Oggi è lun 25 mar 2019, 18:35

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 167 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 9  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 4 dic 2007, 0:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 889
Località: Cuneo
Il demonio

Ho trovato questi materiali girando per internet.I miei commenti sono in fondo:

----------------------------------------------------------------------------------
"Intervista" al demonio

di Domenico Mondrone

Nel libro del padre Gesuita Domenico Mondrone (Prete Esorcista) intitolato: "A tu per tu col maligno" (Ediz. La Roccia - Roma) viene riportata una dichiarazione di Satana durante un esorcismo,la quale ci mette di fronte alla realtà del medesimo e dei suoi servitori. Satana gli dice:
"Non vedi che il suo regno (di Allah, Gesù o Dio) si sgretola e il mio si allarga di giorno in giorno sulle rovine del suo? Provati a fare un bilancio tra i suoi seguaci e i miei, tra quelli che credono nelle sue verità e quelli che seguono le mie dottrine, tra quelli che osservano la sua legge e quelli che abbracciano le mie. Pensa soltanto al progresso che sto facendo per mezzo dell'ateismo militante, che è il rifiuto totale di Lui. Ancora poco tempo e il mondo cadrà in adorazione dinanzi a me. Sarà completamente mio. Pensa alle devastazioni che sto portando in mezzo a voi servendomi principalmente dei suoi ministri. Ho scatenato nel suo gregge uno spirito di confusione e di rivolta che mai finora mi era riuscito di ottenere. Avete quel vostro (...) vestito di bianco che tutti i giorni chiacchiera, grida, blatera. Ma chi lo ascolta? Io ho tutto il mondo che ascolta i miei messaggi e li applaude e li segue. Ho tutto dalla mia parte. Ho le cattedre con le quali ho dato scacco alla Vostra filosofia. Ho con me la politica che vi disgrega. Ho l'odio di classe che Vi dilacera. Ho gli interessi terreni, l'ideale di un paradiso in terra che vi accanisce gli uni con gli altri. Vi ho messo in corpo una sete di denaro e di piaceri che vi fa impazzire e vi sta seducendo in un'accozzaglia di assassini. Ho scatenato in mezzo a voi una sensualità che sta facendo di voi una sterminata mandria di porci. Ho la droga che presto farà di voi una massa di miserabili larve, di folli e di moribondi. Vi ho portati a praticare l'aborto con cui fate stragi di uomini prima che nascano. Tutto quello che può rovinarvi non lascio intentato, e ottengo ciò che voglio: ingiustizie a tutti i livelli per tenervi in continuo stato di esasperazione; guerre a catena che devastano tutto e vi portano al macello come pecore; e insieme a questo la disperazione di non sapersi liberare dalle sciagure con le quali devo portarvi alla distruzione. Conosco fin dove arriva la stupidità degli uomini, e la sfrutto fino in fondo. Alla redenzione di quello che si è fatto ammazzare per voi bestie ho sostituito quella di governanti massacratori, e voi vi buttate al loro seguito come stupidissime pecore. Con le mie promesse di cose che non avrete mai sono riuscito ad accecarvi, a farvi perdere la testa, fino a portarvi dove voglio. Ricorda che io vi odio infinitamente, come odio lui che vi ha creati."

Poi aggiunse:

"In un secondo momento mi lavorerò uno per uno i parroci rispetto al loro pastore. Oggi il concetto di autorità non funziona più come una volta. Sono riuscito a dargli uno scossone irreparabile. Il mito dell'ubbidienza sta tramontando. Per questa via la Chiesa sarà portata alla polverizzazione. Intanto vado avanti con la decimazione continua di preti, dei frati, delle suore, ad arrivare allo spopolamento totale dei seminari e dei conventi: tolti di mezzo i suoi "operai della Vigna", subentreranno i miei e avranno via libera nel loro lavoro definitivo".

Quindi rivelò:

a) quali sono i suoi migliori collaboratori:

"A me preme incrementare il numero dei preti che passano dalla mia parte. Sono i migliori collaboratori del mio regno. Molti o non dicono più messe o non credono a ciò che fanno all'altare. Molti di essi li ho attirati nei mie templi, al servizio dei miei altari, a celebrare le mie messe. Vedessi che meravigliose liturgie ho saputo imporre loro a sfregio di quelle celebrate nelle vostre chiese. Le mie messe nere."

b) quali i suoi più grandi nemici:

"Quelli più legati alla sua amicizia, quelli che Egli riesce a conservare sempre suoi. Quelli che lavorano e si consumano per i suoi interessi. Che zelano la sua gloria. Un malato che per gli amici soffre e si offre per gli altri. Un prete che si conservi fedele, che preghi molto, che non siamo mai riusciti a contaminare, che si serve della messa, di quella tremenda maledettissima messa, per farci un male immenso e strapparci una moltitudine di anime. Questi sono per noi gli esseri più odiosi, quelli che maggiormente pregiudicano gli affari del nostro regno".

Infine Satana, mostrandogli una folla sterminata di giovani in una piazza di città gli disse:

"Guarda, guarda che spettacolo meraviglioso!...E' tutta gioventù passata dalla mia parte. E' gioventù mia. Molta l'ho irretita con la lussuria, con la droga, con lo spirito del materialismo ateo. Quasi tutti sono venuti su senza i soliti sciacqui battesimali. Questi giovani sono passati attraverso scuole programmate su un ateismo sindacale.Lì, hanno imparato che non è stato quello di lassù a creare l'uomo, ma l'uomo ha creato stupidamente lui. Ora sono agguerriti a una lotta attiva contro di lui, che resiste a scomparire. Ma scomparirà. E' fatale! Questi miei giovani hanno imparato a disfarsi di tutte le cosiddette verità eterne. Per essi esiste solo il mondo materiale e sensibile. E' stato un gigantesco lavaggio del cervello, e ci serviremo di questo per tutti coloro che osassero tenersi ancora aggrappati alle vecchie credenze. Egli deve scomparire in modo assoluto dalla faccia della terra. Presto verrà il giorno che neppure il suo nome verrà più ricordato. Le poche cose di resistenza che non riusciremo ad eliminare con la nostra filosofia, le annienteremo col terrore. Ci sono per i resti decine e decine di lager dove li manderemo a marcire. Così per tutti i paesi della terra. Uno dopo l'altro devono cadere ai miei piedi, abbracciare il mio culto, riconoscere che l'unico signore sono io..."
-----------------------------------------------------------------------------------------------
INTERVISTA A PADRE AMORTH.....
Ma la fede rimane intatta, cioè rimane una fede cattolica, se uno non crede nell’esistenza di Satana?
AMORTH: No. Le racconto un episodio...... Il pomeriggio seguente padre Ernetti è tornato da me per riferirmi che il mattino era stato ricevuto da Giovanni Paolo II. «Santità», gli aveva detto, «c’è un esorcista qui a Roma, padre Amorth, che se venisse da lei le direbbe che conosce troppi vescovi che non credono nel demonio». Il Papa gli ha risposto, secco: «Chi non crede nel demonio non crede nel Vangelo». Ecco la risposta che ha dato lui e che io ripeto.
- Mi faccia capire: la conseguenza è che molti vescovi e molti preti non sarebbero cattolici?
AMORTH: Diciamo che non credono a una verità evangelica.....
-Lei ha un osservatorio privilegiato: ha la sensazione che il satanismo si stia diffondendo?
AMORTH: Sì. Tantissimo. Quando cala la fede aumenta la superstizione. Se uso il linguaggio biblico, dico che si abbandona Dio e ci si dà all’idolatria, se uso un linguaggio moderno, dico che si abbandona Dio per darsi all’occultismo.
-E funzionano?
AMORTH: Non esiste distinzione tra magia bianca e magia nera. Quando la magia funziona, è sempre opera del demonio. Tutte le forme di occultismo, come questo grande ricorso verso le religioni d’Oriente, con le loro suggestioni esoteriche, sono porte aperte per il demonio. E il diavolo entra. Subito.
-Su cosa fa leva il demonio per sedurre l’uomo?
AMORTH: Ha una strategia monotona. Glielo ho detto, e lui lo riconosce… Fa credere che l’inferno non c’è, che il peccato non esiste ma è solo un’esperienza in più da fare. Concupiscenza, successo e potere sono le tre grandi passioni su cui Satana insiste.
-Come si cade vittime del demonio?
AMORTH: Si può incappare nei mali straordinari inviati dal demonio per quattro motivi. O perché questo costituisce un bene per la persona (è il caso di molti santi), o per la persistenza nel peccato in modo irreversibile, o per un maleficio che qualcuno lancia per mezzo del demonio, o quando ci si dedica a pratiche di occultismo.
-A lei il demonio non ha mai fatto del male?
AMORTH: Quando il cardinale Poletti mi chiese di fare l’esorcista io mi raccomandai alla Madonna: «Avvolgimi nel tuo manto e io sarò sicurissimo». Di minacce il demonio me ne ha fatte tante, ma non mi ha mai fatto nessun danno.
-Sta dicendo che anche qui, come in ogni guerra, Satana vuole conquistare i generali avversari?
AMORTH: È una strategia vincente. Si tenta sempre di attuarla. Soprattutto quando le difese dell’avversario sono deboli. E anche Satana ci prova. Ma grazie al cielo c’è lo Spirito Santo che regge la Chiesa: «Le porte dell’inferno non prevarranno». Nonostante le defezioni. E nonostante i tradimenti

In definitiva si può dire solo questo, chi è sinceramente con Dio, non deve temere alcun male!
Pregate finche vi vien dato tempo.....
La verità è una sola, non ne esistono due o sei con Gesù il Cristo o sei contro!.

fonte:cosenascoste.com
---------------------------------------------------------------------------------------------------------


Per me queste interviste trovate qua mi sembrano molto chiare...il Demonio, già dall'antichità, cerca di far credere che Dio sia cattivo (come mi pare sia già successo anche con Adamo ed Eva) e lui buono...il Demonio, oppure se lo vogliamo chiamare Male, si infiltra da qualsiasi fessura (metaforicamente parlando) per creare enormi disastri, che ad esempio possono capitare in famiglia(ad esempio quando i genitori uccidono i figli o viceversa mi vien da pensare a lui...ma solo alcune volte) ...e il brutto è che è molto intelligente e furbo, ed oltre a riuscire quasi sempre nei suoi scopi non si riesce a smascherare quasi mai...mi auguro di non incontrarlo mai, ma dato che non sono Santo penso che non lo vedrei mai XD...comunque è proprio vero che i soldi sono il suo sterco, perchè se non ci fossero non esisterebbero guerre, lotte di potere, povertà ecc...ecc...
Voi cosa ne pensate?
Jena ho sottolineato quelle frasi apposta(con particolare attenzione alle frasi sghembe!)...ti ricorda qualcosa? :rolleyes:
1

_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 4 dic 2007, 10:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
Ciao Sefanor e benvenuto! Già avevo letto questo documento e infatti mi trovo daccordo con te; il male tenta continuamente di farsi passare per cio che non è: ribellione, autonomia e giustizia e moltissime persone anche intelligenti cadono sotto questo grande equivoco e restano fregati (ho capito l'allusione! infatti...).
Il denaro poi è l'inganno più riuscito di tutti; pur non esistendo viene utilizzato per scatenare guerre, per far proliferare la fame, le malattie, l'ingiustizia...
Una vera merda.
Anche sul fatto degli omicidi in famiglie è ovvio che si tratta di cose simili.

Ci sono un bel po' di link che metterò in mediateca al più presto su questi argomenti, ma vorrei intanto sentire che ne pensate del denaro; cos'è secondo voi...

Non è una cosa tanto scontata anche se può sembrarlo, vedrete....

Per intanto grazie dell'intervento, Sefanor! ;)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 4 dic 2007, 12:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 889
Località: Cuneo
Ma del denaro ne parliamo qui oppure su un'altra sezione?Può essere considerato Male? :unsure:
2


_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 4 dic 2007, 14:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
Il denaro non è un'entità senziente pura trattandosi pur sempre di un eggregore... se vuoi puoi dire la tua anche qui, in caso sposto... mi devo organizzare per bene ancora! :D


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 4 dic 2007, 22:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 889
Località: Cuneo
Il Demonio è uno solo e lo sanno anche i gatti...ma i Demoni?Come nascono?In che piani dimensionali esistono e cosa cercano esattamente?Sembra quasi (IMHO) che cercano nuovi corpi in cui infilarsi e alleviare le loro sofferenze...(esattamente come dei virus XD)...ma magari vogliono da noi anche altre cose...che cosa esattamente?
9

_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 5 dic 2007, 0:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
Ogni antica civiltà ha la sua versione sulla natura dei demoni e dei diavoli, come ha la sua versione su quella degli angeli e dei deva.
In generale (ti dico la versione antropologica, secondo me molto plausibile) si tratterebbe di "suoni corrotti" nell'immensità armonica del multiverso.

"In principio era il Verbo e il Verbo era presso Dio, e il Verbo era Dio" (Giovanni 1,1-18).
Da che se ne deduce che Dio è suono e luce (quindi anche colore) e questi due sono i due complementari elementi di tutta la Creazione.
Se Dio è suono, è il suono perfetto, la musica infinita; gli angeli o le potenze a lui affini si "accordano" col suo canto con la sua musica; le altre, ostili, cercano di spezzarne ritmo e melodia inserendo suoni discordanti e corrompendo le melodie pure degli altri...
E' molto simbolico ma essenzialmente è così che pare funzioni la realtà; sia dal punto di vista olografico (la frequenza luminosa di interscambio della matrice), che da quello quantistico (la frequenza di interscambio particellare-ondulatorio), sia dal punto di vista mistico (la sillaba sacra OM degli indu) che da quello mitologico (il canto di Orfeo che piegava la realtà; i canti dei Valar che formano la realtà), sia dal punto di vista concretista (John Cage - "4:33") che da quello concettuale (Joseph Beuys "Homogeneous Infiltration for Piano") ...

Comunque poi riporterò meglio (appena ho più tempo) alcuni tralci da un buon libro che ho in biblioteca e che parla proprio di demonologia; piuttosto chiarificante! :-)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 5 dic 2007, 13:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 889
Località: Cuneo
Simbologia evangelica
Metafore


In questa sezione si parla dei simboli evangelici...
il vangelo è stato scritto quasi 2000 anni fa e per far capire meglio i concetti alle persone utilizzavano un linguaggio di un certo livello, che noi non dobbiamo prendere alla lettera ma cercare di interpretarlo...è una cosa che non viene insegnata nelle scuole e al catechismo, proprio per questo nessuno ci capisce niente e alla fine decide di non credere più a Dio...

Esempio:
se devo dire che ho speso tutti i risparmi a comprarmi la birra per ubriacarmi, lo posso dire o in questo modo o in quest'altro per dare meglio l'idea a tutti:
"Oggi sono al verde, dopo essermi sbronzato per l'ennesima volta"
Però fra duemila anni le persone capiranno (se va bene) "Quindi il tipo è diventato verde e si è tolto il bronzo di nuovo"

E' il primo esempio che mi è venuto in mente...ma è la stessa cosa con i vangeli...
Ad esempio Erode viene definita una volpe...come, sadico come era, lo definisce una volpe?Certo, perchè in quell'epoca la volpe non era il simbolo della furbizia, ma chi era definitò così era un tipo insulso...
La Vergine Maria era vergine veramente?Dicono che in realtà "vergine" significa senza peccato, perciò non è escluso che abbia avuto dei rapporti con Giuseppe o addirittura violentato da qualcuno (però non ci credo molto...)...me l'ha detto il mio professore di religione comunque.

Oppure, anche molto interessante, è quando Maria, incinta, deve trovare un posto dove partorire...però quando va in una locanda di Gerusalemme, non la fanno stare lì...e allora deve andare in periferia di Gerusalemme ecc...ecc...
significato: Gerusalemme, tanto elogiata come centro delle ricchezze, del potere religioso e non, non riconosce Gesù, che però viene riconosciuto in periferia, che è contenta per la sua nascita, e addirittura i pastori, erano visti come delinquenti (a quell'epoca c'era un detto che diceva all'incirca "se cade in un fosso una bestia, tirala fuori, mentre se cade un pastore lascialo lì") sono i primi che vogliono vederlo...
Al più presto mettero qualcosa ma ora devo andare!Qua si mettono i simboli evangelici comunque!Postate!^^
16

_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 5 dic 2007, 14:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
Grande! Buona iniziativa...
CITAZIONE
(a quell'epoca c'era un detto che diceva all'incirca "se cade in un fosso una bestia, tirala fuori, mentre se cade un pastore lascialo lì")

Non la sapevo! :lol:
Comunque è giusto non prendere alla lettera le cose (le lettere cambiano nel tempo e poi si creano gli equivoci tipo quello che dicevi tu sul bronzo) comunque è anche vero che la fede, secondo me, ci passa sopra alla grande... altrimenti è un po' come se volessi giustificare Dio, che non ha certo bisogno delle mie giustificazioni! Anzi avrò bisogno io delle Sue! :D
Comunque bella sezione, Sefanor, ;) anche se forse sarebbe meglio chiamarla simbologia evangelica o epistemologia evangelica... metafore evangeliche?... i simboli comunque c'entrano il giusto.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: gio 6 dic 2007, 0:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 889
Località: Cuneo
Non so come modificare il titolo..fai pure tu...comunque il detto era scritto proprio in un libro dell'antico testamento e diceva testualmente (ho controllato ora):
"Si può tirare fuori un'animale caduto in un fosso, ma non un pastore" (Tos. B.M. 2,33)
17

_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: gio 6 dic 2007, 1:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
Tranquillo, dicevo per la cronaca, il titolo può restare! ;-)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: gio 6 dic 2007, 23:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 889
Località: Cuneo
CITAZIONE (JENA78 @ 5/1/2008, 13:04)
Comunque è giusto non prendere alla lettera le cose (le lettere cambiano nel tempo e poi si creano gli equivoci tipo quello che dicevi tu sul bronzo) comunque è anche vero che la fede, secondo me, ci passa sopra alla grande... altrimenti è un po' come se volessi giustificare Dio, che non ha certo bisogno delle mie giustificazioni! Anzi avrò bisogno io delle Sue! :D

Si certo...ma quello che intendevo io era un'altra cosa...per esempio vedo uno che perdona prostitute (che fra parentesi erano pure senza colpa!) guarisce cechi e lebbrosi, si fa crocifiggere e poi vedo che maledice un fico perchè non trova un frutto?E ma perchè c'è l'ha con lui?Per di più asserisce pure che non era la stagione dei frutti , in pratica si comporterebbe come un matto XD...e allora uno che non capisce il simbolismo può anche perdere la fede...

Comunque nel vangelo sono presenti varie tecniche di scrittura...tra cui il trittico, che è identico a quello utilizzato nei quadri.In questo caso "la maledizione del fico" fa parte della tavola laterale del trittico...quindi comincio a spiegare le altre due( che vengono subito dopo quell'episodio)
Quando Gesù va in chiesa e comincia a rovesciare i banconi, si incavola perchè vede che il tempio di Gerusalemme, nonostante siano venuti i profeti per spiegare la religione, non serve per incontrare Dio, ma per fare ingrassare i sacerdoti e, perchè no, anche i venditori che si ritrovano in chiesa!
Poi nella scena dopo (l'altra "tavola laterale"del trittico), mentre rimprovera gli scribi, vede una vedova che rovescia tutti i soldi che ha (i due spiccioli) nelle casse del tempio...c'è da incavolarsi sul serio perchè gli scribi, che dovevano essere al servizio delle vedove (naturalmente a pagamento!) aiutandole, invece era il contrario, perchè le vedove davano i soldi nelle casse del tempio...che sarebbero finite nelle tasche dei sacerdoti e banda ( poi dicono pure che vi era un immenso tesoro lì dentro...roba da matti!)
E adesso spiego il fico...il fico è una metafora che significa "Israele" ...perciò Gesù lo maledice perchè il fico (che era bello fuori e con delle belle foglie...ovvero bello d'aspetto) era esattamente come il tempio (bello fuori, bel vasellame, bei quadri, bello d'aspetto insomma!) e però, nonostante siano venuti tutti i profeti e il Signore abbia fatto di tutto per il bene d'Israele, il "fico non aveva portato frutti anche se era bello d'aspetto" (il tempio non aveva Dio nonostante fosse bello esteticamente!) ed era secco fin dalle radici (che collega il fatto che Gesù avesse anche sbattuto fuori dal tempio i compratori, ovvero la "linfa vitale-soldi" del tempio).
Che il tempo non era stato di frutti è un' espediente che richiama le prime frasi del vangelo di marco "il tempo è arrivato, convirtevi ecc...ecc..."...capito questa sua arrabbiatura?XD
22

_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: ven 7 dic 2007, 14:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
certo, e la tua analisi è esatta! bravissimo, ti sei documentato molto bene! ;)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 10 dic 2007, 16:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 889
Località: Cuneo
Cristo
Commentiamolo qui



Ieri ho avuto religione e il professore ci ha spiegato questo...lo ringrazio, è stata una lezione interessantissima!
Vi racconto prima un pò di storia nell'epoca di Cristo
Dunque...in un epoca in cui tantissime persone erano considerate impure (ovvero lebbrosi, malati, donne durante le mestruazioni, prostitute, ciechi e chi più ne a più ne metta!)
e per impure si intende che secondo le leggi di quei tempi avevi quel difetto "perchè Dio ha voluto punirti...e se non hai peccato tu, è colpa dei tuoi genitori che son stati colpevoli, fino alla settima generazione di figli!"
...quindi le persone impure non dovevano andare al tempio, perchè sarebbe stato un tabù entrare nel tempio!!!Per farlo dovevi prima purificarti...per farlo potevi fare dei sacrifici (e nel caso dei lebbrosi e di molte altre malattie eri sfigato, poichè non potevi entrare nel tempio per purificarti, perchè prima dovevi purificarti...ma come???)
Perciò mettiamo che devo purificarmi oppure vado semplicemente a Messa...allora prendo le mie monete, entro nel tempio e passo dal cambiavalute (la chiesa aveva una sua moneta, pensate che potenza!!!) e ovviamente una percentuale delle mie monete andava al tempio e un'altra se la teneva il cambiavalute (notare che la maggioranza della popolazione era povera...)
...poi andavo a comprarmi due tortore (o una vacca o un caprone, dipende dai peccati...) per i sacrifici...e anche li sborso denaro...poi vado dal sacerdote a offrirle in sacrificio...egli fa tutto il rituale sacrificale e guarda caso (per decreto!) le parti migliore dell'animale se le teneva il clero...e punto basta il sacerdote ti considerava purificato...
esci da Messa vai in macelleria ti compri una vacca...cosa centra???Centra che il clero poteva vendere le carni che li avevano dato in sacrificio nelle varie macellerie...
E pensate che migliaia di sacrifici ogni giorni venivano fatti!!!
Allora eccoci qua (e grazie per l'attenzione ragazzi ;) ):
Cristo era un tipo (eggià...mica un figlio di Erode...un poveraccio...come se fosse uno di noi...) che comincia a capire come gira il mondo...dice "ma il mio Padre non è come voi lo descrivete...non può essere contento se li offri in sacrificio due vacche per poi andare a fare peccati ...il mio vero Padre mi giudica per le azioni che compio!"
Va da un lebbroso (impurissimo!!!) e li fa la predica e lo guarisce...ecco per lui un lebbroso è molto più puro di un sacerdote...va a guarire la vista ai ciechi e i farisei saltano sù "costui va a guarire di sabato!!!E' bestemmiatore!" e loro invece non fanno peccato, perchè durante il sabato (come voleva la legge) non dovevano fare nessuno dei 1600 e passa divieti!
Va da un paralitico e lo guarisce dei suoi peccato...si sentono delle imprecazioni di preti che dicono "costui non può perdonare" ...o poverini, se si perdonava in questo modo loro perdevano il lavoro!!!XD
Perciò Cristo, ha continuato per la sua strada, sapeva già che un giorno sarebbe morto, e difatti il sistema lo ha schiacciato (dopo atroci sofferenze)...ma in realtà lui ha vinto la partita!;)
Eggià...Gesù era un eroe...e per quelli come noi bisognerebbe dire che combatteva proprio contro MATRIX! (non vi sembra così dopotutto???Rispondetemi please!)
40

_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 10 dic 2007, 16:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 29 nov 2008, 17:35
Messaggi: 120
CITAZIONE (Sefanor @ 10/1/2008, 15:29)
"ma il mio Padre non è come voi lo descrivete...non può essere contento se li offri in sacrificio due vacche per poi andare a fare peccati ...il mio vero Padre mi giudica per le azioni che compio!"
40

Il problema è che un "vero" padre non dovrebbe giudicare proprio, sempre secondo il mio modesto parere eh.
Non so perchè ma mi sento triste quando pronuncio questa frase, e l' avrò ripetuta già una decina di volte a più persone :cry:

_________________
Chi vuol muovere il mondo, prima muova se stesso.
Socrate

Ignorance is the night of the mind, but a night without moon and star.
Confucio


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 10 dic 2007, 20:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
Sefanor: ottima analisi come sempre... ma sulla storia vai forte davvero! Bene! :-) Sono daccordissimo con tutto il post e aggiungerei che il sistema dell'epoca non l'ha schiacciato nenache per un secondo; essendo Cristo uomo-Dio (e quindi Dio) sapeva già tutto e l'ha scelto deliberatamente di sacrificarsi. Sul significato simbolico del sacrificio e dei tipi di sacrificio e soprattutto sul simbolismo archetipico e rivoluzionario della Trinità se ne parlerà presto in questa sezione... tempo permettendo, faccio icchè posso! :)

Venom: lo sai che è interessante questa tua tristezza collegata a questo concetto del giudizio?... Comunque nello specifico è ovvio: un padre non dovrebbe giudicare... un padre umano! Qui è chiaro, il Padre di Gesù è Dio e Dio è l'unico che può giudicare essendo superpartes ed superiore alle epoche e alle dimensioni! Però... se vuoi puoi parlare di questa tua sensazione di tristezza nella sezione Psicoanalisi o in Gnothy Seauton o in Esperienze... se ti va! ;)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 10 dic 2007, 21:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 29 nov 2008, 17:35
Messaggi: 120
è un qualcosa di inconscio che è come se si dissotterri non appensa la penso. Forse mi ricorda la situazione del mondo, la situazione dei bambini, soprattutto, mi piacerebbe scrivere qualcosa che credo fondamentale sui bambini (aprirò un topic sicuramente). Fondamentalmente odio le persona che trattano i bambini da bambini, prendetemi pure per matto, ma io credo che se li ascoltassimo e giocassimo con loro impareremmo più cose di quelle che ci potrebbe insegnare un professore universitario. Mi sento triste per come vengono trattati, mi chiedo come si può far del male ad una creatura che basta che ti sorrida e tu ti vedi cancellati tutti i problemi della vita, perchè ti accorgi che non contano niente di fronte alla felicità di un bambino. Perchè è così che dovrebbero vivere, nella gioia completa, senza che un padre o una madre li sgridino ogni secondo. Forse ricordo anche ciò che ho vissuto da piccolo e che sta ugualmente vovendo mio nipote...

_________________
Chi vuol muovere il mondo, prima muova se stesso.
Socrate

Ignorance is the night of the mind, but a night without moon and star.
Confucio


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 10 dic 2007, 21:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
Quoto in pieno il discorso sui bambini, giustissimo. I bambini secondo me sono le creature più evolute dell'universo, solo che non sanno esprimerlo (perchè l'anima deve fare esperienza, ecc..) e via via che crescono acquisiscono molti strumenti ma dimenticano sempre di più la loro origine divina, come appunto figli di Dio... sto parlando di tutti noi!

Ma che ti è accaduto da piccolo, Venom? Se vuoi parlarne, mi interessa molto (davvero) e chissà, magari con tutti i miei discorsi caotici ti do lo spunto per una nuova riflessione, magari offro il tramite a Dio per farti pensare ad una nuova soluzione; una cosa che mi fa gasare è sentire che Dio può utilizzarmi come uno strumento quando vuole per i suoi scopi (che son sempre giusti, magari scomodi, magari una volta ci resto pure secco ma i Suoi scopi... sono esatti!) e ogni volta che lo fa la mia natura stessa viene purificata e nobilitata! Tutto molto intuitivo, animico, zero razionale e proprio per questo eccezionalmente bello!. Comunque se vuoi parlacene, ma solo se vuoi! E aprici un topic! :)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 11 dic 2007, 16:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 29 nov 2008, 17:35
Messaggi: 120
CITAZIONE (JENA78 @ 10/1/2008, 20:52)
Quoto in pieno il discorso sui bambini, giustissimo. I bambini secondo me sono le creature più evolute dell'universo, solo che non sanno esprimerlo (perchè l'anima deve fare esperienza, ecc..) e via via che crescono acquisiscono molti strumenti ma dimenticano sempre di più la loro origine divina, come appunto figli di Dio... sto parlando di tutti noi!

Ma che ti è accaduto da piccolo, Venom? Se vuoi parlarne, mi interessa molto (davvero) e chissà, magari con tutti i miei discorsi caotici ti do lo spunto per una nuova riflessione, magari offro il tramite a Dio per farti pensare ad una nuova soluzione; una cosa che mi fa gasare è sentire che Dio può utilizzarmi come uno strumento quando vuole per i suoi scopi (che son sempre giusti, magari scomodi, magari una volta ci resto pure secco ma i Suoi scopi... sono esatti!) e ogni volta che lo fa la mia natura stessa viene purificata e nobilitata! Tutto molto intuitivo, animico, zero razionale e proprio per questo eccezionalmente bello!. Comunque se vuoi parlacene, ma solo se vuoi! E aprici un topic! :)

Che intendi per offrire il tramite a dio?
Comunque sia quello che ho passato da piccolo è ciò che abbiamo passato tutti. è il tipo di vita che vivono tutti i bambini sin da quando esiste il controllo mentale, cioè da sempre, o quasi.
Ora apro un topic sulla situazione dei bambini, solo dove lo apro?

_________________
Chi vuol muovere il mondo, prima muova se stesso.
Socrate

Ignorance is the night of the mind, but a night without moon and star.
Confucio


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 11 dic 2007, 16:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
Nella sezione psicoanalisi oppure in scienza, fai tu.
Per offrire il tramite intendo diventare strumento senziente, ma è un discorso lungo.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 12 dic 2007, 21:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
I 7 sacramenti


Qui si parla del vangelo di Tommaso e in particolare di alcuni brani tratti da lì che mettono in chiaro la grandezza di Cristo anche come uomo. Grazie a Venom per il contributo! ;)

http://www.menphis75.com/verit%E0_del_messia.htm


Ed ora parliamo anche dei Sette Sacramenti: rituali della religione Cristiana (più per i cattolici comunque) e importantissimi riti. Vediamoli!

I riti sono strettamente connessi con la religione, con il mito (si dice che il rito riassume e riattualizza il mito) e la sfera del sacro: ogni rito religioso svolge la funzione di rendere tangibile e ripetibile l'esperienza religiosa, sottraendola alla dimensione tutta privata della mistica.

Tramite il rituale, soprattutto all'interno della celebrazione di una festa, le varie componenti religiose come i miti, le prescrizioni, le formule, divengono reali e normative per tutti i partecipanti.
L'uomo religioso affida al rito i momenti più critici della sua esistenza personale e della collettività di cui fa parte, come ad esempio la nascita, la morte, il raggiungimento della pubertà, la guerra, cercando in esso la garanzia del mantenimento della propria identità e di quella della comunità di appartenenza.

Ed ora i 7 Sacramenti, creati dalla prima chiesa e poi scempiati durante i secoli fino a farli credere "atti di magia" (insostenibile).


- Battesimo
- Eucarestia
- Confessione
- Cresima
- Matrimonio
- Sacerdozio
- Estrema Unzione

Vediamoli nel dettaglio...

- BATTESIMO

Il rito della nascita ovvero la celebrazione della nascita e la scelta di affidarsi a Dio. Mi sembra fondamentale!

- EUCARESTIA (COMUNIONE)

Quello fondamentale, fondato da Gesù Cristo stesso, per la riattualizzazione della Sua presenza.
E' ovvio che Dio sta in ogni luogo sempre, ma con la comunione è come se il fedele lo cercasse, lo desiderasse fortemente e inoltre si parla di "mangiare il corpo di Cristo" quindi di metabolizzarlo, farlo entrare dentro di sé biochimicamente, nel proprio sangue. E' molto bello.

- CONFESSIONE

Si tratta della volontà dell'individuo di chiedere perdono a Dio oltre al proprio pensiero o alla propria conversione. In pratica nel momento della confessione, il sacerdote diventa un tramite attraverso cui Dio si materializza lì davanti a te e sta a sentire il tuo pentimento (purche sia vero pentimento [contrizione] e non semplice attrizione).
Se io faccio uno sgarbo ad un mio amico, non mi accontento di farlo passare "tanto poi si aggiusta tutto"; al contrario gliene parlo e se il mio amico vuole incazzarsi perchè gliela ho fatta grossa, ha tutto il diritto di farlo, si vedrà a manate. Il punto è che secondo me Dio con la confessione ci chiede di avere il coraggio di andarsi a scusare di persona (e quindi fare la fila, impiegare del tempo ecc..). E in cosa consiste questo coraggio? Nel raccontare la propria miseria (se uno si confessa non si sente in pace con sé stesso) ad uno sconosciuto umano: il prete! E' questo che, parlandone coi miei amici e le mie amiche viene fuori che è lo scoglio maggiore, tutti dicono: "ma se mi pento è uguale, Dio lo sa lo stesso e perchè dovrei andare a raccontare i *** miei ad un prete?"
Ma perchè è simbolico! Perchè se ci credi, il prete in quel momento è solo uno strumento che può "servire"a darti dei consigli adeguati, non tanto con concetti o punizioni, piuttosto col suo stesso atteggiamento! Mi spiego: a volte capita che ti becco uno che mi sta pure sul *** a confessare: e va beh! vorrà dire che Dio mi vuole far presente che sto scazzando e per sottolinearmelo mi mette davanti un tramite incazzoso; oppure capita uno buonissimo: benone, vorrà dire che Dio mi ha già perdonato e vuole solo che mi sfoghi...

- CRESIMA

Caratterizzato dal Crisma (olio santo) che già di per sé è un simbolo mica da poco, è il rito dell'accettazione della propria esistenza e della volontà di fare il proprio meglio, per sé, per Dio e per l'universo (multiverso) circostante. Direi fondamentale!

- MATRIMONIO

Collegato al Sacerdozio (come complementari in epoca medievale) secondo me è un passo in più: unire le Anime di due persone equivale a dire ridurre la deframmentazione della Fonte.

- SACERDOZIO

La chiesa ci ha speculato sulla differenza tra matrimonio e sacerdozio ma secondo me son due cose separate: uno si sposa e prima o dopo, uno si fa sacerdote di sé stesso. E come? Essendo sé stesso sempre. Ecco un ottimo sacerdote, purchè si impegni un minimo anche nel superarsi e nel migliorarsi (superandosi si migliora!)

- ESTREMA UNZIONE

Una sorta di ultima chiamata, il canto del cigno; come a dire: "Dio ehi, sono qui! Aiuto, sto crepando!"
E' ovvio che Dio è anche lì ma la scelta di chiamarlo a sé, di invocarlo, concentra l'essere su di Lui e rende più sicuro il trapasso (sempre se uno crede, altrimenti...)

Ed ora commenti!


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 167 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 9  Prossimo

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010