Conosci Te Stesso
https://conoscitestesso.ipself.it/forum/

Il linguaggio come attivatore di energie
https://conoscitestesso.ipself.it/forum/viewtopic.php?f=30&t=3108
Pagina 1 di 1

Autore:  alroc68 [ mer 5 gen 2011, 11:15 ]
Oggetto del messaggio:  Il linguaggio come attivatore di energie

La comunicazione è alla base del nostro vivere quotidiano, è lo strumento utilissimo che ogni giorno usiamo per interagire con l'esterno...spesso però dimentichiamo che questa prerogativa umana ha la capacità di attivare delle reazioni energetiche. Pensiamo alla semplice espressione: "Ti amo." Colui che ascolta tale messaggio può avere diverse reazioni, ma la più importante credo sia quella energetica. Chi riceve e apprezza il senso di tale comunicazione, si emoziona e risponde all'imput in modo positivo...cosa accade in quel frangente? Cosa si attiva utilizzando le parole che rientrano nel campo semantico del concetto di Amore?

La comunicazione legata all'Amore (non solo quello fisico chiaramente) può amplificare alcuni strati dell'energia sottile aumentandone la forza? Insomma parlare d'amore emoziona, fa stare bene, ci eleva verso strati più rarefatti, ma ci rende anche energeticamente più intensi?

La potenza di alcune parole è stata nel tempo privata del suo più vero scopo, per cui quando sentiamo la parola amore, spesso la associamo al senso fisico del termine e non a quello più rarefatto e spirituale. Aver dimenticato la forza di alcuni concetti, rende la trasmissione meno efficace, cioè pronunciamo parole vuote perchè non le accompagnamo con un moto sincero e intimo dell'animo. Credo, invece, che sperimentando ogni giorno la valenza di determinati concetti possiamo riaffermare e ricaricare il senso più autentico del processo comunicativo, varcando una soglia che ci trasforma dentro e fuori. Trasmettere con amore, per amore, amorevolemente ci dà l'opportunità di avvicinarci energeticamente all'interlocutore su un livello più "alto". Questo livello è meno legato ai formalismi e alle etichette del mondo materiale e permette di manifestare l'essenza del nostro vero modo interiore. Ci liberiamo delle catene che nella realtà ordinaria sono intrise di paure (forse mi sono esposto troppo; non dovevo essere così esplicito ecc.) per procedere con maggiore spontaneità nell'intento comunicativo.

Dire: "Ti amo, quando ti vedo provo emozioni bellissime, mi piaci, vorrei stringerti, abbracciarti, ti voglio bene ecc.", attiva secondo voi delle reazioni energetiche a livello sottile? :wub

Autore:  wcoscienza [ mer 6 apr 2011, 20:58 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Il linguaggio come attivatore di energie

Ciao sono nuovo del forum ma secondo me è come dici te: cioè quelle parole hanno senso se si dicono con l'anima.

Autore:  Jamestk [ mar 26 lug 2011, 15:21 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Il linguaggio come attivatore di energie

Ciao :-)
sono anch'io nuovo del forum.
Seconodo me si, credo che pronuciare quelle parole attivi sicuramente delle reazioni energetiche sottili. Sarebbe interessante capire dal punto di vista "tecnico" come funziona, perché magari le reazioni sottili che accadono non sono per forza quelle attese e mi riferisco a quelle della/e persone a cui ci stiamo rivolgendo in quel momento. Quando la nostra mente, davanti ad un evento qualsiasi, deve decidere se siamo in pericolo, la nostra "banca dati" (la memoria di tutte le nostre esperienze, anche perinatali, e geneticamente parlando anche dei nostri avi fino almeno alla 7° generazione - vedi lavori di Bruce Lipton e Gregg Braden) influenza lo spostamento dell'ago della bilancia nella percezione di quell'evento tra i due possibili risultati (sono in pericolo/non sono in pericolo).
Questa domanda il nostro subconscio se la pone chissà quante volte al secondo e in base alla risposta che si dà, organizza un'azione di attacco o fuga se ritiene di essere in pericolo o di "apertura" nell'altro caso.

Tutta questa premessa per dire che non conoscendo la banca dati della persona che ho di fronte (non conosco la mia, figurarsi quella dell'altro...) non posso sapere cosa muoverà una dichiarazione d'amore nell'altra persona...potrebbe anche essere una fuga se la percezione è quella di una minaccia.
Osserviamo i nostri amici e rendiamoci conto, per come è organizzata la loro banca dati, di quanti sono disposti a farsi massacrare fisicamente o moralmente pur di avere l'attenzione di qualcuno, cosa che scambiano per "amore" o affetto: è tutto ciò che conoscono e non ne sono consapevoli probabilmente.
Meno male che esistono molti strumenti di miglioramento personale...

Autore:  alroc68 [ mar 10 apr 2012, 21:22 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Il linguaggio come attivatore di energie

A distanza di un anno rileggo questo messaggio scritto da me e paradossalmente mi do pure la risposta asd ...Ho compiuto diversi percorsi in un arco di tempo molto breve, se paragonato al resto della mia vita precedente... :woot
Il senso di ciò che avevo scritto rimane, ma si aggiunge ad esso un contenuto appreso da circa un mese.
Le parole/concetto, se scelte in modo attento (e autentico), acquistano una forza dagli effetti "magici". Le parole di questo tipo sono come semi che germogliano in modo inaspettato nell'animo di chi è pronto per ricerverle. Queste parole scaturiscono da una parte di noi che è sepolta sotto strati di macerie/incomprensioni.
Queste parole vanno diritte al cuore perchè sono, limpide e integre, non possono essere distorte o fraintese perchè sono disinteressate. Tutto quello che abbiamo imparato o che stiamo imparando non vale a niente se non mettiamo in pratica questo nuovo tipo di trasmissione dei significati/significanti. Adesso è tempo per dialogare davvero e non per fare a gara tra chi è più arguto. Il nuovo tipo di linguaggio di cui parlo è capace di sentire l'interlocutore, di vederlo dentro e di trasmettergli un messaggio senza incertezze.
Questo è anche l'ultima cosa che scrivo e mi congedo da questo forum in modo definitivo.
Un abbraccio
Alessandra ;P

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
http://www.phpbb.com/