Oggi è mer 20 giu 2018, 9:24

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ] 
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: sab 29 ago 2009, 10:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 20:46
Messaggi: 712
Località: Nocera Inferiore (SA)
Svelato il segreto dell'effetto placebo
http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/scienza/grubrica.asp?ID_blog=38&ID_articolo=1401&ID_sezione=243&sezione=
27/08/09



Immagine
ROMA
Non è tutta una questione “di testa”. Se una pillola di zucchero presentata come un potente farmaco riesce a spegnere il dolore, questo accade perché entrano in ballo una serie di complessi e antichissimi meccanismi neurali. A svelare il segreto dell’effetto placebo contro il dolore è uno studio condotto dai ricercatori del Centro medico universitario di Hamburg-Eppendorf (Germania), pubblicato su “Neuron”.

L’equipe ha scoperto che, quando si tratta di controllare la sofferenza, l’effetto placebo coinvolge una rete di reazioni a catena, che hanno luogo nella parte del cervello collegata più strettamente al midollo spinale. Lo studio fornisce un’affascinante visione di come e perché molto spesso basta aspettarsi che una cura sia in grado di ridurre il dolore, per vederla agire davvero come un analgesico efficace.

Finora si credeva che il misterioso effetto fosse tutto nella mente del paziente, convinto di prendere una medicina potentissima. Gli oppioidi endogeni, naturalmente prodotti dal cervello in piccole quantità (e che giocano un ruolo chiave nell’alleviare dolore e ansia), sono stati tirati in ballo spesso per spiegare l’effetto analgesico da placebo.

Si ipotizzava che le medicine “fasulle” ritenute efficaci «stimolassero il rilascio di oppioidi endogeni e attivassero allo stesso tempo un meccanismo che inibisce l’elaborazione del dolore nel midollo spinale, riducendo le risposte correlate nel cervello, e dunque la sensazione dolorosa», spiega Falk Eippert, primo autore dello studio.

Ma si tratta di una teoria finora non dimostrata. Il team tedesco si è servito di sofisticate tecniche di scanner per esaminare la risposta corticale e cerebrale al dolore in due gruppi di persone sotto placebo, tutte convinte di assumere un potente medicinale antidolorifico. Solo una parte era stata trattata con un farmaco chiamato naloxone (che blocca il canale degli oppiodi).
I ricercatori hanno visto che il naloxone riduceva l’effetto del placebo e anche le risposte cerebrali collegate. Non solo. I ricercatori sono riusciti a fotografare le interazioni delle strutture cerebrali coinvolte nel controllo del dolore legato al placebo. Meccanismi che sono risultati strettamente dipendenti dagli oppioidi endogeni e collegati a doppio filo con la forza dell’effetto placebo sperimentato da ciascun soggetto.

Insomma, quando si assume un placebo entrano in campo una serie di meccanismi complessi, che modulano la reazione al dolore.





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 29 ago 2009, 11:10 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
Può essere un buon punto di partenza per questo studio di collegamento psiche-corpo riguardo l'effetto placebo.
Ma è molto all'inizio perchè non si spiegano ancora il nocebo, e soprattutto hanno capito solo la riduzione del dolore, e non la guarigione, che non avviene certo per oppiacei. Quella è manifestazione o psicosomatizzazione bella e buona, di cui la diminuzione del dolore è solo un contorno :)




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 29 ago 2009, 19:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 11 gen 2009, 13:25
Messaggi: 107
Località: Torino
ahahahah mi fa ridere il fatto che lo chiamino "segreto"..
Ma gli studi in ambito di psicosomatica sono ancora così arretrati?




_________________
Di giorno sono italiano...di notte...RUSSO.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 29 ago 2009, 21:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 20:46
Messaggi: 712
Località: Nocera Inferiore (SA)
Si, infatti. Per ora sono riusciti a spiegare solo la scomparsa del dolore. Questa comunque è anche disinformazione: da come viene impostato l'articolo pare che abbiano scoperto tutto.

Caronte ha scritto:
Ma gli studi in ambito di psicosomatica sono ancora così arretrati?

Ma penso perchè non vedono la cosa sotto un'altro punto di vista





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 30 ago 2009, 1:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 930
Località: Torino
L'articolo si predispone ottimamente per aprire alle case farmaceutiche l'opportunità di produrre loro stesse quella sostanza chimica (gli oppioidi in bassissima quantità), farla pagare tantissimo e guadagnarci, in modo tra l'altro che il nostro cervello smetta di produrla per conto suo..
Altro che arretrato... pensano solo ad una cosa -.-'

Chissà quante cose sapeva fare il nostro corpo, e a queste funzioni adesso si sono sostituite le case farmaceutiche.. [shifty2.gif]




_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 8 set 2009, 9:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
Caronte ha scritto:
ahahahah mi fa ridere il fatto che lo chiamino "segreto"..
Ma gli studi in ambito di psicosomatica sono ancora così arretrati?

mamma mia eppure gli basterebbe guardare alla loro vita, sicuramente avranno sperimentato loro stessi l'effetto placebo e di sicuro non sul dolore




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 14 set 2009, 22:46 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
Caronte ha scritto:
ahahahah mi fa ridere il fatto che lo chiamino "segreto"..
Ma gli studi in ambito di psicosomatica sono ancora così arretrati?

Il problema è che non è arretrato, anzi è anche molto avanzato.
Il problema è che è arretrata, e volutamente, la sua versione "scientifica", o meglio allopatico\scientista, cioè quella "che conta".




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 14 set 2009, 22:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 983
Località: Cuneo
Luciano, per me non è manifestazione, ma un serie di complessi meccanismi energetici e fisici-biochimici.
Credo che la manifestazione avvenga a livelli più avanzati, con un livello di coscienza più elevato, e potrebbe succedere che certe minimolecole scompaiano nel nulla (questa è manifestazione, una telecinesi vera e propria contro le leggi della natura), ma questo mi sembra difficile in normali soggetti ammalati...

comunque, concordo, non spiegano la guarigione... la guarigione la spiego io, esistono i CO che regolano le funzioni dello star bene a livello energetico e quindi fisico. Se non fosse per i CO, il DNA non basta per spiegare tutta questa ricerca di stabilità. Questo naturalmente è il mio pensiero.




_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 14 set 2009, 23:04 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
La Coscienza controlla tutto, quindi è sempre manifestazione. Conscia, subconscia, inconscia... di qualsiasi tipo si voglia, ma un problema psicosomatico, ed anche la sua risoluzione, sono sempre risultati di operazioni a monte, cause psichiche, coscienziali.
I CO sono immutabili, o puoi agirci? :)




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 14 set 2009, 23:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 983
Località: Cuneo
Si ovvio i CO non sono immutabili ma mi spiego meglio...
è come se per guarire da questa malattia sconosciuta il corpo dicesse "Perbacco qui come devo fare? Vado a cercare tra i campi morfogenetici... ecco, devo mettere qui ed espellere da là".
Almeno secondo me funziona per la maggior parte in questo modo, visto che sembra staordinario pensare che il corpo umano tende sempre alla guarigione e all'equilibrio in tutti e tre i campi. E questo non potrebbe farlo se queste informazioni di salute non sono prescritte da qualche parte. Comunque ora ho sonno, è pvvop che rischio di fare confusione coi termini e con la logica :P

Comunque giusto, dimenticavo che per manifestazione si intendeva anche quello!
Infatti per difendersi ed espellere le malattie, il corpo inventa delle molecole astruse. E nemmeno la scienza ha capito come fa e come sono (lo diceva la mia prof. di biologia!). E come ha fatto a capire che molecole costruire? E dove ha trovato gli elementi necessari? Questo è quello che si intende per manifestazione... è come se il corpo fosse un cervello pensante! E può trovare queste informazioni dai CO!




_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 14 set 2009, 23:28 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
Il corpo non è cosciente, quindi non fa questo ragionamento. E' qualcosa che parte da Spirito, ma bisogna sempre ricordare che Spirito viene ritenuto cosciente. In ogni caso, ci sono sia le azioni automatiche, ovvero fisiche ed energetiche, programmate (i CO esistono apposta), che quelle causate, ovvero psichiche, coscienti.
La malattia psicosomatica parte comunque dalla Coscienza, e con essa può essere risolta. Questo tipo di malattia, infatti, a volte si innesca proprio per farci comprendere determinate cose, e nasce dalla triade psichica: se ne può trovare conferma nella vasta letteratura psicosomatica, anche di diverse "scuole" di pensiero.




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 15 set 2009, 0:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 9 set 2009, 15:04
Messaggi: 222
Località: Roma
io applico l'effetto placebo a me stesso sempre e funziona sempre....o meglio non so spiegare bene come faccio so solo che mi autoconvinco di una cosa e quella accade, ad esempio sin da bambino vista la mi intolleranza al latte ho sempre sofferto di mal di pancia, una volta mio nonno mi diede acqua e zuccherro io fidandomi di lui e della sua grande mente la bevvi e mi passo, ora col passare degli anni ho scoperto che teoricamente non serve a nulla, pero continuo ad usarlo come metodo e funziona sapendo che èun placebo e se non ho acqua e zucchero uso altro l'importante è che mi autoconvinca, inoltre uso e ho usato lo stesso metodo di autoconvinzione per evitare il vizio del fumo del bere etc..e anche per far andar via qualsiasi altro dolore...comuqnue penso sia una cosa abbastanza facile che tutti con un po di impegno potete fare se non lo fate gia naturalmente :D





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 15 set 2009, 0:38 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
Puoi anche non usare nulla, dato che sai che si tratta di un placebo :)
Altrimenti non ne saresti pienamente cosciente e dipenderesti dalla sostanza, qualunque essa sia.




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 15 set 2009, 1:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 9 set 2009, 15:04
Messaggi: 222
Località: Roma
è no la uso piu che altro per far scattare il meccanismo che ancora devo capire bene come puo essere attivato senza usarlo, naturalmente non è che sto sempre a usare il placebo xD





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 15 set 2009, 10:16 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
Semplicemente, volendolo. Non ha senso prendere qualcosa che si sa essere inerte e attivare il placebo, perché vuol dire che lo si può attivare anche senza :lol
Infatti è proprio quello lo scopo. Parliamone nella sezione Coscienza :)




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ] 

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010