Oggi è gio 17 gen 2019, 9:26

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: L'angolo dei sogni Lucidi di jen
Messaggio da leggereInviato: ven 4 dic 2009, 18:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 23 mar 2009, 18:31
Messaggi: 293
Località: Torino
Ho pensato che avesse più senso creare una sezione distaccata per i sogni lucidi.
Anche se attualmente ne ho uno solo che posso definire lucido, poiché è solo da un anno che ho saputo dei sogni lucidi.

notte tra 2- 3 Dicembre 2009 ( Sogno lucido- Fossiliano)

Ambiente: cittadina
Personaggi: io e passanti della cittadina...
Descrizione:

Questo sogno lo sognato sulla tarda mattina. Era un po' tardi e mia sorella ha cercato di svegliarmi ( -.- mi ha perfino tolto da sopra le coperte..brrr), ma io ero intenta e inflessibile di dormire ancora un po!

Quindi mi ero svegliata ma a breve mi son riaddormentata e ho fatto un breve sogno. poi all'improvviso mi son ritrovata in un altro luogo.


Ero davanti a un negozio, situato in una piazza. Lo fissavo e guardavo i particolari: aveva un insegna su sfondo rosso porpora e colorata oro la scritta all'interno e aveva un bordino oro attorno; l'entrata era fatta di due porte di vetro con 2 maniglione grandi di metallo in verticale. Il dentro non si vedeva perchè era poco illuminato, poiché infossato in un muro spesso almeno mezzo metro e con i riflessi sui vetri.
Fuori c'era un piccolo cartello alto un metro o meno appoggiato come una V rovesciata e aveva il marchio del negozio con una tavoletta nera o forse altro per scrivere delle informazioni. Il titolo riportava un nome scritto in corsivo o stilizzato, tanto che non ero sicura di leggerlo bene il nome mi ricordava l'iniziali di una parola comune Della cittàX (una città reale).
Ero quasi certa di essere alla cittàX ( o ci speravo tanto..), ma mi chiedevo come era possibile vedere tutti quei dettagli.. Mi sembrava di stare li, mi giravo attorno e vedevo le persone come se fossero davanti a me.. e pensavo.. per essere un sogno è un po' troppo definito. Ma se è un sogno!!! e io lo so, è un sogno lucido!! Non avevo ancora preso ben coscienza della situazione. Pensavo fosse cittàX e mi guardavo attorno, vedevo i passanti (tipo un adulto giovane, alto, con un cappotto marrone di pelle lungo fino alle ginocchia), poi ho fatto qualche passo verso la mia destra rispetto al negozio e camminando ho visto un max schermo in alto, sorretto o da un piccolo furgone o una struttura fissa. Non so quanto quello potesse ancora sembrare definito nei particolari o fosse più un sogno, ma in quello schermo era recata una sagoma di messaggistica del pc e c'erano nomi che scrivevano delle frasi. Intanto da li a poco ho realizzato che fosse un sogno lucido (sinceramente non ricordo se prima o dopo lo schermo..), e che potessi quindi fare quel che volevo. Prima di tutto mi avvicinai a delle persone per chiedere che città fosse : erano vicini a un chiosco, che ora non saprei definire cosa servisse, ed inoltre doveva essere posizionato in mezzo alla piazza. Ho chiesto a un ragazzo giovane (credo sui 17 ) che città fosse: non era sicuro non si ricordava, ci stava pensando; allora gli feci tipo " la provincia, il quartiere " e mi disse il quartiere di Fossiliano; io insistei con " si ma che città?" e lui mi disse con disinvoltura che questa era la regione di Intranet (lo ha pronunciato così ma io intendevo che pronunciasse la parola Internet). Comunque insicuro si rivolse al suo amico chiedendogli ma qui siamo a Fossiliano vero?, e l'altro tipo " si si, qui è fossiliano, sai dove tra 2000 anni ci sarà quella grande battaglia..." . L'amico lo aveva assicurato e gli ha anche ricordato il motivo per cui si chiamava così; la cosa che mi balzò subito alla mente fu il fatto che dicesse non 2000 anni fa, ma tra 2000 anni, in tempo futuro.. come se fosse chiamata così per una cosa che deve avvenire.
Li ringraziai e me ne andai qualche passo più in la... non era cittàX purtroppo e non sapevo nemmeno dove fosse ubicata questa Fossiliano in una regione sconosciuta... ero un po' spersa.
Il tempo era nuvoloso, infatti la luce era diffusa ma non intensa come quando c'è il sole. Probabilmente era inverno, la gente era vestita con cappotti e gli alberi spogli o quasi (vedi dopo). Però essendo un sogno lucido potevo far quello che volevo.. e non era necessario chiedere, potevo direttamente andare in obe da lì ( avevo letto qui sul forum che si può andare in obe passando dai sogni lucidi, e quindi ricordavo..). Allora piena di felicità inizia a volare in alto (seguendo il metodo da svegli che ti devi sollevare sopra il corpo ho pensato che dovessi salire di piano.. anche in sogno), sempre più in alto.. chiudendo gli occhi o guardando davanti a me o in basso. (tanto sapevo di non andare a sbattere). Volando sentivo di avere un altro tipo di contatto con quello che mi circondava, la visione si faceva più ampia (mi aspettavo i 360 gradi ma non li avevo ancora) e attorno a me diventava tutto panna giallo dorato luminescente; sembrava di entrare dentro le nuvole. Ma all'improvviso l'energia che mi faceva volare in alto svanì di colpo (sapete, quella energia interiore che ti fa volare.. è sempre quella in qualunque sogno in cui volo) e io ricadetti giù velocemente; meno male non mi feci male atterrando ^^". Ero delusa.. non capivo perchè non potevo volare.. o andare in obe, ...chissà. (con il senno del poi ora mi chiedo se di li sarei andata in obe o da qualche altra parte senza ritorno....). Allora decisi di proseguire a piedi e dare un occhiata alla città. La città era piena di particolari e gente che camminava in piazza (non molta in vero). Seguendo il palazzo dove c'era il negozio, questa volta verso la mia sinistra dal punto di partenza, andai fino all'apertura di un altra strada che usciva dalla piazza. Feci qualche passo e alla mia destra c'era un muro grigio. Anche il negozio era sagomato in un muro grigio di pietre a rettangolo. Vidi un muro alto.. pensai.. non posso volare, ma posso provare a salire sui muri ( vi ricorda qualcosa ^^"..). Con leggera difficoltà salii fino in cima a questo muro che portava su una specie di sporgenza da finestra o sporgenza dal muro dove si infila il tetto che finisce. Mi ricordo bene che toccato con la mano la cima vidi bene le crepe che quel rivestimento del muro creava . Salita vidi una specie di fine tetto, e alla mia destra una finestrella piccolissima, grande come una faccia e sigillata da piccole barre vicini tra di loro; appunto, dietro di queste una persona ( un uomo adulto di una certa età con i capelli ricci corti e neri e con i baffi, leggermente scuro di pelle come indiano..) stava fumando una sigaretta e faceva cadere la cenere oltre le barre della finestra dove ci passava solo un dito o appunto una sigaretta. Ipotizzai che la finestra desse in una cucina, forse per i rumori che sentivo provenire o gli odori.. chi lo sa. Mi riguardai attorno e a mezzo metro di altezza da dove mi stavo appoggiando c'era una borsa di donna appoggiata; guardai la borsa che sembrava strano stare su un tetto e controllai il contenuto (era aperta) aveva dei guanti di lattice verde mi pare, delle forbici, e forse aveva tracce di sangue.. non ricordo. Pensai che fosse la borsa che incriminava a un delitto, e visto che non appartenevo a quella città anche se toccavo con le mani non mi avrebbero mai incriminato (non esistevo...). Allora la presi e la gettai giù sul marciapiede. Ma appena feci ciò potei vedere oltre la borsa che c'era un piccolo terrazzo grande quanto una persona magra e lungo che andava nella stessa direzione del muro che avevo salito, ma perpendicolare alla finestrella. Intanto in quel momento uscii da un passaggio sotto tetto quella persona di prima che fumava, che portava ora una maglia (spessa tipo le polo) verde scuro e un grembiule bianco pungo. pantaloni scuri. E fumava e si appoggiò davanti al mancorrente di pietra o cemento anche questo spesso almeno 20 cm. Mi vide ovviamente, ma non mi diede peso, e io lo vidi e vidi anche che forse qualcun altro dal tetto adiacente si avvicinava ( come se ci fossero dei passaggi prestabiliti sui tetti); vidi anche che c'erano altre 2 borse da donna li dove c'era la prima.. Pensai di aver fatto uno sbaglio, che erano li messe apposta da qualcuno... Non importava, saltai giù nel marciapiede. Proseguii per la strada che avevo deciso prima ancora per qualche passo ma intanto provavo a volare, perchè era più veloce. Riuscivo ma a brevi tratti e con difficoltà.. Facevo guadi salti che toccavo gli alberi con colore e aspetto dell'ulivo, ma molto fitti. Saltavo e toccando le foglie sentivo come erano fatte, come sentivo la consistenza del cemento del muro. Dall'altra parte della strada che percorrevo c'erano appunto questi alberi e un marciapiede con una casa che saliva da un lato. Provando a volare tornai indietro verso la strada, ma sul marciapiede opposto con gli alberi. C'era comunque gente che ogni tanto passava, ma non si sorprendeva... A un tratto con un bel salto riuscii a conquistare l'energia veloce che mi serviva a volare e così iniziai a volare velocemente in alto a livello delle chiome degli alberi ma in orizzontale e non più verso l'alto. Intanto che passavo c'era una famigliola con un bambino di 5 o 6 anni appresso , con cappotto nero e capelli scuri. Lo vidi ed ebbi una forte sensazione d dargli un bacio affettuoso sulla guancia. Non so perchè ebbi quel desiderio, fu un istinto, nell'attimo che lo vidi gli diedi un bacio sulla guancia ( ad alta velocità -.- infatti non venne esattamente facile e non so quanto il bambino se ne accorse). Poi l'energia svanì di nuovo e ritoccai terra. Non sapevo che fare.. e mi guardai attorno anche dietro da dove ero arrivata, e vidi una strada con un pulman la in lontananza che avevo superato velocemente volando. Pensai.. il pulman... quella strada probabilmente porta fuori di qui ... andiamo a vedere quella strada.. Stavo per incamminarmi o volarci.. ^^" ma qualcuno mi ha sveglia .... e da sogno lucido diventò ricordo di sogno ... :/... rotto da mia sorella -.-


Conclusioni:

Era nuvoloso, anche quando mi son svegliata fuori era nuvoloso.
Ero così certa che fosse la cittàX che quando scoprii che non lo era non pensavo ad altro che andare in qualche modo nella cittàX.
-.-più cerco di dimenticare cittàX, più mi rendo conto che è un chiodo difficile da eliminare, veramente difficile.
:/ mi chiedo cosa ci facessi a fissare quel negozio... così all'improvviso...
e il fatto che volessi assolutamente rimanere a dormire.. sarà un segno che dovevo fare quel sogno?
p.s. !!! i sogni sono a colori!!

_________________
Cacciatrice di sogni


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010