Oggi è gio 21 mar 2019, 6:28

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 41 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: gio 9 apr 2009, 8:43 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Ancora scosse, Abruzzo in ginocchio. E adesso si sposta il fronte del sisma
Si aggrava il bilancio: 275 i morti. Emergenza per migliaia di sfollati, domani a L'Aquila funerali di Stato
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200904articoli/42663girata.asp
9/4/2009 (6:49)



(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
L'AQUILA - Non c’è tregua per i circa 18mila senza tetto ospitati nelle 31 tendopoli allestite all’Aquila e provincia. Anche la scorsa notte, la terra ha continuato a tremare. Tre le scosse più forti, avvertite anche, oltre che in tutto l’Abruzzo, in gran parte del centro Italia, da Roma a Napoli. Alle 0,55 la prima, di magnitudo 4.3; alle 2,52 quella più forte, di 5.2; alle 5.14 la terza, di magnitudo 4.6. Ma il fronte del terremoto si sta spostando, e questo impensierisce i geologi: dalla scorsa notte l’epicentro si è spostato sulla direttrice più a nord L’Aquila-Pizzoli-Barete.

Le nuove scosse hanno causato nuovi crolli nel centro dell’Aquila e nelle zone già colpite, ma fortunatamente senza coinvolgere persone. Con il passare delle ore, intanto, si affievoliscono sempre di più le speranze di non aggiungere altre bare a quella triste lista che conta ad oggi 275 morti accertati. Sono infatti ormai trascorse più di 24 ore dall’ultimo salvataggio tra le macerie e siamo ad oltre 72 ore dalla tragedia: tempi che, statisticamente, lasciano poco sperare per quella decina di persone che figurano ancora nella lista dei dispersi. Tra loro c’è anche una giovane promessa del rugby: Lorenzo Sebastiani, pilone cresciuto nell’Aquila Rugby e ora in forza all’Accademia federale a Pisa. Lorenzo ha partecipato due anni fa ai Mondiali Under 19. Di lui non si hanno notizie dalla notte tra domenica e lunedì, quando la sua casa è stata ridotta in un cumulo di macerie. Ma si continua a scavare.

«Scaveremo fino a Pasqua» aveva detto ieri il ministro dell’Interno Maroni. Ed anche oggi, la disperata ricerca tra le macerie proseguirà senza sosta, nella speranza di altri miracoli. L’altra sera, il «miracolo» di Eleonora Calesini, 20 anni, estratta viva dalle macerie dopo 42 ore, aveva restituito forza e fiducia a Vigili del Fuoco e volontari, impegnati nelle operazioni di scavo e di rimozione delle macerie. Ieri però, poco dopo la mezzanotte, sono stati trovati i corpi senza vita di due dei quattro giovani dati per dispersi nel crollo della Casa dello Studente, all’Aquila. Oggi, tra la popolazioni terremotate, c’è attesa per l’annunciata visita del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il Capo dello Stato sarà in mattinata al centro di coordinamento della Protezione civile, allestito nella scuola per ispettori della Guardia di Finanza. Ma chissà che non trovi il tempo per fare un salto in una delle tendopoli e portare una parola di conforto e di speranza ai tanti senzatetto.

E nei prossimi giorni ha promesso la sua visita anche Papa Benedetto XVI, che si è detto da subito profondamente colpito per questa immensa tragedia. Intanto, ci si prepara per dare, domani, l’ultimo saluto collettivo alle vittime del terremoto. I funerali di stato si terranno alle 11 nel cortile interno della scuola della Guardia di Finanza, celebrati dall’arcivescovo dell’Aquila, monsignor Giuseppe Molinari.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 24 apr 2009, 23:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 20 gen 2009, 12:50
Messaggi: 44
.....il terremoto è stato previsto,il terremoto è arrivato......ora,perchè nessuno parla del più grande laboratorio sotterraneo di fisica nuclare situato sotto al gran sasso???Cosa sarà successo....mah ai posteri l'ardua sentenza!!! :cool2


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 27 apr 2009, 10:45 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
VERITA' DALL'AQUILA: DIGNITA' E CORAGGIO OLTRE LE MENZOGNE
Da EffediEffe.com, nella rubrica free. TESTIMONIANZA DIRETTA DI UN SOPRAVVISSUTO al terremoto di Abruzzo. 25 aprile 2009. Quel che non si potrà mai sentire nella fiction non stop dei TG nazionali...
http://cafedehumanite.blogspot.com/2009/04/verita-dallaquila-dignita-e-coraggio.html
sabato 25 aprile 2009



(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
"Stimato direttore, a distanza di diversi giorni, anzi di oltre due settimane dal sisma che ci ha messo in ginocchio, a L’Aquila c’è già qualcuno che ha il modo di riutilizzare internet e scrivere a EFFEDIEFFE. Con tutte le cose che ci sono da fare... non è una cosa scontata, ma il troppo è troppo.
In pochi giorni a L’Aquila, sono arrivati tutti... il presidente del consiglio e tutta la pletora di figuranti di destra sinistra e centro... martedì verrà il Santo Padre... e ora... anche il G8.Cosa siamo diventati? Un luogo di pellegrinaggio? So che siamo pittoreschi... lo vedo coi miei occhi... gente vestita di stracci o abiti usati distribuiti dalla caritas, che sguazzano in campi di fortuna allestiti in ex campetti di calcio di periferia o paese... scarpe lorde di fango, occhi spauriti, anziani malati, donne incinte, bambini... ammassati in tende da 12, come animali da stalla, o in palloni ad uso sportivo. Donne anziane che debbono spogliarsi e lavarsi davanti a decine di persone, mamme che debbono fare la fila anche per portare in bagno i bambini, poi bagno... che parola grossa... un lurido cesso di plastica piazzato alla meno peggio... con il serbatoio chimico, puzzolente, malfermo, stretto...

Intanto sui giornali tutto va bene... è tutto ripartito... sembra abbiano riaperto le scuole... gli uffici... ... la verità è che siamo come eravamo dopo tre giorni dal sisma: “in mezzo alla m…!!!”.

Intanto i media dopo i primi giorni di pietismo e lacrimucce stanno spegnendo le luci... la gente sui loro salotti cambia canale, perchè ci sono le finali di qualche “reality”… (ahahahah che cosa è la realtà???). La gente nei discoris da bar dice già: “Cambiamo discorso ti prego... non ci voglio pensare...” ... ebbene lo si faccia... lasciateci in pace se non volete o potete aiutarci... almeno lasciateci in pace... viviamo in una città distrutta... l’intero centro storico è devastato, presidiato dall’esercito e blindato.

Non possiamo tornare neppure a scavare sulle nostre case alla ricerca delle foto dei nostri figli o del nostro gatto di casa... io ho la casa ridotta ad una bottiglia rotta… inagibile... l’ufficio devastato... oltre un decennio di mutui da pagare su immobili da rottamare... una attività in proprio che non beneficerà dei mega appalti che già si stanno approntando a Roma, e qualche poveraccio di dipendente... disperato… spacciato… come me... come noi tutti.

Ma il governo che fa??? Ci rompe i c… invece di mandare container e baracche... che sono brutte; i cialtroni che ci governano... ci fa stare accampati, lontani da telecamere indiscrete e filtrando interviste non allineate... la città già blindata diventa totalmente bloccata ... ora pure il G8… perchè??? Per avere ancora più disagi...??? Per far arrivare anche qualche altro elemento di dissesto??? Non basta quello che ci ha riservato la vita? Il nostro destino non è già abbastanza miserando??? Dobbiamo rassegnarci anche alle più sordide e becere strumentalizzazioni bipartisan???

Sono arrivati a decine... a centinaia di volontari... con le loro telecamerine e fotocamere amatoriali... ridevano quando arrivavano… poi iniziano a parlare con noi... il loro sorriso sparisce… ne ho visti molti piangere... pediatri nelle tende pediatriche... piangere come vitelli, davanti a bambini che svengono ad ogni minima scossa dello sciame sismico che continua inesorabile... ho visto due bambini un bimbo di sei e una bimba di 8, che hanno perso la parola... semplicemente... non parlano più... Ho visto il terrore negli occhi di mio figlio, mentre i suoi giochi e i suoi mobili gli crollavano addosso, mentre le pareti si fratumavano e la polvere invadeva la casa, ho sentito le grida di terrore di mia moglie che nel buio del black out che è arrivato quasi subito non iusciva ad aprire la porta finestra che dà in girdino perchè gli infissi si sono deformati...Mi sono spaccato i piedi camminando scalzo sui vetri della sala... bottiglie di vino, pezzi di mobili, ho dovuto sfondare tutto usando il mobile su cui allora mettevamo i CD... siamo usciti che la terra aveva smesso di tremare... e intorno la gente urlava nelle scale o fuori in strada... mentre l’odore di metano dalle condutture spaccate aveva invaso il quartiere.

Ho visto tutto questo… e ringrazio il Signore, lo ringrazio perchè pur avendo perso tutto, non ho perso nulla... ho con me mia moglie e mio figlio, non ho avuto lutti tra i parenti più stretti... m’è andata di lusso... e la cosa assurda è che non ho perso nè la lucidità, nè il disincanto… nè il coraggio... andremo avanti... siamo vivi... ripartiremo dal niente.... Se mai ci daranno soldi per ricostruire o meglio rabberciare quel che è scomparso per sempre... passeranno per banche, interessi agevolati, bonifici, fatture autorizzate da periti e finanzieri... siamo terremotati... non possiamo chiedere... possiamo solo accettare… o meglio subìre... ma subìre il nostro destino... non essere strumentalizzati in modo indegno... C’è chi di noi ha subito morti strazianti... poche dicono… sul totale delle popolazioni... (che bravi esperti...) poche... perchè solo 300 morti... non sono niente...…ma Cristina.. faceva l’infermiera nell’ospedale che è crollato... era al pronto soccorso... e ora è sotto terapia psichiatrica... non lavora più... è sconvolta... ha visto gente lasciata morire in rianimazione... perchè era troppo malmessa... o anziana... mettevano a questi disgraziati un foglio di carta addosso attaccato col cerotto... e una X rosssa a pennarello... il segno della condanna... c’erano troppi bambini... emorragie... teste spaccate, toraci schiacciati... e ora lei non dorme più... piange... piange sempre... non mangia... non sa più sorridere...

Un mio vicino di casa, si è covinto di essere il prefetto questore... chiama i ministeri... parla da solo... è alloggiato in un campo nello stadio! del rugby... e veste lo stesso vestito doppio petto che indossa un dirigente in ufficio... con scarpe da ginnastica rosse però... da settimane... dice di non poter andare da altre parti o con parenti... perchè come prefetto è sempre reperibile…

Il dottore del terzo piano lavorava al sert... ora lavora in una tenda blu… dorme in macchina da settimane... lavora a turni, gira i campi a somministrare droghe ai tossici mischiati alla gente comune, per tenerli buoni… e somministra psicofarmaci a palate... neppure per lui ci sono posti in container... e ora però arriva il G8.

Non è giusto tutto questo... questo è troppo... scrivo da una roulotte davanti casa... ho collegato un tubo di acqua e un cavo di fortuna, passano attraverso una delle crepe che si sono squarciate sul mio muro di casa... ho collegato internet ricollegando la mia linea dalla chiostrina in strada... ho un bambino che mi ha detto: “papà... quando aggiusti la casa rotta???” Io gli ho risposto... che è troppo rotta… verranno dei signori tra un po’... e ne faranno scempio... hanno già iniziato le demolizioni... ruspe enormi... che spianano tutto... vicoli antichi… ricordi... suoni... mio figlio ha fatto quattro anni... e dice per telefono ai nonni... “nonno... nonno... io abito nella casa di plastica... perchè la casa di mattoni è troppo rotta... domani forse papà torna in casa coi pompieri e mi riprende il cartone dei mostri pelosi...”.

Capite il nostro nuovo mondo surreale??? No... so che non potete e forse non volete... so anche che in fondo è inesorabile... persino giusto... chissà... ma almeno chiedo il rispetto del nostro dolore... e per la p… ... lasciateci in pace... lasciateci dignitosamente abbandonati a decisioni più grandi di noi... soli coi nostri drammi, le nostre paure... i nostri rimpianti... ma almeno ci si lasci la dignità.

Gli aquilani non hanno l’indole dei piagnoni... non siamo un popolo di sciatti questuanti... siamo un popola chiuso, malfidato, ma onesto, coraggioso... saremo ex pecorai transumanti e contadini di pedemonte... ma non siamo gente vile... rivendichiamo il diritto alla verità... alla dignità... porca p…!!!Io direttore le chiedo un favore... venga a L’Aquila anche Lei... venga a vedere... usi la sua redazione perchè non si spenga la luce su questa nostro unico bisogno... non chiedo una raccolta fondi del c… ... non chiedo aiuti per me o per la mia famiglia in roulotte... (ho dovuto pagarla in contanti... usata... settemilatrecento euro e per fortuna che li ho racimolati tra parenti e amici...) chiedo un suo articolo... dopo che avrà visto i nostri sguardi... sentito le nostre voci... se vorrà venire... cercherò di farla stare meglio che si potrà... magari non in tenda... perchè ci sono già gastroenteriti e polmoniti virali... ma la prego... prego la redazione... non dimenticateci... date voce alla nostra prima necessità... la dignità di esseri umani.

Grazie per quello che vorrà fare.
Luca D’Antonis

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 5 giu 2009, 20:23 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
previsioni del dott giuliani sul terremoto in abruzzo ignorate dalla protezione civile
[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/0gDy5ABTN5k&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/0gDy5ABTN5k&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]
SERVIZIO DI STUDIO APERTO DEL : 01/04/09 . Il dott. Giuliani grazie ai suoi studi rivoluzionari aveva previsto la grande scossa e la conseguente tragedia che avrebbe colpito l'Abruzzo da li a pochi giorni. Il dott. Giuliani avvertì la protezione civile...e puntualmente non è stato ascoltato dalle autorità e dalla stessa protezione civile..il risultato è questo decine e decine di vittime...VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA..CHE SI FACCIA LUCE SU QUESTA IGNOMINIOSA VICENDA...CHI HA SBAGLIATO DEVE PAGARE.... PROVIAMO LETTERALMENTE SCHIFO E RIBREZZO. METTIAMO QUESTO VIDEO CON GRANDE RABBIA E RAMMARICO PER CIO' CHE E' SUCCESSO, SPERANDO CHE LA NOSTRA TESTIMONIANZA AIUTI A FAR PARLARE DEL DOTT. GIULIANI E SOPRATTUTTO DI CHI NON L'HA ASCOLTATO. CHI NON L'HA ASCOLTATO E' SEMPLICEMENTE UN INCOMPETENTE E NON PUO' OCCUPARE UN POSTO CHE NON E' IN GRADO DI RICOPRIRE...QUINDI DENUNCIAMO E AGIAMO PER IL BENE DELLA COMUNITA'. DIFFONDETE! - Nota informativa: in ogni caso diffidate da studio aperto, il tg più fazioso che abbiamo in italia - grazie dell'attenzione.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 5 giu 2009, 20:24 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Gianpaolo Giuliani aveva previsto il terremoto in Abruzzo DERISO DA STUDIO APERTO
[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/Bsqje85cZ3Q&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/Bsqje85cZ3Q&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]
complimentoni a questi vermi criminali per la loro disinformazione e per il loro prendere in giro una persona che, in un certo qual modo, aveva previsto una catastrofe...verificatasi poi a l'aquila, proprio pochi giorni dopo. non dico che era semplice agire in virtù di tali indicazioni, ma dargli retta invece di prenderlo per il culo, appoggiare le sue ricerche e costruire strumenti come quelli che usa...sarebbe stato così da stupidi?

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 5 giu 2009, 20:27 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
TERREMOTO ABRUZZO-Giampaolo Giuliani "Si poteva prevedere"
[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/t1nKz1r42V8&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/t1nKz1r42V8&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]
Giampaolo Giuliani, ricercatore dei laboratori del Gran Sasso, aveva lanciato l'allerta, scatenando la psicosi: «Ci sarà un sisma disastroso». Ripreso da Bertolaso e denunciato per procurato allarme.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 5 giu 2009, 20:31 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
TG1 SENZA vergogna
[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/H8rScFAAtfI&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/H8rScFAAtfI&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]
Servizio del TG1 del 7 Aprile 2009 - Edizione dell 13:30
Quel che resta di un evento come il terremoto che ha colpito ieri notte L'Aquila e l'Abruzzo.
Protestate scrivendo a: tg1.live@rai.it
Vi invito a scrivere che boichetterete il loro telegiornale, e soprattutto che come azione di protesta farete sapere a tutti che non comprerete niente che venga pubblicizzato a ridosso del telegiornale, visto che l'unico motivo per cui hanno voluto snocciolare i dati, penso sia questo.
Altre coordinate: - per iscritto: al Direttore del TG1 allindirizzo : Largo Villy De Luca, 4 Saxa Rubra 00188 ROMA - per telefono e/o fax: - TG1 tel. 0633176113 0637170100 (servizi di cronaca) - fax 0633171684

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 14 giu 2009, 20:35 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Il Capitalismo dei disastri adora i Terremonti
[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/AQcxexOVugs&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/AQcxexOVugs&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 25 giu 2009, 21:55 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Terremoto Abruzzo - L'Aquila [ evento naturale o creato? ]

[youtube]<object width="560" height="340"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/3sBKmm97hsg&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/3sBKmm97hsg&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="560" height="340"></embed></object>[/youtube]

Sotto il suolo del sisma,il più grande laboratorio per esperimenti nucleari e armamenti! ma come sempre, un puro caso...

Una signora di 75 anni,ha postato 2 settimane fà un commento, in un video, il quale affermava che :
La P2 per comunicare fatti gravi fa esplodere delle bombe ad alto potenziale,
posizionate sugli appennini nei fori effettuati dalle compagnie petrolifere.
Queste esplosioni provocano dei terremoti artificiali devastanti.
Sono stati provocati dalla P2 i terremoti di:
Napoli 1980 -- Umbria, Foligno, Assisi -- san Giuliano di Puglia.

la Loggia massonica P2 è una delle tante società segrete alla quale Silvio Berlusconi prese parte molti anni fà,tessera 1816,la loggia massonica P2 prevede fra le tante cose : possedere una squadra di calcio,possedere almeno 3 tv,militalizare lo stato,investire per il nucleare e a quanto pare pianificare terremoti!

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 12 lug 2009, 18:52 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Terremoto in Abruzzo: censurata l'ennesima figura di Berlusconi
[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/F9IOjD1ff2w&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/F9IOjD1ff2w&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]
La cosa tragica di quest'ultima gaffe è che quest'intervista ha fatto il giro del mondo ed è uscita sulle prime pagine di tutti i giornali. In Italia se non fosse per il web non se ne saprebbe niente. Questo è il prezzo che paghiamo all'idiozia della sinistra e alla mancata risoluzione del conflitto di interessi. il controllo sull'informazione da parte di berlusconi è ormai ferreo

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 12 lug 2009, 19:04 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Giuliani - L'uomo che ci salvò la vita
[youtube]<object width="560" height="340"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/GvQ2IRsBbGk&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/GvQ2IRsBbGk&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="560" height="340"></embed></object>[/youtube]
I testimoni della tragica notte tra il 5 e il 6 raccontano come Giampaolo Giuliani, nonostante il pendente avviso di garanzia, abbia salvato la vita di molte persone.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 13 lug 2009, 12:56 
Un mese fa, circa, guardando un documentario tecnico sui terremoti in genere, mi sono accorto che la storia sul Radon quale fattore principale e ripetibile per la prevenzione, fu già presa in esame da molti anni da parte delle nazioni tecnologicamente avanzate, senza tra l'altro trovare dei riscontri così oggettivi e ripetibili come invece si usa scrivere in molti articoli dopo il fattaccio in Abruzzo.
Non riuscendo a reperire il documentario - vero peccato - ho comunque trovato un articolo che riporta, seppure in modo parziale, ciò che avevo visto.


Terremoti e radon, attenti alla pseudoscienza
fonte: http://www.blogalileo.com/terremoti-e-radon-attenti-alla-pseudoscienza/

Le notizie delle ultime ore sul violento terremoto che ha colpito alcune aree dell’Abruzzo, con epicentro vicino a L’Aquila, sono accompagnate dalle numerose polemiche intorno all’effettiva prevedibilità del sisma da poco avvenuto. Tra dichiarazioni, smentite e notizie poco corrette si è creato un caos informativo che rischia di creare fraintendimenti e convinzioni errate in chi è meno esperto sul delicato argomento. Senza la presunzione di trovare una verità sulla vicenda, provo a fare un po’ di chiarezza con lo stile semplice e divulgativo che da sempre contraddistingue bloGalileo.

Per comprendere la diatriba sulla prevedibilità di un sisma occorre svolgere qualche passo indietro nei meccanismi che generalmente scatenano un terremoto. Apparentemente placido, il nostro Pianeta racchiude sotto la crosta terrestre un cuore a dir poco irrequieto, dove il materiale magmatico (rocce fuse dal calore, acqua e altri fluidi sottoposti ad alta pressione) si muove in continuazione dal basso verso l’alto, rendendo il mantello (la porzione del pianeta compresa tra la crosta terrestre e il nucleo) una sorta di enorme tapis-roulant in grado di far muovere le 14 enormi placche che giacciono sulla sua superficie. Queste placche, grandi anche come un intero continente, si scontrano e si allontanano tra loro in prossimità dei loro margini e determinando così buona parte della conformazione del nostro pianeta. La collisione tra la placca indiana e quella euroasiatica, per esempio, ha determinato la formazione della catena montuosa dell’Himalaya.

Banalizzando molto, possiamo dire che il meccanismo di un terremoto ricorda quello di una molla in carica. In prossimità dei margini delle placche si accumulano dunque enormi forze, che vengono trattenute dagli strati di roccia più superficiali solitamente rigidi e scarsamente elastici. Quando le forze accumulate superano il punto di rottura degli strati più superficiali, i margini delle placche interessate scaricano la loro energia potenziale dando vita a un terremoto. Lo sciame sismico, ovvero l’insieme delle scosse in un dato periodo temporale, corrisponde al tempo necessario per il raggiungimento di un nuovo “equilibrio” tra una data area dei margini delle placche. Quando le forze non sono più in grado di contrastare la resistenza degli strati più superficiali, il fenomeno si attenua e la molla inizia nuovamente a caricarsi.

Raccogliendo attraverso i sismografi (le macchine che rilevano le scosse) i dati sui terremoti, il loro andamento nella storia e conoscendo la dislocazione dei margini delle placche, i centri di ricerca sono in grado di indicare quali siano le aree geografiche maggiormente a rischio dal punto di vista sismico. Utilizzando una semplice mappa colorata (in genere dal verde al rosso), si segnalano i punti in cui i terremoti hanno maggiori probabilità di manifestarsi, suggerendo così l’adozione di misure antisismiche per la messa in sicurezza degli edifici. La prevenzione è infatti la miglior arma per difendersi dagli eventi sismici, poiché a oggi è impossibile prevedere con certezza il momento in cui si manifesterà un terremoto.

Nonostante siano state svolte numerose ricerche per trovare validi sistemi di predizione, al momento le sole informazioni statistiche si sono rivelate valide per identificare periodi di massima entro i quali può avvenire un terremoto. Le variabili in campo sono moltissime e sono principalmente legate alla sostanziale imprevedibilità nelle modalità di caricamento della molla del sisma: le forze che portano a un terremoto non si accumulano con costanza e secondo alcuni sono influenzate su scala globale dal movimento di tutte le 14 placche. I sismologi possono dunque dire che un terremoto si sta preparando, ma non certo stabilire con certezza un momento in cui potrà avvenire.

Durante il recente sisma in Abruzzo hanno destato scalpore le dichiarazioni di Giampaolo Giuliani su un nuovo sistema per predire con circa 6 - 24 ore di anticipo un terremoto. Giuliani, che a differenza di quanto si è scritto non è uno scienziato laureato in geofisica o sismologia, ma un tecnico, sostiene di aver previsto il terremoto in largo anticipo studiando le concentrazioni di radon, un gas che solitamente emerge in quantità superiori alla norma durante i sismi a causa della rottura e compressione delle rocce negli strati più superficiali del Pianeta. Una teoria in realtà ormai datata e che in tutto il mondo non ha prodotto alcuna evidenza scientifica affidabile.

Il virtuale rapporto tra radon e terremoti è stato indagato durante gli ultimi decenni negli Stati Uniti, in Cina e persino in Giappone, una delle aree più a rischio dell’intero globo dove si concentra il 20% degli eventi sismici più violenti ogni anno. Nessuna delle ricerche condotte ha portato a risultati validi e scientificamente rilevanti. Nel 1995, dell’argomento se ne occupò anche il New York Times con un articolo approfondito, che sottolineava come le ricerche intorno a radon e terremoti fossero già all’epoca giunte a un punto morto poiché in molti casi il terremoto si manifesta anche con livelli più bassi del gas radioattivo e in maniera del tutto imprevedibile, senza alcun segnale premonitore legato al radon.

Anche consultando gli archivi online delle principali riviste scientifiche al mondo, come Nature e Science, si nota la presenza di numerosi articoli di ricerca sul radon e tutti contraddistinti da condizionali o esplicite dichiarazioni di inconsistenza dei risultati. Ciò testimonia come il misterioso studio di Giuliani giunga dopo decenni di ricerche in tema e non appaia come nulla di così nuovo in ambiente scientifico.

Nella lunga storia dei terremoti, la presenza di individui che dichiarano di aver previsto il sisma è una vera costante statistica, più della presenza del radon. Questi personaggi lanciano spesso continui allarmi e, per il calcolo delle probabilità, finiscono infine per azzeccare una previsione. Ma un tale modo di procedere non ha nulla di scientifico e rischia di rientrare in quella pericolosa realtà che è la pseudoscienza, che spesso alimenta false speranze sull’onda emotiva generata da grandi tragedie o eventi dolorosi legati alla malattia (pensiamo all’emblematico caso Di Bella).

A quanto si è appreso sinora, Giuliani non ha mai prodotto una documentazione scientifica organica e sistematica per illustrare alla comunità degli scienziati i risultati ottenuti con il suo sistema, che non ha dunque subito alcun controllo o revisione da parte di altri esperti in sismologia. La mancanza di sufficienti risorse per comprendere il sistema messo a punto da Giampaolo Giuliani induce a una parziale sospensione del giudizio, ma spinge anche inevitabilmente verso una buona dose di scetticismo, considerati i precedenti. Il metodo scientifico non si basa sulle combinazioni, ma prevede la produzione di dati, documenti ed evidenze riscontrabili e riproducibili nel tempo. Da decenni alcune centinaia di team di ricerca in tutto il mondo seguono questi criteri per comprendere anche il funzionamento dei terremoti. Il loro è un lavoro paziente, meticoloso e preciso, continuamente vagliato dalla comunità scientifica e non da un giornalista televisivo magari poco preparato o avido di sensazionalismo.


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 20 lug 2009, 18:33 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Terremoto: a Pisa si studia come prevederlo
http://www.canale50.tv/index.php?option ... me-notizie
martedì 21 aprile 2009


Il radon permette di prevedere gli eventi sismici. Lo rivela uno studio dell'Università di Pisa e, in particolare, di Giorgio Curzio, docente al Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Nucleare e della Produzione, che ha guidato la sua equipe di ricercatori in una serie di esperimenti in Lunigiana e Garfagnana, due aree a rischio sismico della Toscana. Ne dà notizia il Giornale dell'ateneo pisano. Secondo questa ricerca, la fuoriuscita dalle rocce del radon, un gas nobile naturalmente radioattivo, può essere un segnale premonitore di un evento sismico e per questo hanno messo a punto un progetto di fattibilità per misurare la concentrazione di radon nelle acque profonde della Lunigiana e della Garfagnana. Il progetto si propone di monitorare la concentrazione del gas nelle acque sotterranee, dopo di che, si legge nello studio di fattibilità, i dati potranno essere utilizzati "per contribuire alla predizione di eventi sismici, in correlazione ad altre tecniche ugualmente finalizzate". Esiste, secondo Curzio "una correlazione tra le variazioni di concentrazione del radon liberato nel sottosuolo, in acqua o in aria, e i terremoti"
.Non sempre a queste variazioni è poi seguito un evento sismico. Ma per Curzio è comunque un dato scientifico da non trascurare. "La concentrazione di radon - spiega - deve essere considerata un indicatore, insieme ad altri, come la presenza di anidride carbonica e il verificarsi di sciami sismici". La vera sfida degli studiosi è dunque individuare relazioni tra i vari indicatori nel territorio in esame per poter prevedere i terremoti. "Sono parecchi - scrive il giornale dell'ateneo pisano - i casi documentati in letteratura in cui alla variazione di concentrazione del radon ha fatto seguito un terremoto: in Cina, Giappone, India". Lo studio messo a punto da Curzio prevede la misurazione del radon in acqua in alcuni punti della Lunigiana e della Garfagnana. Prelievi effettuati in via preliminare in due località, Pieve Fosciana e presso la faglia di Loppia, hanno evidenziato la presenza del gas nobile. Lo strumento realizzato dai ricercatori di Curzio preleva l'acqua a intervalli regolari (ogni 6 ore), misura la presenza di radon e trasmette i dati a un centro di raccolta centralizzato remoto dove vengono elaborati. Il risultato sarà un grafico della concentrazione del gas nel tempo e se le variazioni rilevate saranno anomale viene attivato un sistema di informazione/all'erta per gli enti preposti. Il tema è assai delicato ma per Curzio vale la pena proseguire gli studi: "Tutti i paesi a rischio sismico, lo stanno facendo - conclude - e per questo abbiamo chiesto finanziamenti perché lo studio di fattibilità diventi un vero e proprio progetto sul campo coinvolgendo diverse Autorità Territoriali e siamo in contatto con la Regione Toscana".

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Terremoti e Vulcani
Messaggio da leggereInviato: dom 26 lug 2009, 14:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 20:46
Messaggi: 634
Località: Nocera Inferiore (SA)
Terremoti e Vulcani
C'è un legame tra terremoti e vulcani? Quale potrebbe essere stato il vulcano che ha influenzato e sta inflenzando i punti strategici sismici intorno all'Aquila che continuano a registrare scosse, non spiegabili con il semplice stato d'assestamento?
http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/terremoti-e-vulcani.php


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
Già nel lontano 12 dicembre 2004, nella relazione “ Megalitismo ed elettromagnetismo terrestre”, presentata al Simposio multietnico internazionale organizzato dall'Associazione “Non solo terra” di Cagliari, ho esposto la mia teoria relativa alla possibilità di individuare i luoghi a rischio sulla base del monitoraggio dei “centri di fuoco di celle geodetiche” distribuiti sul pianeta secondo una sequenza precisa.

Tra i vari esempi anche il centro di fuoco che solo 14 giorni dopo, il 26 dicembre 2004 scaricò la sua energia devastante nell'area periferica della “cella geodetica del Sud-Est asiatico”, che provocò un'apertura di faglia e un conseguente tsunami.

A seguito della sequenza di fenomeni distruttivi intensificati nel Tirreno, ossia recrudescenti manifestazioni vulcaniche dell'Etna e dello Stromboli, degassamento sottomarino a Panarea, terremoto a Palermo e, a partire dal 2004, incendi spontanei a Canneto di Caronia, il 17 aprile 2007 inviai al sindaco di quel piccolo centro siciliano una lettera, cui non seguì risposta.

Medesimo risultato sortì l'invio nel luglio 2007 di un carteggio relativo ai miei studi sui “Campi elettromagnetici terrestri e fenomeni distruttivi” sia all'ing. Enzo Boschi dell'Istituto di Geofisica Italiano, che al dr. Guido Bertolaso, del Dipartimento della Protezione civile.

Oggi 6 aprile 2009 verifico che proprio l'epicentro del terremoto che ha colpito L'Aquila alle ore 3,30 con un'intensità pari a 5.8 della Scala Richter, si trova sull'area periferica di una “cella geodetica” il cui “centro” risiede nel Vesuvio.

Secondo la dinamica distruttiva che interessa il modello a “celle geodetiche”, un'intensificata attività elettromagnetica di quel vulcano si va a scaricare in forma radiale sulle aree periferiche, provocando fenomeni distruttivi, come terremoti, aperture di faglie o vulcanismo dove esistono “anelli di fuoco”.

La cella geodetica che ha il suo centro nel Vesuvio corrisponde in parte al modello degli “anelli di fuoco” poiché oltre a toccare luoghi noti come Roma a nord ovest, L'Aquila a nord, il Gargano a est, Matera e il monte Pollino a sud-est, include a sud il vulcano Marsili e a sud-ovest il vulcano Vavilov.

Questi due vulcani sottomarini, insieme al Vesuvio, costituiscono il “settore-polveriera” di questa “cella geodetica centro-meridionale tirrenica”.
Un'idea sarebbe quella di pensare che il terremoto che ha colpito l'Aquila corrisponde solo a un “campanello d'allarme” per un'intensificata attività vulcanica nel Tirreno.


(pubblicato il 6 aprile 2099 nella pagina di Attualità del quotidiano on-line di Lecce - Corriere Salentino.it)
Per gentile concessione dell'autrice dell'articolo


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 31 lug 2009, 10:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 16:38
Messaggi: 305
Località: pianeta terra
Abruzzo, il paese dimenticato
Castelnuovo ancora sotto le macerie

Nel centro storico tutto è rimasto com'era la mattina dopo il terremoto
Il 95 per cento delle case sono da abbattere e perfino la chiesa è ridotta in macerie

La Repubblica

(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
CASTELNUOVO DI SAN PIO - Dicono che faranno tutti come Sabbatino S., che ha 80 anni e l'altro giorno è scappato dalla tendopoli e si è chiuso nella sua casa diroccata. "Io in tenda non ci torno più", gridava. "Meglio morire a casa mia che marcire nella tendopoli". L'uomo ha guardato fuori dalla sua finestra. Ha visto che, dopo centodieci giorni, nulla è cambiato.

La scena di dolore è la stessa illuminata dall'alba del 6 aprile. La piazza coperta dalle macerie, le auto schiacciate, le intimità violate delle camere da letto senza muri. I vigili del fuoco avevano le lacrime agli occhi, quando sono andati prenderle il vecchio per riportarlo giù, nel campo blu vicino al cimitero. "Faremo tutti come Sabbatino", dicono adesso nella tendopoli. "Torneremo nelle nostre case quasi distrutte. Rischieremo la vita ma almeno qualcuno si accorgerà di noi". Castelnuovo è un "Borgo fortificato" - così è scritto all'ingresso del paese - che forse ha vinto qualche battaglia ma ha perso la più importante: quella contro il terremoto. Tutte le case del centro sono crollate, anche la chiesa è un cumulo di rottami. Cinque le vittime, il 95% delle case sono a terra o da abbattere. "Eppure qui non si sono mai viste le telecamere e non è arrivata in visita nessuna persona importante. La cosa assurda è che i tanti amici che abbiamo in Italia e nel mondo - il nostro è un paese di emigranti - ci telefonano e ti dicono: "Adesso state bene, vero? Abbiamo visto in tv che sono arrivate le casette di legno, che stanno costruendo gli appartamenti antisismici". E invece stiamo tutti come Sabbatino. Non abbiamo nemmeno i condizionatori nelle tende. In più di tre mesi non sono riusciti a potenziare la linea elettrica. Se attacchi un condizionatore, salta tutto".

Non è una mosca bianca, Castelnuovo di San Pio delle Camere. I tg nazionali mostrano il "cantiere più grande d'Europa", ma basta uscire da questo "set del terremoto" per capire che a Castelnuovo e in decine di altri paesi tutto è ancora fermo a quella notte di aprile. È cambiata soltanto l'anima dei sopravvissuti. "Prima sentivamo il calore della solidarietà. Adesso ci sentiamo sempre più soli e pieni di paura, perché non sappiamo nulla del nostro futuro. Non sappiamo, ad esempio, se il nostro paese sarà ricostruito. Non sappiamo se arriveranno o no le casette di legno".

Si parla nell'unico luogo di ritrovo, la mensa, davanti al bancone del bar "Crolla ma non molla". "Ci hanno detto - raccontano Stefania e Luigia Maurizio, Roberto Sidoni e Stefano Terio (che è il vice sindaco) - che entro novanta giorni dobbiamo presentare domanda e progetto per la ricostruzione delle nostre case. Ma come possiamo decidere noi da soli? Ci dovrebbero dire, prima di tutto, se sarà possibile ricostruire Castelnuovo lì dove è sempre stato. Sotto le case ci sono i "grottoni", grandi cavità naturali abitate nell'antichità e poi usate come stalle. È possibile ricostruire un paese su questi spazi vuoti? Le case, poi, si appoggiano l'una all'altra. Non è possibile rimetterne in piedi una se quelle a fianco restano ruderi. Ci vorrebbe uno studio di un'équipe di geologi, di ingegneri, di architetti".

Il centro storico sembra bombardato. Ci sono turisti del macabro che scavalcano la recinzione per portare i bambini a guardare le rovine. "Giovanna, hai visto che disastro? Guarda che bel lettone. Secondo me è del '600". Tutto è fermo, come in un tragico flashback. C'è la Ford Escort schiacciata sotto le pietre, c'è il lampadario rimasto intatto nella cappella senza tetto, con i quadretti della Via Crucis appesi a due muri pericolanti. "Noi residenti siamo 200, ma d'estate gli emigranti tornano dal Canada e dagli Stati Uniti e in tutte le case si accendono le luci. Si viveva bene, qui, nella tranquillità di un paese a soli 25 chilometri dalla città. In tendopoli siamo 120, perché molti anziani li abbiamo portati via, negli hotel del mare o presso i parenti. Non possono vivere in una casa di tela".

Dal piazzale della chiesa si vedono il campo con le stoppie di grano e il prato dove dovrebbe nascere la Castelnuovo di legno. "Dicono, ma per ora sono solo voci, che si potrebbero installare cinquanta casette. Ma in quell'area non ci sono nemmeno i picchetti. Bisognerà spianare, mettere la ghiaia, buttare le piattaforme di cemento, costruite le strade e le fogne... Non ci sono i soldi nemmeno per le opere di urbanizzazione".

Ma nessuno vuole accettare la sconfitta. "Ci attacchiamo a tutto. Noi non siamo stati fortunati, perché non siamo stati adottati da nessuno. Qui non sono arrivati ministri o ambasciatori. Un aiuto vero ci viene dato dalla Protezione civile della Toscana, che ogni giorno ci fa trovare due pasti caldi e dal Comune di Segrate, che sta costruendo per noi un centro polivalente, con una sala per gli anziani, un'altra per i giovani, una piccola chiesa... Appena pronto, faremo una grande festa. Noi cerchiamo di restare tutti uniti, vogliamo continuare a essere un paese. La Messa della domenica è importante, anche perché è l'occasione per trovarci tutti assieme. Ma da quel 6 aprile l'unica chiesa agibile è la cappella del cimitero".

(28 luglio 2009)





Andiamo avanti bene... :rolleyes

_________________
The power is nothing without control.
*********


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 12 ago 2009, 15:52 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
I Testimoni di Geova e il terremoto in Abruzzo
[youtube]<object width="560" height="340"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/OYR-1fvrF7k&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/OYR-1fvrF7k&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="560" height="340"></embed></object>[/youtube]

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 19 ago 2009, 13:49 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Giuliani: l'intervista di Claudio Messora è autentica!

[youtube]<object width="560" height="340"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/BhHEuNeEfro&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/BhHEuNeEfro&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="560" height="340"></embed></object>[/youtube]

Giampaolo Giuliani, nella mattina del 28 aprile, smentisce categoricamente che l'intervista pubblicata sul sito Byblu.Com il 27 aprile alle 14.28 sia l'oggetto della sua denuncia. Viceversa, conferma che quanto ivi contenuto corrisponde alle sue autentiche dichiarazioni, e che la situazione è stata strumentalizzata da qualcuno tramite l'immissione in rete di un secondo video, falso, poi cancellato, pensato per screditare il lavoro di Claudio Messora ed il suo.



Cosa arrivano a fare per provare a toglierlo di mezzo :rolleyes



Le interviste del blog beppegrillo.it: Onna non c'è più

[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/8IPm_jqZIAk&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/8IPm_jqZIAk&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]

Invia il tuo contributo per aiutare Onna al conto corrente IBAN: IT83T0501812100000000129900 intestato a: RACCOLTA FONDI PER ONNA ABRUZZO - GRILLO GIUSEPPE PIERO

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 21 ago 2009, 2:43 
Radon: Tutte le bale di SuperQuark.
http://www.youtube.com/watch?v=Jw5UPyYyRhU&feature=channel


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 7 ott 2009, 11:01 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Terremoto L'Aquila falsata la magnitudo del sisma per evitare il risarcimento al 100%

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 7 ott 2009, 16:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 889
Località: Cuneo
Quest'ultima me l'aveva detta mio padre già da un pò di tempo.
Naturalmente non l'aveva sentito da nessun tg, ma l'aveva sentita da uno che conosceva di quei posti.

_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 41 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010