Oggi è lun 1 giu 2020, 23:40

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: NONI,la pianta dell'immortalità
Messaggio da leggereInviato: lun 23 mar 2009, 13:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Un pò di cultura sul migliore frutto esistente sulla Terra...il Noni Tahitiano
Fonte:http://it.wikipedia.org/wiki/Noni
Morinda citrifolia
Il Noni(Morinda citrifolia)è una pianta appartenente alla famiglia delle Rubiaceae.È conosciuta anche come Gelso indiano,Nonu,Nono,Bumbo,Lada,Munja,e Canary Wood.
Origine del nome
Il nome latino del genere,Morinda,deriva dalla fusione delle due parole Morus(Gelso)e India.
Il nome latino della specie,citrifolia,allude alle foglie,che hanno una certa somiglianza con quelle del limone(citrus).
Il nome comune più usato,noni,è invece di origine polinesiana.
Descrizione
Il Noni è un piccolo albero sempreverde,con altezza di solito compresa tra 3 e 6 m(eccezionalmente fino a 10).
Le foglie sono ellittiche o ovate e piuttosto grandi(da 20 a 45 cm).
I fiori sono "perfetti",contengono cioè sia l’apparato maschile(polline)che femminile(ovario).Essi sono forniti di 5 petali(anche 6)e sono riuniti in infiorescenze globose.Quando i fiori appassiscono e cadono,lasciano sulla massa sottostante delle cicatrici chiamate "occhi",circondate da una marcatura pentagonale o esagonale(a seconda di quanti petali aveva il fiore).
Ciò che viene chiamato frutto è in realtà un sincarpo,cioè la fusione di molti piccoli frutti in un'unica massa(come accade per le more di gelso).
I frutti del Noni nascono sullo stesso ramo in tempi successivi per cui si possono avere dei frutti maturi,frutti acerbi,frutti in fiore e boccioli che daranno origine a nuovi frutti.Il Noni è una delle poche piante che produce fiori in presenza del frutto e produce frutti in tutti i mesi dell'anno.
Il frutto del Noni,attraverso le sue fasi di maturazione,assume un colore verdastro che man mano tende al giallo per diventare giallo biancastro e traslucido nella piena maturazione.Quando è maturo, è lungo 5-10 cm,è tenero e purtroppo esala un odore sgradevole,che richiama alla mente l’odore del formaggio maturo.
Si ritiene che la diffusione del Noni in un'ampia area geografica sia dovuta alla particolarità dei semi che,dotati di una sacca d’aria,possono galleggiare sull’acqua per mesi restando vitali e,portati dalle correnti,possono percorrere grandi distanze.
Le radici hanno una forte capacità di espandersi lateralmente.Nelle Hawaii si trovano spesso piante che affondano le loro radici nella roccia lavica solidificata e sprofondano negli anfratti per trovare nutrimento ed acqua.
Diffusione
Area d'origine
Morinda citrifolia è originaria del sud-est asiatico,tropicale e temperato-caldo,dall'India fino a Taiwan e fino all'Australia settentrionale.
La specie si è inselvatichita in altre aree dove è stata portata dall'uomo.
Area di coltivazione
Questa pianta prospera in tutto il mondo in un’ampia varietà di ecosistemi tropicali e temperato-caldi.
Secondo Agroforestry(v.bibliografia)è necessaria una temperatura media annua tra i 20 °C e i 35 °C.
Per quanto riguarda gli altri fattori ambientali,l'adattabilità del Noni è molto spinta.Può essere coltivato su tutti i tipi di suoli,acidi,neutri o alcalini,e resiste anche a elevate concentrazioni saline,per cui è possibile trovarlo in prossimità delle spiagge.Sopporta esposizioni soleggiate e in ombra e climi aridi o umidi(precipitazioni atmosferiche comprese tra 250 e 4000 mm annui).
Oggi il Noni è presente in tutta la fascia tropicale:nei Caraibi,in Polinesia,in Africa,in India ecc.
Il massimo centro di coltivazione è la Polinesia,in particolare Tahiti.Alcuni sostengono che le piante del Noni troverebbero in Polinesia il loro habitat ideale,grazie al suolo vulcanico di antica origine con un basso contenuto di metalli pesanti e alla totale assenza di inquinamento.In ogni caso,la raccolta e la trasformazione dei frutti di Noni in queste isole ha una storia plurisecolare e offre oggi uno sbocco alternativo all’economia locale nonché una possibilità occupazionale per le nuove generazioni.
Importanza per l'uomo
Usi alimentari
Il Noni viene impiegato da diversi secoli per scopi alimentari,ma tale uso è sempre stato scoraggiato dall'odore sgradevole.
Agroforestry(v.bibliografia)riporta i seguenti usi alimentari:
-frutti maturi,crudi,conditi con sale(Birmania);
-frutti maturi,cotti,mischiati con cocco e conservati per viaggi in mare(Polinesia);
-frutti acerbi,cotti con altri ingredienti per fare salse tipo curry;
-uso dei frutti in periodi di carestia alimentare(Hawaii,Polinesia);
-foglie molto giovani,cotte e consumate insieme al riso(Giava,Thailandia);
-foglie mature,usate per avvolgere il pesce prima di cuocerlo e consumate insieme a questo dopo la cottura
boccioli acerbi(Kiribati).
Le foglie del Noni vengono usate anche come alimento per gli animali domestici e per i bachi da seta(India).A Portorico i frutti vengono usati come alimento per i maiali.
Usi non alimentari
La corteccia del Noni contiene un pigmento rosso e le radici contengono un pigmento giallo;entrambi sono usati,con minori rese di altre specie del genere Morinda,per la produzione di coloranti per tessuti e pellami.
Il legno è utilizzato,come il legno di altre specie arboree,per costruzioni,legna da ardere,sculture ecc.Quest'uso è però marginale.
Dai semi si ricava un olio repellente per gli insetti.
Valore officinale
Tutte le parti del Noni(corteccia,radici,foglie,fiori e frutti)sono state utilizzate in erboristeria per le loro proprietà medicinali.
Tradizionalmente nelle culture hawaiane e polinesiane la pianta era considerata sacra e veniva venerata perché fonte di vita.I guaritori indigeni “Kahuna”,che utilizzavano erbe e piante autoctone,la chiamavano “albero della vita”,“pianta che uccide il dolore” e anche “albero del mal di testa”.
Le proprietà attribuite al Noni sono simili a quelle attribuite,nell'erboristeria tradizionale cinese,alla congenere Morinda officinalis.
Oggi la ricerca farmacologica ha riconosciuto la presenza nel Noni di principi attivi,tra cui la xeronina e/o la proxeronina,ma le asserite proprietà medicinali del Noni,che coprono molte e diversificate patologie,sono tuttora oggetto di verifica.
Un moderato effetto officinale sarebbe presente anche nell'infuso di Noni(o tè di Noni)e nel succo di Noni.
Curiosità e tradizioni popolari
Nei libro di bordo del Capitano James Cook si fa riferimento allo sgradevole odore di formaggio che aleggiava nelle isole della Polinesia e che era dovuto all'uso del Noni,già allora ampiamente coltivato in quelle isole.
Succo di Noni
Tradizionalmente i "Kahuna"(i guaritori indigeni della Polinesia)preparavano un succo utilizzando i frutti maturi che venivano lasciati fermentare al sole per lunghi periodi.Ancora oggi le aziende che hanno avviato il business internazionale attorno al fenomeno Noni seguono l’antico e tradizionale metodo di fermentazione.
Secondo alcuni,il succo del Noni sarebbe in grado di stimolare il sistema immunitario che,spesso compromesso da un'alimentazione squilibrata e dalle negative ricadute dello stress,è la causa originale di moltissime malattie;e favorirebbe inoltre la produzione di melatonina e serotonina.Il succo avrebbe anche altri effetti benefici,contenendo, in forma non concentrata,la maggior parte dei principi officinali presenti nel frutto.
Nel 2003 la Commissione Europea(v. bibliografia)ha autorizzato la commercializzazione del succo di Noni in Europa come "nuovo ingrediente alimentare".Nel corso del procedimento che ha portato a questa decisione,il Comitato Scientifico per i Prodotti Alimentari ha rilasciato un parere favorevole,rilevando però che non ci sono prove di "particolari effetti benefici del succo di Noni,superiori a quelli di altri succhi di frutta".
Bibliografia
-Sito del succo di Noni(in italiano)
-Sito del succo di Noni(in italiano)
-Decreto EU di autorizzazione (in italiano)
-Sito sulle proprietà officinali del Noni(in italiano)
-GRIN(in inglese)
-Agroforestry(in inglese)

Altri link x la distribuzione del Succo di Noni in Italia
-Tahitian Noni
-Noni-Kura

Nell'ambito delle arti marziali acrobatiche(niente a che vedere con le vere arti marziali)c'è una persona che io chiamo l'UOMO ANTIGRAVITAZIONALE....si chiama Joe Eigo e beve una bottiglia,e ripeto,UNA BOTTIGLIA al giorno di Succo di Noni...fà parte di un gruppo di acrobati noti come Team Ryouko.
Joe Eigo-Multi Level Moves1
Joe Eigo-Multi Level Moves2
nei video lo si vede fare pubblicità proprio al Succo di Noni <_<

Come potete vedere dai link,il succo è costoso ma ne vale assolutamente la pena per le sue proprietà....il consumo è giornaliero ma non penso che,a meno che non siate un super-atleta come Joe,ne possiate bere una bottiglia al giorno.
Il sapore del succo è amaro ma lo trovate aromatizzato naturalmente ai frutti di bosco...il migliore rimane quello al gusto di mirtillo.
Le dosi consigliate sono pari a 3 cucchiai da cucina al giorno,preferibilmente 1 prima di ogni pasto...dato che contiene una quantità di antiossidanti pari a 10.000,e ripeto,DIECIMILA spremute di agrumi,niente di vieta di assumerne anche una quantità maggiore.

La polpa contiene antiossidanti e migliora le difese immunitarie dell'organismo oltre a dare energia.
La foglia migliora la digestione e può essere utilizzata anche esternamente per rinfrescare la pelle irritata.
Il seme è ricco di acido linoleico che aiuta l'idratazione della pelle.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Noni
Messaggio da leggereInviato: sab 21 ago 2010, 3:14 
Non connesso

Iscritto il: sab 21 ago 2010, 3:03
Messaggi: 13
Ho iniziato a prendere il frutto del noni frullato sembrerebbe utile per migliorare molte cose. Lo prendo nel giardino della casa al mare. Che ne pensate. Il sapore e' cattivo [punch.gif] . Male nella prima settimana non mi ha fatto


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Noni
Messaggio da leggereInviato: sab 21 ago 2010, 3:24 
Non connesso

Iscritto il: ven 20 ago 2010, 5:51
Messaggi: 16
ciao ma tu hai un albero di noni, al mare, in Italia?
comunque un parente che si è sposato a cuba mi ha portato alcuni frutti di noni.
l'odore di formaggio detto disgustoso è esagerato, in quanto è un pò speziato. non è così disgutoso a sentirsi...
tuttavia, ne ho preso poco, tagliandolo con il coltello (è ricco di semi) ed è un pò fibroso-gommoso, un pò, l'ho preso per alcuni giorni, male non fa, il sapore è come l'odore, formaggio speziato...

in passato ho preso il succo di noni, molto efficace.

come lo fai crescere l'albero di Noni?

ciao


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: NONI,la pianta dell'immortalità
Messaggio da leggereInviato: sab 21 ago 2010, 3:35 
Non connesso

Iscritto il: ven 20 ago 2010, 5:51
Messaggi: 16
io prendo integratori naturali da tanti anni, nel 2005 iniziai a prendere il noni in succo da un sito italiano, ne avrò bevute almeno 9-10 bottiglie, una al mese, non di seguito,
ebbene mi ha dato una buona carica,

questa cosa dell'atleta "antigravitazionale" (termine presumo un pò ad effetto) non la sapevo ma un pò la capisco... credo che la pro-xeronina e xeronina permetterebbero di incrementare l'energia corporea

solo un altro frutto contiene la pro-xeronina ed è l'ananas, ma ne contiene molto molto di meno.

il Noni inoltre sembra che stimoli il 7^ chakra (della corona), questo coinciderebbe con -certo- benessere che il frutto dà

attualmente ho una libbra di Noni in polvere comprata negli USA dove si trova a circa 15-20 dollari la libbra (453grammi) non tanto quanto il costo esagerato che ha in Italia,
ne sciolgo il mattino, circa 2 cucchiaini di polvere, in un pò di acqua a basso residuo fisso

ah, ho letto che è stato fatto un parallelo tra il succo del Noni, di colore marrone, e la melatonina prodotta dalla ghiandola pineale...
e il Noni avrebbe un'azione equilibrante la ghiandola pineale...


Ultima modifica di se c il sab 21 ago 2010, 12:38, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Noni
Messaggio da leggereInviato: sab 21 ago 2010, 15:25 
Non connesso

Iscritto il: sab 21 ago 2010, 3:03
Messaggi: 13
No vivo in Colombia a Barranquilla ma sono Italiano. Il noni cresce facile sui nostri terreni sabbiosi. Dicono che se nasce in zona sulfurica e' meglio. La nostra casa non saprei se ha il terreno sulfurico, ma a pochi chilometri vi e' un mini vulcano di acqua termale( Totumo). Il sapore del nonie' pessimo. Altro ottimo frutto ( parlndo delle virtu' medicinali) e piu' buono e' la granadilla ma la compro al supermercato. Devo mangiare bene perche' qua usano friggere tutto e mangiare molto pesante.. O.o


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Noni
Messaggio da leggereInviato: sab 21 ago 2010, 18:13 
Non connesso

Iscritto il: ven 20 ago 2010, 5:51
Messaggi: 16
ciao, caspita vivi vicino all'equatore e nei pressi della natura "originale" come qui in Italia non c'è...
una fortuna! non conoscevo su questo vulcano di fango, ci sono tanti bei frutti e piante erbe stupende da quelle parti... graviola, chancapiedra, lapacho, suma, maca (questa bè forse non proprio lì)
riguardo al noni devo precisare che è non tanto fibroso, non gommoso ma più vicino al gelatinoso e non è gelatinoso... insomma forse è meglio vederlo veramente... ne ho mangiato un pezzetto alla volta


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: NONI,la pianta dell'immortalità
Messaggio da leggereInviato: lun 23 ago 2010, 19:37 
Non connesso

Iscritto il: sab 21 ago 2010, 3:03
Messaggi: 13
Il noni e' gelatinoso quando e' maturo e diventa un po' marrone invece che giallino e verde. Va preso a pancia vuota la mattina e magari bevendo dopo un bicchiede d'acqua. Puzza pero. 'Risultatri immediati di dieci giorni. Sparita l'influenza e buona energia.
Consiglio di prenderlo lontano dal caffe' e dai pasti ( aspettiamo almeno 15 minuti). Io lo frullo con un pezzettino di foglia di aloe vera ( solo la parte gelatinosa interna).
per Se c. Oltre alle piante che hai nominato sono ottime in Colombia la granadilla ( pare anti tumorale e migliora gli ormoni per maggiore vitalita') , la pittaia buon e sano lassativo. La cañandonga i cui frutti migliorano i globuli rossi.
In Brasile e' ottimo il guarana' ( in Colombia fatico a trovarlo e non capisco perche'...?) E LA maca (una infermeriera peruviana del Policlinico Gemelli di Roma lo ha consigliato con successo al primario di geriatria; pare che sia un viagra naturale :cool )


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: NONI,la pianta dell'immortalità
Messaggio da leggereInviato: lun 23 ago 2010, 21:46 
Non connesso

Iscritto il: ven 20 ago 2010, 5:51
Messaggi: 16
Gattorosso trovai sul web alcune informazioni riguardo al caffé e al fumo (personalmente non fumo ma il caffè sul lavoro lo prendevo 3-4volte come una droga, anche se non esageratamente)
ebbene... la pro-xeronina che poi diventa xeronina, permette di allontanare la dipendenza dal caffè e dalla nicotina, in quanto si mette al posto dei recettori chimici od ormonali (non ricordo bene) che si sono legati con le molecole provocanti dipendenza e permette di superarla... provato con il caffè... la mattina a digiuno quando prendevo il Noni (succo), mi trovavo di fronte alla macchina del caffè ed ero più lucido e sapevo rinunciare al caffè confrontandone lo stato di salute altrimenti non buono...
i frutti di noni che ho nel frigo intanto mi sono diventati marroni e deperiti tanto che adesso purtroppo devo buttarli, spero di recuperare i semi...

Tengo d'occhio e mi informerò sulle erbe-piante che hai citato, grazie.

Quanto alla Maca, ne conosco l'effetto direi non tanto energetico ma di tonicità anche psichica... uso anche una versione senza amido che è detta -gelatinizzata- ancora più efficace!
Almeno in Italia, è vero, è prescritta da sessuologi, andrologi ma anche a donne per la menopausa se non ricordo male.
La fama fu evidente ai conquistadores spagnoli dandola ai loro cavalli stanchi e deperiti, tornarono in forma e si riprodussero pure.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: NONI,la pianta dell'immortalità
Messaggio da leggereInviato: mar 24 ago 2010, 1:08 
Non connesso

Iscritto il: sab 21 ago 2010, 3:03
Messaggi: 13
Grazie mille sec mi hai detto una cosa che nel profondo ho sempre saputo ed il mio omeopata mi ripete. No al caffe'. Ma ci riprovo.
Ho provato a sostituirlo con te verde e un cucchiaino di semi di lino macinati ( da provare). Ma quando mi e' finito il te verde ci sono ricaduto.
Il Guarana' ( che ha caffeina e' un po' meglio) non da il picco di caffeina ma ha una curva di rilascio migliore. A Roma lo trovavo a poco prezzo in polvere. Ma qua non lo trovo e se lo trovo e' caro. Da domani pero' stop caffe'.
Mangiare sano in Colombia, specie se non si mangia a casa non e' facile. Si mangia carne fritta e uova la mattina si usano tonnellate di zucchero bianco ed il pane e' tutto con zucchero e margarina. Scusate l'off topic



p.s i frutti se non sono proprio distrutti li devi usare cosi' quando e' molle qua si usa il noni. Non ti intossicare pero' e conservali una volta frullati in un barattolo nel frigo.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: NONI,la pianta dell'immortalità
Messaggio da leggereInviato: mar 24 ago 2010, 2:08 
Non connesso

Iscritto il: ven 20 ago 2010, 5:51
Messaggi: 16
Gattorosso il Noni permette, almeno a me (poi dipende dal grado di dipendenza), di sentire la differenza tra il prendere il caffè e il non prenderlo, porta ad uno stato di benessere e di controllo tale che si evita il caffè, questo tuttavia fu un effetto secondario (diciamo) mentre prendevo il Noni.

Riguardo al Guaranà io mi rifornisco da ebay presso un utente che è un grossista Usa di erbe e piante, finora, avrò comprato una 15ina di erbe diverse, mi sono trovato bene, una libbra cioè 453grammi di Guaranà lo vende a $10,95 circa € 8,63, le spese di spedizione partono da $ 35,00, non sono tanto, considerato che per ogni libbra aumentano di circa 3 dollari e se uno prende più erbe conviene senz'altro, se ti interessa, visto che qui non si può mettere il link, te lo indico...

i frutti del Noni che ho purtroppo sono già ammuffiti, li tengo ancora come una reliquia nel frigo, coperti, ma presto li metterò al sole e prenderò i semi, mentre erano molli già ero restìo ad usarli...

meno male che in Colombia siete circondati da natura eccezionale, però non la "usano"... vista la cattiva dieta
lo zucchero bianco è un nemico della salute.


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010