Oggi è mer 20 giu 2018, 9:28

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Programmazione Grafica Quantistica
Messaggio da leggereInviato: dom 28 giu 2009, 19:11 
Non connesso

Iscritto il: mer 27 mag 2009, 9:24
Messaggi: 87
Allora proviamo ad iniziare passo per passo, prima di passare alla fisica quantistica parliamo di programmazione grafica tradizionale.
Quanti la conoscono e sanno come funziona!? Sentiamo qualche risposta..





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 28 giu 2009, 19:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
wow che figata di titolo XD
che intendi per programmazione grafica(mi interesso di informatica ma non sono espertissimo quindi sono carente anche sui termini) ti riferisci all'assemblare tramite codice meshes textures e movimento per sviluppare scene grafiche usando un motore grafico? praticamente quello che si fa in game development?




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 28 giu 2009, 20:19 
Non connesso

Iscritto il: mer 27 mag 2009, 9:24
Messaggi: 87
Con la programmazione grafica intendo OpenGL e DirectX vedi questo libro: http://www.hoepli.it/libro/programmazio ... 2001001003
Programmazione Grafica Quantistica, intendo il Motore Grafico Etere: tramite codice phase shifting generi oggetti fisici quasi reali...





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 28 giu 2009, 20:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
detto così sembra un'insieme di librerie per la simulazione della realtà fisica, tipo Havok per intenderci




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 28 giu 2009, 21:04 
Non connesso

Iscritto il: mer 27 mag 2009, 9:24
Messaggi: 87
davide ha scritto:
detto così sembra un'insieme di librerie per la simulazione della realtà fisica, tipo Havok per intenderci

Si sono delle librerie, adesso ho cercato su google cosè Havok, ma è qualcosa di molto meglio. Penso che Jena e Luciano hanno un'idea di cosa parlo.
Non è ancora sicuro se questo software vale per il cervello umano o per le macchine. Perchè ci sono due casi:

1 - Cervello e Computer sono la stessa cosa
2 - Cervello e Computer sono completamente diversi

Considerando che ci sono due identità, una fittizia e l'altra reale. Razionalità vs Irrazionalità.
Una delle due, non mi chiedere ancora quale perchè senza dei risultati in mano non lo so, una delle due nel primo caso risiede fuori da cervello, sempre la stessa di una delle due nel secondo caso è nel cervello.

---------------------------------| ------------- Razionalità oppure Irrazionalità ------------------- |
Cervello <> Computer | ------------- una nel cervello, l'altra nella macchina -------- | -> ateismo
Cervello == Computer | una di queste è un programma, l'altra risiede nel corpo | -> fede, Dio delle coscienze.

<> diverso
== uguale


Aspetto una risposta da Jena o Luciano se hanno capito, così vado avanti.


Videoregistratore <> Computer | Film riproducibili nel videogioco | -> razionalismo, macchina biologica
Videoregistratore == Computer | ------ Il videogioco è un film ------ | -> irrazionalismo, agnosticismo





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 28 giu 2009, 21:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
i computer funzionano esattamente come dei cervelli, solo non sono così complessi e non hanno coscienza, quindi possono dare risposte esatte solo nell'ambito della pura virtualità




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 28 giu 2009, 21:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1346
Località: A n a r c h i A
non penso di aver capito cosa intendi ricercare amico mio, prova a rispiegare tutto facendo finta che non sappia fare altro che il niubbo, fai conto che io abbia 15 anni e una conoscenza informatica pari a quella scolastica (medie).
e ripetimi il discorso... :)





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 28 giu 2009, 23:08 
Non connesso

Iscritto il: mer 27 mag 2009, 9:24
Messaggi: 87
ok :D

Bene adesso vado a guardarmi un film! Prendo la videocassetta e la metto nel videoregistratore. Mi scappa devo andare in bagno, vado e torno. Accidenti ho perso l'inizio, riavvolgiamo la cassetta! E mi guardo tutto il film. Certo che se potessi cambierei il finale a questa storia, ma non l'ho scritta io.

Adesso vado a giocare a Prince Of Persia! 4 salti, sbaglio direzione e cado sotto, presto riavvolgiamo il tempo! Mm questo mi fa pensare, se fosse un film non potrei cambiare la storia. ... Questo mi fa pensare, qual'è la differenza tra un videogioco e un film? Nel film non avrei coscienza che il tempo torna indietro perderei l'informazione e cadrei di sotto ugualmente!

Proviamo a fare così, prendo una telecamera e riprendo la scena del videogioco. Urca O.o però così registro l'immagine sul nastro, dovrei ricreare una telecamera nel gioco solo così avrò un film lineare!
Ma se registro il tutto da una videocamera fuori dal gioco, io sono una persona che prova emozioni e ragiona. Cosa imprimo sulla cassetta? il mio modo di ragionare o il mio stato emotivo? Le mia espressione e le parole viene registrata sul nastro quindi il mio stato emotivo.

Le altre persone non possono sapere cosa sto pensando, sono da solo nei miei pensieri non me li possono nemmeno leggere! ( e i fatti lo dimostrano... )

Finita questa spiegazione... butto il CEST di Malanga. La ragione sono io, il mio stato emotivo è un programma, e il film è solo un'illusione.





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 29 giu 2009, 8:59 
Non connesso

Iscritto il: mer 27 mag 2009, 9:24
Messaggi: 87
Poniamo il problema sulle abduction..

Sono le 7.00, suona la sveglia mi alzo, prendo l'orologio, faccio colazione e vado al lavoro.
Sto andando in macchina al lavoro, l'orologio segna le 8.00
Vedo un'astronave aliena e mi rapisce, non mi ricordo più niente.
Suona la sveglia! Sono ancora nel mio letto.

Il nostro orologio nel film segna così, alle 7.00 suona la sveglia, alle 8.00 vengo rapito mi sveglio e leggo le 7.00 . Però in questo nastro in basso segna un'altro tempo, l'ora in cui è fatta la registrazione non coincide con il tempo del nostro orologio.
Per fare coincidere i due tempi dovrei cancellare qualche scena nel nastro, in questo modo i miei ricordi si basano sulla scena del film. Ma perchè questi alieni non si preoccupano di cancellare il segno della loro presenza?
Anche quando guardo un film, e mi perdo un pezzo, il mio orologio e quello del film non coincidono. Se torno indietro nel nastro il mio orologio non torna indietro, perchè se lo faccio perdo coscienza di quello che è successo.

Se porto in ipnosi una persona, gli faccio prestare attenzione sull'ora del nastro non sull'orologio che ha sul polso nel film. Ecco che il cervello non si comporta come una testina, ma gestisce un videoregistratore incorporato.
Ammettere che il cervello si comporta come una testina del videoregistratore, è una bestemmia, poichè tornando indietro nel nastro perderemo la nostra conoscenza e coscienza di un evento. Non saremo nemmeno capaci di provare emozioni, saremo delle macchine e non delle persone!

Il soggetto quindi in ipnosi ha diversi nastri da visionare, viene tutto catalogato o modificato dall'inconscio. Quando ritorna nello stato di veglia non chiedo più all'inconscio di modificare a suo piacimento la videocassetta, ma sono cosciente di registrare informazioni reali che sono al di fuori di me. La verità sta fuori di me in quanto cosciente e provo dei sentimenti.

Viceversa rasenta l'eresia, la verità sta dentro di me in quanto sono egoista, individualista, non mi preoccupo mai degli altri e non è un mio problema.

Aggiungo una cosa, dato che non ci devono essere dubbi su questo ne nasce un'altro di problema come incognita. Possiamo paragonare il cervello ad un videogioco oppure è ancora più avanzato di esso? Siamo una coscienza biologica ( ateismo ) o la coscienza risiede intorno al corpo ( fede ) ? Le due fazioni sono ancora in lotta fra di loro.





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 29 giu 2009, 18:04 
Non connesso

Iscritto il: mer 27 mag 2009, 9:24
Messaggi: 87
Bene passo per passo e prendo le nozioni di quel libro!

ALU

Il transistor è un componente elementare che può fare diverse cose, tra cui operazioni logiche.
Nella sua funzione elementare è quella di un interruttore, ON - OFF, nelle altre applicazioni può fare da amplificatore.

p.s Per favore, se qualcosa non sapete vi prego di consultare wikipedia, non ho molto tempo per fare dei disegni, magari più avanti quando descrivo la meccanica quantistica applicata all'informatica.

Esiste un oscillatore naturale, il quarzo, che genera un'onda quadra. Questo processo lo leggete quando acquistate un processore.
Ad esempio 100Mhz o 2,8GHz, vale a dire 2.800.000 oscillazioni al secondo del nostro quarzo. Più il quarzo ha certe caratteristiche e più vale, c'è una corsa all'oro di questo materiale.

Adesso con queste due componenti andiamo a creare dei dispositivi che fanno operazioni sui numeri.
Per prima cosa ritorniamo nel 1995, quando ancora esisteva il DOS e la programmazione la facevi tu!

Processore a 16 bit, 8bit un byte, quindi due byte.
8 bit sono una sequenza di 1 e 0, una sequenza binaria dei numeri

In base decimale 210 e in base binaria 102

Incominciamo con due bit, 12 + 1 2 = 102

Due entrate, una uscita, un overflow, e un clock. Il nostro primario componente è fatto che se gli arrivano due segnali attivi, scatta l'overflow, e l'uscita segna zero

Non trovo quel quaderno -.-' chiedo umilmente se qualcuno conosce il nome di questo dispositivo





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 29 giu 2009, 21:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1346
Località: A n a r c h i A
ok, ora comincio a seguirti. B| il discorso fila molto bene. Bene, a livello logico ti seguo. Che c'entra il transistor? Vuoi utilizzarne la funzione a livello quantico? Per spiegarlo, intendo. Continua, mi interessa :)





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 30 giu 2009, 9:48 
Non connesso

Iscritto il: mer 27 mag 2009, 9:24
Messaggi: 87
Jena ha scritto:
ok, ora comincio a seguirti. B| il discorso fila molto bene.

^_^' sorry, non è per cattiveria ma per la parte hardware dovrei riempire pagine e pagine. Ci vuole molto più tempo. Ho più facile nella logica, e rispiego ben volentieri.

Come da libro

Programmazione grafica

Parte 1. Modalità Grafica

Innanzi tutto per la progettazione di un motore grafico ci sono due modalità:

Linea di comandi, cioè un terminale.
Modalità grafica, la parte di visualizzazione.


Esempio:

In una pagina html esistono i tag:

body, a, table, font, h1, div

Questi li scrivo in due caratteri che sono questi
"<" e ">"

L'interprete, cioè il browser, ogni volta che legge il tag < > interpreta la linea come comando. Tutto ciò che non sta dentro i tag ( < e > ) è una parte che va visualizzata.



In ogni processore esistono dei registri ax, bx, cx, dx e indirizzi fisici di memoria.
Per attivare la modalità grafica dobbiamo procedere in questo modo:

mov al, 13h
mov ah, 00h
int 10h


Gli interrupt sono quei comandi che vi volevo descrivere prima. ciascuno di essi provvede ad una operazione ben definita.

Il valore A da 0 a n.
Il valore B da 0 a n.
Il valore C da 0 a n.

Il valore A con il numero 10h provvede ad utilizzare scheda grafica, il 21h gestisce i file, il 2Fh gestisce l'audio eccetera
http://ivs.cs.uni-magdeburg.de/~zbrog/a ... rrupt.html

Perchè li scrivo con h finale? Perchè i valori sono esadecimali, vale a dire che sono:
0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - A - B - C - D - E - F
Sedici numeri


Ci interessa utilizzare la modalità grafica quindi prendo l'interrupt 10h
Con che driver e con quale risoluzione? E inserisco i valori in AH e AL

Fatto questo avrò due funzioni:

void Set_Graphic_Mode() // funzione che mi abilità l'interfaccia grafica
void Set_Text_Mode() // funzione che ritorna al Dos


p.s. IBM 5100, :D scherzi a parte, dovrebbe bastare una computer basato su tecnologia x86


Parte 2. Disegnare un punto

Adesso abbiamo abilitato una qualsiasi modalità grafica bisogna scrivere un punto sul video.
Cosa bisogna fare per disegnare un punto? Qui, come per le altre operazioni, andremo a scrivere sulla ram. Per ogni indirizzo fisico corrisponde una sequenza di azioni effettuate dall'audio alla grafica.

L'indirizzo che interessa a noi è il 0x0A0000.
Vi chiederete perchè è quell'indirizzo di memoria? Perchè è stato progettato in questo modo.

A questo punto l'indirizzo 0x0A0000 è il pixel in alto a sinistra. In quanto ho scelto una risoluzione 320x200 = 64000.
64000d = FA00h
L'indirizzo di memoria parte da 0x0A0000 e finisce 0x0AFA00

O si scrive 0x0A0000 oppure 0A0000h è la stessa cosa, è importante capire la teoria, per quanto riguarda la programmazione consiglio di comprarvi quel libro indicato. Oppure se volete proprio farvi del male prendete da internet il manuale del processore e scrivete il codice tutto dall'assembler ih ih..

Quindi come si fa a disegnare un punto al centro dello schermo?

0x0a0000 + ( x + ( y * 320 ))

Quindi:

screenpoiter [x + ( y * 320 )] = color

X è la colonna, y è la riga,
Quindi per ogni riga si va avanti di 320 pixel per il numero della riga.
Si somma con il numero della colonna
E gli si associa un colore

Prossimo capitolo parliamo della gestione dei colori, avanti con le domande!



postilla: La differenza tra un sistema DOS o Unix è che il DOS è lineare, esegue i processi uno dopo l'altro. Mentre UNIX esegue tutti i processi contemporaneamente. Sono proprio due mondi diversi.





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 30 giu 2009, 14:11 
Bella marea di nozioni superficiali e castronerie XD
Non dico altro perché ormai siamo OT.





Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 30 giu 2009, 14:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
Anonimo ha scritto:
Bella marea di nozioni superficiali e castronerie XD
Non dico altro perché ormai siamo OT.

delicato come un calcio nelle gonadi asd
comunque io non ho capito dove stiamo andando a parare, però ti seguo fiducioso :lol




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 30 giu 2009, 15:29 
Non connesso

Iscritto il: mer 27 mag 2009, 9:24
Messaggi: 87
Anonimo ha scritto:
Bella marea di nozioni superficiali e castronerie XD
Non dico altro perché ormai siamo OT.

Guarda che questi due esempi funzionano O.o





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 30 giu 2009, 16:24 
SonOfOdin ha scritto:
Anonimo ha scritto:
Bella marea di nozioni superficiali e castronerie XD
Non dico altro perché ormai siamo OT.

Guarda che questi due esempi funzionano O.o

Chi ha detto che non funzionano.

Hai parlato di interrupt, come si trattassero di funzioni alla stregua di printf, mentre la loro natura è differente. Parli di int10h senza specificare che è puramente legata al bios x86 e soltanto in modo reale (sotto windows, infatti, quel codice in assembly viene emulato).
Entri in una particolare modalità grafica dando per scontato che la mappa di memoria sia width*height bytes, mentre tutto dipende dal numero di bit per pixel ed eventuali palette o canali.
L'indirizzo 0x0A0000 della RAM video non è assoluto ma relativo al tipo di indirizzamento che stai usando. In modo reale (16bit), ad esempio in DOS puro, per il 320x200 (modalità vga 19) avrai A000h:0000h.
0x0A000 e 0A000h sono la stessa cosa solo se usi il linguaggio C o C+ASM.

Riguardo la postilla, non è affatto vero che il DOS esegue un processo alla volta, il multitasking si può fare anche lì. Oltre al fatto che gli Interrupt servono appunto ad eseguire operazioni in parallelo (secondo te chi faceva scorrere l'orologio di sistema, parallelamente ai programmi che facevi girare?).

P.S.: il quarzo non genera di suo un'onda quadra. Esistono gli oscillatori AL quarzo, quest'ultimo infatti è un componente interno agli oscillatori e nemmeno fondamentale (un oscillatore puoi fartelo in tanti altri modi anche senza bisogno di quarzi).

------------

Come ho scritto non intendevo dire che non funzionano, ma che per funzionare hai bisogno di dichiarare in quale ambiente e in quale modalità.
Se vuoi insegnare la programmazione grafica sii più specifico e preciso, oppure vai al punto per far vedere come vuoi associare la quantistica alla grafica. Tutto qui :P





Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 2 lug 2009, 20:50 
Non connesso

Iscritto il: mer 27 mag 2009, 9:24
Messaggi: 87
Ok asd vediamo se così funziona rofl

Libro di riferimento, Programmazione Grafica 3D di Andrea Fasano: http://www.hoepli.it/libro/programmazio ... 2001001003

Per prima cosa prendo un foglio di carta, disegno le coordinate x,y. In un secondo momento disegno su un'altro foglio, il foglio di carta e la coordinata z.
Immagine
Il foglio rappresenta il monitor, uno è il soggetto l'altro è in terza persona. Da quello in terza persona si può ricavare la 4 dimensione.

Adesso disegno un qualsiasi punto.
Immagine
Per disegnare ho bisogno di estendere il punto 0 dietro al monitor di una certa distanza.
Immagine
Per disegnare questa visione in prospettiva, cambio la formula di quella scritta sul libro e la scrivo così:

xp = x * ( d / (d + z) )
yp = y * ( d / (d + z) )


xp=x proiettata
yp=y proiettata

Significa che per ogni posizione del punto in base alla distanza z avrò una proiezione sul monitor. A z=0 xp=x e yp=y .


Il poligono fondamentale è il triangolo:
Immagine
Dato un triangolo ottieni le figure, ad esempio una superficie.
Immagine
Allora adesso scrivo la parte in programmazione ma è bene utilizzare l'immaginazione. Utilizzate le figure che ho fatto
.
Come si ottiene questo in C? Per prima cosa definisco il punto:

typedef struct{
float x,y,z;
} vertice, *vertice_ptr

Tre punti ( vertice ) formano un triangolo ( poligono )

typedef struct{
vertice poly[3];
} poligono, *poligono_ptr


Però non è una buona definizione perchè ho definito solo un poligono quindi:

typedef struct{
int lista_vertici[MAX_VERTICI_PER_POLIGONI]
} poligono, *poligono_ptr


Infine definisco cosa è un'oggetto

#define MAX_VERTICI_PER_OGGETTO 1000
#define MAX_POLY_PER_OGGETTO 1000

typedef struct {
vertice world_pos; //posizione nel mondo
int num_vertici; //numero di vertici dell'oggetto
vertice local_vert[MAX_VERTICI_PER_OGGETTO];
vertice world_vert[MAX_VERTICI_PER_OGGETTO];
in num__poligoni; // num di facce dell'oggetto
poligono poly[MAX_POLY_PER_OGGETTO]
}oggetto, *oggetto_ptr


Allora vediamo di spiegare:

vertice world_pos; //posizione nel mondo

Questi sono le coordiante assolute della nostra figura nel mondo virtuale, x,y,z


int num_vertici; //numero di vertici dell'oggetto

Tutti i vertici o punti, quanti sono.


vertice local_vert[MAX_VERTICI_PER_OGGETTO];
vertice world_vert[MAX_VERTICI_PER_OGGETTO];

C'è una differenza, il primo sono coordinate realtive, il secondo assolute. E' un'allocazione della memoria... ci sono altri modi per farlo, non fissatevi su questo.


in num__poligoni; // num di facce dell'oggetto

Il numero dei triangoli


poligono poly[MAX_POLY_PER_OGGETTO];

Allocazione della memoria dei poligoni
Immagine
questo è un cubo:
Immagine
Cosa deve fare un motore 3d?

trasformazione degli oggetti
da coordinate locali a assolute
proiezione sullo schermo
visualizzazione


Nella parte della trasformazione degli oggetti cè:

posizionamento del cubo
movimento del cubo
rotazione del cubo
scalatura dell'oggeto


Quali sono i difetti di questa computer grafica?

1) L'acqua:

Per prima cosa disegno una superficie e carico nel poligono una gif che rappresenta il torrente.
Immagine
In un secondo momento ci aggiungo le montagne ( sempre dall'alto )
Immagine
Come si può notare se non curo i dettagli, quando l'acqua incontra un semplice insenatura, non ci sono vortici e increspature.

Questo senza la fisica delle particelle me lo scordo
http://www.youtube.com/watch?v=USvCjiYD ... r_embedded

2) Il fuoco:

Come per l'acqua è una gif animata


3) Aria:

Senza la fisica delle particelle non esiste l'aria nel motore 3D

4) Terra:
Immagine

Ora veniamo a noi, al motore che ho in mente, tolgo lo schermo e ripempio tutto lo spazio di poligoni, così:

Immagine

E inseguito per ogni dimensione applico l'onda

http://www.youtube.com/watch?v=s9bnF4W_ ... r_embedded

Molte onde formarno un'interferenza, in questo modo qualunque sia l'interfaccia il monitor dovrà visualizzare quell'interferenza in quella regione dello spazio. Non fatemelo disegnare che non è per niente facile

Questa è stata l'idea, poi come deve prendere i dati in input ( microfono, videocamera) e farli vedere sull'output ( monitor, cuffie ) questo non lo so. Devo approfondire come si trasforma dalla fisica delle particelle alla fisica dell'etere!!!





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 4 lug 2009, 13:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1346
Località: A n a r c h i A
si ma tutto ciò a che servirebbe in fin della fiera? :)





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 4 lug 2009, 19:03 
Non connesso

Iscritto il: mer 27 mag 2009, 9:24
Messaggi: 87
Cosa serve? Hai idea del realismo nella grafica? :queenie
Con un'interfaccia virtuale non saresti più in grado di distinguere se è reale o finzione.. -> viewtopic.php?f=54&t=1878





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 5 lug 2009, 15:48 
SonOfOdin ha scritto:
Cosa serve? Hai idea del realismo nella grafica? :queenie
Con un'interfaccia virtuale non saresti più in grado di distinguere se è reale o finzione.. -> viewtopic.php?f=54&t=1878

Certo, se il tuo unico senso fosse la vista.
Pensa che per fornire un minimo di realismo audio-spaziale si dovrebbero applicare formule matematiche già differenti (la rifrazione audio e la permeabilità dei materiali dove l'onda meccanica va ad infrangersi/ripetersi).
Anche per il tatto, esiste una valida interfaccia virtuale?

Senza menzionare i cosiddetti sensi sottili, basta chiacchierare con una persona per rendersi conto che ciò che otteniamo come ammasso di dati reali, non è composta semplicemente da campo visivo - prendi ad esempio un cieco, e prova a traslare la tua intuizione in quell'ambito.





Top
 
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010