Oggi è gio 20 giu 2019, 17:35

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: ven 5 ago 2005, 22:47 
Il sogno comincia col sottoscritto che si trova davanti ad una fabbrica, circondata da un grande giardino e da alcuni macchinari. Per conto di certi tipi, dovevo svolgere in segreto delle indagini ed entrare nella fabbrica, ben sapendo che avrei trovato lì dentro alcuni nemici.
Arrivato al cancello, avrei dovuto evitare la guardia e le persone che stavano all'interno del cortile, senza farmi vedere. Eppure da alcuni di loro mi facevo vedere lo stesso, sembrava che per loro non fossi influente, mentre da altri ero costretto a nascondermi se non volevo essere scoperto (tipo la guardia in portineria).
Quando sono arrivato al giardino davanti alla fabbrica, ho trovato una donna di mezza età che ha cominciato a farmi un discorso allo scopo di sviare le mie indagini. Mi parlava della possibilità di migliorare sè stessi seguendo certi corsi e pratiche.... E' stato così che mi ha convinto a farmi fare un massaggio di prova da lei. Mi sono girato e lei mi ha cosparso il collo con una polvere bianca e ha iniziato a massaggiarmi.
Incuriosito, le chiedo se quella è polvere di menta, perché provo una sensazione di freschezza come quando si mangia il gelato alla menta. Lei risponde di no. Continuo a chiedere per un altro paio di volte, cercando di capire cosa possa essere quella polvere, e lei risponde frettolosamente: "E' ferro!"
A tal risposta i miei dubbi sono venuti a galla. "Non può essere ferro, mi stai ingannando!"
Il mio primo pensiero è come scappare da quel posto, perché avevo capito di essere finito nelle grinfie del nemico. Davanti a me c'era la recinzione della fabbrica, alta almeno un paio di metri, e oltre c'era la mia auto. Ho spiccato un volo di una decina di metri e rapidamente sono entrato in auto, ho fatto retromarcia, cercando di scappare verso sinistra, invece mi sono ritrovato dalla parte inversa, ma sono riuscito a scappare lo stesso.
Viaggiavo ora in auto e la mia preoccupazione era quella di capire cosa mi aveva messo sul collo. Sono entrato in città e mi sono fermato in un quartiere, dove mi aspettava un furgone. Entrato nel furgone (dal portellone posteriore) dei tipi mi hanno chiesto com'era andata, io gli ho raccontato l'accaduto e loro stupefatti avevano capito che al collo mi avevano messo della polvere letale (per assurdo, nel sogno la chiamavo antrace). Ben presto mi hanno fornito di sale da mettere sul collo per evitare complicazioni, dopodiché mi hanno portato all'ospedale per evitare contagi.
Il sogno poi riprende in un tribunale. Un giudice sta esaminando le parti: uno è il sottoscritto, l'altro è il presunto nemico che ha tentato l'avvelenamento. Parto in quarta e comincio a elencare al giudice i fatti successi, cercando di fargli capire che il "nemico" voleva avvelenare me e contagiare tutte le altre persone. Ma i miei fatti li ho esposti troppo impulsivamente, e il "nemico" ha fatto leva sul fatto che mi sono intrufolato di nascosto nella fabbrica e che ero al soldo dei servizi segreti.
Questo non ho potuto negarlo e il giudice cominciava a darmi il torto.
Durante una pausa del processo, una persona mi si è avvicinata, all'inizio credevo che fosse uno dei nemici, poi l'ho riconosciuta, era la mia ragazza. Dopo avermi dato un bacio, mi ha cosparo il maglione di polvere bianca. Ingenuamente, ho fatto per togliermela con le mani, ma non ho fatto altro che ritrovarmi con l'antrace di nuovo a contatto con la pelle, ed impossibilitato a toccare oggetti o toccare le altre mie parti del corpo per evitare il contagio.
Sono tornato in fretta a casa mia per cercare del sale per fermare le complicazioni, non potevo però accendere la luce o avrei lasciato polvere sull'interruttore. Ho visto poi mio fratello e ho cominciato a pregarlo di passarmi il sale, ma lui sembrava non rendersi conto della gravità, finché alla terza richiesta me l'ha passato.
Poi ancora di corsa mi son messo a cercare dei guanti da mettere. Dopo aver trovato dei guanti di gomma, per lavare i piatti, ho incontrato mia mamma, e le ho chiesto di portarmi nel luogo in cui si trovava il furgone dei miei "soci".
Lei s'è messa alla guida della mia auto, e io come passeggero. Il problema ora era la strada: una serie di incroci si ergeva ora, e la nostra strada non era quella principale. Al primo incrocio, mia mamma s'è sporta un po' troppo dallo stop e un'auto proveniente da sinistra c'ha presi in pieno. Ma non avevo tempo per fermarmi, e le ho intimato di continuare.
Alla fine però, arrivato al luogo dell'appuntamento, il furgone non c'era...
E purtroppo il sogno è finito qui, perché poi mi son svegliato.


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 7 ago 2005, 23:27 
Mhhh...hai idea di cosa possa averlo originato? Eri lucido?


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 8 ago 2005, 7:51 
interessante ......scusa una domanda , da quanto hai iniziato col diario ( se hai iniziato ) ??? .... Hai ricordato molti particolari ....


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: sab 13 ago 2005, 18:32 
Non tengo un diario. Ma tendo a ricordarmi dei sogni. Ovviamente, ora molti se ne sono andati a farsi friggere... ma alcuni li ricordo come se fossi ieri. Alcune emozioni le ricordo di averle provate eccome, come se fossi stato sveglio. Tipo quando, in questo sogno, la tipa misteriosa voleva ingannarmi, mi sono sentito profondamente minacciato e indignato di ciò. Questa emozione mi è rimasta impressa.
Hai ragione, i particolari sono molti, e anche senza scrivere su diario, me li ricorderei ancora. Alcune parti del sogno non le ricordo bene (e infatti non le ho descritte) altre invece è come se ricordassi quasi tutto.

Diciamo che comunque la sera prima ho mangiato abbastanza, potrei essere stato appesantito? biggrin.gif comunque di solito mi ricordo almeno un sogno a notte, o almeno ogni due notti.

Questa notte ho fatto anche un sogno bello lungo... a tratti me lo ricordo, ma non tutto.


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 14 ago 2005, 19:00 
CITAZIONE (Kilkenny @ 13/9/2005, 19:32)
Non tengo un diario. Ma tendo a ricordarmi dei sogni. Ovviamente, ora molti se ne sono andati a farsi friggere... ma alcuni li ricordo come se fossi ieri. Alcune emozioni le ricordo di averle provate eccome, come se fossi stato sveglio. Tipo quando, in questo sogno, la tipa misteriosa voleva ingannarmi, mi sono sentito profondamente minacciato e indignato di ciò. Questa emozione mi è rimasta impressa.
Hai ragione, i particolari sono molti, e anche senza scrivere su diario, me li ricorderei ancora. Alcune parti del sogno non le ricordo bene (e infatti non le ho descritte) altre invece è come se ricordassi quasi tutto.

Diciamo che comunque la sera prima ho mangiato abbastanza, potrei essere stato appesantito? biggrin.gif comunque di solito mi ricordo almeno un sogno a notte, o almeno ogni due notti.

Questa notte ho fatto anche un sogno bello lungo... a tratti me lo ricordo, ma non tutto.

non parlarmene ... dry.gif in una notte ho fatto 10 sogni .... 2 dei quali erano sogni di suicidio .... che notte elettrizzante .... mi sono svegliato dopo l'ultimo suicidio .... e il mio cuore batteva a 1000 ...


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 15 ago 2005, 16:02 
Ho notato che riesco ad essere lucido solo nei cosiddetti "incubi". Forse è perchè, inseguito da qualche aberrante creatura demoniaca, io mi giro sempre per prenderla a calci, ed è allora che scatta la lucidità. In quelli belli non mi rendo conto che è un sogno...


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 15 ago 2005, 18:27 
Io non faccio MAI incubi!! tongue.gif
Nella maggior parte dei sogni sono in vacanza, insieme a belle ragazze e amici, e i sogni lucidi li uso per volare e vedere cose bellissime. Ah, come godo cool.gif hehehehe


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 21 ago 2005, 13:03 
Io non ne faccio da svariati anni, ma era un modo per me molto semplice di passare alla lucidità. Mi piacerebbe tornare a farne...secondo voi da cosa dipende? Dalla sicurezza in noi stessi?


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: ven 6 gen 2006, 15:55 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
kilkenny prova nei sogni delle sensazioni molto forte, dovute ad un maggior contatto con il 6' senso ma soprattutto con il 7' senso, in quanto nel sonno, cioe' fuori dal corpo, tutti i sensi sono ampliati.
gli rimangono addirittura impressi, e conosco bene quella sensazione, sogni che non si scordano piu', anche se non sembrano avere alcun significato di rilievo.
oltretutto, il sogno di kilkenny e' ricco di particolari e molto realistico dal punto di vista della storia, e questo vuol dire vivere intensamente i sogni.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010