Oggi è sab 18 ago 2018, 10:00

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ] 
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: ven 10 apr 2009, 0:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 20 dic 2008, 19:23
Messaggi: 306
Località: Messina
Ciao a tutti. ^^
Torno ad aprire, dopo mesi, un topic... Che emozione! :blush
Stavo chattandp con Anonimo in tag, quando è saltato fuori un argomento interessante.
Abbiamo deciso di aprire un topic a riguardo, sperando di suscitare in voi interesse e partecipazione.
Detto ciò, passo a porvi la questione. :hypocrite
Sto studiando EFT e non posso fare a meno di accostare similitudini e differenze fra queste due tecniche.
Io ho studiato il libro di Vianna fino al punto in cui spiegava come fare una lettura e come guarire, poi ho dovuto smettere per mancanza di tempo, purtroppo.
La prima differenza che ho notato, come dicevo in tag a Anonimo è stata che il Theta Healing si basa sulle convinzioni, EFT no.
Mi spiego meglio...
Per Vianna, le prime volte che si fa Theta Healing, non bisogna "pensare di provare a fare qualcosa", si deve fare concretamente... Solo così si hanno risultati concreti.
Invece in EFT non è così: Non ha importanza essere convinti di ciò che si fa anche se, ovviamente, come l'autore stesso dice, un minimo di convinzione non guasterebbe.
Come ha detto Anonimo, giustamente, il Theta Healing è qualcosa che parte dall'alto, mentre EFT parte "dal basso"... A questo non avevo pensato, ed effettivamente è così.
Qualcuno di voi che conosce entrambe le tecniche, ha notato queste differenze o altre?
Cosa ne pensate?





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 10 apr 2009, 9:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
beh certo sono 2 approcci completamente diversi, nel TH è la mente ad agire sul corpo quindi è normale che ci siano determinate condizioni mentali da assecondare mentre nell'EFT è il corpo che lavora su se stesso a livello energetico; facendo un paragone piu blando direi che l'EFT mette le pezze, ripara, mentre il TH ricostruisce e, perchè no, aggiunge




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 11 apr 2009, 21:20 
Non connesso

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 10:44
Messaggi: 281
Località: Savona!
Altra considerazione : col TH, quando dò un comando, mi "concentro" su di un comando in positivo...non dirò mai "comando di non avere più mal di denti", ma piuttosto, "comando che i miei denti stiano bene". Invece con l'EFT bisogna proprio esprimere esplicitamente il problema. A me ha dato qualche difficoltà, essendo abituato a fare affermazioni in positivo.





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 16 apr 2009, 10:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 4 mar 2009, 18:35
Messaggi: 57
allora l'eft "padre" lavora solo sulle affermazioni relative al problema, ma è stato poi integrato con anche quelle positive per il principio, prima vuota dal negativo, poi riempi con il positivo, se cerchi in rete trovi molti setup che fanno anche 3 sessioni sullo stesso genere, prima negativa, poi mista, poi positiva ... il principio è che si usa eft nel momento in cui il negativo è in azione, quindi l'emozione è collegata e si lavora bene per ridurla, una volta fatto si "innestano" le parti positive



aggiunta


ho ricevuto per mail il link a una pagina del sito di eft italia con un setup che spiega ben meglio di me quel che ho scritto :shy rotfl rotfl rotfl rotfl
http://www.eft-italia.it/comportamento/ ... a_bene.htm

che riporto per chi non ha voglia di aprire so quante pagine rotfl rotfl

TESTA: sono arrabbiato e senza speranza
SOPRACCIGLIO: non mi sento a mio agio con ciò che accade
LATO OCCHIO: sono deluso, non c'è niente da fare
SOTTO OCCHIO: questa Legge dell'Attrazione con me non funziona
NASO: ho paura a lasciar andare questa situazione
MENTO: e se fallisco?
CLAVICOLA: ho paura di non riuscire a cambiare, c'è qualcosa di sbagliato in me
SOTTO BRACCIO: la mia vita sta andando a rotoli e temo di non poterci fare nulla

TESTA: e se potessi aver fiducia nel Divino?
SOPRACCIGLIO: ho intenzione di aver fiducia nel Divino, e tutto va bene ed è perfetto
LATO OCCHIO: ho intenzione di sapere che anche questa situazione passerà
SOTTO OCCHIO: ho intenzione di sentire la mia Essenza che mi guida
NASO: è fantastico sentire la mia Essenza che mi guida
MENTO: io scelgo di riscoprire la mia capacità di creare consapevolmente
CLAVICOLA: mantengo la mia capacità di creare consapevolmente, qualunque cosa succeda intorno a me
SOTTO BRACCIO: scelgo di sentirmi in pace e calmo, e ringrazio per i miracoli divini che stanno accadendo nella mia vita





Ultima modifica di sly il ven 17 apr 2009, 9:24, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 16 apr 2009, 22:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 930
Località: Torino
Beh secondo me il fatto che non devi per forza crederci affinchè funzioni è un lato positivo dell'EFT, soprattutto per chi inizia o per problemi particolarmente "radicati".

Comunque credo siano due techinche diverse, diciamo complementari. Con l'EFT puoi anche parlare della cosa negativa proprio perchè devi "configurare" il tuo sistema energetico su quel problema, per poi ri-equilibrarlo con i colpetti.
Viceversa col Theta devi (tra le altre cose) "parlare col tuo inconscio" e mandare via il problema, ma chiamandolo non fai che attirarlo per la legge di attrazione, per questo devi solo avere pensieri positivi :)
Il theta è sicuramente un'arma più potente, ma è più difficile da usare secondo me, nel senso che bisogna imparare bene a "guidare" questo mezzo. L'EFT invece è facilissmia da guidare, ma per alcune cose non è così potente. Almeno questo è il mio parere.

Ottima iniziativa comunque :)




_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 18 apr 2009, 16:23 
Vanya ha scritto:
Ciao a tutti. ^^
Invece in EFT non è così: Non ha importanza essere convinti di ciò che si fa anche se, ovviamente, come l'autore stesso dice, un minimo di convinzione non guasterebbe.Come ha detto Anonimo, giustamente, il Theta Healing è qualcosa che parte dall'alto, mentre EFT parte "dal basso"


Si tratta di due tecniche che possono essere viste come complementari.
Il TH innesta un elemento innovativo, un comando, una possibilità aggiuntiva alla quale Coscienza risponde.
L'EFT si basa su un meccanismo opposto: prende di mira un problema e lo fa rivivere in fondo fino a dissolverlo.

Lasciando da parte il TH, del quale qui dentro c'è gente indubbiamente competente e sul quale potrà parlare, approfondisco un pò le basi dell'EFT.
Un problema, di qualsiasi natura, altro non è che un meccanismo di esperienza appositamente sviluppato da Coscienza. "Che cosa volevo provare, mettendomi nella condizione di subire questo problema?" - è la domanda sulla quale ruota l'EFT e tutte le tecniche di questo tipo.
E fintanto questa esperienza non verrà compresa, o comunque vissuta fino in fondo, si vivrà continuamente in loop. L'EFT forza la mano e ci permette di ottenerne coscienza.
Quindi non è tanto una questione del fisico che lavora sul fisico, è sempre un'azione cosciente.

Volendo ricapitolare, sia il TH che l'EFT lavorano entrambe su una condizione negativa (razionalmente non voluta). Il TH "sblocca" dall'alto, mentre l'EFT rompe da dentro.
La scelta dell'uno e dell'altro riguarda essenzialmente la nostra affinita intima con questi, chiamiamoli, archetipi. C'è chi riesce meglio nel primo, e chi nel secondo, ed entrambi possono arrivare ai medesimi risultati.

Eddy ha scritto:
Il theta è sicuramente un'arma più potente, ma è più difficile da usare secondo me, nel senso che bisogna imparare bene a "guidare" questo mezzo. L'EFT invece è facilissmia da guidare, ma per alcune cose non è così potente. Almeno questo è il mio parere.

Non è detto, Eddy. Tutto dipende da come una tecnica può essere usata.
Il fatto è che l'EFT è conosciuta essenzialmente per problemi fisici, o mentali.
Ma se tu riuscissi a formulare uno scopo spirituale, ipotizzandolo come un problema?
Giusto un esempio: voglio riuscire bene ad andare in oobe. La base di partenza sarà "Non riesco ad andare in OOBE". Oppure "Mi è difficile muovere la psi-wheel".
Immagina di essere un computer, con un bel pò di software installato che ne limita l'uso per ragioni di sicurezza (per la psiche, si chiamano "sovrastrutture"). L'EFT è quel comando che ti permette di disinstallarli. Pensa un pò fino a che punto ti puoi spingere...

In pratica con l'EFT lavori al negativo, tutto qui. E se le facce della medaglia sono sempre due, la potenza è la medesima in entrambi i metodi.





Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 18 apr 2009, 17:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
c'è una cosa che non capisco: parlate sempre di problemi estremi, sia sul libro che ora si parla sempre di problemi a sfondo psicologico, ma se parliamo soltanto di uno stupido raffredore?tutto il discorso coscienziale, dell'esperienza ecc ecc salta?




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 18 apr 2009, 17:31 
glorfindel92 ha scritto:
c'è una cosa che non capisco: parlate sempre di problemi estremi, sia sul libro che ora si parla sempre di problemi a sfondo psicologico, ma se parliamo soltanto di uno stupido raffredore?tutto il discorso coscienziale, dell'esperienza ecc ecc salta?

E' uguale.
L'esperienza è esperienza, poi la forma cambia a seconda di come la intendi o la giudichi. Anche un banalissimo raffreddore.





Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 19 apr 2009, 3:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 930
Località: Torino
Anonimo ha scritto:
Un problema, di qualsiasi natura, altro non è che un meccanismo di esperienza appositamente sviluppato da Coscienza. "Che cosa volevo provare, mettendomi nella condizione di subire questo problema?" - è la domanda sulla quale ruota l'EFT e tutte le tecniche di questo tipo.
E fintanto questa esperienza non verrà compresa, o comunque vissuta fino in fondo, si vivrà continuamente in loop. L'EFT forza la mano e ci permette di ottenerne coscienza.
Quindi non è tanto una questione del fisico che lavora sul fisico, è sempre un'azione cosciente.

Geniale interpretazione :cool : da questo punto di vista mi si chiariscono molte cose.

Però questa visione esclude all'EFT tutte le possibilità di miglioramento, ovvero in questo caso l'EFT servirebbe solo per mandare via o risolvere qualcosa di cui bisognava fare esperienza, non per creare o migliorare, che mi dici a riguardo?




_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 19 apr 2009, 20:18 
Eddy ha scritto:
Però questa visione esclude all'EFT tutte le possibilità di miglioramento, ovvero in questo caso l'EFT servirebbe solo per mandare via o risolvere qualcosa di cui bisognava fare esperienza, non per creare o migliorare, che mi dici a riguardo?

Dipende da che lato guardi la questione.
Come ti ho spiegato qualche messaggio più in alto, secondo il ragionamento delle sovrastrutture, tu non riesci a fare nuove esperienze fintanto non ne diassembli gli schemi di coscienza relativi.

Perché non riesci a parlare faccia a faccia con Dio, quale meccanismo interno ti blocca dal farlo?
Se tu fossi davvero libero nel poterlo sperimentare, ci riusciresti immediatamente. Se invece provi e non ci riesci, vuol dire che esiste una determinata sovrastruttura, mentale, psichica o di coscienza, che ti blocca dal poterlo sperimentare.
Quindi trovala e abbattila. (ecco il succo del mio discorso)
In pratica è un gioco al negativo. ;)

Non puoi immaginare quanti condizionamenti a livello di psiche ci forzano a mantenere continuamente un certo comportamento "anti manifestativo".

Quanto ho descritto è la base di un lavoro personale eseguito cinque anni fa, e durato almeno tre mesi. Dopo aver appreso una famiglia di tecniche molto simili all'EFT, ma più efficienti in termini operativi, le ho sfruttate seguendo questo tipo di intuizione e ti posso assicurare che gli effetti sono stati davvero dirompenti.
L'idea di partenza era quella di desovrastrutturare il proprio ego facendo costantemente perno sulla coppia di opposti "Io/Non io". Se ci rifletti bene ogni tipo di condizione, sovrastruttura, pulsione o blocco, a livello astratto si rifà sempre a questa coppia. Ergo, dentro di te c'è sempre un'immagine ben definita del tuo Io sulla quale mantieni e sostieni tutta una serie di comportamenti.
Eddy lo farebbe? Eddy ci riuscirebbe? E' in lina all'immagine di Eddy?
Abbatti Eddy, ed otterrai la purezza dello gnosticismo. (nello specifico, meno Mente e più Anima e Spirito)
La cosa davvero interessante sono stati gli effetti collaterali, ovvero tutto ciò che involontariamente tendevo a manifestare non essendo più "Io". Non tanto una volontà razionale come ho notato per il TH, piuttosto una libertà smisurata nel percepire tutto ciò che prima era viziato, e quindi ti lascio immaginare la conseguente manifestazione.
Un incontro diretto con l'Architetto, la visione ad occhio nudo dell'etere o della quarta dimensione, la percezione diretta del proprio Doppio e l'unione con esso sono alcuni degli effetti ottenuti.

Se la cosa può interessare, posso inviarvi un documento di poche pagine che preparai ai tempi per spiegare la funzione e l'approccio di quella particolare tecnica. Essendo molto specifico, però, necessita che abbiate già conosciuto o comunque praticato un minimo l'EFT.





Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 19 apr 2009, 21:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 930
Località: Torino
Anonimo ha scritto:
Se la cosa può interessare, posso inviarvi un documento di poche pagine che preparai ai tempi per spiegare la funzione e l'approccio di quella particolare tecnica. Essendo molto specifico, però, necessita che abbiate già conosciuto o comunque praticato un minimo l'EFT.


Uh sì sarebbe molto interessante, credo che tu abbia appena definito quello che io chiamavo il "non essere pronto". Credo sia quasi ora di partire! :)




_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 21 apr 2009, 23:53 
Non connesso

Iscritto il: sab 11 apr 2009, 2:41
Messaggi: 14
Leggo con estremo interesse quanto scrivete sull'EFT e sul Theta healing.

Ricordo che mi interessai di EFT quando il fenomeno scoppiò a livello telematico, ma poi dopo aver scaricato il manuale gratuito non apporfondii...
Ma grazie a voi mi stò ravvedendo :)

Per quanto riguarda il TH volevo chiedervi se qualcuno lo avesse mai usato per manifestare "concretamente" qualcosa nel vostro corpo (non parlo di cessazione di qualche situazione dolorosa e-o viziata) ma di potenziamento e-o aggiunta di qualche caratteristica fisico-materiale e-o animica.

Esempio:

Ho fatto ricrescere il dito che ho tagliato per incidente con una cesoia a tre anni.

Ho finalmente risolto l'assillante problema di penis enlargment che intasa la rete :P

Ho sviluppato la capacità di spostare gli oggetti con la mente...
ho sparato le cose ironizzando un pò, ma mi sono spiegato?
Un caro abbraccio
strigide





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 25 apr 2009, 12:47 
Non connesso

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 9:13
Messaggi: 457
Certo Strigide che si può! Stando in Theta una tizia si è fatta sparire un cancro alla gamba, enorme...





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 25 apr 2009, 13:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
se intendi qualcuno di noi, non credo asd ma se leggi il libro per esempio si parla di attivazione di cromosomi quindi si rotfl




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 2 giu 2009, 3:37 
Non connesso

Iscritto il: sab 11 apr 2009, 2:41
Messaggi: 14
Salve a tutti, ritorno qui dopo un bel pò di tempo...
Mi dispiace un sacco di non aver partecipato all'incontro di Malanga da poco tenutosi a Roma...

Per quanto riguarda la mia sperimentazione con il Theta Healing, devo dire che procede bene...

Ringrazio quanti hanno scritto le loro suggestioni (specie quella dell'ascensore, è una figata!)
Per quanto io preferisca di gran lunga allontanarmi con la coscienza dal settimo chackra e salire in alto (io conto 33 piani oltre il mio...sarà troppo? :) )

Vorrei suggerire a quanti lo praticano, l'assunzione di un mudra delle mani, che pare, predisponga all'attivazione dello stato theta e che consiste nell'appporre la punta del pollice (di entrambe le mani) alle punte del medio e dell'anulare (zamperini docet ;)

Io propongo altre due accorgimenti:
1)apporre la punta della lingua verso la volta del palato duro:
2) sempre mantenendo gli occhi chiusi, rivolgerli internamente verso l'alto, come se si guardasse qualcosa sopra di noi...
Fatemi sapere, ci tengo
Strigide





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 2 giu 2009, 12:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
per quanto riguarda la posizione degli occhi, io sapevo come se si guardasse verso il proprio "terzo occhio" ti riferisci a quello?




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ] 

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010