Oggi è mer 20 giu 2018, 9:12

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 81 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 9 nov 2008, 10:07 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
Cern: nell'estate 2009 nuovo via all'acceleratore Lhc

SwissInfo - ADA-ATS - 5 dicembre 2008 - 17.56


GINEVRA - Il Large Hadron Collider (Lhc) verrà riavviato nel 2009. E' quanto si legge in una nota odierna del Cern. Il Lhc era stato fermato il 19 settembre scorso per un malfunzionamento.

"Per noi la priorità assoluta è quella di fornire il prima possibile tutti i dati che riguardano l'esperimento, che avverrà nell'estate del 2009", ha affermato Robert Aymar, direttore generale Cern.

Il primo malfunzionamento fu causato da un guasto elettrico durante il collegamento dell'acceleratore di due particelle di magneti, che causò vari danni meccanici e il rilascio di elio di massa fredda nel tunnel. Le misure di sicurezza in vigore funzionarono alla perfezione, senza quindi causare problemi allo staff.

Ora, prima di poter rimettere in funzione l'acceleratore dovranno essere rimosse 53 particelle di magnete, per poter effettuare la riparazione, e 28 di queste sono già state tolte. L'attuale programma prevede che saranno installate nuovamente tutte entro marzo 2009, mentre i vari test saranno conclusi entro la fine di marzo 2009. "Abbiamo un sacco di lavoro da fare nei prossimi mesi - ha concluso Lyn Evans, direttore del proggetto Lhc - ma ora abbiamo le competenze necessarie per essere pronti entro l'estate".




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 10 nov 2008, 22:22 
Non connesso

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 10:44
Messaggi: 281
Località: Savona!
LHC è un acceleratore di particelle, in grado di accelerare le stesse a una velocità prossima a quella della luce, anche se credo che questo lo sapeste già.
Vediamo brevemente come funziona.

Innanzitutto, vengono presi i protoni da una bombola contenente idrogeno, questo perchè è più semplice prenderli in mancanza di neutroni. Queste particelle vengono accelerate in acceleratori più piccoli prima di passare al LHC vero e proprio(che ricordo è lungo ben 27 chilometri) anche se il funzionamento è lo stesso.
Le particelle sono soggette alla cosiddetta Forza di Lorentz, che è la forza che agisce su una singola particella immessa in un campo magnetico, ed è pari a q * v * B ( vettore induzione magnetica) * sen alfa.
Il campo magnetico è generato dai fili percorsi da corrente, siccome il fenomeno dell'elettrcità è strettamente legato a quello del magnetismo ( infatti parliamo di elettromagnetismo)
Le particelle vengono accelerate in un piccolo tubicino, attorno al quale scorrono dei fili percorsi da corrente. Questi fili sono costituiti da un materiale reso superconduttore dalla bassa temperatura ( sono immersi in elio liquido) e vengono attraversati da una corrente pari a 13k Ampere.
Qualsiasi filo attraversato da carica elettrica, per la legge di Biot-Savar, genera un campo magnetico la cui forza è pari a ( permeabilità magnetica del mezzo * intensità) / (2 * pi greco * distanza). In particolar modo, tali fili percorsi da 13k Ampere generano un campo magnetico pari a 8 Tesla, che ha la funzione di mantenere costante la traettoria del fascio di protoni.
inoltre all'interno del "tubo" dell LHC è stato creato il vuoto, in modo da non avere perturbazioni che vadano a modificare la traettoria delle particelle.Il campo magnetico generato da tali fili , come già detto, serve a mantenere la traettoria, ma non fornisce nessuna spinta. Essa è fornita da una serie di altri circuiti, a forma di spira, posti trasversalmente rispetto al tubo del LHC e sincronizzati a dovere. Il campo magnetico generato da queste spire fornisce, secondo la legge di Lorentz, l'accelerazione necessaria alle particelle.
Il guasto è stato causato da una piccola imperfezione di una giuntura di uno dei fili superconduttori attraversati da 13k ampere. L'imperfezione ha fatto sì che il filo passasse dallo stadio di superconduttore a quello di conduttore, andando a "saltare". Conseguentemente, l'elio liquido è passato allo stadio gassoso; l'unico problema, è che in questo modo avrebbe dovuto occupare un volume 700 volte superiore rispetto allo stadio liquido...è saltato tutto XD
I tempi di riparazione sono parecchio lunghi, perchè per riportare la struttura a temperatura ambiente ci vogliono circa 7-8 giorni ( e viceversa)...inoltre le sezioni dell'LHC sono soggette a numerose e severe prove ( contorllo pressione, temperatura, traettoria particelle) prima di essere messi in funzione e queste prove possono durare anche una settimana.
quindi se ci mettono molto, è del tutto giustificato!
Nel LHC i fasci di particelle vengono fatti scorrere a coppia nelle direzioni opposte, per poi scontarsi in 4 grandi stanze con appositi rilevatori. Nonostante la precisione del LHC, tra i milioni di giri che fanno le particelle nell acceleratore solo pochi conducono ad uno scontro...perchè le particelle sono veramente piccole!
Infine, per dare giusto due numeri...
Al LHC lavarona 2000 dipendenti, + 9000 persone esterne. è costato circa 8 miliardi di euro, quanto le edizioni delle olimpiadi di atene ^^

Se riesco tra un po' inserisco qualcosa sul bosone e sul campo di higgs.
Ah volevo fare anche una domanda: la materia oscura potrebbe essere costituita dalle energie sottili?





Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 11 nov 2008, 0:00 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
Ottimo resoconto, molto dettagliato: preparati alle mie domande, che prima o poi arriveranno!

La materia oscura è l'energia sottile, o etere :)
Affronteremo meglio il discorso nel nuovo forum.




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: News sul LHC
Messaggio da leggereInviato: ven 26 dic 2008, 19:52 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
Acceleratore Lhc, lavori in corso per svelare i segreti del Big Bang
Le immagini del guasto del Large Hadron Collider che a settembre, a Ginevra, fermò l'esperimento più atteso. L'incidente danneggiò il sistema di raffreddamento del sistema. Tornerà in funzione a luglio
Repubblica, LUIGI BIGNAMI, 14 dicembre 2008

Immagine

ALLA SUA inaugurazione, lo scorso mese di settembre, l'LHC, ossia il Large Hadron Collider, aveva fatto parlare di sé tutto il mondo. E questo per due motivi. Il primo, più veritiero e scientifico, era legato al fatto che all'interno dell'LHC particelle atomiche e subatomiche si sarebbero dovute scontrare a velocità prossime a quelle delle luce per ricreare le condizioni avutesi subito dopo il Big Bang. Il fine primo della ricerca, infatti, è quello di trovare l'origine della "massa" (ossia la misura dell'inerzia offerta dai corpi al cambiamento del proprio stato di moto), che dovrebbe risiedere in una particolare particella, il Bosone di Higgs.

LE IMMAGINI

Ma attraverso l'LHC, un gigantesca ciambella con un diametro di 27 km, si cercheranno anche i segreti della materia e dell'energia oscura, elementi che compongono il 76% dell'Universo in cui viviamo e di cui non si conosce quasi nulla, si cercheranno anche prove dell'esistenza di altre dimensioni e del perché nell'Universo esiste così poca antimateria che, secondo le teorie più accreditate, se ne formò, all'inizio dei tempi, tanto quanto la materia.

Il secondo motivo per cui l'inaugurazione dell'LHC fece tanto parlare fu legata al fatto che qualche ricercatore ipotizzò che durante gli scontri delle particelle si sarebbero potuti formare dei buchi neri che avrebbero inghiottito la macchina e poi la Terra nel suo insieme. Ipotesi negate a gran voce dai ricercatori del Cern, ma che hanno continuato a farsi strada fino al giorno dell'inaugurazione.

I veri dubbi scientifici tuttavia, sono rimasti ancora nel cassetto degli scienziati perché dopo soli nove giorni dall'inaugurazione, quando lo strumento non era stato per nulla acceso in tutte le sue potenzialità, si ebbe una perdita improvvisa di elio che obbligò lo spegnimento della macchina. La causa fu che alcune connessioni elettriche tra magneti fusero durante il test che sperimentava la capacità di sopportazione dell'intera struttura all'enorme quantità di energia elettrica necessaria per gli esperimenti.

L'incidente danneggiò il sistema di raffreddamento che mantiene i magneti stessi ad una temperatura di 271° sotto zero e fece uscire l'elio contenuto all'interno della macchina. In un primo tempo si disse che il danno era relativamente piccolo e che in un paio di mesi si sarebbe potuto riparare, poi si annunciò che l'avvio degli esperimenti sarebbe iniziato a marzo del 2009, ora si parla di luglio del prossimo anno.

Nel frattempo il Cern, ossia l'Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare ha rilasciato le prime fotografie dell'incidente e delle opere di riparazione in atto in queste settimane. Si nota come la fuga di elio abbia creato una vera esplosione che ha surriscaldato i magneti che sono stati proiettati al di fuori della loro sede.

Attualmente gli ingegneri del Cern stanno simulando ai computer come è avvenuto l'incidente così da evitare situazioni che possano far ripetere un'esplosione simile. Sulla data di ripartenza Jörg Wenninger, uno dei membri del team che sta analizzando l'accaduto ha detto: "Al momento tutto fa sperare che l'anno prossimo l'LHC inizierà a lavorare, tuttavia finché non avremo i dettagli del rapporto su ciò che è successo è meglio essere cauti".




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Large Hadron Collider: novità
Messaggio da leggereInviato: mer 5 ago 2009, 22:30 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
L'acceleratore non parte
Il Big Bang resta un mistero

Quindici anni per costruire il tunnel sotterraneo di 27 km che dovrebbe spiegare l'origine e la costituzione dell'universo. Ma l'inaugurazione, l'estate scorsa, slittò a causa di un esplosione. Ora nuovi ritardi. E gli scienziati fuggono

http://www.repubblica.it/2009/08/sezion ... tardi.html
Luigi Bignami, 5 agosto 2009


Immagine
ROMA - Ci sono voluti 15 anni di lavoro per costruire la più grande e più costosa macchina mai costruita per ricerche scientifiche. Si tratta dell'LHC, Large Hadron Collider, l'acceleratore di particelle più potente al mondo che si trova in una galleria sotterranea di 27 km di circonferenza, posta al confine tra Francia e Svizzera. Lo scorso mese di settembre vi era stata l'inaugurazione e la macchina da 6 miliardi di euro aveva iniziato a lavorare.

Il suo funzionamento avrebbe dato modo ad un gran numero di scienziati di trasformare un sogno in realtà: capire alcuni grandi misteri dell'Universo. Ma un'improvvisa esplosione bloccò la macchina dopo pochi giorni dall'accensione senza permettere alcun esperimento. Prima ancora di immettere tutta l'energia necessaria alle ricerche, infatti, si ebbe una improvvisa perdita di elio, che serve per tenere a bassissime temperature i cavi in niobio e titanio che in tali condizioni perdono ogni resistenza elettrica e diventano superconduttori. Purtroppo però, anche una piccolissima "perturbazione" presente, ad esempio, nelle saldature tra i cavi può causare un aumento di temperatura e la perdita di superconduttività. Ed è quello che è successo il 19 settembre, quando la giunzione tra due magneti vaporizzò in una cascata di scintille liberando l'elio. L'incidente obbligò lo spegnimento della macchina.

Anche se in un primo momento il guaio non sembrava grave, ben presto ci si accorse che si sarebbero dovuti rivedere oltre 5.000 collegamenti. Così dopo alcune date per la ripartenza si arrivò alla "certezza" che si sarebbe di nuovo acceso la macchina il prossimo settembre 2009. Ma ora anche questo appuntamento slitta a fine autunno o a inizio inverno. Sono più del previsto infatti, le prove necessarie prima di ridare il via al tutto. E rimane il mistero di quella esplosione. Tutti i magneti, infatti, erano stati collaudati alle altissime energie richieste dall'LHC e nessuno aveva dato problemi. Perché una volta posti nella macchina qualcuno sia ceduto è ancora da chiarire. E non è certo che si potrà arrivare ad una spiegazione. Ora comunque quel che è importante è che si ridia il via.

Spiega Steve Myers, responsabile dell'Accelerator Division del Cern al New York Time: "Dopo i test che abbiamo eseguito pensiamo che potremo immettere con facilità 6,5 mila miliardi di elettronvolt, ma per raggiungere i 7mila miliardi di elettronvolt o più, sarebbero necessari ancora numerosi test e quindi ancora molto tempo". Alcuni ricercatori si dicono contenti se si arrivasse anche a soli 4 o 5mila miliardi di elettronvolt, l'importante è partire. Ma così facendo non si otterrebbero i risultati per cui la macchina è stata costruita.

Le alte energie infatti, sono richieste per permettere a particelle atomiche e subatomiche di scontrarsi a velocità prossime a quelle delle luce per ridare vita alle condizioni che si vennero a creare subito dopo il Big Bang. In tal modo si potrebbe trovare il Bosone di Higgs, una delle particelle previste dalle teorie della fisica, ma mai scoperta e che dovrebbe dare un senso alla massa dei corpi. Ma l'LHC dovrebbe togliere un velo anche alla "materia oscura", che compone il 24% dell'Universo, ma di cui non si conosce la composizione, all'esistenza o meno dell'antimateria e alla conferma o meno dell'esistenza di altre dimensioni.

Intanto alcuni ricercatori stanno disertando il grande progetto europeo, almeno temporaneamente, e stanno chiedendo di realizzare esperimenti presso la macchina concorrente, seppur meno potente, che si trova negli Stati Uniti, il Tevatron. Migliaia di scienziati avevano puntato tutti i loro finanziamenti sulle ricerche all'LHC, decine di dottorandi avevano scelto di realizzare la loro tesi sui risultati dell'acceleratore, ma ora sono tutti in stand-by almeno fino al prossimo inverno.




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Large Hadron Collider: novità
Messaggio da leggereInviato: sab 8 ago 2009, 8:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 20:46
Messaggi: 712
Località: Nocera Inferiore (SA)
Cern, torna il superacceleratore ma lavorerà a potenza dimezzata
http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/scienze/acceleratore-ritardi/acceleratore-riparte/acceleratore-riparte.html
Il direttore del centro svizzero conferma: "Al via dal prossimo novembre. Abbiamo una conoscenza del progetto superiore rispetto a un anno fa"
7 agosto 2009

Immagine
ROMA - Parte o non parte? Alla fine, il dilemma quasi shakespeariano che da un anno turba il sonno degli esperti del Cern di Ginevra sembra finalmente dissolversi positivamente: sì, il Large Hadron Collider, il tunnel di 27 chilometri che dovrebbe ricreare il big bang e quindi spiegare l'origine dell'universo, partirà il prossimo novembre. Anche se a metà potenza. Un'ulteriore - e si spera breve - chiusura per manutenzione è prevista nel corso del 2010.

A mettere un punto sulla vicenda, dopo che negli ultimi giorni si era parlato di ulteriori ritardi, è il direttore generale del Cern, Rolf Heuer. "Le connessioni e le riparazioni del macchinario sono terminate - ha spiegato - Abbiamo scelto di ripartire a una energia massima di 3,5 tetraelettronvolt (3.500 miliardi di elettronvolt) per permettere agli operatori dell'Lhc di attivare il macchinario in sicurezza, ed effettuare nuovi tipi di esperimenti. Abbiamo una comprensione dell'Lhc maggiore rispetto allo scorso anno, possiamo proseguire con sicurezza gli esperimenti".

Dunque l'acceleratore può finalmente riprendere il proprio lavoro, dopo che un guasto avvenuto nel settembre del 2008, a pochi giorni dall'inaugurazione, costrinse gli scienziati a rivedere la tabella di marcia. "Due mesi di stop", dissero. E invece restò chiuso per un anno. Il maxi tunnel servirà per spiegare l'origine dell'universo grazie alla collisione tra particelle che viaggiano a una velocità molto prossima a quella della luce. L'obiettivo finale è la produzione del bosone di Higgs, la cosiddetta "particella di Dio", che sarebbe all'origine della manifestazione della massa e, di riflesso, della gravità. L'anno scorso la notizia degli esperimenti spinse molti a ipotizzare scenari apocalittici in cui la Terra verrebbe inghiottita da un buco nero. L'appuntamento per tutti, scienziati, curiosi e catastrofisti, è rinviato a novembre.





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 20 nov 2009, 16:31 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
Lhc, il superacceleratore riparte stanotte
Il primo fascio partirà alle 3
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 94891.html
Roma, 20 novembre, 14:12


Immagine
Questa notte partirà il primo fascio di particelle all'interno del più grande acceleratore del mondo, il Large Hadron Colliser (Lhc) del Cern di Ginevra. Secondo quanto appreso, la macchina destinata ad esplorare i segreti della materia e forse a rivelare una nuova fisica tornerà, alle 3:00 di questa notte, nelle stesse condizioni in cui si trovava il 10 settembre 2008, giorno in cui si "accese" per la prima volta.

Allora venne percorsa dai primi fasci di particelle per pochi giorni, insufficienti perche' si verificassero le collisioni: il 19 settembre un guasto costrinse il super acceleratore ad una lunghissima pausa. Questa notte si tornera' al punto di partenza ma, dicono gli esperti, con un patrimonio di conoscenze che permettera' di conoscere e controllare meglio la macchina. Questa notte prenderanno il via le operazioni necessarie a posizionare in modo corretto, nel grande anello da 27 chilometri, i due fasci di particelle destinati a percorrere completamente la circonferenza e poi a scontrarsi generando le prime collisioni. Queste ultime, secondo gli esperti, non potranno avvenire prima di 10 o 12 giorni.




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riparte il Large Hadron Collider
Messaggio da leggereInviato: ven 20 nov 2009, 18:01 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
addirittura non ci speravo più XD ciò vuol dire che tra qualche mesetto potrebbe esservi una rivoluzione nella fisica? beh sbrigatevi perchè potrebbe inficiare la mia scelta universitaria XD




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 22 nov 2009, 15:10 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
Ginevra, torna al lavoro l'acceleratore di particelle
http://www.repubblica.it/2008/12/galler ... lli/1.html


Notte indimenticabile per i ricercatori del Cern di Ginevra, dove si festeggia il ritorno al lavoro dell'acceleratore più grande del mondo. Il Large Hadron Collider (Lhc) è ripartito dopo la lunga pausa imposta dal guasto del 19 settembre 2008. "In 6 ore la macchina è riuscita a fare quello che pensavamo di fare in tre giorni", ha detto il fisico Guido Tonelli, responsabile mondiale di uno dei quattro esperimenti dell'acceleratore.




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 22 nov 2009, 18:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 930
Località: Torino
Infatti mi sembrava tanto 10-12 giorni..




_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 23 nov 2009, 14:45 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
Il ritorno dell'LHC
http://sciencebackstage.blogosfere.it/2 ... e-lhc.html
(da The LHC is back)


Immagine
L'uscita della notizia, un po' assurda, sul fatto che i problemi dell'LHC fossero dovuti ad una mollichina di pane doveva far sospettare una riapertura imminente degli esperimenti. E infatti sul finire della settimana scorsa (il 20 novembre) il CERN ha informato il mondo che gli esperimenti dell'LHC erano ripresi. Il ritorno di uno dei più importanti esperimenti della fisica delle particelle è comunque una buona notizia, al di là di polemiche e dubbi sull'esperimento stesso. I primi dati di fisica vera, comunque, sono attesi per il 2010: saremo quindi in paziente attesa visto che gli sperimentali, in alcuni congressi e scuole cui ho avuto la fortuna di assistere alcuni anni fa, danno per scontato che la scoperta del bosone di Higgs, divenuto il simbolo dell'esperimento (1), verrà fatta proprio nei primi mesi di presa dati: se non si osserverà nulla, molti di loro ritengono che questa particella probabilmente non può esistere.
La non esistenza della particella prevista da Higgs, fisico teorico settantenne che potrebbe vincere il Nobel dalla conferma della sua ipotesi, comunque non getterebbe nel panico la fisica, poiché i teorici, delle stringhe e non, hanno già pronti una serie di meccanismi, matematicamente più o meno complicati, in grado di tappare la falla che l'assenza di questa particella provocherebbe.
Torniamo, però, all'LHC e all'evento da cui siamo partiti: la sua riapertura. "E' bello vedere i fasci circolare nuovamente in LHC. Abbiamo ancora molta strada da fare prima che inizi la fisica, ma a questo punto siamo sulla buona strada" dice Rolf Heuer, direttore generale del CERN. "L'LHC è una macchina molto più conosciuta rispetto ad un anno fa (2). Abbiamo imparato dall'esperienza, e sviluppato la tecnologia che ci consente di muoverci su di essa. E' così che si compiono progressi" aggiunge Steve Myers, direttore degli acceleratori.
Concluse le riparazioni all'acceleratore, i lavori sono proseguiti prima portando la temperatura a 1,9 Kelvin (-271°) all'inizio di ottobre. Successivamente, il 23 ottobre, sono state iniettate le particelle, senza però farle effettivamente circolare. I primi tentativi sono stati fatti all'inizio di novembre, anche se non sono stati portati a conclusione. Il prossimo passo sono ora le prime collisioni a bassa energia, e stiamo già parlando di questa settimana: queste prime collisioni porteranno i primi dati ad alcuni esperimenti interessati alle collisioni a queste basse energie. Gli esperimenti a 7 TeV (3,5 TeV per fascio) sono previsti per l'anno prossimo. "E' stata una fatica erculea arrivare dove siamo oggi. Vorrei ringraziare tutti coloro che vi hanno preso parte, sia al CERN sia tra i nostri partner istituzionali in giro per il mondo" aggiunge Myers.
Ci sarà una conferenza stampa ufficiale, oggi alle 2, che può essere seguita sul webcast del CERN. Le novità e gli sviluppi possono essere anche seguiti su Twitter, dove si possono anche lasciare delle domande (non è garantita la risposta). Infine foto e video possono essere visionati nell'Ufficio Stampa on-line dedicato.



(1) In effetti, quando si parla di LHC, ci si dimentica che l'esperimento che è principalmente rivolto alla scoperta del bosone è ATLAS, che in questi anni ha fagocitato l'attenzione, confondendosi, a volte anche nelle scuole e nei congressi, con l'LHC stesso.
(2) Ricordo che il primo beam, il primo fascio venne fatto partire con una cerimonia di fronte alla stampa il 10 settembre 2008. Il tempo, poi, ha dimostrato che l'esperimento non era ancora pronto per affrontare la circolazione delle particelle nell'acceleratore e l'effettiva presa dati.




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 31 mar 2010, 16:58 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 4545
AL CERN DI GINEVRA - «NUOVA ERA DELLA FISICA»
Riuscito l'esperimento delle collisioni di particelle a velocità record
I protoni si sono scontrati all'energia di 7.000 miliardi di elettronvolt (7 TeV) nell'anello da 27 chilometri dell'Lhc

http://www.corriere.it/scienze_e_tecnol ... aabe.shtml
30 marzo 2010 (ultima modifica: 31 marzo 2010)


Immagine
GINEVRA – Dopo oltre vent’anni di lavoro, il settembre nero 2008 in cui il più grande acceleratore del mondo LHC del Cern veniva acceso e cadeva vittima di un incidente che lo paralizzava per oltre un anno, oggi alle 12.39 le prime collisioni tra nuvole di protoni avvenute nel tunnel sotterraneo hanno segnato l’avvio di «una nuova era della fisica», come ha ricordato Rolf Hewer, direttore generale del centro ginevrino. Che aggiungeva saggiamente: «Con la fisica bisogna avere pazienza».

VERSO LA VELOCITA' RECORD - In effetti la grande macchina che corre nell’anello sotterraneo lungo 27 chilometri è un concentrato di nuovissime tecnologie mai sperimentate. Quando toccherà la potenza massima di 14 TeV grazie ai magneti superconduttori che funzionano a 271 gradi sotto zero, raggiungerà un’energia mai raggiunta sulla Terra generando una realtà fantastica: quella dell’universo appena nato quando aveva appena una frazione di secondo. Questo permetterà di vedere un mondo nuovo teorizzato dagli scienziati ma finora mai verificato.

LE PRIME COLLISIONI - Oggi, oltre, alle prime collisioni si è arrivati a 7 Tev e si è superato di quasi quattro volte l’acceleratore finora più potente, il Tevatron americano di Chicago. Ora i seimila scienziati coinvolti dall’LHC (Large Hadron Collider) incominciano a lavorare con i quattro esperimenti posti lungo l’anello. E tre sono diretti da italiani dell’Istituto nazionale di fisica nucleare: Fabiola Gianotti, Guido Tonelli e Paolo Giubellino.

La gioia degli scienziati alla conclusione dell'esperimento (Afp)La supermacchina mostrerà se esistono mondi in altre dimensioni come la fantascienza ci ha raccontato ma i ricercatori cercheranno in particolare la famosa “particella di Dio”, il bosone di Higgs, che spiega perché tutti i corpi hanno una massa. Intanto i primi scontri tra i protoni hanno nello stesso tempo sconfitto coloro che credevano che al Cern si creavano buchi neri capaci di distruggere la Terra. La scienza ha vinto.




_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")
_________________
Prima di scrivere sul Forum si consiglia di leggere il Regolamento
E' consigliata anche la lettura della Guida tecnica e del Glossario delle sigle


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 1 apr 2010, 1:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 930
Località: Torino
Mi stupisce sempre di più cosa e come scrivono certi giornalisti O.o




_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 1 apr 2010, 10:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 11 gen 2009, 13:25
Messaggi: 107
Località: Torino
Edoardo ha scritto:
Mi stupisce sempre di più cosa e come scrivono certi giornalisti O.o


Già...fino ad una settimana fa mi trovavo proprio là: al CERN, mentre un fisico tedesco a dir poco COMPETENTE mi spiegava nel dettaglio cosa succedeva nell'LHC sotto i nostri piedi...
ora leggo il testo di questo giornalista e mi sembra di avere di fronte la recensione del nuovo capitolo di guerre stellari :lol

Bhe, giornalisti incompetenti a parte, le scoperte che stanno uscendo fuori al CERN sono davvero interessanti...se davvero riuscissero a provare l'esistenza della particella di Higgs penso si tratterebbe della più importante scoperta in ambito di fisica particellare degli ultimi trent'anni :woot




_________________
Di giorno sono italiano...di notte...RUSSO.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 1 apr 2010, 11:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 24 mar 2010, 18:26
Messaggi: 90
Località: firenze
Io non capisco una cosa. Se provassero l'esistenza di questa fantomatica particella, che cosa ci sarebbe realmente di cosi rivoluzionario?




_________________
E vidi un nuovo paradiso e una nuova terra.....
Udii una voce che diceva
che non ci saranno piu ne morte,
nè dolore, nè lacrime,
perchè queste cose sono finite

Il libro esseno della rivelazione


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 1 apr 2010, 12:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 11 gen 2009, 13:25
Messaggi: 107
Località: Torino
Il bosone di Higgs è una particella la cui esistenza è stata solamente teorizzata verso la metà degli anni '60 da Peter Higgs, al fine di "far quadrare" a livello matematico il modello standard fisica delle particelle. Dato che l'esistenza di tale particella si configura come uno dei pilastri portanti che reggono da decenni l'attuale modello particellare, è tra i primissimi obiettivi dei ricercatori trovare prove a conferma della stessa.

Se un giorno scoprissimo che non esistono i buchi neri, dovremmo rivedere buona parte della moderna astrofisica; allo stesso modo se si venisse a scoprire che il bosone di Higgs non esiste, dovremmo rivedere buona parte del modello standard della fisica particellare...
In generale quando si parla corpi non osservabili (buchi neri, particelle ecc..), si può solo tener conto della loro esistenza a livello teorico (metodo scientifico galileiano) e aspettare conferme sperimentali. Quando le conferme sperimentali arrivano, i fisici festeggiano :lol




_________________
Di giorno sono italiano...di notte...RUSSO.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 2 apr 2010, 14:33 
Non connesso

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 10:44
Messaggi: 281
Località: Savona!
Il problema del Cern è che hanno ancora paura a farlo andare al 100% perchè non sanno se si potrebbe verificare un altro guasto tipo quello del 2008.
Questo perchè le saldature del sistema devono essere precise al nanometro per garantire una condizione di superconduttività:capite che basta davvero poco per far saltare tutto...
Se andasse al massimo, comunque, avremmo la certezza dell'esistenza o meno del bosone di Higgs, in quanto si raggiungerebbe un'energia superiore al "gap" di esistenza del bosone di Higgs stesso..
Insomma, speriamo che lo facciano andare al più presto al massimo! :)





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 2 apr 2010, 14:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 24 mar 2010, 18:26
Messaggi: 90
Località: firenze
Scusate l'ignoranza ma io però, continuo a non capire una cosa.
Se riuscissero in questa cosa che cosa ne verrebbe in tasca al mondo intero?Nel senso, ci sarebbero da rivedere delle teorie sui libri scolastici?




_________________
E vidi un nuovo paradiso e una nuova terra.....
Udii una voce che diceva
che non ci saranno piu ne morte,
nè dolore, nè lacrime,
perchè queste cose sono finite

Il libro esseno della rivelazione


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 2 apr 2010, 14:52 
Non connesso

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 10:44
Messaggi: 281
Località: Savona!
Se si scova il bosone di Higgs no, la teoria sviluppata non cade in contraddizione e quindi si può andare avanti con la ricerca...se non si scova invece ci sarà da rivedere un bel po' di cose!





Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 4 apr 2010, 11:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 827
beh suvvià si sa che i giornalisti devono romanzare un po', già così al popolo non interessa niente di queste cose poi se uno vuole notizie piu precise va su fonti specializzate :)




_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 81 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

erocnA elled acinceT - tseT roloC dairT - enoizatulav-otuA id tseT


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010