Oggi è mar 2 giu 2020, 0:02

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: gio 19 mar 2009, 22:07 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
"Lo zucchero come una droga". Crisi d'astinenza per i casi gravi
http://foodinside.blogspot.com/2008/12/lo-zucchero-come-una-droga-crisi.html
SARA FICOCELLI / Repubblica, 12-dic-2008



Altro che semplici golosi: uno studio dell'Università di Princeton, nel New Jersey, dimostra che molti "golosi" sono in realtà tossici perché lo zucchero - a quanto pare - provoca dipendenza. Sembra una curiosità ma questa dei ricercatori di Princeton è una scoperta, importante per il mondo scientifico perché conferma ciò che molte persone a dieta sospettavano da tempo: lo zucchero è una specie di droga.

Secondo il neuroscienziato Bart Hoebel, abbuffarsi di zucchero può infatti avere effetti sul cervello molto simili a quelli provocati da un abuso di sostanze stupefacenti. Il ricercatore ha presentato i risultati della sua analisi al meeting del College americano di Neuropsicofarmacologia a Scottsdale, in Arizona: lo studio è stato svolto utilizzando delle cavie e somministrando loro dosi elevate di acqua zuccherata ogni giorno, dopo che avevano passato la notte a digiuno. Nel giro di tre settimane, gli animali hanno cominciato a dare segni di impazienza e frenesia, mostrando insomma un comportamento simile a quello dei tossicodipendenti in crisi di astinenza. "Rimanevano a lungo desiderosi di ricevere una nuova "dose", erano incontrollabili", ha spiegato Hoebel.

L'esperimento ha mostrato negli animali un aumento nel cervello della dopamina. "E' una sostanza che si trova nel nucleus accumbens, la parte adibita alla motivazione e al meccanismo della ricompensa - ha detto Hoebel - e si sa da tempo che l'abuso di droghe fa aumentare il rilascio di dopamina in questa parte del cervello: in questo caso abbiamo scoperto che lo zucchero agisce allo stesso modo".

In un altro esperimento le cavie, dopo essere state nutrite per un periodo a base di zucchero, sono state costrette a passare alcune settimane senza più riceverne. Quando la sostanza veniva reinserita nell'alimentazione, ne consumavano molta più di prima. A un certo punto gli scienziati hanno deciso di variare sostituendo l'acqua zuccherata con dell'alcol e hanno notato che quelle nutrite con lo zucchero ne bevevano più di quanto avrebbe fatto un topo normale. "Ancora non sappiamo come reagiscono gli esseri umani - ha concluso l'autore dello studio - Ma quel che è certo è che esiste un nesso tra la dipendenza da sostanze stupefacenti e lo sviluppo di un desiderio morboso di dolcificante".

Secondo il professor Pierfranco Spano, docente di farmacologia e tossicologia presso l'Università degli Studi di Brescia, è comunque plausibile che lo zucchero provochi dipendenza anche su di noi. "I cosiddetti sistemi di ricompensa che abbiamo nel cervello, dalla medicina anglosassone definiti "rewarding system", mediano gli effetti di tutte le sostanze da abuso. Esiste cioè una partecipazione di sistemi cerebrali in cui la master key è la dopamina. Si tratta in genere di comportamenti appetitivi che partono dal masencefalo e arrivano nel nucleus accumbens, una parte del cervello a sua volta suddivisa in due zone, la cosiddetta "shell". Questa "conchiglia" si accende in caso di desiderio o di previsione di ricompensa". Il professore precisa anche che in campo scientifico esistono i cosiddetti "gradini di rigore dimostrativo": a volte cioè vengono fatte delle scoperte fondamentali e in un secondo momento vengono costruite le teorie, in modo tale che, come diceva Popper, la prova non possa essere confutata. A questa scoperta, insomma, manca una teoria di supporto, ma il primo passo è stato fatto e si tratta di un gradino importante. "I geni e lo sviluppo postnatale - conclude Spano - indirizzano a lungo andare le persone verso alcol, zucchero o cocaina. La "scelta" dell'oggetto della dipendenza viene fatta in base all'esperienza e alla predisposizione personale: ed è su questo fronte che la scienza sta maggiormente indagando".

Sembra comunque che affinché il meccanismo di dipendenza si attivi sia necessario assumere dosi massicce di zuccheri. Dunque non preoccupatevi se amate il dessert di fine pasto, non andrete in crisi d'astinenza. Anzi, gli esperti consigliano di non rinunciare affatto ad alcuni prodotti dolciari, che oltre che dare energia fanno bene alla salute. Secondo una ricerca dei laboratori di ricerca dell'Università Cattolica di Campobasso in collaborazione con l'Istituto dei Tumori di Milano, 6,7 grammi di cioccolato al giorno rappresentano infatti la quantità ideale per proteggerci da infiammazioni e malattie cardiovascolari. E sempre un'altra ricerca nostrana, condotta quest'anno dall'Istituto di Neuroscienze del CNR di Cagliari, si è concentrata su "cioccolismo" (dall'inglese chocoholism), ovvero la dipendenza da cioccolato. "Anche se poco conosciuto - ha spiegato Giancarlo Colombo, ricercatore In-Cnr - si tratta di un fenomeno di dimensioni sorprendentemente ampie nei paesi occidentali. Fonti americane indicano che ad essere colpite maggiormente sono le donne, nella misura del 40%, mentre la popolazione maschile è coinvolta per il 15%".

La scoperta di Hoebel rappresenta dunque la quadratura del cerchio di tutta una serie di studi e potrebbe avere risvolti importanti per le persone che soffrono di disturbi del comportamento alimentare, come binge eating (crisi da alimentazione incontrollata) o bulimia.



Mentre lo Zucchero viene paragonato alla Cocaina,
la Stevia finalmente viene approvata dalla FDA

http://www.autodifesalimentare.it/blog/conservanti-additivi-affini/mentre-lo-zucchero-viene-paragonato-alla-cocaina-la-stevia-finalmente-viene-approvata-dalla-fda/
Leonardo Di Paola, 27 dicembre 2008



Per molti la pausa natalizia è uno dei momenti più dolci dell'anno.
Ed in effetti si può dire che questo è vero anche aldilà del modo di dire. Durante pranzi, cenoni, pomeriggi di gioco, veglioni, feste con gli amici, merende e colazioni, gli italiani quest anno a dispetto della strombazzata crisi hanno speso 450 milioni di euro in panettoni, pandori e torroni.
Allo zucchero e ai dolcificanti ci dedichiamo sempre con passione nella prima lezione del Corso on line di Autodifesa Alimentare, , ma proprio in questi giorni di grandi orge di zucchero raffinato ci sono arrivate in Redazione due notizie molto interessanti.

ZUCCHERO = DIPENDENZA

La prima viene dall’Università di Princeton, dove uno scienziato di nome Hoebel ha dimostrato che lo zucchero crea dipendenza, innnescando “cambiamenti neurochimici nel cervello simili a quelli prodotti da sostanze come cocaina, morfina e nicotina”.
Noi lo sosteniamo da anni sulla base delle nostre verifiche quotidiane come Coach nutrizionali, inserire zucchero all’interno di alimenti e bevande, significa trasformarli in una droga ed aumentarne dipendenza e consumo… e siamo lieti che comincino ad arrivare anche conferme di laboratorio.
Il principale aspetto negativo di una dipendenza come questa, di cui come sappiamo soffrono soprattutto i bimbi, è non solo che in mancanza di una costante assunzione di zucchero si innescano situazioni di ansia, ma che durante l’astinenza si è più portati ad aumentare il consumo di alcolici diventando contemporaneamente più sensibili ad altre sostanze stimolanti come i prodotti anfetamino-simili.

LIBERALIZZATA LA STEVIA

La seconda notizia apre invece uno spiraglio, prospettandoci un cambiamento che potrebbe davvero fare la differenza. Sto parlando della Stevia Rebaudiana, una pianta sudamericana che ha proprietà dolcificanti potentissime a zero calorie e - sembrerebbe a tutt’oggi - senza effetti collaterali.
Dopo anni di strenua opposizione del cartello degli zuccheri, guidato dalle multinazionali delle bevande gasate forse troppo interessate a raccogliere i profitti della dipendenza da zucchero di cui sopra, oggi la Food & Drug Administration americana ha approvato l’uso della stevia come dolcificante.
Forse anche grazie alla spinta crescente di consumatori di prodotti light (fino ad oggi a base soprattutto con aspartame), nei prossimi mesi usciranno negli USA prodotti resi dolcificati con rebaudoside A, uno degli zuccheri particolari della pianta paraguayense.
Mentre c’è già chi grida allo scandaloper i brevetti di questo nuovo dolcificante naturale, noi vogliamo dare ascolto almeno per ora al nostro amato “Pensiero Alimentare Positivo” per credere che sia comunque un’interessante vittoria del mercato del benessere su quello del malessere, e per augurarci che presto anche qui da noi in Europa si liberalizzi l’uso di questa nuova ma antica scoperta!

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: gio 19 mar 2009, 23:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 13 gen 2009, 1:26
Messaggi: 280
Speriamo nella diffusione della Stevia allora XD. Anche se lo zucchero dovrebbe far bene per alcune cose.. poi è normale che se si esagera è catastrofico ^^. Ma penso che con qualsiasi cosa è così.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: gio 19 mar 2009, 23:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
abbiamo trovato un altra cosa da togliere dalle lista dei commestibilìXD

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: ven 20 mar 2009, 10:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 591
Località: Torino
Citazione (glorfindel92)
abbiamo trovato un altra cosa da togliere dalle lista dei commestibilìXD

Vosi siete matti -_-'
Me lo devo leggere con calma, ma se basta uno studio di un'università a far togliere dalla dieta qualcosa, beh, pensate agli studi universitari su OBE, su alieni, sui SIMBAD, psicocinesi ecc, se stessimo ad ascoltarli, potremmo anche chiudere baracca e burattini..

_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: ven 20 mar 2009, 11:17 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Io cerco di non mangiare zucchero raffinato da quando ho 18 anni (meglio quello di canna, se proprio devo). Per lo stesso motivo, evito anche i dolci vari, assolutamente non indispensabili alla nostra alimentazione, e solamente dannosi. Sono scomparsi: brufoli dal viso, mal di pancia vari, abbuffate solitarie, grasso su tutto il corpo, difficoltà cardiorespiratoria, apatia, dipendenza psicologica. Idem per tutte le bevande che contengono zucchero: spazzatura pura. E ve le sconsiglia ogni medico e ogni trainer sportivo. A 18 anni io ho cambiato il mio fisico, ho perso 20 kg (avrei potuto perderne solo 15, ma è un'altra storia), ho iniziato a lavorare sulla mia massa muscolare, ho tirato fuori capacità che non ho mai avuto, etc. il tutto grazie al cambio di dieta che iniziai con una dietologa, che prevedeva l'assoluta esclusione di zuccheri raffinati. Ogni tanto mangio qualcosa di dolce, ma ora che sto ricominciando col body building e con altre attività, ho intenzione di riprendere ad eliminare drasticamente questi tipi di zuccheri dalla mia dieta (tanto restano i carboidrati, gli zuccheri della frutta, etc), dato il beneficio che ho avuto in passato.

Che i prodotti dolci danno dipendenza, questo lo sapevamo da molto prima di questi studi, che sono solo gli ultimi, e i primi che riporto qui in tanti anni. Nessuno si è mai chiesto perchè da tanti anni è stata bloccata un pianta che funziona meglio dello zucchero ed è senza necessità e costi di lavorazione? Hanno fatto come per la canapa, a suo tempo: tolgono di mezzo qualcosa di veramente utile, sano, economico e trasparente, per sostituirlo con qualcosa di costoso, controllato dall'industria, produttivo economicamente per chi lo controlla, e dannoso per noi (e poi vai con le medicine... obesità e diabete sono i problemi più diffusi che abbiamo in Italia).

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: ven 20 mar 2009, 13:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 591
Località: Torino
Lo zucchero di canna è sempre saccarosio, ed è sempre raffinato.
Citazione
Le canne da zucchero vengono pulite e spremute. Dalla spremitura si ottiene un liquido che viene bollito e appena diventa più denso viene versato in un recipiente più largo dove si raffredda. Infine c'è la raffinazione.

Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Saccharum_officinarum (Purtroppo l'articolo non è molto ricco)

Leggo dalla wikipedia in inglese:
Citazione
The production of sugarcane needs approximately four times as much water as the production of sugar beet

Fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Sugar

E ancora:
Citazione
Sucrose is the most important sugar in plants, and can be found in the phloem sap. It is generally extracted from sugar cane or sugar beet and then purified and crystallized.

Fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Sucrose

Tanto più che sono quasi certo che troviamo altrettante critiche e altrettanti studi che riportano qualcosa di negativo su quello che si mangia in modo più diffuso, anche perchè le cose che si mangiano meno sono meno studiate, ma non per questo devono essere meno "dannose".

Edit: Ora che ho letto l'articolo, mi viene in mente di aggiungere che lo stesso esperimento si sarebbe potuto fare con molti altri prodotti cibari, con gli stessi risultati.

_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: ven 20 mar 2009, 16:15 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Mi sono espresso male: parlavo dello zucchero di canna integrale, cioè non raffinato :)
Citazione
Rispetto allo zucchero tradizionale, quello integrale di canna contiene una minore percentuale di saccarosio, è più ricco di sali minerali (calcio, fosforo, potassio, zinco, fluoro, magnesio) e vitamine (A, B1, B2, B6, C). Il potere calorico è leggermente inferiore, tant’è vero che 100 grammi di zucchero di canna integrale apportano 356 calorie, contro le 392 del tradizionale saccarosio.

Fonte: http://www.my-personaltrainer.it/nutriz ... canna.html
In poche parole, se proprio devo, uso quello, che è meglio.
Ma, ormai, quelle poche occasioni in cui usavo zucchero col cucchiaino sono state sostituite dal miele, che uso più volentieri, che dolcifica bene, ed ha un'ottima composizione (il migliore è il millefiori).

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: ven 20 mar 2009, 22:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
scusami luciano, ma quindi tu non mangi piu nemmeno cioccolata o dolci fatti in casa o comunque artigianali?

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: sab 21 mar 2009, 2:46 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
La cioccolata la mangio ogni tanto, quella amara, che fa anche molto bene. I dolci fatti in casa li mangio, dato che li faccio io o li fa mia mamma :P
Le cose nuove le mangio sempre la prima volta, per quello non c'è regola che tenga :D

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: sab 21 mar 2009, 11:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
e cosa usi per il caffe? scusa la curiosità ma stavo pensando di ridurre ankio lo zucchero in entrata asd

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: sab 21 mar 2009, 13:00 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Solitamente non assumo caffè per via dei pessimi effetti della caffeina (e perchè ho lavorato sul mio sistema nervoso negli ultimi anni, e la caffeina non mi serve nemmeno), ma quelle poche volte che lo prendo, normale al bar o decaffeinato in casa, ci metto il miele, come dicevo prima: dolcifica molto meglio, e fa anche molto bene. E da anche una bella carica energetica, dato che è quasi tutto carboidrati, senza grassi.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: sab 21 mar 2009, 18:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Io sono il prototipo del perfetto DROGATO DI ZUCCHERI...ne sento l'astinenza ed un paio di volte sono letteralmente andato in overdose...mi sentivo sovraccarico e la coscienza annebbiata...m'è durato x giorni interi.
Lo zucchero raffinato è così chiamato perchè il processo di raffinazione del semplice zucchero di barbabietola,prevede l'uso di additivi e/o solventi.
Il migliore zucchero tra quelli + facilmente reperibili è ovviamente il fruttosio,ma anche quello se usato troppo causa scompensi di stomaco ma niente di che....almeno è naturale....è assai + dolce,si scioglie quasi subito e "riempie" lo stomaco alla svelta,quindi se ne usa assai di meno.

La stevia è l'unica alternativa....se non sbaglio anche Beppe Grillo ne parlò anni fa dicendo che era la vera alternativa contro dentisti e case produttrici di alimenti a base zuccherosa.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: lun 11 mag 2009, 22:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
ho eliminato lo zucchero dalla colazione in favore del miele :DD

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: mar 19 mag 2009, 15:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
L'alternativa sarebbe o il miele come fà Davide,oppure lo sciroppo d'acero:
estremamente dolce è denso,lo sciroppo in questione è in assoluto uno dei migliori dolcificanti in natura...dopo la melassa,esso è quello a minor contenuto calorico ma ha un elevato contenuto in sali minerali.

Addirittura viene usato anche come alimento base x una dieta dimagrante.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: mar 19 mag 2009, 17:04 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Quanto costa? =D

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: mer 20 mag 2009, 1:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Ce ne sono diverse marche ma costicchia e non poco...però dura un casino di tempo e non danneggia x niente l'organismo,anzi lo rinforza.
Lo si può anche sciogliere in acqua ed agitare x avere una bevanda dolce da bere oppure lo metti nel congelatore e ci fai dei ghiaccioli...può essere messo anche sul gelato come normale sciroppo.

Io me ne sono sempre bevuto un casino e non m'ha mai dato quei problemi di acidità oppure di bruciore allo stomaco che mi dà lo zucchero o il miele.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: ven 5 giu 2009, 18:17 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
La verità sullo zucchero
[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/Q5oHndb1Ii0&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/Q5oHndb1Ii0&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]
Da anni assumiamo ingenti quantità di zucchero con una certa regolarità.Quello che la gente non sa è che quest'ultimo è altamente tossico e una continua assunzione può portare a danni fisici e psichici irreversibili,oltre ad una fortissima dipendenza.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: ven 5 giu 2009, 18:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 889
Località: Cuneo
Mio padre è un genio, lo sa da un bel pò di anni e infatti mangia zucchero di canna...

comunque voglio puntualizzare una cosa... avendo fatto una ricerca sulla preparazione dello zucchero, ho visto che per decolorarlo si mette del semplice carbone attivo, sostanza che leva il colore odore e tutte ste cose, in pratica il meno tossico (non penso alteri le proprietà dello zucchero)... e sta cosa del colorante blu mi suona strana... lo colori per toglierli il colore??? :O
Comunque non c'è un metodo per capire se lo zucchero è vero zucchero di canna? Una semplice analisi chimica insomma? Non penso basti leggere dietro... comunque dopo sto articolo spero che i miei familiari buttino lo zucchero e usino quello di canna da zucchero, che comunque ha lo stesso gusto, ma solo colore diverso ;)

_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: ven 12 giu 2009, 1:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 591
Località: Torino
Come ho detto prima, risulta proprio che la molecola dello zucchero complesso, il saccarosio, è alla base del gusto di entrambi i tipi.
Quello che troveresti al microscopio sarebbe una diversa composizione di altre molecole che accompagnano il saccarosio, e, secondo me, una minore percentuale di saccarosio (zucchero vero e proprio) in quello di canna, in fatti è meno dolce.. E nello zucchero di canna cosa c'è al posto del saccarosio che c'è in più in quello di barbabietola?
:shock3

P.S.:
Citazione
Da anni assumiamo ingenti quantità di zucchero con una certa regolarità.Quello che la gente non sa è che quest'ultimo è altamente tossico e una continua assunzione può portare a danni fisici e psichici irreversibili,oltre ad una fortissima dipendenza.

BASTA! Sono stufo di sentire cose del genere! Il video non lo guardo neanche. Mi sento letteralmente preso per i fondelli da dichiarazioni di questo tipo.. Altamente tossico è un veleno, danni fisici e psichici irreversibili sono altra cosa. Allora si dicono le cose come stanno, non si fa un'anti-pubblicità. Anzi, mi sento più preso in giro da questa che dalla pubblicità vera, che almeno tenta di sembrare un pochino più sincera.
--Fine sfogo--

_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Zucchero e Stevia
Messaggio da leggereInviato: gio 6 ago 2009, 14:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 7 gen 2009, 23:45
Messaggi: 212
Località: Modica (RG)
io a casa ho una piantina di stevia rebaudiana che hanno regalato a mia mamma da mettere sul balcone.
ho assaggiato una foglia fresca ed è dolcissima, anche più dello zucchero! ed ha un retrogusto di liquirizia. da ora cominceremo anche ad essiccarla x usarla come dolcificante... [doof.gif]

_________________
Even if the morrow is barren of promises
Nothing shall forestall my return,
To become the dew that quenches the land,
To spare the sands, the seas, the skies,
I offer thee this silent sacrifice.
(Loveless, act V)


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010