di schiavitù ma di SCELTA esistenziale (altro discorso a parte) bisogna tener presente che ogni "blocco"-prigione è costituito da una particolare gamma vibrazionale, che a sua volta è caratterizzato da un particolare stato di consapevolezza.
Simbolicamente quindi: 7 gamme, 7 blocchi - per superarli: 7 gradi di consapevolezza l'uno conseguente all'altro... a quanto ho capito.

Vi risparmio i particolari delle "chiavi" e delle "porte", e sorvolo per ora sulle 21 porte alchemiche.
Beh ce ne sarebbe di roba da aggiungere e da scrivere! Che faccio? Continuo? Fin qui che ne pensate?


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: mar 22 gen 2013, 16:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 giu 2011, 11:28
Messaggi: 782
per fortuna iena la tua visione di queste cose, è molto neutra ed obiettiva.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: mar 22 gen 2013, 16:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 1 dic 2012, 18:18
Messaggi: 256
Località: Cyberspazio
Ci mancherebbe, e inoltre è tutto simbolico, va interpretato. Sei serio no? O dici che sono fuori? :P


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: mar 22 gen 2013, 16:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 giu 2011, 11:28
Messaggi: 782
si si sono serio, è che c'è chi sull'argomento si lascia imbrigliare da seghe mentali universali, tu decisamente no. comunque puoi parlare anche di chiavi e porte, c'è chi ha avuto esperienze in tal senso che magari avrebbe interesse di leggere


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: mar 22 gen 2013, 16:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 1 dic 2012, 18:18
Messaggi: 256
Località: Cyberspazio
Ok thanks! :)

Ora devo fare i compiti col bimbo, sennò si becca un'altra nota, poi continuerò ;)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 22 gen 2013, 17:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
moooolto interessante iena! C'è davvero parecchia roba... la cosa assurda è che qui ci avviciniamo quasi ad una teoria del tutto (o almeno della matrice), e qui è molto facile prendere abbagli, ma come ha detto filippo sei stato molto superpartes. Per me potrebbe essere la strada giusta.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sul post morte...
Messaggio da leggereInviato: mar 22 gen 2013, 19:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 25 lug 2011, 20:19
Messaggi: 343
Citazione (Iena)
Vi risparmio i particolari delle "chiavi" e delle "porte", e sorvolo per ora sulle 21 porte alchemiche.
Beh ce ne sarebbe di roba da aggiungere e da scrivere! Che faccio? Continuo? Fin qui che ne pensate?

Continua


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 48 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010