Oggi è gio 17 gen 2019, 11:47

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: mer 26 ott 2011, 12:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 giu 2011, 11:28
Messaggi: 782
salve mi sono imbattuto su questo blog e volevo sapere cosa ne pensate e cosa sapete a riguardo


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 27 ott 2011, 21:20 
L'uomo che non mangia e non beve da 70 anni
http://www.youtube.com/watch?v=yJNrWemirCU

Forse questo caso è autentico, ma sembra che il santone passi la vita a meditare e fare null'altro.
I due bretatiani citati nel tuo link invece mi risulta che facciano conferenza ben pagate (anche se non sono informatissimo per la verità).
Inoltre ricordo 2-3 anni fa di aver visto una conferenza di Jasmuheen dove diceva tipo "non mangiare ti fa risparmiare soldi e con quello che non spendi in cibo ti puoi comprare altre cose come i vestiti"
A mio parere uno che arriva ad un livello spirituale tale da vivere senza cibo non pensa a vestirsi con l'abito all'ultima moda, ma sono solo mie opinioni personali

Ciao, molto di più non so


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 28 ott 2011, 9:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 giu 2011, 11:28
Messaggi: 782
beh su questo sono d'accordo, anzi forse uno che cerca di elevarsi spiritualmente tenderebbe a voler vivere in maniera piu naturale possibile (soli vestiti di canapa?).

in ogni caso grazie delle info. per dire la verità coloro che tendono a cercare di sopravvivere di informazioni "mistiche" sono quasi tutti... sistema tipicamente occidentale: "io so qualcosa e tu no, vuoi imparare? paga!" per alcuni è giusto, per altri una cavolata, ma non necessariamente le info a pagamento sono cavolate per quello chiedevo.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 28 ott 2011, 10:21 
Si anche io penso che non è detto che chi si fa pagare per conferenze (o libri o in generale informazione) non significa che dice cavolate.
Alla fine i soldi servono pure per vivere.
Ricordo comunque che circa un anno fa (se non sbaglio) Jericho fece una conferenza a Roma dove si pagava qualcosa come 100 euro a persona (se non di più per la verità non ricordo), mi sembra un po' troppo, ma questo non significa che lui non sia veramente bretariano.

Una cosa da notare è che sembra comunque che questi bretariani invecchino come la media della popolazione. detto in soldoni dimostrano tutta la loro età.
Quindi tutte le diete "estreme" (tipo fruttarianesimo) o pure l'alimentazione pranica (sempre ammesso che queste persone veramente vivano senza cibo) sembra non influiscano sull'invecchiamente del corpo fisico e sulla possibile aspettativa di vita.
Malgrado ci sono persone che pensano che vivevendo di frutta e verdura si campi 140 anni, queste dimostrano sempre tutti i loro di anni.
Fino a quando non vedrò un 60enne con l'aspetto fisico e la salute di un 20enne medio rimarro "scettico" su queste pratiche alimentari.


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 28 ott 2011, 10:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 giu 2011, 11:28
Messaggi: 782
beh va considerato che l'aria pulita la respiri si e no in tibet, quella fa molta differenza per la lunghezza della vita.

devo dire inoltre che tutte queste cose sul "campare piu a lungo possibile" sono un po ridicole. che ci siano cose che si possono fare a livello alimentare per aiutare la natura e tagliare le gambe alle multinazionali sono d'accordo, ma per vivere piu a lungo? io personalmente credo nella mia anima quindi non mi preoccupo di quanto vivo. tanto vaole godersi la vita... con moderazione per carità ma godersela.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 28 ott 2011, 23:59 
A me piacerebbe vivere senza cibo, ci sarebbero molti vantaggi.
Ma se devo passare la vita a meditare come l'indiano allora tanto vale.


Top
 
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 13 nov 2011, 13:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1116
Il discorso dei BREATHARIANI è un pò più complicata del previsto.

Sono alcuni anni che m'interesso di alimentazione e pur non essendo un esperto,ho fatto un pò di esperienza diretta sia a seguito di volontà nel farli sia avendo preso consapevolezza di alcuni eventi passati che poi sono risultati esatti...almeno per quanto riguarda il mio fisico.
Partiamo dal presupposto che il nostro fisico,o addirittura da quando si forma la cellula-uovo,inizia ad immagazzinare cibo ed altre sostanze derivate da inquinamento e medicine...quindi come possiamo diventare breathariani?
Le soluzioni ci sarebbero,ma non è detto che ciò sia realmente indispensabile ai fini della crescita personale.

Ci sono state persone come Arnold Ehret o Herbert Shelton che hanno dato una spinta al raggiungimento di determinati obiettivi...ed altre,come Arcangelo Miranda che ho avuto modo di vedere in 2 occasioni e di conoscerlo di persona,che hanno riassunto la situazione.

In pratica il nostro organismo è soggetto alla cosiddetta TOSSIEMIA cioè alla presenza nel sangue di sostanze dannose per l'organismo...questa tossicità è data,come scritto prima,dall'alimentazione,dall'assunzione di sostanze chimiche(medicine,droghe,fumo ecc ecc) e dall'inquinamento e l'unico modo per eliminarla è iniziare proprio dall'alimentazione.

Miranda nel suo libro IO SONO IMMORTALE,fà un "breve" riassunto(circa 600 pagine :D ) di circa 20 anni di esperienza personale in cui spazia dalla ricerca nell'ambito scientifico su scoperte tenute nascoste o poco considerata dalla scienza ufficiale,fino al breatharianesimo...il corpo intossicato,per riuscire a liberarsi da tutte le sostanze dannose presenti,deve essere nutrito gradualmente seguendo un tipo di dieta basata più che altro sulla propria capacità di ascoltarlo.

Un mangiatore assiduo di carne che mangia sregolato anche dolci,beve e fuma da un vita,ovviamente avrà un pò di difficoltà a cambiare radicalmente stile di vita e nella maggior parte dei casi,il cambiamento veloce porta solo a danni irreparabili...ecco perchè Miranda,seguendo l'esempio di Ehret,parla di DIETA DI TRANSIZIONE(io preferisco chiamarlo REGIME ALIMENTARE...la parola DIETA oramai mi dà il disgusto :lol ),cioè un'AUTODISCIPLINA ALIMENTARE che può durare dai 3 ai 5-6 anni,ovvero il tempo che impiega generalmente il corpo a liberarsi COMPLETAMENTE dalle sostanze dannose presenti.

Già...è questo il tempo necessario per iniziare ad avere un corpo pulito...il fatto è che l'alimentazione da sola non basta...è inutile fare una dieta di transizione se si vive in un ambiente ad alto inquinamento come una grande città oppure se si fà una vita stressata,eccessivamente movimentata,che danneggia anche la testa(d'altronde si parla di SISTEMA PSICO-SOMATICO,cioè MENTE e CORPO agiscono all'unisono)...non dico che bisogna vivere tutti in campagna,seppure sarebbe l'ideale.

La dieta di transizione si chiama così anche perchè il corpo,essendo assuefatto a certe sostanze,quando se ne vedrà privato,inizierà a reclamarle violentemente...ecco perchè un cibo che potete anche non mangiare più,invece di eliminarlo tutto assieme,potete assumerne una quantità sempre minore,per abituare il corpo...spesso ho letto che persone che hanno applicato questa dieta,dopo diversi giorni hanno sentito un'irrefrenabile voglia di un alimento che hanno mangiato anche per decenni ed hanno ceduto...da una parte un pò di "pausa" dalla dieta è bene farla(più che altro è roba psicologica...bisogna sempre staccarsi da qualcosa,anche se per un solo giorno,per poter riprendere con più vigore e rilassatezza),dall'altra parte mangiare alimenti che si vogliono eliminare può essere utile perchè magari mangiandolo,sentite che ha un sapore disgustoso oppure che non era così saporito come ve lo immaginavate,anche se l'avete preparato alla stessa maniera di sempre.

In mezzo alla dieta di transizione c'è anche il digiuno,argomento estremamente spinoso cui è collegato...fare subito un digiuno lungo,spinge il corpo a liberarsi troppo velocemente delle sostanze dannose(tossiemia) e riversarle nel sangue,andando ad ostruire la circolazione,danneggiando l'organismo...spesso anche con la morte.

Quindi,dieta di transizione ma moderata...prendetevi tutto il tempo che volete,ma mettetici comunque la volontà di farla...ogni tanto provate dei digiuni brevi o dei mezzi digiuni tipo fare un pasto al giorno per 1-3 giorni oppure 3 invece che 5 per circa una settimana-10 giorni...lo scopo è sempre quello di liberare il corpo ma non eccessivamente,e di abituarlo a digerire gli alimenti giusti.
Fare tutto assieme e di getto,è solo dannoso.

Ci sono popolazioni come gli Hunza dell'omonimo fiume pakistano che prima dell'avvento della civiltà occidentale coi propri prodotti alimentari(farina bianca,zuccheri raffinati,bevande gasate ecc ecc) erano famosi in Asia per essere una delle popolazioni più longeve,arrivando come prospettiva di vita attorno ai 120-125 anni...il segreto risiedeva,oltre che ad una condizione climatica favorevole(2500m di altezza circa) e ad una vita non sregolata,anche alla presenza del fiume Hunza,un fiume alcalino che aiutava il corpo a liberarsi costantemente dalle impurità prodotte dal corpo stesso.

Esistevano(parlo al passato perchè le notizie sono vecchie) alcune popolazione assai longeve anche sugli Urali,una catena montuosa presente nella Russia occidentale,la cui età media arrivava ai 140 anni circa.

Vita tranquilla(ma non per questo votata al nichilismo),clima ideale e sana alimentazione...io ci includo anche GIUSTA MENTALITA',perchè se avete un gruppo familiare,frequentate persone o vivete in una città la cui mentalità è SI VIVE FINO AD 80 ANNI E PIENI DI ACCIACCHI,allora quello sarà il vostro risultato più probabile.

Per giungere al breatharianesimo occorrono anni ed anni di esperimenti personali...gradualmente si passa dall'onnivorismo,poi si elimina latte,latticini e carni rosse,poi si toglieranno anche le carni bianche,successivamente anche i prodotti ittici,poi si passerà dal vegetarianesimo(frutta e verdura ma anche prodotti di derivazione animale,come le uova) al veganesimo(solo frutta e verdura),successivamente s'inizierà a mangiare non più verdure cotte ma crude ed infine si arriva al frugivorismo o fruttarianesimo,in quanto la verdura nel nostro organismo ha solo la funzione di fornire sali minerali ma più che altro dato che non riusciamo a digerire,in quanto non provvisti di 3 pre-stomaci come i ruminanti,la fibra(carboidrati complessi cioè a catena lungha come la cellulosa) che è utile come agente pulente dell'organismo,mentre la frutta è quella fornisce realmente il fabbisogno in zuccheri che il nostro organismo può elaborare.

Ho scritto ELABORARE perchè diversi studi hanno compreso che la vera fabbrica di proteine nel nostro organismo risiede nell'intestino...e come può l'intestino riuscire a trasformare i glucidi in protidi,dato che i glucidi(zuccheri) hanno una formula bruta(in chimica è intesa come la composizione degli elementi ed il loro numero dentro una molecola) di base che è CH2O(cioè un atomo di carbonio,2 di idrogeno ed uno di ossigeno) mentre i protidi sono più complessi e sono formate anche da azoto?

Nel '35,il ricercatore e biologo francese Louis Kervran,scoprì una cosa interessante di cui tutti gli organismi cellulari sono dotati,cioè la TRASMUTAZIONE CHIMICA A BASSA ENERGIA,conosciuto oggi come "effetto Kervran"...in pratica il corpo è in grado di trasmutare,cioè cambiare completamente,un tipo di atomo in un altro...ne avevo già discusso QUI'.

Pare che proprio alla base del fruttarianesimo,questo processo sia quasi ai massimi livelli...QUASI perchè sembra che il BREATHARIANESIMO riesca a sfruttarlo appieno.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 14 nov 2011, 17:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 giu 2011, 11:28
Messaggi: 782
grazie G-chan molte informazioni utili


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 18 gen 2012, 22:07 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
E' fondamentalmente una bufala volta alla creazione dell'ennesima religione che mira al portafogli di coloro che intendono seguire quest'utopia nel vano tentativo di sfuggire alla loro ordinaria vita. Questi casi sono stati smascherati uno ad uno. Sono senza dubbio sicuro che le possibilità ci sono ma nessun test scientifico ha dimostrato che queste persone, ed altri loro più famosi "colleghi", riescano a nutrirsi di sola energia sottile (che può alimentare solo Spirito ma non il corpo); anzi, in questo senso i test a volte hanno smentito queste pretese o evidenziato trucchi di vario genere. In sostanza si sentono e leggono solo parole promozionali ma nulla di più. Invito a prendersi cura anche fisicamente del proprio corpo, dato che fisica è la sua natura, e come tale funge da tempio della psiche.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 26 gen 2012, 12:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1116
Jericho Sunfire,Jasmuheen alias Ellen Greve ecc ecc sono alcuni dei nomi presenti nel panorama mondiale che affermano di essere breathariani...non ho ben chiaro se siano stati fatti degli accertamenti scientifici su queste persone,sò solo che Jericho afferma di sentirsi appartenere ad un altro pianeta(ahia) e che è qui per compiere una missione(ari-ahia) quindi di lui non è che mi fidi tanto,anche se inizialmente mi poteva piacere come persona.

In passato ci furono delle persone che hanno dimostrato sotto attenti esami medici che il breatharianesimo funziona ma solo in determinati casi.
Una di queste è il sig.Hira Ratan Manek che basandosi sugli insegnamenti di Mahavira,24° ed ultimo tirthankara(profeta) del giainismo oltre che contemporaneo di Gautama il Budda(i due s'incontrarono e discussero perchè entrambi volevano essere l'ultimo profeta giainista...però Mahavira era vecchio e con parecchi seguaci mentre Gautama era giovane ed all'inizio della sua "carriera"),riguardo alla tecnica del rimirare il sole(Mahavira era noto per aver portato all'estremo la condizione del digiuno prolungandolo per anni).

Manek ha ideato un metodo che prende il suo nome, il metodo H.R.M., che si basa proprio sul principio di osservare il sole. Dopo 411 giorni di digiuno testato da un gruppo di medici nel 2001, Manek fu invitato all'Università Thomas Jefferson e all'Università della Pennsylvania a Philadelphia dove fu sottoposto ad esame ed accertamenti per delle ricerche sulla sua retina, la sua pineale ed il suo cervello per un periodo di 130 giorni. I risultati furono incredibili, la sua retina era in perfetto stato, le cellule cerebrali stavano rigenerandosi e la sua pineale si stava espandendo invece che atrofizzando.

Dopo questo esperimento, Manek fu invitato a numerose conferenze il che non gli permise più come prima di osservare il sole e ricominciò a cibarsi.
Ciò pare sia dovuto al livello tossiemico(tossicità sanguigna) presente nel suo corpo, mai completamente risolto...se tale livello fosse stato azzerato, forse(ma è un'ipotesi), avrebbe continuato a non nutrirsi pur non osservando regolarmente il sole.

Ma come mai osservare il sole può portare a ciò?
Sembra esserci una condizione puramente scientifica.
Il sole, tramite uso disciplinato, serve per curare il sistema psicosomatico esattamente come hanno descritto nel corso dei decenni il dott.Bates(famoso per il metodo Bates per riacquistare/migliorare la vista) oppure Arnold Ehret(ideatore del sistema di guarigione della dieta senza muco) o ancora il dott.Antonino Sciascia, medico e scienziato italiano scopritore della fototerapia.

Una ricerca pubblicata anni fa nella rivista JOURNAL OF INVESTIGATIVE DERMATOLOGY descrive come l'uso eccessivo di occhiali da sole porti il cervello a registrare una quantità minore di raggi solari ed il corpo, per "riflesso", tende a produrre meno melanina, quindi stando a ciò, la luce percepita ocularmente attiva l'ormone stimolatore dei melanociti, le cellule epidermiche contenenti melanina.

Il sole, come detto, può essere una cura in quanto esiste un percorso chiamato "tratto retino-ipotalamico" che dall'occhio porta informazioni sul ciclo luce/oscurità ad una zona dell'ipotalamo chiamato nucleo soprachiasmatico che le invia direttamente alla ghiandola pineale tramite il nervo pineale.
La ghiandola, una volta colpita dalla luce, produce serotonina che, come riportato da wikipedia, "...è una triptamina, neurotrasmettitore monoaminico sintetizzato nei neuroni serotoninergici nel sistema nervoso centrale, nonché nelle cellule enterocromaffini nell'apparato gastrointestinale, principalmente coinvolta nella regolazione dell'umore"...oltretutto la pineale quindi può "riprogrammare" il talamo, però non ho ben capito con quale reazioni.

Ciò che scrive Luciano sul fatto che il breatharianesimo sia un'ennesima trovata commerciale, trova conferma in diversi esperimenti falliti verso coloro che dicono di "nutrirsi di prana", però uno spiraglio di qualcosa di serio l'ho riportato sopra...se è vero o no che sia possibile smettere di nutrirsi non lo sò di persona, anche perchè mi piace mangiare e mi piace il sapore di alcuni cibi, fosse anche solamente la frutta.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 5 ott 2012, 17:11 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
Svizzera: newager si nutre di sola luce, muore di fame
http://www.losai.eu/svizzera-newager-si-nutre-di-sola-luce-muore-di-fame/



La propaganda newage è sempre più pericolosa. Come dimostra la notizia apparsa sul sito svizzero “The local“.
Con il termine newage si racchiudono tutte quelle nuove “religioni” o correnti di pensiero che mescolando principi orientaleggianti e teorie pseudo-scientifiche fanno presa su tanti occidentali, svuotati dal materialismo che ha cancellato secoli di spiritualità.
Emblematico è il caso di una donna svizzera di cinquant’anni, che dopo aver visto l’ennesimo film propaganda, ha deciso di imitarne i protagonisti. Il film è “Am Anfang war das Licht” (“In principio c’era la luce”).

Ecco il trailer: http://www.youtube.com/watch?v=SaTDIaOZnio&feature=player_embedded

Il film racconta la storia di due uomini che avrebbero vissuto di sola luce e meditazione, senza mangiare e senza bere.
La donna ha seguito alla lettera la propaganda e, nonostante la preoccupazione dei figli che le consigliavano di mangiare, lei non ha ceduto e dopo alcuni giorni è morta meditando.
Purtroppo non è il primo caso del genere. La propaganda newage è presente da decenni.

(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
L’autrice australiana Jasmuheen, ad esempio, ha scritto tre libri sull’argomento: “Nutrirsi di luce“, “Ambasciatori di luce” e “Alimentazione pranica“.
La scrittrice si definisce una “respirariana” nel senso che respira e basta, senza mangiare né bere. Nel 1999 però, è stata invitata in una trasmissione australiana, “60 minutes” in cui è stata seguita 24 ore su 24 per verificare che effettivamente non si nutrisse. Già al secondo giorno manifestò sintomi di disidratazione. Lei diede la colpa allo smog. Allora venne trasferita in montagna ma anche lì i medici decisero di sospendere l’esperimento perché Jasmuheen riportò dei danni ai reni.
Ma per gli occidentali creduloni questo non basta. La newage, con i suoi colori rilassanti, con i suoi termini esotici, con le sue vibrazioni quantistiche e con i suoi slogan ermetici (siamo tutti uno), sta conquistando sempre più consensi.
Magari da parte di quelle persone che ridevano sugli ingenui intortati da Wanna Marchi…

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010