Oggi è gio 20 giu 2019, 18:13

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: ven 6 mag 2005, 18:31 
Ti spiego.
In giapponese non ci sono le consonanti!!
L'unica consonante singola che hanno è la N.
Non hanno un alfabeto, ma un sillabario.
Per capirsi...

A E I O U KA che KI KO KU MA ME MI MO MU, etc...

Quindi, per scrivere, per esempio "plastificato", loro scrivono "pulasutificato".
In paratica, ogni consonante singola è tradotta con la sillaba che ha la stessa consonante e una "u".

comunque, il giapponese si scrive come si legge in italiano, a parte alcune sillabe, per esempio

TI si legge CI
TU si legge TSU

E poi hanno delle traduzioni tutte loro. Hanno un sacco di nomi inglesi ma li scrivono in modo strano.
Computer lo scrivono konpiutaa, mentre elevator diventa elebetaa.

Inoltre, non hanno suoni come V e F (che scrivono con piccoli caratteri katakana speciali e introdotti di recente) e, come tutti penso sanno, non distinguono la R dalla L, ma hanno un suono unico per tutte e due

Se a qualcuno interessa questa lingua io ho dei corsi completi, e anche dei programmi fatti da me per imparare i sillabari
Fidatevi di uno che sà leggere il Katakana e l'hiragana (non gli ideogrammi, se non 5 o 6) ed è stato con due giapponesi e una thailandese


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: ven 6 mag 2005, 18:42 
Quella del sillabario la sapevo, anche perché qualche mese fa ho avuto l'opportunità di conoscerlo in rete.
Come pure il discorso della V (che infatti diventa B)...

CITAZIONE
TI si legge CI
TU si legge TSU

Questo invece non lo sapevo!

CITAZIONE
Se a qualcuno interessa questa lingua io ho dei corsi completi, e anche dei programmi fatti da me per imparare i sillabari

Interessante! Che tipo di corsi sono? Posso esserne partecipe?


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 8 mag 2005, 11:21 
Aggiungo un'esperienza di stamattina, così aggiorno pure il diario e posto allo stesso tempo

Mer 08 Giugno 2005

Sono in terrazza, a casa mia, ci sono i miei genitori e mia sorella con una sua amica. Prendo dei fuochi d'artificio, ce n'è uno un pò strano che non sò come funzioni. "Non hai la scatola?" mi chiede mia madre. Ci sono delle scatole piene di materiale pirotecnico. Prendo una fontana e un razzo e cerco di sistemarli sul muretto. Dico a mia madre se ha dei mattoni o un vaso per tenerli fermi. Nel palazzo di fronte hanno acceso delle girandole. Io penso "Ma non è mica capodanno ora, perchè facciamo i fuochi? C'è una vacanza, ma non è ancoral'ultimo dell'anno". (La "vacanza" è il ponte del due di Giugno, anche se nel sogno non me ne rendo conto e credo di essere a Dicembre). Passeggio per la terrazza, vedo mia sorella con questa ragazza che non conosco. "Quindi sono in un sogno, ora faccio qualcosa di strano, tipo violentare quella ragazza" (sono un pò maniaco sessuale negli SL ). Comincio a vedere sfuocato e allora penso "devo vedere. Consapevolezza, ora!" (avevo letto la frase da qualche parte). La terrazza diventa buia e comincio a percepire il mio corpo addormentato. Il braccio destro è sotto il cuscino, e non lo muovo. "Bene", penso, e cerco di rimettere a fuoco la terrazza. Niente da far però. riprendo il controllo del corpo, muovo il braccio, e a questo punto decido di svegliarmi .


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 8 mag 2005, 11:41 
CITAZIONE
Interessante!  Che tipo di corsi sono? Posso esserne partecipe?


Beh, gli ho scaricati.

http://www.nihongo.d2g.com/aprenderj/japan.../leccion1_e.php
Ci sono anche file wav! comunque, la Yuka mi ha detto che la pronuncia è un pò strana (lei stà vicino a Tokyo).

http://www.giapponegiappone.it/DL_showall....i+di+giapponese
Buona grammatica.

http://dict.pspinc.com/
Vocabolario.

Poi, altra roba....

http://www.csse.monash.edu.au/~jwb/afaq/afaq.html
http://sakurabme.com/en/lesson.htm
http://japanese.about.com/mmore.htm


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 6 giu 2005, 11:52 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
CITAZIONE ([PaUrA] Jobba @ 6/6/2005, 14:50)
Mi ha chiamato la mia collega e dice che oggi l'ufficio è ancora chiuso (alla faccia del magaponte!), quindi eccomi!!!

Iniziamo dal diario...
L'ho iniziato a Gennaio di quest'anno, sono 50 pagine con circa 200 sogni.
I sogni sono divisi in lunghi e brevi (dettagliati e tipo racconto i primi, poco più di flash i secondi).
Come intendi che andrebbero postati? In che forma?
Non è un problema di poco conto, sia perchè dovrei, aimhè, tagliare delle parti che riguardano la vita privata mia e sopratutto di altre persone (in questo caso conserverei comunque il senso, magari cambiando i nomi e sfumando certi particolari), poi perchè quello che scrivo può essere incomprensibile, e andrebbe corredato da spiegazioni e riferimenti su cose, persone, situazioni, abbreviazioni, etc...
Ken, tu intendi cimentarti nell'interpretazione dei sogni e ricollegare questo studio a quello delle OBE e degli SL?
Allora forse un diario voluminoso e che possiamo commentare insieme può essere utile, e io ne sarei ovviamente felice! L'interazione, fatta da domande e risposte, è utilissima.
Ti anticipo che non ho praticamente mai incubi, vedo persone conosciute (amici, parenti, colleghi, compagni di scuola), a parte le ragazze, che spesso non le conosco.
Sono spesso in giro per la strada, o in qualche locale, o festa, e quasi sempre in vacanza .
comunque, ne riparleremo dettagliatamente, se sarà il caso.
Pausa...

e' proprio quello che intendo fare, per me, per te e per gli altri, e sono felice che l'idea ti piaccia

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 6 giu 2005, 11:55 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
CITAZIONE ([PaUrA] Jobba @ 6/6/2005, 15:09)
CITAZIONE
ma dal momento che ti sei reso conto che stavi sognando, come e' cambiata la tua coscienza?
cioe' mi pare di aver capito che e' cambiata poco, te ne fregavi e continuavi a goderti il sogno senza tentare nulla di strano!


I "livelli" o "tipi" di "coscienza" (azz, quanto virgoletto!) sono molti, e vanno distinti.
Li elenco, non ecessariamente in ordine di lucidità sennò mi fondo il cranio

- Sei cosciente da sveglio.
- Non sei cosciente da sveglio (succede a molte persone che conosco ).
- Sei sveglio e ti accorgi che stai sognando, mentre la tua realtà superiore dorme. Sperimenti un SL nella vita reale riuscendo a fare cose normalmente impossibili. (Magari! penso sia il desiderio di molti amanti della spiritualità. Non sò se questo tipo di percezione esista, anche perchè dove andresti, risvegliandoti??? O forse il paragone non può essere fatto perchè il concetto di "svegliarsi" vale solo tra la dimensione fisica e quella onirica e non tra tutti le altre dimensioni??? Forse il contatto tra queste due dimensioni è così labile perchè le conosciamo bene).
- Sei mezzo addormentato, non riesci a parlare o a muoverti se non con grande sforzo ma senti ancora i rumori e le sensazioni esterne.
- Dormi e non sogni.
- Sogni cose confuse e sfuocate.
- Sogni, provi emozioni, vedi nitidamente (io il caldo e il freddo non li sento nei sogni ).
- Sogni, ti accorgi che c'è "qualcosa di strano", ma non te ne curi.
- Sogni, ti accorgi che c'è "qualcosa di strano", e qualcosa dal tuo subconscio ti dice: "stò sognando", "gira su tè stesso", "sono in quella situazione lì", "qui ci sono già stato", etc... ma sei comunque immerso nella realtà onirica.
Ecco! Questo è il caso del sogno di cui sopra. Ne riparlo dopo aver concluso questo (parziale) elenco.
- Sogni, ti accorgi che c'è qualcosa di strano, e ti rendi conto che devi darti da fare, affrettarti, perchè il mondo che hai intorno a te stà per sgretolarsi, e tu stai per "tornare". Non sai dove, e sai che non c'è niente di male, ma la tua curiosità vuole tenerti lì, nel sogno. Allora vuoi volare, correre, vedere cose...
Questo è il caso del sogno in cui volo sulla metropoli!
- Sei cosciente, sai che stai dormendo e sei immobile, e cerchi di "dare corpo alla tua immaginazione", di "dare una forma alla tua coscienza", di "muoverti" in una realtà vicinissima a quella quotidiana, ma un pò sfasata rispetto ad essa. E non sai che cavolo fare! Questo è il caso delle mie OBE, o presunte tali.

Tornando alla tua domanda iniziale (se passavo ad un livello di consapevolezza superiore, povera figliola!! ),
mi sentivo più felice e sicuro di me. Sapevo che avrei dovuto fare qualcosa, ma mi sembrava naturale andasse così, in serenità, di quà o di là allo stesso modo.

diciamo che hai fatto distinzioni molto simili e tante; beh, non esiste un vero schema, io ad esempio ne ho individuate 4 parlando di sogni lucidi, pero', come ti ha ricordato jayr, se vogliamo un distinzione oggettiva, possiamo prendere quella delle onde cerebrali!
perche' e' grazie alle onde che noi siamo in quegli stati..con il ragionamento non facciamo nulla, raggiungiamo quegli stati (anche da svegli) solo con un'improvvisa illuminazione o percezione o presa di coscienza, modificando quelle onde in una maniera che personalmente devo ancora scoprire, anche se l'ho fatta diverse volte.
posso sapere come arrivarci, ma non ancora come avviene.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 6 giu 2005, 11:58 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
CITAZIONE ([PaUrA] Jobba @ 6/6/2005, 15:30)
Grazie Jayr, altro bel materiale da leggere prima di dormire! Però, è grosso il forum di Ken...

CITAZIONE
sembrava di si..infatti ti ha detto una cosa giusta..e piu' di una..


Tra la cucina e il bagno di servizio ci lavorava una donna che veniva da noi a stirare, anche lei scomparsa qualche mese fà. Infatti gli ho chiesto chi era proprio perchè non vedevo bene.
Direi che c'è di che speculare e ipotizzare qui!
Parli di cose giuste, ma ne conosci altre, di cose giuste al riguardo??

Per quanto riguarda il sogno in cui compare mio nonno, non è un SL, ma l'ho postato perchè anche lì una persona defunta mi parlava esplicitamente del suo stato.

tu hai frequenti sogni lucidi ed incontri persone defunte, che siano loro o che siano ricostruite dalla tua mente.
parlavo di cose giuste perche' hai saputo da loro cose che non sapevi e che corrispondono a verita'..consigli che solo chi e' defunto puo' darti (o chi e' vivo e sa certe cose, ma quello era un sogno, quindi..).
le altre? man mano che discuteremo dei vari argomenti, tranquillo che verranno fuori, ed allora ricorderai le parole sentite nei tuoi sogni!

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 6 giu 2005, 12:03 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
CITAZIONE ([PaUrA] Jobba @ 6/6/2005, 15:41)
comunque, quando ero sullo scendiletto ho ben presente com'ero "fatto". La classica forma umana, però solo la forma, senza lineamenti, vestiti o altro, tipo un fantasma. E la sensazione di spostarsi, anche se di poco, assomiglia più al nuotare che al camminare o al volare.
Sarà che tutti l raffigurano così e anch'io mi sono adattato, nella mia visione mentale.

Premetto una cosa importante. Io non sono nè scettico nè sono il contrario. Penso sia una distinzione inutile, la cosa più importante è controllare i fenomeni, e osservare (e godersi) le loro ripetizioni e i loro sviluppi.
Se poi questo è provocato dalle reazioni chimiche del cervello, dall'influenza degli angeli, dai pianeti, dagli ufo, dall'amore di qualcuno, da qualche macchinario strano, non stà a noi, poveri uomini limitati, stabilirlo!

Ah! Per chi non lo sapesse, "Kenshirou" si pronuncia "Kenshiro".
La "u" finale dopo una o equivale, in giapponese, a una doppia "o" (che poi molto spesso si pronuncia come una "o" singola e normalissima).
Anzi, quasi tutte le doppie o si scrivono ou, a parte ooki (grande), e altre parole che non sò.

mi sorprendi sempre piu'.
la pensi come me : non importa dove si arrivi, io nel primo periodo (1 mese, da gennaio 2005) raggiungevo certi stati naturalmente, ci rimanevo e li studiavo, poi ci uscivo, ci rientravo, ecc e' cosi' che ci ho preso confidenza ed ho capito molte piu' cose di chi li ha provati poche volte per poi passare piu' in la, e poi magari non e' piu' riuscito a fare nulla, ed ancora non ha capito perche'
altra cosa, anche se non sappiamo dare una spiegazione all'inizio, continuiamo a cercarla!
e' quello che ho fatto, e credo di saper spiegare un sacco di cose (pensa, credo di sapere PERCHE' nasciamo sulla terra e muoriamo e PERCHE' il sistema di vita umano e' stato creato cosi'), pero' ho bisogno di parlarne con qualcuno, che sappia certe cosa ed abbia fatto certe esperienze.
anche il giapponese sai!
saro' stato mesi interi a spiegare sui forum la storia della u finale e delle diverse pronuncie
se e' per questo, allora devi sapere che la h e' come in hotel, cioe' non si legge quasi (tipo kensiroo comunque la seconda o non e' come la prima, assomiglia ad una u, ecco perche' ce la scrivono di fianco), la i si legge invece per poco tempo, senza soffermarsi.
dai torniamo al topic

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 6 giu 2005, 12:06 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
CITAZIONE ([PaUrA] Jobba @ 6/6/2005, 15:53)
E poi, non soltanto non voglio dire "chi" o "cosa" provochi tali fenomeni.
Ma mi sembra assurdo che lo scettico voglia sempre "appiattire" tutto, complicando le cose oltremisura.
Cioè, parliamo di sogni e di stati di coscienza.
Uno parla di OBE e lo scettico salta subito sù "non esistono, sono solo sogni".
Vabè, ti dò ragione, e dico che con il termine "OBE" identificono un certo tipo di sogni!
(Ma cosa cambia???).
Cosa mi potrebbe dire lo scettico, che i sogni sono tutti identici tra loro???
Cerco solo di studiare e capire un certo tipo di stato di coscienza, reale e sperimentato, non ho mai definito le OBE come "distacco dal corpo di una figura eterica umanoide di colore arancione in volo planare con braccia a 150 gradi", ma , oltre questo, lo scettico non ci arriva, per lui la OBE è quella, e se non fotografa il fantasmino dice che non ci crede, che è inutile studiarle, e magari che di notte il sole non esiste perchè lui non lo vede, e la teoria della relatività di Einstein non è valida perchè non si applica alla tazza del suo cesso!
Vabè, voi tutti non avete comunque bisogno di queste raccomandazioni .

se non altro, e qui non ci pensa mai nessuno, noi dobbiamo fornire delle prove di quello che diciamo, ma loro non forniscono MAI delle prove per confutare i fenomeni esistenti..addirittura non accettano mai le nostre..io non ho mai visto uno scettico tentare obe per dimostrare che non esistono, ma tentare volendole fare veramente, perche' parte dal presupposto che non esistono.
io cerco di arrivare alla verita', qualcun altro cerca di arrivare alla SUA verita'...io ste cose non le capiro' mai.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 6 giu 2005, 12:07 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
ragazzi di giapponese parliamo in OFF TOPIC!!
sono contento che ci sia un appassionato come me!
anche perche' non si finsice mai di imparare..e dipende tutto da COME sono scritte le parole..le traduzioni sono piu' di una!!

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 6 giu 2005, 12:14 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
CITAZIONE ([PaUrA] Jobba @ 8/6/2005, 12:21)
Aggiungo un'esperienza di stamattina, così aggiorno pure il diario e posto allo stesso tempo

Mer 08 Giugno 2005

Sono in terrazza, a casa mia, ci sono i miei genitori e mia sorella con una sua amica. Prendo dei fuochi d'artificio, ce n'è uno un pò strano che non sò come funzioni. "Non hai la scatola?" mi chiede mia madre. Ci sono delle scatole piene di materiale pirotecnico. Prendo una fontana e un razzo e cerco di sistemarli sul muretto. Dico a mia madre se ha dei mattoni o un vaso per tenerli fermi. Nel palazzo di fronte hanno acceso delle girandole. Io penso "Ma non è mica capodanno ora, perchè facciamo i fuochi? C'è una vacanza, ma non è ancoral'ultimo dell'anno". (La "vacanza" è il ponte del due di Giugno, anche se nel sogno non me ne rendo conto e credo di essere a Dicembre). Passeggio per la terrazza, vedo mia sorella con questa ragazza che non conosco. "Quindi sono in un sogno, ora faccio qualcosa di strano, tipo violentare quella ragazza" (sono un pò maniaco sessuale negli SL ). Comincio a vedere sfuocato e allora penso "devo vedere. Consapevolezza, ora!" (avevo letto la frase da qualche parte). La terrazza diventa buia e comincio a percepire il mio corpo addormentato. Il braccio destro è sotto il cuscino, e non lo muovo. "Bene", penso, e cerco di rimettere a fuoco la terrazza. Niente da far però. riprendo il controllo del corpo, muovo il braccio, e a questo punto decido di svegliarmi .

la farse l'hai sicuramente letta in qualcuno di quei forum che frequentavo, gira e si diffonde, come un virus.
insomma, da poca credibilita', come se fosse un comando, ENERGIA!
in verita', e' una cosa che puoi pensare, ma non a parole, a fatti, se lo fai per sentito dire, come quella frase, non serve a nulla.
diventa l'ennesimo stereotipo, e se macchiamo anche le obe di stereotipi, e' la fine..non e' un rimprovero, e' un esortazione a fare le cose con la propria testa, solo cosi' ci riuscirai.
cioe', parla fra te e te come fai di solito, non imparare delle "formule" a memoria, perche' possono aiutarti ma non ti porteranno lontano, e' come chiudersi in uno stile o schema.
lo so che faccio spesso questo discorso, ma e' questa cosa che mi ha permesso di staccarmi dalla massa ed in pochissimo tempo di capire molte cose e di raggiungere sempre piu' spesso e sempre piu' intensamente particolari stati mentali.
e' una cosa che faccio fatica a spiegare, come faceva fatica bruce a spiegarla ai praticanti d'arti marziali, che ancora adesso non hanno raggiunto la sua abilita'..spero non vada a finire cosi'.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


cron


Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010