Oggi è lun 25 mar 2019, 18:37

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 28 apr 2008, 22:18 
CITAZIONE (JENA78 @ 28/5/2008, 22:36)
e io ti dico che sia hitler che gandhi sono stati grandi ma ti dico lo stesso che il controllore del bus che ama la firoentina e non vede l'ora di raggiungere il w.e. per andare al circolino a giocare a carte è il male!

Potrebbe anche che uno che si legge la gazzetta dello sport la mattina al bar quando si fuma la sigaretta ottiene l’illuminazione.
Non è quello che fai che è importante...ma come lo fai e quanto dai consapevolezza in quello che fai.
Anche uccidendo un essere umano.
Anzi, in certe iniziazioni scintoiste, il crimine è considerato l’ultimo passo prima dell’illuminazione proprio per dimostrare che se una persona deve essere il Tutto, non può avere nessun genere di limiti…

Poi, ovviamente non fa comodo a quelli che meditano come degli avatar in cima ad una montagna mangiando solo radici di asparagi salvatici (mio dio che orrore) pensando che questo sia l’unico modo per portarle ad un illuminazione.
Non che non ci riuscierano, perché se ci credono, ovviamente creano questa loro realtà.
Ma vuoi mettere illuminarsi mangiando con un buffalo, bevendo wiskey e facendo sesso?


CITAZIONE (JENA78 @ 28/5/2008, 22:36)
capito dove sta la mia rivoluzione? io sono il caos e la forza, e pago con la vita per questa scelta :) però lo so che oltre a tutto questo c'è infinitamente altro!

Non sei l’unico a in qualche modo “pagare della tua vita” per questo…
Si sa che questo cammino che abbiamo intrapreso è infinitamente solitario e strano.
Siamo tutti in qualche modo loggiati nello stesso albergo.


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 10:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
CITAZIONE
Siamo tutti in qualche modo loggiati nello stesso albergo.

bella sta frase ermetica... quoto.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 16:26 
Concordo con Morganne, che la sa molto lunga:
CITAZIONE
E finché penserai che gli Arcangeli sono buoni, tu vedrai arcangeli buoni.
E finché penserai che il mondo è una merda e anche la gente: questo avrai per realtà.

Ci ho scornato molte volte prima di capirlo.
Non a caso - un paio di indizi evidenti - gli dei delle regioni sconfitte divengono demoni delle nuove religioni: Seth, che in principio era una divinità egizia (egitto settentrionale - 3.000 A.C. circa), chiamato anche Seth-An (traduzione Sud-Nord, ovvero l'asse di adorazione di Seth) divenne S'Tn (traduzione ebraica: avversario) e quindi Shaytan -> Satana.
Idem per Belzebù e Belial, che erano dèi Cananei (gli attuali palestinesi), oppure Moloch e Baal divinità fenicie, l'Astaroth ebraico era l’antico Astarté (Venere) fenicio e via ad andare.



Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 16:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
eh no, qui vi devo contraddire, il belzebù è baal zebub che era già una divinità infera; il seth divenuto satan era già il dio del male che distrusse osiride e che venne punito da horus, astarte peraltro era venere con connotazione ctonia e si sa quanto gli antichi temessero l'aspetto ctonio; e così via.

io non dico altro tanto becco sputi da destra e sinistra e come giustamente sottolinea morganne gli sputi sono già dentro di me così me lo prendo i culo 2 volte, però qui c'è un errore e da antropologos delle galapagos non posso non dirlo.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 18:42 
Ti riporto ciò che so:

Seth è la prima divinità venerata nell’Egitto settentrionale (presso Nubt, circa 40Km a nord dell'attuale Cairo), rappresentante l’archetipo dell'estensione dell'esistenza e rinascita interiore dell’essere.
Nei periodi predinastici ed arcaici fu essenzialmente una divinità positiva, rappresentante l'espansione dei limiti e i cambiamenti radicali dell’essere - in particolar modo di nascita, iniziazione, morte in battaglia e rinascita.
Popolare fra gli abitanti dell’est – il suo primo ci rimanda a Pelusium, sul delta est del Nilo – l’adorazione di Seth si espanse velocemente, dove venne identificato con le divinità locali dell’iniziazione. Due esempi di questo culto sono Kharga nel sud, area primariamente di cultura Nilotica, e l’insediamento Libiano a Ombos, dove Seth si identificò con il dio locale Ash, nella II Dinastia.
L’adorazione originaria di Seth come divinità universale/stellare soffrì un declino con l’inizio dell’adorazione solare nella IV Dinastia. La grande piramide di Giza è uno degli ultimi monumenti connessi all’idea setiana dell’oltretomba. La grande piramide aveva uno speciale “raggio luminoso” (saetta) per il re Akh, che giungeva fino alla stella Alpha Draconis (considera come sono definiti oggi i culti draconiani, giusto per capire come l'accezzione sia cambiata in base alla cultura): la stella di Seth nella Costellazione dell’Orsa Maggiore.
Durante il Medio Regno, Seth venne ridotto a simbolo dell’Alto Egitto. Fu proprio in questo periodo che venne incolpato per l’omicidio di Osiride, il dio semitico del raccolto, giunto alla III Dinastia. La mitologia afferma che il dio primevo era Atum (o Ra) che generò Shu e Tefnut. Questi, a loro volta, generarono Geb e Nut (o Nuit) ed infine, da questi, nacquero Seth, Osiride, Iside e Nefti.
Seth divenne popolare proprio in questo frangente: per il fratricidio commesso contro suo fratello Osiride e per il tentato assassinio del nipote Horus, figlio di Osiride e Iside che, sopravvissuto all’attentato, vendicò il padre e conquistò tutto l’Egitto, esiliando Seth nel deserto.


Personalmente ho lavorato molto con Seth negli anni passati, e dal punto di vista di essenza simbolica ti posso assicurare che nel sottile Seth e Shaytan vengono recepite come entità differenti, quasi fossero opposte. Anche se nel flusso degli eventi è stata sempre la medesima divinità; questo perché è naturale che ogni cultura imprima nuovi significati ai simboli passati (c'è un cambio di attore, l'archetipo impersonato è sempre il medesimo per ogni schiera divina).
Pensa al serpente, antico simbolo sacro dell'ascesa al divino (Samael, Quetzacoalt etc.), che ora invece viene schiacciato dal piede della Vergine Maria.




Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 18:45 
beh, per Satana, che viene della radice Shatan, penso che avete tutti i due ragione.
L'etimolgia dice che vuole dire "nemico, adversario", e lo era sia come Seth per Osiride, sia per Dio.
Ma non è detto che il nemico sia un male.
Questo è un pensiero al quanto limitato in quanto i nostri nemici sono sempre i nostri piu grandi Maestri, perché ci mostrano solo una parte di noi.


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 18:52 
No, Morganne. Prendi in esame Seth-An (Sud-Nord) che è una forma del dio Seth, o meglio, il suo asse di adorazione. Guarda caso Satana, demone del fuoco, viene posto al punto cardinale dell'elemento fuoco, a Sud.
Tutto cambiò da Mosé in poi, quando liberò il popolo d’Israele e iniziò a predicare Shaytan, come avversario di YHVH. Seth, divenuto negativo, venne accostato al verbo ebraico “shaytan” (S’Tn - avversario) che più avanti, a causa di una degradazione del nome, divenne Satan greco (il malvagio).

Per il resto continuo a concordare con te. :-)


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 18:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
ave saggezza :)
seth era un bravissimo ragazzo già!
quasi quasi esco a cena con lui :lol:

se bastasse la storia a capire chi siamo allora la risultante sarebbe molto brutta, vi pare?

CITAZIONE
in particolar modo di nascita, iniziazione, morte in battaglia e rinascita.

falso storico, forse ti rifai a manuali vecchi, non so

CITAZIONE
dove venne identificato con le divinità locali dell’iniziazione

non solo lui, comunque anche lui, alla stessa stregua di Kala Mokka però :)

CITAZIONE
“raggio luminoso” (saetta) per il re Akh, che giungeva fino alla stella Alpha Draconis (considera come sono definiti oggi i culti draconiani, giusto per capire come l'accezzione sia cambiata in base alla cultura): la stella di Seth nella Costellazione dell’Orsa Maggiore.

esattamente

CITAZIONE
l’Egitto, esiliando Seth nel deserto

secondo una versione, secondo altre lo rifece a pezzi oppure ancora lo decapitò e ce ne è una che dice che usò i pezzi di seth per rimettere insieme osiris :D
frankestain osiris

CITAZIONE
i nostri nemici sono sempre i nostri piu grandi Maestri

M. no, non mi ha insegnato niente... forse non ho studiato?
:P :lol:


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 18:59 
Sì, probabilmente sono versioni differenti.
Se però tu mi dici
CITAZIONE
se bastasse la storia a capire chi siamo allora la risultante sarebbe molto brutta, vi pare?

ti potrei rispondere che la mia versione tra le due è proprio la più scomoda rispetto alla cultura attuale. Dato che sono i vincitori a riscrivere la storia, quale potrebbe essere la più probabile?

CITAZIONE
M. no, non mi ha insegnato niente... forse non ho studiato?

Beh, una cosa te l'ha insegnata: rancore porta rancore.


Rispondimi sulla mia affermazione del serpente. :-P


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 19:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
quale è scusami... sul serpente?

CITAZIONE
Beh, una cosa te l'ha insegnata: rancore porta rancore.

questa la sapevo già mica me l'ha insegnata lui <_<


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 19:06 
Dimenticavo... aggiungo una cosa.
Jena, è vero o no che l'iconografia attuale del demonio è molto simile a quella di Pan, o al Baphomet dei Templari?
O vogliamo parlare dell'ormai dannato pentacolo rovesciato, antico simbolo di protezione dal maligno?

CITAZIONE (JENA78 @ 29/5/2008, 20:04)
quale è scusami... sul serpente?

Tocca riquotare me stesso. Toh:
Prsonalmente ho lavorato molto con Seth negli anni passati, e dal punto di vista di essenza simbolica ti posso assicurare che nel sottile Seth e Shaytan vengono recepite come entità differenti, quasi fossero opposte. Anche se nel flusso degli eventi è stata sempre la medesima divinità; questo perché è naturale che ogni cultura imprima nuovi significati ai simboli passati (c'è un cambio di attore, l'archetipo impersonato è sempre il medesimo per ogni schiera divina).
Pensa al serpente, antico simbolo sacro dell'ascesa al divino (Samael, Quetzacoalt etc.), che ora invece viene schiacciato dal piede della Vergine Maria.

CITAZIONE (JENA78 @ 29/5/2008, 20:04)
questa la sapevo già mica me l'ha insegnata lui <_<

:P :P :P però continui a citarlo, alimentando ciò che provi :P :P :P


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 19:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
ma che c'hai? il pentacolo dritto sapevo essere la protezione dal male ma comunque non importa in quanto ormai i simboli vengono abusati a casaccio...
l'iconografia del demonio è uguale identica (erroneamente) a quella del dio Pan, colpa della chiesa antica

ah ok, ma dove ne avevi parlato? comuqneu certamente il serpente non è mica il male :) infatti come giustamente noti c'è quezalcouatl che è simbolo del bene e perchè non citare lo stesso dragone orientale, simbolo del sole e della conoscenza? poi come per ogni simbolo ha la sua accezzione negativa, il drago occidentale e samael (l'insoddisfatto) che è uno dei super cattivoni diavolacci...


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 19:34 
CITAZIONE Anonimo @ 29/5/2008, 19:52)
No, Morganne.

beh, no capisco cosa hai detto di diverso da me...hai fiorito un po la spiegazione come dati storici, ma la realtà è che l'avversario non deve essere preso come qualcosa di male o negativo. Non esiste il fatto che il caldo sia buono e il freddo sia cattivo....

Poi, secondo voi, da allora, cosa è Satana?
E' la figura storica che tutti hanno dimenticato, o, quello che il Popolo credo che sia?
E soprattutto, cosa è diventato? Quello che dice la storia, o quello in cui crede il Popolo?

Chi crea la realtà, l'osservatore. ;)


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 19:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
CITAZIONE
Chi crea la realtà, l'osservatore.

al di là di tutto hai letto il topic in scienza sulla teoria multimondi? ti piacerà ^_^


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 19:38 
CITAZIONE Anonimo @ 29/5/2008, 20:06)
Pensa al serpente, antico simbolo sacro dell'ascesa al divino (Samael, Quetzacoalt etc.), che ora invece viene schiacciato dal piede della Vergine Maria.

Va beh…ma siamo alle solite….sempre quello che sa il Popolo, e sempre quello che si sa delle vere traduzione dell’ebraismo antico….che pure deve essere letto con le chiave di letture della Quabbalah, e grazie tante, ci sono 32 maniere diverse di farlo… :o:


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 29 apr 2008, 21:27 
Morganne, stavo rispondevo a Jena sul fatto del non assolutismo dei "nomi malefici".
In fin dei conti stiamo dicendo la stessa cosa - sì, mi scuso del precedente post, qui pro quo mio - però non la vedrei così estremamente relativistica come fai tu.
Cerco di spiegarmi meglio (e se dai un'occhiata al post di Jena sui Multimondi mi farai felice): ammettiamo che nulla è vero e tutto è possibile, citando giusto la massima della Chaos Magick che apprezzo, bisogna però fare una distinzione su ciò che è possibile e ciò che è probabile.
Se è vero che l'osservatore decide la realtà, è altrettanto vero che vi saranno realtà più probabili e realtà meno probabili. Nel senso che non basta che tu creda di saper volare, ora, sul momento, per poi lanciarti dalla finestra. Dovrai abbattere molteplici sovrastrutture nella tua mente prima di provarci.
E ogni volta che ne tiri giù una, sei già in un universo differente e un gradino più vicina alla meta di destinazione. Non ci arrivi di botto, poiché devi prima passare per tappe intermedie.
Per arrivare a quel punto dove dici che veramente tutto è possibile, partendo dall'universo del qui e ora dove siamo io e te a discutere di questa cosa, di strada ce ne vuole. Del resto tu stessa usi tecniche e modalità particolari - vorrà forse dire che in questo presente ci sono comunque delle regole, seppur virtuali e temporanee, da rispettare?

Quello che voglio dire è che sicuramente si fa molto prima ad aprire fisicamente la finestra, piuttosto che sviluppare la telecinesi. E' il percorso più efficiente che ci insegna la natura, e questo non lo decido soltanto io ma tutti noi di questo presente che vi crediamo e lo sosteniamo.
Sarà certamente illusione, ma sempre che fintanto ci resti in questo sogno, devi sottostare pure agli schemi dei quali è formato - perché tu come me, per usare il computer, usi la corrente elettrica e non soltanto il Chi del quale disponi.

Tornando in tema, e scusami se ti ho appallato, se è più probabile che il simbolo sia caricato di cultura popolare anziché ciò che preferisci, vuol dire che molto probabilmente sarà ciò che vedrai. Ho detto probabilmente, sia chiaro.
Poi ci sono i salmoni che risalgono la corrente, l'eccezione esce sempre fuori, ma anche loro sanno che seguire il flusso è meno dispendioso in termini di energia.

-------------

X Jena

CITAZIONE
ma che c'hai? il pentacolo dritto sapevo essere la protezione dal male ma comunque non importa in quanto ormai i simboli vengono abusati a casaccio...

Sto tranquillo, lo sai che ti voglio bene, solo che stare sempre a concordare è palloso. Stuzzichiamoci ogni tanto, che nascono ottime riflessioni!


CITAZIONE
l'iconografia del demonio è uguale identica (erroneamente) a quella del dio Pan, colpa della chiesa antica

Colpa quindi di chi ha scritto un pezzo di storia. E' questo il punto, ma non ne faccio nemmeno una colpa... le cose girano così.


CITAZIONE
comuqneu certamente il serpente non è mica il male :) infatti come giustamente noti c'è quezalcouatl che è simbolo del bene e perchè non citare lo stesso dragone orientale, simbolo del sole e della conoscenza? poi come per ogni simbolo ha la sua accezzione negativa, il drago occidentale e samael (l'insoddisfatto) che è uno dei super cattivoni diavolacci...

Ecco, e qui sicuramente torniamo a concordare. Se da una parte il serpente è sinonimo del peccato, dall'altra è simbolo di salvezza. Chi dei due ha ragione sul serpente? Fai un salto all'interno del simbolo, magari in base al contesto otterrai il significato appropriato ;)
(stesso discorso su Seth e affini)


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 30 apr 2008, 9:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
concordo in tutto con Anonimo ;) e non stuzzico :D
un'altra accezione positiva del serpente: l'immortalità (Ouroboros) che poi è quel simbolo che molotovo e company dicono che è stato dipinto dai crudeli visitors sulle crudeli navi spaziali visitors :lol:
comunque a parte questa gag è infatti un simbolo molto antico di immortalità :)
si rifà sicuramente al cervello del rettile che collegando l'inconscio alla sua parte più archetipica (un bisticcio di senso ma è un po' così) genera l'illusione (in senso olografico) di un ritorno continuo e quindi di una eternità.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 30 apr 2008, 22:58 
CITAZIONE Anonimo @ 29/5/2008, 22:27)
Cerco di spiegarmi meglio (e se dai un'occhiata al post di Jena sui Multimondi mi farai felice): ammettiamo che nulla è vero e tutto è possibile, citando giusto la massima della Chaos Magick che apprezzo, bisogna però fare una distinzione su ciò che è possibile e ciò che è probabile.
Se è vero che l'osservatore decide la realtà, è altrettanto vero che vi saranno realtà più probabili e realtà meno probabili.

sbagliato: è probabile solo quello che tu pensi probabile. Nella quantistica tutte le variante sono a pari di esistere.
dunque, tutto il tuo raggionamento decade perché parti già di un'idea dogmatica che t'inquadra la tua realtà.



Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: gio 1 mag 2008, 10:31 
CITAZIONE Anonimo @ 31/5/2008, 12:29)
Altrimenti perché ragionare "a tappe", come hai espresso anche tu nell'altro topic sul Reiki?

Il ragionare a tappe serve solo per riprogrammare il nostro cervello, e per imparare.
Ti faccio un esempio che vale sia per il Reiki sia per molte altre cose:
Se uno vuole correre in Formula Uno, deve per forza:

1) imparare a guidare una macchina normale, e per farlo, devi imparare le regole della strada.
2) Guidare bene su strada, e per farlo devi sempre seguire le regole che sono state imposte della legge, anche se a volte sono stupide, e anche se a volte non servono.
3) Imparare a guidare una macchina potente, una di formula uno
4) Guidare sui i circuiti fatti per la macchina e seguire le regole del circuito e non piu quelli della strada.

E uno direbbe: ma quale regole sono in definitive giuste?
Ben, dipende dove ti trovi e cosa vuoi farne.
Ma di sicuro, per guidare una formula uno in circuito, devo fare tutto quel percorso prima, altrimenti ti uccidi.
Poi, i sono anche quelli che si comprano una ferrari, e guidano quasi come in circuito ma sulle strade normali.
Poi, ci sono quelli che se ne fregano delle regole, e guidano come dei pazzi.

Secondo te, chi ha ragione, e come funziona il tutto?
Funziona che ognuno, in definitiva, fa le sue proprie regole su come vuole guidare e dove.
Ecco perché ci sono delle tappe.

CITAZIONE Anonimo @ 31/5/2008, 12:29)
Sembri un pò il mistico che dice allo scienziato: "è inutile che studi la realtà. E' solo come tu vuoi che sia".

Non sono i mistici che lo dicono: lo dicono per primi i scienziati.
Einstein era uno di quelli.
E adesso lo sanno bene tutti.
Sono i mistici e i pseudo guro della new-age che continuano a volere imporre le loro regole su le filosofia di vita che non hanno ancora capito.
E non fare questo, e fare questo, e fai iniziazione, e fai purificazione, ed è pericoloso, ed è quello, ed è questo….basta. Hanno rotto cosiddetti.
Se pensi che una cosa vera, lo è per te, e te ne regoli di conseguenza.
E’ semplice, costa poco, ed è molto efficace.

CITAZIONE Anonimo @ 31/5/2008, 12:29)
Perché farlo? Dopotutto ti basterebbe un solo pensiero per ordinare all'albero di gettarsi nel fiume.

io lo so, ma gli altri non lo sanno. Lo faccio per condividere la mia conoscenza. E' ovvio, no?

CITAZIONE Anonimo @ 31/5/2008, 12:29)
Tu che studi la cabala, chiediti perché i sentieri sull'albero ora sono 22, e non 45.

Non sono stati sempre 22 e credimi, non lo saranno per sempre.
Come per un periodo, ci sono stati 9 Sephirots, adesso c’è ne sono 10, certi dicono che arriva la 11 e fra poco?
E cosa ha cambiato in tutti questi anni di avere 9 Sephirots al posto di 11?
Non funzionava prima?
Non funziona adesso?
Funzionava!
Funzione!
Perché se tu che dai il potere alle cose, mica il contrario… -_-



Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: gio 1 mag 2008, 11:29 
CITAZIONE
sbagliato: è probabile solo quello che tu pensi probabile. Nella quantistica tutte le variante sono a pari di esistere.
dunque, tutto il tuo raggionamento decade perché parti già di un'idea dogmatica che t'inquadra la tua realtà.

Non parto da alcuna idea dogmatica, bensì escludo le ipotesi che sembrano in contrasto con ciò che osservo (questo fintanto la mia capacità di osservazione non muta - il discorso delle tappe nel mio precedente post).

Morganne, cerchiamo di capirci, teoricamente tutte le varianti sono a pari esistenza, ma praticamente esiste una certa probabilità. Che sia tu od io a formarla in base alla nostra credenza, che si nasca in una realtà già inquadratra da parte dei nostri avi, che il nostro punto di partenza relativo sia questo in cui viviamo, c'è comunque almeno un fattore che crea probabilità.
Altrimenti perché ragionare "a tappe", come hai espresso anche tu nell'altro topic sul Reiki?

Sembri un pò il mistico che dice allo scienziato: "è inutile che studi la realtà. E' solo come tu vuoi che sia".
Sì, visto da Kether è proprio così, non ho dubbi. Ma per arrivarci devi prima sganciarti da questa configurazione, che ti limita e ti fornisce solo determinate vie d'uscita. Morganne, io so già che è come dici tu, come te l'ho visto e provato; ma ora come ora non è - solo - così.
Riflettici bene: ho letto nel tuo blog che hai intenzione/hai aperto un'associazione. Perché farlo? Dopotutto ti basterebbe un solo pensiero per ordinare all'albero di gettarsi nel fiume.

Tu che studi la cabala, chiediti perché i sentieri sull'albero ora sono 22, e non 45.


Top
 
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


cron


Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010