Oggi è lun 1 giu 2020, 1:38

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: gio 1 ott 2009, 15:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
è vero pare che nelle scuole elementari di tutta italia stiano usando questa precauzione dell'amuchina, ma non sono solo i genitori si sono fatti fregare anche i ragazzi in particolare le ragazze, al liceo linguistico della mia città (80-90% femminile) sono tutte munite di disinfettante di tutti i tipi, dall'amuchina originale fino alla versione da discount, inutile dire che i farmacisti hanno gli occhi lucidi al solo pensiero :rolleyes

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 2 ott 2009, 8:54 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Riflessioni sulla campagna di vaccinazione anti-influenzale
A cura del Dott. Eugenio Sclauzero
Scaricabile dal sito http://www.psichenaturale.it
http://sclauzeroeugenio.files.wordpress ... ssioni.doc



1. Premessa.

Ø In questi ultimi anni stiamo assistendo sempre di più alla diffusione da parte dei mass media di messaggi di paura, di vero terrorismo psicologico, che, quando vengono adeguatamente e approfonditamente analizzati, dimostrano di essere non solo ingiustificati, ma addirittura appositamente creati e gonfiati secondo un piano prestabilito.

Ø Dopo le campagne di intimidazione per l’AIDS, la mucca pazza, la SARS, l’influenza aviaria, immancabilmente ogni inverno ripartono i messaggi intimidatori per chi non si vaccina contro l’influenza stagionale.

Ø Non possiamo più credere a tutto quello che i media ci dicono, è anche vero che una persona non può neppure avere competenze specifiche per ogni particolare e singola materia che riguardi la salute; cerchiamo però di usare almeno un po’ di saggezza, che in questo caso corrisponde ad un semplice buon senso.

Ø Queste riflessioni nascono dalle pressanti richieste di chiarezza espresse dalla gente che rimane stordita dalla mole di messaggi contrastanti inviati dai Media (Buona norma di prevenzione potrebbe essere quella di non ascoltare molto i Telegiornali).

Ø Come ogni anno, anche in questo autunno assistiamo silenziosi ad una massiccia propaganda a favore della vaccinazione antinfluenzale, anche pediatrica, basata non certo sui dati scientifici, ma sulla nostra grande emotività e sulla nostra ignoranza specifica. Ci viene appositamente inculcata la paura di sempre nuove e drammatiche epidemie virali di sempre nuovi e fantasiosi virus (il più delle volte sono virus sempre esistiti, come quello dell’aviaria).

Ø Ci spaventano riportando le cifre di 250-500.000 morti da influenza all’anno, ma omettono di dirci che questa cifra è formata per il 95% dalle morti che avvengono nei Paesi poveri del Terzo Mondo che, come sappiamo, sono ad elevato rischio per le complicanze dell’influenza solo perché vivono in condizioni igienico-alimentari e sanitarie estremamente scadenti.

Ø Ci dicono che le migliaia di morti potrebbero essere quasi tutte evitate con la vaccinazione, mentre non è assolutamente vero che il vaccino antinfluenzale riduce in modo significativo la mortalità rispetto quanto accade nei non vaccinati ed è ancora meno vero che potrebbe farci evitare quasi tutte le morti.

Ø La vaccinazione antinfluenzale ha una scarsissima efficacia clinica perché: è necessario vaccinare circa 45 persone per avere un solo caso di influenza in meno, riduce il tempo di malattia per ogni episodio influenzale di circa 0,3 giorni, non riduce in modo significativo né le complicanze né i ricoveri ospedalieri da influenza.

Ø Questi dati sono scontati se si pensa solamente che il vaccino antinfluenzale, in quei casi in cui riesce ad essere efficace, evita ovviamente solo la malattia influenzale causata da questo virus e non le sindromi influenzali causate da altri virus; infatti, dobbiamo sapere che i virus dell’influenza (Ortomixovirus a RNA) sono classificati nei tipi A, B e C dei quali il tipo A è la causa più frequente della malattia influenzale vera e propria.

Ø La Sindrome Influenzale, invece, è una patologia del tutto sovrapponibile alla malattia influenzale, ma causata da virus diversi da quello dell’influenza e responsabili delle cosiddette Sindromi Simil-Influenzali (ILI: Influence Like Ilness), dovute in particolare a: Paramixovirus, Adenovirus, Pneumovirus, Rhinovirus, Coronavirus, Echovirus, ma anche correlate a vari batteri che spesso creano sovra-infezioni.

Ø Studi epidemiologici molto ben documentati ci insegnano che solo il 9% di quelle che noi chiamiamo “influenze” sono causate dal virus influenzale vero e proprio e quindi solo queste (anzi, solo una loro parte) potrà essere prevenuta dalla vaccinazione antinfluenzale. Infatti, la pubblicità che in questi giorni alcune Ditte produttrici di vaccini antinfluenzali mandano ai Medici di Base parla dei grandi danni dell’influenza, ma di pochi effetti dei loro vaccini e non accennano minimamente alla possibilità che il vaccino riduca la mortalità, semplicemente perché non è vero e non lo potrebbero dimostrare. (12)



2. Noi siamo già dotati di un sistema immunitario specificamente riservato alle infezioni esterne: non serve deviarlo con la vaccinazione.

Ø La maggior parte degli organismi che generano malattia, entra nel corpo attraverso le mucose del naso, della bocca, del sistema polmonare o del tratto digestivo; è per questo che il 60-70% delle cellule immunitarie è prodotta proprio a livello intestinale nelle placche di Peyer (appositi agglomerati linfatici posti dove per primo avverrà il contatto con le sostanze provenienti dall’ambiente esterno).

Ø Queste membrane mucose hanno un loro sistema immunitario, mediato dalle IgA (sistema diverso da quello attivato quando il vaccino viene iniettato nel corpo collegato alle IgG). Questo sistema IgA è la prima linea di difesa del corpo e fa parte del M.A.L.T. (Mucose-Associated Lymphoid Tissue) il Sistema immunitario delle mucose che funziona come un unico grande circuito, strutturato su più livelli e specializzato nel contrastare immediatamente gli agenti nocivi provenienti dall’esterno.

Ø Il suo lavoro è combattere gli organismi invadenti nei loro punti di ingresso, riducendo o addirittura eliminando il bisogno di attivare il sistema immunitario del corpo (IgG) che riveste compiti più importanti e specifici (per fare un paragone è come se per dare le contravvenzioni alle auto in sosta vietata in città noi chiamassimo, invece dei vigili urbani, i nuclei operativi speciali dell’esercito).

Ø Quando si inietta un vaccino nel corpo e soprattutto quando questo lo si combina ad un immuno-adiuvante come lo Squalene il nostro sistema immunitario IgA viene bypassato e il nostro sistema immunitario IgG viene iperstimolato in risposta alla vaccinazione che molte volte oltre al materiale virale contiene in genere anche un certo numero di tossine chimiche: glicole etilenico (antigelo), formaldeide, fenolo (acido carbolico) e spesso antibiotici come Neomicina e Streptomicina.

Ø Un ulteriore capitolo poi potrebbe essere aperto sugli Immuno-adiuvanti come l’alluminio e lo Squalene: lo scopo di un immuno-adiuvante aggiunto al vaccino è di aumentare (effetto “turbo”…: mantiene infatti in sede per più tempo gli antigeni del virus) la risposta immunitaria alla vaccinazione determinando una iper-reazione del sistema immunitario contro il materiale estraneo all’organismo introdotto con il vaccino.



3.Gli adiuvanti

Ø Il loro utilizzo parte dal presupposto, puramente economico e venale, di poter usare quantità minori di sostanze immunizzanti (antigeni virali) ed il minor numero di dosi possibili per ogni individuo: tanto meno sarà il vaccino richiesto per ogni individuo tante più dosi individuali saranno disponibili per le champagne di vaccinazione di massa ? TANTO MAGGIORE SARÀ IL GUADAGNO.

Ø Per quanto riguarda l’influenza suina (virus A/H1N1) il governo USA ha contratti con molte case farmaceutiche per sviluppare e produrre i vaccini correlati ed almeno due di queste aziende, la Novartis e la GlaxoSmithKline, stanno usando un adiuvante nei loro vaccini H1N1: lo Squalene.

Ø Nel 1976 milioni di persone furono rapidamente vaccinate negli USA, ma tale campagna di vaccinazione di massa fu fermata dopo un aumento di casi di Sindrome di Guillain-Barré (GBS) fra le persone che avevano ricevuto quel vaccino contenente lo Squalene (la Sindrome di Guillain-Barré è un disordine autoimmunitario che causa la paralisi delle braccia o delle gambe e, raramente, dell’intero corpo; chi ne soffre generalmente nel tempo guarisce completamente, ma alcuni vengono colpiti da paralisi permanente e pochi ne muoiono. Ricerche successive hanno permesso di stimare che si presentava un caso di GBS ogni 100.000 vaccini somministrati. Se il vaccino attuale causasse una simile percentuale di casi, allora potremmo aspettarci che centinaia di persone potrebbero contrarre la GBS ed alcuni di questi soffrirebbero di paralisi permanente o potrebbero morire).



4.Lo Squalene

Ø Secondo Meryl Nass, M.D., una autorità in merito al vaccino sull’antrace: “Una nuova caratteristica dei due vaccini H1N1 che la Novartis e la GlaxoSmithKline stanno sviluppando, è l’aggiunta di Squalene, un adiuvante per attivare immunogenicità e ridurre drasticamente la quantità di antigeni virali necessari. Questo si traduce in una produzione troppo veloce delle quantità di vaccino desiderate.” (1)

Ø L'adiuvante Squalene di proprietà della Novartis per il loro vaccino H1N1 è l’ MF59. Quello della Glaxo è l’ASO3. L’MF59 deve ancora essere approvato dalla FDA (Food and Drug Administration) perchè possa essere usato in vaccini usati in USA, nonostante ci sia una sua storia di uso in altri paesi.

Ø Cosa fa lo Squalene ai topi: adiuvanti di vaccini su base oleosa, come lo squalene, a lungo raggio temporale, non hanno dimostrato di produrre risposte immunitarie concentrate e ininterrotte (2); mentre una ricerca del 2000, pubblicata nell’American Journal of Pathology ha dimostrato che una singola iniezione dell'adiuvante Squalene sui topi, ha attivato “una infiammazione cronica, mediata immunologicamente sull’articolazione,” altresì nota come artrite reumatoide (3).

Ø Cosa fa lo Squalene agli esseri umani: il nostro sistema immunitario riconosce lo Squalene come una molecola di olio innata nel corpo (infatti si trova in tutto il sistema nervoso e nel cervello). Possiamo consumare lo Squalene contenuto nell’olio di oliva ed il nostro sistema immunitario non solo lo riconosce, ma anche se ne avvale delle sue proprietà antiossidanti. La differenza tra “Squalene buono” e “Squalene cattivo” è la via attraverso la quale entra nel corpo. L’iniezione è una via di ingresso anormale che rischia di indirizzare e stimolare il sistema immunitario ad attaccare tutto lo Squalene presente nel corpo, non solo quello contenuto nell'adiuvante favorendo la distruzione di questa molecola ovunque la trovi, inclusi i luoghi dove è presente naturalmente e dove è vitale per la salute del sistema nervoso (4).



5.L’influenza

Ø L’influenza è una malattia respiratoria acuta, caratterizzata da un periodo di incubazione di 48-72 ore, causata da virus influenzali, che interessa le alte o basse vie respiratorie ed è spesso accompagnata da segni e sintomi sistemici quali febbre, mal di testa, tosse, dolori articolari e muscolari, astenia e, talvolta, vomito e diarrea.

Ø Il nome della malattia sembra derivi dal fatto che gli antichi la ritenevano causata, appunto, dall’influenza nefasta di alcuni astri.

Ø Ovviamente le persone più esposte all’infezione sono, naturalmente, quelle con un sistema immunitario meno “allenato” ed efficiente, cioè i bambini, gli anziani e i pazienti con deficit immunitari.

Ø Nei periodi tra un’epidemia e l’altra il virus ha bisogno di un ospite vivo, in cui riprodursi a livello intra-cellulare; per esempio, durante l’estate il “serbatoio” virale può essere rappresentato da particolari tipi di uccelli che poi, migrando, diffondono con le deiezioni il virus sui territori che attraversano; il secondo “ospite intermedio” è rappresentato dal maiale da cui poi il virus influenzale si trasferisce all’uomo per una nuova epidemia.



6.L’influenza suina o A/H1N1

Ø L’influenza epidemica stagionale da circa dieci anni è causata da un virus influenzale di tipo A/H3N2, mentre il virus dell’influenza suina è di tipo A/H1N1, discendente da quello che provocò nel 1918 la pandemia di “Spagnola”. (9)

Ø Il potenziale pandemico (cioè capacità di infettare numeri enormi di persone) del virus è da attribuire alla mutazione che, dopo più di mezzo secolo, l’A/H1N1 ha subito all’interno delle popolazioni suine, che come noto sono i “serbatoi” di virus dai quali l’infezione si diffonde alla specie umana (Vedi Allegato 1).



7.Pericolosità dell’influenza suina o A/H1N1

Ø Dagli studi condotti sino ad ora emerge che il virus A/H1N1 rappresenta un problema primariamente sociale a causa della sua elevata morbilità (il “potenziale” con cui può far ammalare la popolazione), ma fortunatamente non risulta preoccupante dal punto di vista sanitario per la sua bassa mortalità.

Ø La bassa mortalità, ossia quanti morti rispetto al numero di casi infettati, riscontrata finora nei paesi dove l’A/H1N1 è già circolato ampiamente (dello 0,3% in Europa e 0,4% negli USA), potrebbe essere in realtà ancora inferiore perché facilmente diversi casi con sintomi lievi sfuggono alla sorveglianza e alcuni decessi possono essere dovuti ad altre cause presenti e non al solo virus.

Ø Nell’inverno 2009/2010 si assisterà a un duplice attacco dei virus influenzali: la popolazione sarà colpita sia dal ceppo virale stagionale sia dal ceppo virale A/H1N1. Occorrerebbe pertanto una duplice vaccinazione ma, data l’elevata tendenza alla variabilità dei virus influenzali, anche questa misura si potrebbe rivelare vana.



8.Sintomatologia influenzale

Ø La sintomatologia può essere assai complessa ed anche di elevata e variabile intensità; la prognosi pertanto può variare da qualche giorno a più di una settimana:

1. brusco esordio di febbre (uguale o maggiore a 38°C);

2. comparsa di dolori muscolari e articolari, cefalea, interessamento gastro-intestinale;

3. sintomi respiratori (ad es.: raffreddore, mal di gola e raucedine, tosse, dispnea), secondari a fenomeni infiammatori che si sviluppano nel corso dell’infezione (faringo-tonsillite, rinite, tracheite e bronchite).

Ø Non mi dilungo molto sui sintomi in quanto sono di esperienza comune e comunque si possono reperire su qualsiasi rivista medica e non.



9.Limiti della vaccinazione

Ø La vaccinazione non protegge dagli agenti batterici che possono interessare le vie aeree e sovra-infettare una malattia da raffreddamento.

Ø La vaccinazione non protegge, naturalmente, da altri virus che provocano malattie respiratorie con sintomi simili a quelli influenzali: sono più di 200 i virus antigenicamente distinguibili, responsabili delle Sindromi Simil-Influenzali (ILI: Influence Like Ilness) di cui abbiamo precedentemente parlato.

Ø I vaccini contro il nuovo virus A/H1N1 sono ancora in fase di sperimentazione. Nessuno è in grado oggi di sapere se e quanto saranno efficaci e sicuri.

Ø Inoltre per diventare aggressivo il virus dovrebbe cambiare (per mutazione? riassortimento con altri virus?) e quindi i vaccini mirati al virus attuale, potrebbero non essere utili.

Ø Sulla sicurezza sia l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che l’Agenzia del farmaco europea (EMEA), fanno presente la necessità di un’attenta sorveglianza post-marketing per rilevare eventuali effetti collaterali che potrebbero manifestarsi con l’uso su grandi numeri, anche perché alcuni vaccini sono allestiti con tecnologie nuove. Abbiamo già visto durante la pandemia del 1976, diversi casi di Guillain-Barré (una neuropatia periferica) associati alla vaccinazione di milioni di americani contro un virus anch’esso di derivazione suina.

Ø Chi decide di vaccinarsi, dovrebbe firmare un “consenso informato” che illustri con precisione benefici e rischi. (10)



10. Parametri e criteri di sicurezza dei vaccini

Ø Non c’è scienza o sperimentazione che possa supportare la sicurezza e prevedere gli effetti collaterali che iniezioni di vaccino possono avere a lungo termine sulla nostra salute e su quella dei nostri figli. Studi sui controlli sono durati mediamente due settimane: un tempo troppo breve per esprimere qualsiasi giudizio.

Ø Malattie autoimmuni come quelle viste nella sindrome del Golfo (Gulf War Syndrome) spesso necessitano di anni prima che vengano diagnosticate a causa della vaghezza dei sintomi iniziali spesso legati a lamentele circa emicranie, fatica o dolori cronici che sono sintomi presenti anche di molte altre malattie e disturbi.

Ø Se abbiamo già un sistema immunitario specifico per affrontare tali patologie perché cercar rogne altrove?



11. Parametri e criteri di sicurezza dei farmaci Antivirali (10)

Ø Riguardo agli antivirali a cui il nuovo virus è risultato sensibile in laboratorio [Oseltamivir (Tamiflu) e allo Zanamivir (Relenza)] non sappiamo quanto siano efficaci “in vivo”. Per ora non abbiamo studi al riguardo.

Ø Sappiamo però che entrambi sono poco efficaci verso l’influenza stagionale e sono già segnalate resistenze del nuovo virus all’Oseltamivir in Italia (del 100%) in altri paesi (dal 90 al 100% in Danimarca, Giappone, Cina, USA…).

Ø Effetti collaterali: il 18% dei bambini in età scolare del Regno Unito a cui è stato somministrato l’Oseltamivir in occasione dell’epidemia di A/H1N1, ha presentato sintomi neuropsichiatrici ed il 40% sintomi gastroenterici.

Ø Gli antivirali vanno quindi usati solo su indicazione medica e solo per casi gravi o su persone in cattive condizioni di salute; sul loro utilizzo Ernesto Burgio (direttore scientifico di ISDE, Medici per l’ambiente) esprime un’ulteriore perplessità: entrambi (vaccini ed antivirali) potrebbero favorire la mutazione del virus verso ceppi più aggressivi.



12. Contraddizioni nelle Teorie Vaccinali del Sistema Sanitario e nell’informazione Mediatica

Ø Riguardo al vaccino contro l’influenza stagionale, recenti studi confermano i dubbi sulla sua efficacia sia nei bambini che negli anziani; sotto i 2 anni di età, è risultato addirittura del tutto inefficace. (10)

Ø Non si vedono quindi motivi per offrire la vaccinazione stagionale ai bambini sani, per la quale oltre a tutto, ci dice il Center for Disease Control Europeo (ECDC), per prendere decisioni servono informazioni basilari come l’impatto della vera influenza (numero di casi, ricoveri e complicazioni) nelle varie fasce d’età dell’infanzia. Informazioni che non abbiamo. (10)

Ø Per stimare il rischio concreto pandemico e distinguerlo dalla propaganda di chi vuol speculare sulle paure della gente è utile leggere i dati epidemiologici. La casistica delle ultime terribili malattie che, secondo i media, avrebbero dovuto dipingere scenari post-apocalittici per l'umanità sono (decesso più decesso meno, visto che ci interessano le proporzioni dei grossi numeri): encefalite spongiforme bovina ("mucca pazza") 183 casi nel mondo (1 in Italia), SARS 1323 casi nel mondo (4 in Italia), influenza aviaria 369 casi nel mondo (nessuno in Italia). Tutte infezioni definite, a suo tempo, pandemie. Se pensiamo ai miliardi di esseri umani abitanti il pianeta Terra si tratta di cifre risibili, con tutto il rispetto per chi è morto, compresi i milioni di volatili sacrificati nel 2005 in occasione dell'ultimo spauracchio dell'aviaria e i Bovini soppressi per la BSE (Bovine Spongiform Encephalopathy).

Ø Come mai se i vaccini sono così sicuri il segretario del Ministero della Salute americano, Kathleen Sebellius, ha firmato un accordo con cui le case farmaceutiche produttrici del vaccino contro l’influenza suina godranno della totale impunibilità per gli eventuali danni ed effetti collaterali derivanti dall’uso del vaccino stesso? (11)

Ø Come mai si raccomanda di vaccinare le gravide, però le stesse Ditte Farmaceutiche produttrici di vaccini scrivono nella scheda tecnica dei loro vaccini questa frase che si commenta da sola: “Nell’uomo, fino ad oggi, i dati sono inadeguati per valutare il rischio teratogeno e fetotossico durante la gravidanza. In gravidanza, nelle pazienti ad alto rischio, i possibili rischi dell’infezione devono essere valutati rispetto ai possibili rischi della vaccinazione”. (12)

Ø Come mai un’anamnesi positiva per sindrome di Guillain-Barrè costituisce motivo di precauzione riguardo alla somministrazione di vaccino antinfluenzale se si è così sicuri che lo Squalene non favorisca tale sindrome?

Ø Come mai i Media hanno messo in atto una ridondante informazione allarmistica tanto da far decretare dall’OMS una situazione epidemiologica che vede l’Italia tra i Paesi con il massimo livello di allerta [Fase 6 (Aumentata e prolungata trasmissione nella popolazione in generale) – livello 1 (presenza di casi nel Paese o presenza di intensi collegamenti o scambi commerciali con Paesi dove la pandemia è in atto)] per un’influenza la cui letalità è un quarto di quella di una normale influenza stagionale?

Ø Se il Ministero della Salute (nelle sue indicazioni relative all’impiego dei farmaci antivirali per l’influenza), parole testuali, dice: “… Il trattamento antivirale può apportare un beneficio modesto nelle persone che non siano a rischio di complicanze…” con quale presupposto possiamo sperare che nelle persone, che non sono sane, ma che altresì presentano un sistema immunitario compromesso, tali farmaci abbiano un reale e migliore beneficio?

Ø Viene ripetutamente ventilata l’ipotesi di chiudere le scuole per evitare i contagi, perché non si parla allora anche di chiudere supermercati, teatri o stadi e bloccare partite di calcio spettacoli o concerti dove il sovraffollamento è ben maggiore?



13. La proposta Omotossicologica e Naturale

Ø L’Omotossicologia, considerata giustamente da molti l’evoluzione più moderna e scientifica dell’Omeopatia (che in Italia viene utilizzata da 7 milioni e mezzo di persone), si avvale di sostanze di origine naturale (minerale, vegetale o animale) che, preparate secondo il metodo omeopatico della diluizione-dinamizzazione sono in grado di stimolare la capacità di autoguarigione dell’organismo.

Ø Esistono dei “Vaccini anti-influenzali omeopatici” (se così possiamo chiamarli!), che agiscono però in modo completamente diverso dai vaccini tradizionali: infatti, mentre il classico vaccino antinfluenzale stimola la sola produzione di quei “soldati” del sistema immunitario chiamati anticorpi specifici per quel virus, i Vaccini Omeopatici stimolano alcune particolari cellule immunocompetenti (risposta immunitaria “Cellulo-mediata”) in grado di neutralizzare qualsiasi virus influenzale indipendentemente dalla sua conformazione antigenica.

Ø Proprio per la sua aspecificità il livello di copertura sulle patologie infiammatorie invernali è molto più ampio e considerato il fatto che al loro interno coesistono più prodotti ad azione stimolante sul sistema immunitario si possono utilizzare tanto nella prevenzione dell’influenza e delle sindromi da raffreddamento quanto nella cura della sintomatologia acuta, sia virale che batterica, per il loro effetto sinergico.

Ø Volutamente non facciamo nomi commerciali sulle possibili proposte terapeutiche per non influenzare in alcun modo l’utente che in ogni caso per una corretta terapia e prevenzione si rivolgerà al Medico esperto in terapie non convenzionali il quale dopo l’attenta valutazione della persona gli prescriverà quello che, in quel momento, con quello stato di salute, è più opportuno dare a quella determinata persona, diversa da qualsiasi altra persona.

Ø Questa è la grossa differenza nell’approccio Olistico alla persona rispetto alla Medicina tradizionale: quanti tipi di proposte di prevenzione e cura antiinfluenzale conoscete nella Medicina Ufficiale?... Qualche anti-infiammatorio…, qualche tipo di antivirale…, farmaci uguali per tutti, ma senza alcuna specificità individuale.

Ø Nell’approccio Omotossicologico e Fitoterapico, oltre alle specifiche modulazioni che si possono apportare con le citochine (le sostanze prodotte dalle cellule del Sistema Immunitario, in grado di guidarne efficacemente la funzione) proprie della Medicina Fisiologica di Regolazione, esistono rimedi finalizzati a ciascuna fase evolutiva della patologia (ammesso che questa compaia viso che è difficile il suo manifestarsi se si lavora in prevenzione).

Ø Prodotti specifici possono essere:

.Acerola: vitamina C naturale; antiossidante per eccellenza: favorisce il metabolismo cellulare, i fenomeni di disintossicazione, di chelazione, la vitalità in genere;

.Aconitum, con tropismo per il sistema nervoso e per il sistema circolatorio, ha come sintomi guida gli stati acuti febbrili, caratterizzati da un esordio violento, il più delle volte conseguenza di colpi di freddo; in questi casi Aconitum cessa di agire alla comparsa della sudorazione;

.Belladonna, con tropismo elettivo per il sistema circolatorio, e secondariamente per il sistema nervoso, è il rimedio dell’infiammazione, in particolare della fase vasale, su cui agisce riducendo la congestione. È anch’esso rimedio della febbre, in particolare quando compare la sudorazione;

.Bryonia, indicato per gli stati febbrili e un rimedio ad azione elettiva sulle membrane sierose, sull'apparato respiratorio, digerente ed articolare: in tutte le infiammazioni sierose e mucose in cui siano presenti dolori pungenti lancinanti, strappanti, migliorati dal riposo assoluto e dalla pressione aggravati dal minimo movimento; - nella secchezza estrema di tutte le mucose; - nelle cefalee congestive occipitali con dolori che si estendano dalla fronte all'occipite ed in cui sia presente la sensazione che la testa stia per scoppiare; - nella rinite, nella sinusite frontale - nella bronchite e nelle altre malattie respiratorie con tosse secca, grassa e dolori pungenti che migliorino giacendovi sopra;

.Dulcamara: rimedio specifico per il sistema osteoarticolare, respiratorio, urinario e cutaneo; nella ipersensibilità ai minimi cambiamenti atmosferici ed in tutte quelle affezioni che siano aggravate dal tempo umido o dal soggiornare in ambienti umidi; - nelle forme reumatiche e muscolari causati dal freddo umido o, in generale, dall'umidità ed in cui siano presenti dolori che aggravano la sera, la notte e con il riposo; - nella cefalea di origine reumatica; - nelle nevralgie (facciali a frigore); - nelle riniti con starnutazioni incessanti che peggiorino in primavera (rinite allergica) e nelle riniti causate da freddo; - nelle malattie respiratorie (pertosse, bronchiti, asma) che peggiorino con il tempo umido e presentino espettorato abbondante; - nelle malattie gastroenteriche provocate dal freddo (diarrea alla fine dell'estate) dopo aver preso freddo o dopo soppressione di un’eruzione cutanea, con feci gialloverdastre miste a muco ed a sangue, gastriti dopo bevande fredde, ecc.);

.Echinacea angustifolia, con tropismo per il sistema immunitario su cui esercita un’azione di immuno-modulazione nel del processo infiammatorio; stati infettivi, debolezza immunitaria; secrezioni ed escrezioni fetide; - infezioni generali: ascessi, flemmoni, foruncolosi, antrace, erisipela, patereccio, setticemia, enterocolite, tossinfettiva, febbre tifoide, linfoadenite e linfagite settica, angina ulcero-necrotica, infezioni puerperali, appendicite e peritonite; febbre, sepsi, infiammazioni di ogni genere. L’Echinacea è un "antisettico interno": agisce sul sistema linfatico ed è stato anche impiegato nelle malattie da vaccinazione;

.Eupatorium perfoliatum: rimedio ad azione elettiva sull'apparato locomotore, gastrointestinale e respiratorio; - negli stati di indolenzimento che si osservino durante stati influenzali a carico delle ossa, delle articolazioni dei muscoli e dei globi oculari; - nei dolori ossei acuti e violenti aggravati dal movimento e migliorati dal riposo; - nella cefalea periodica che compaia ogni tre od ogni sette giorni; - nelle dispepsie ed affezioni biliari con vomiti biliari preceduti da sete intensa, subittero, ipertrofia epatica; - nell'irritazione laringo-bronchiale con tosse secca che migliori mettendosi in ginocchio sul letto e si associ a dolori intercostali; - nella febbre intermittente che compaia dalle ore 7 alle ore 9 del mattino e si associ a dolori ossei ed a senso di indolenzimento generale;

.Cuprum Aceticum (Rame), ad azione antinfiammatoria, secondo l’Oligoterapia possiede una spiccata azione antalgica; rimedio ad azione predominante sul sistema cerebrospinale e sul digerente, influenza anche il sistema emopoietico (anemia ed emolisi), l'apparato renale (congestione renale), la cute (eruzioni secche, furfuracee) e il metabolismo (fenomeni cachettici); - nei gravi attacchi di tosse caratterizzata da soffocamento e senso di oppressione toracica e negli spasmi bronchiali seguiti da cianosi e da collasso;

.Ferrum phosphoricum: rimedio delle affezioni congestive ed infiammatorie febbrili; - nel primo stadio delle malattie infiammatorie quando sia presente polso pieno e molle; - nelle nevralgie (sopra orbitaria dx, otalgica, della spalla e del braccio destro);

.Gelsemium sempervirens: rimedio ad azione selettiva sul sistema cerebrospinale, sul sistema vegetativo e cardiovascolare - in soggetti vagotonici, emotivi, paurosi, che risentano in modo spropositato, di una paura, di un'emozione, di una cattiva notizia e che presentino fasi eccitatorie (tremori, crampi, disturbi della coordinazione) e fasi paretiche localizzate (lingua, velopendulo, ano, vescica ed altre); - nelle vertigini con disturbi del visus; - nella cefalea occipito-cervico-scapolare e nelle emicranie precedute da disturbi della vista, seguite e migliorate da una emissione abbondante di urina, è presente volto congestionato, rosso, caldo e stato soporoso; - nelle paralisi del facciale, della faringe, della laringe; - nell'astenia cardiaca con cuore debole, polso lento a riposo accelerato durante il movimento e sensazione che il cuore cessi di battere se non ci si muove, palpitazioni al più lieve movimento; - nelle diarree emotive e nell'incontinenza anale;

.Lachesis: rimedio ad azione elettiva sui sistemi nervoso, emopoietico, circolatorio ed epatico esplica un’importante azione di freno alla progressione settica della sindrome influenzale, proteggendo nel contempo il parenchima polmonare;

.Mercurius solubilis: rimedio ad azione antiflogistica su tutte le mucose dell'organismo, influenza, in particolare, i sistemi digerente, urinario, ghiandolare ed articolare;

.Nux vomica: rimedio ad azione elettiva sui sistemi nervoso (aumento della riflessività) digerente (compresi il fegato ed il pancreas); - in soggetti simpaticotonici, ipertiroidei, longilinei, freddolosi, impetuosi (scattano per un nonnulla, si calmano immediatamente) collerici, irritabili, ipersensibili1 insofferenti alla luce ai rumori, alla compagnia, ecc., ipocondriaci, tendenti al suicidio, aggravati dall'inattività fisica, da eccessi di lavoro intellettuale, da abuso di eccitanti e di farmaci allopatici; - nelle cefalee da eccessi di cibo o dopo esposizione al sole; - nelle riniti con starnutazioni violente al mattino, a letto o subito dopo essersi alzati, e con narici otturate di notte e libere e con secrezioni nasali fluenti il giorno; - negli stati febbrili con brividi al minimo movimento o scoprendosi;

.Phosphorus: rimedio delle affezioni parenchimali in genere presenta un'elettività di azione sul sistema nervoso, circolatorio, respiratorio, digerente, cutaneo; - in soggetti tubercolinici ossigenoidi, simpaticotonici, iper-tiroidei ed iposurrenalici con ansietà marcata la notte; - negli stati febbrili e di ipersensibilità generale con astenia fisica e mentale, (repulsione per ogni lavoro fisico ed intellettuale) la paura della morte e della solitudine; - nella tendenza a manifestazioni emorragiche frequenti, abbondanti, ripetute (epistassi, emottisi, ematemesi, emorragie intestinali, ematuria, ecc.); - nelle congestioni croniche della testa con pesantezza e bruciore, nelle vertigini alzandosi dal letto; - nella sete di acqua fredda che, una volta riscaldata nello stomaco, é vomitata e nel senso di fame vorace (la notte); - nelle gastriti e nelle ulcere gastroduodenali con vomito alimentare e biliare e frequenti episodi di ematemesi;

.Rhododendron: dolori osteo-articolari e cardiodinie; peggiora durante il riposo per cui non riesce a dormire, migliora col movimento;

.Ribes Nigrum: diuretico, antireumatico, antinfiammatorio; - nelle sindromi reumatiche, allergie e patologie infettive;

.Rosa canina: specifico per i disturbi reumatici, il trattamento e la profilassi degli stati febbrili da raffreddamento, antinfiammatorio (riniti, faringiti, artrosi, asma allergico, reumatismo infiammatorio).

Ø Ovviamente va detto per inciso che in caso di patologia acuta il riposo a letto è d’obbligo per favorire un ottimale e pronto recupero del Benessere Psico-Fisico.



14. Aspetti importanti nella prevenzione

Ø Avere un sistema immunitario efficiente è la chiave di svolta per affrontare nel migliore dei modi questo problema!

Ø Come disse lo stesso Pasteur, scopritore ed inventore della vaccinazione, sul letto di morte: “Hanno ragione Bernard e Koch, il microbo è niente, il terreno è tutto”.

Ø Ecco allora alcuni consigli pratici per mantenere valido ed attivo il nostro Sistema Immunitario e prevenire infezioni:

v Eliminare lo zucchero per il suo effetto debilitante sul sistema immunitario mediato dalla secrezione dell’insulina (ormone pro-infiammatorio: in ogni caso eliminare i carboidrati dopo le 16 per favorire l’alcalinizzazione notturna e l’attivazione del sistema immunitario mediata in ambiente alcalino dalla Melatonina);

v Predere Omega 3 e 6 di buona qualità oltre a mangiare molta frutta e verdura (cibi alcalinizzanti e ricchi di Sali minerali e Vitamine che contrastano lo stress ossidativo) eventualmente ripetere cicli mensili di una settimana con dei fermenti lattici o pro e prebiotici per mantenere una pronta risposta del sistema immunitario intestinale;

v Fare esercizio fisico che stimola il metabolismo basale, il tono dell’umore e favorisce la secrezione di endorfine che ci permettono di sopportare meglio il dolore e lo stress Psico-Fisico;

v Avere un livello ottimale di Vit. D, la cui carenza favorisce i malesseri influenzali stagionali: un buon livello di questa vitamina permetterà di combattere meglio le infezioni;

v Dormire molto e con una buona qualità del sonno che è il nostro guaritore interno oltre ad essere l’indice di un giusto Equilibrio del Sistema Neuro-Vegetativo fondamentale per una corretta risposta del sistema Immunitario;

v Gestire lo stress in modo efficace, lasciando al corpo gli opportuni tempi di recupero: se c’è eccesso di stress, ma soprattutto se questo diventa cronico, il corpo non sarà in grado di fronteggiare le infezioni in quanto l’eccessiva produzione e secrezione di glucocorticoidi interni inattiverà, nel tempo, la risposta Immunitaria;

v Lavarsi le mani (non serve un sapone antibatterico) con un sapone naturale senza sostanze chimiche ed evitare di toccarsi eccessivamente bocca, naso ed occhi, facili vie di entrata dei virus, con le mani sporche;

v Ripararsi la bocca e il naso quando si tossisce o si starnutisce (e dopo lavarsi accuratamente le mani);

v Evitare i luoghi affollati quando i casi di malattia sono molto numerosi.



Ø Altri e non meno importanti consigli da un punto di vista della prevenzione sono i seguenti (12):

v Non dobbiamo credere a tutto quello che ci viene detto, specie se è un messaggio di paura che vuole toccare la nostra emotività e se si coglie che è promosso dall’Industria Farmaceutica (che oggi supera per potenza politico-economica l’Industria bellica e si è comodamente posta al primo posto in questo tipo di graduatoria);

v Dobbiamo perdere (in realtà può essere considerato un investimento molto utile) un po’ di tempo per leggere libri e articoli indipendenti, specie nel campo sanitario, perché non si può demandare ad altri il compito di salvaguardare la nostra salute, altrimenti un giorno perderemo molto più tempo a rimpiangere la salute che avevamo in passato;

v Non dobbiamo vaccinarci e in particolare non dobbiamo vaccinare i nostri figli, perché sono particolarmente sensibili ai danni dei vaccini avendo un sistema immunitario non completamente sviluppato;

v Dobbiamo aprirci al mondo delle Medicine Naturali (in particolare all’Omeopatia, alla Omotossicologia, alla Fitoterapia, alla Medicina Fisiologica di Regolazione), perché in questo modo non insegniamo all’organismo a difendersi specificatamente e per pochi mesi verso un virus (come fa il vaccino antinfluenzale), ma stimoliamo e rinforziamo le nostre difese immunitarie aspecifiche che sono in grado di combattere contro tutti i virus, i batteri, i vari germi in genere e che lo faranno per molto tempo;

v Anche qui basta ragionare e usare un po’ di buon senso: se l’Industria Farmaceutica che ha in mano tutto il potere sanitario mondiale si scomoda e si affanna in tutti i modi per attaccare l’Omeopatia e gli approcci naturali alla salute significa che è disturbata da questa scienza che le porta via potere e soldi. Infatti, è esperienza comune di tutti coloro che usano l’Omeopatia utilizzare molto raramente i farmaci chimici e godere di una qualità di vita migliore di prima.



Ricordatevi che la paura è l’arma più potente per consentire agli altri di manovrare la vostra mente !



15. Lo spauracchio “Pandemia” ventilato dai Media

Ø Una pandemia influenzale è un'epidemia di virus influenzale che si espande su scala mondiale e infetta una grande porzione della popolazione umana. A differenza delle regolari epidemie stagionali le pandemie avvengono irregolarmente, e ne compaiono circa 3 in ogni secolo (considerando gli ultimi 300 anni). Possono provocare alti livelli di mortalità, come testimoniato dalle ultime pandemie influenzali che sono avvenute nel XX secolo: l'influenza spagnola del 1918 (tipo A/H1N1: 20-50 milioni di morti), l'influenza asiatica del 1957 (tipo A/H2N2: circa 1-4 milioni di morti) e l'influenza di Hong Kong del 1968 (tipo A/H3N2: circa 0,75-1 milioni di decessi); inoltre nel 1976 l’influenza suina produsse negli USA grande allarme, per il contagio dei soldati di una caserma nel New Jersey; oltre 40 milioni di statunitensi si vaccinarono, nel timore di una pandemia.

Ø Il virus della Spagnola in realtà aveva una caratteristica particolare, in comune col virus dell’influenza suina: era capace di attaccare le cellule dell’epitelio polmonare, favorendo così l’insorgere delle polmoniti da complicazioni batteriche secondarie; i virus dell’influenza stagionale invece, che pure nei soli USA uccidono (indirettamente) 36.000 persone all’anno e 250.000-500.000 persone in tutto il mondo, attaccano invece solo le cellule delle prime vie aeree e non arrivano ai polmoni. Ma oggi a differenza del 1918 abbiamo eventualmente a disposizione gli antibiotici qualora le complicanze si presentino effettivamente gravi.

Ø La seconda caratteristica peculiare della spagnola, condivisa pure dal virus dell’influenza suina, è che uccideva prevalentemente i giovani in buona salute, mentre le influenze stagionali colpiscono in massima parte le persone più anziane, i bambini e gli ammalati. Nel caso della Spagnola sicuramente influiva l’ammassarsi di giovani soldati al fronte in scadenti condizioni igienico sanitarie.

Ø Ma vanno considerate anche altre ipotesi:

1. Gli anziani sono, in caso di pandemie, immunizzati dalle precedenti epidemie (quella del 1850 e nel 1889 nel caso della Spagnola; quelle del 1968, del 1976 e del 1999 nel caso dell’influenza suina);

2. La reazione anomala del nostro sistema immunitario detta “tempesta di Citochine”: le Citochine sono sostanze normalmente prodotte dal nostro organismo e sono responsabili della risposta immunitaria. Persone che si trovano in contatto con virus del tutto nuovi possono avere un rilascio di Citochine sproporzionato, il che causa una reazione immunitaria eccessiva con alterazione terminale dei tessuti coinvolti, i polmoni, in questo caso. È la tempesta di Citochine, ad esempio, che ammazzava la gente colpita dalla SARS nel 2003. Paradossalmente quindi, persone in buona salute e con un sistema immunitario molto attivo possono andare soggette ad una tempesta di Citochine più facilmente delle persone immuno-depresse come gli ammalati. Questo non toglie comunque che l’influenza possa portare a complicazioni polmonari secondarie e in questo caso chi è immuno-depresso comunque deve preoccuparsi;

3. È di gran lunga risaputo infine per i conoscitori del Sistema P.N.E.I.M. (Psico-Neuro-Endocrino-Immuno-Metabolico) l’effetto immuno-deprimente che le emozioni intense come la paura possono determinare sulla risposta Immunitaria; ed allora perché non considerare anche altri nessi di con-causalità oltre alla mutazione di un virus?

Ø Proviamo allora a vedere cosa accadeva prima delle pandemie:

v1918-‘19: fine della prima guerra mondiale (1915-1918) che vide coinvolta la popolazione mondiale con le relative condizioni igienico sanitarie disastrose ed un stato persistente di paura per gli eventi bellici;

v1957-‘58: il 26 dicembre 1956 finiva la guerra in Medio Oriente per il canale di Suez per la costruzione della diga di Assuan dopo un clima di generale tensione tra le superpotenze mondiali (America, Inghilterra, Francia, Russia, Egitto ed Israele) per il controllo dello stretto (clima di tensione per una ulteriore ed imminente rimilitarizzazione mondiale);

v1968-‘69: 1967 “guerra dei sei giorni” o “battaglia del Sinai” con mobilizzazione degli Stati Arabi che da Algeri alla Giordania, dalla Siria al Kuwait muovono guerra ad Israele (dopo il suo attacco all’Egitto per la riconquista dei territori della striscia di Gaza e del Sinai) determinando una situazione di allarme mondiale con la Russia apertamente schierata con la Repubblica Araba Unita (RAU) e le forze del patto NATO che si astengono prudentemente dal prendere posizione;

v1976: Fine della guerra del Vietnam con tutti i retroscena ad essa connessi (supporti più o meno espliciti ai contendenti da parte dei due blocchi NATO-Patto Atlantico da una parte e Blocco Sovietico-Patto di Varsavia dall’altra);

v1999: Gli anni ’90 e 2000 sono caratterizzati dalle vicissitudini della prima e seconda guerra del Golfo con le implicazioni mondiali legate al terrorismo fondamentalista islamico e alla paura degli attentati.

Ø Non sarà mica dunque un caso che dopo situazioni internazionali di estrema tensione che possono incutere paura e timore per il futuro più facilmente insorgono nuove situazioni pandemiche?

Ø Sicuramente il clima di terrorismo psicologico diffuso dai media non può certo aiutare le persone (specie quelle psicologicamente più fragili ed ingenue) a potenziare il proprio sistema immunitario.



16. La GWS (Gulf War Syndrome)

Ø La Sindrome della guerra del Golfo era insorta nei veterani della Guerra del Golfo che ricevettero vaccini all’antrace che contenevano Squalene (5).

Ø L’MF59 (l'adiuvante allo Squalene della Novartis) fu un ingrediente NON approvato nei vaccini sperimentali all’antrace (experimental anthrax vaccines) e da allora è stato collegato alle malattie autoimmuni devastanti di cui soffrono moltissimi veterani del Golfo (6).

Ø Una ricerca condotta al Tulane Medical School e pubblicata nel numero di febbraio 2000 della Experimental Molecular Pathology, include queste statistiche sbalorditive: “ …la maggioranza sostanziale (95%) dei pazienti che svilupparono la Sindrome della Guerra del Golfo (Gulf War Syndome) aveva anticorpi verso lo Squalene. Tutti (100%) i pazienti GWS immunizzati per il servizio Tempesta del Desert/Scudo del Deserto che non furono impiegati, ebbero gli stessi segni e sintomi di quelli che lo furono, ovvero anticorpi allo squalene. Per contro, nessuno (0%) dei veterani impiegati nel Golfo Persico senza segni e sintomi della GWS avevano anticorpi allo squalene. Né i pazienti con malattie idiopatiche ed autoimmuni, né i controlli sulla salute mostravano un siero riconoscibile di anticorpi allo Squalene. La maggioranza dei pazienti con i sintomi della GWS avevano invece detto siero.” (7)

Ø Se secondo il dr Viera Scheibner, Ph.D., in precedenza ricercatore scientifico eminente per il governo dell’Australia: “…questo adiuvante [lo Squalene] contribuì alle reazioni a cascata chiamate "Gulf War Syndrome," (sindrome della Guerra del Golfo) documentate nei soldati coinvolti nella Guerra del Golfo. I sintomi da loro sviluppati includevano: artrite, fibromialgia, adenopatia, irritazioni cutanee fotosensitive, fatica cronica, emicranie croniche, perdita abnorme di peli, lesioni cutanee non guaribili, ulcere da afte, vertigini, debolezza, perdita di memoria, attacchi epilettici, cambi di umore, problemi neuropsichiatrici, effetti antitiroidei, anemia, alto tasso di sedimentazione degli eritrociti, lupus eritematoso sistemico, sclerosi multipla, fenomeno di Raynaud, sindrome di Sjorgren, diarrea cronica etc.” (8)



Bibliografia:

1. Meryl Nass, M.D., July 3, 2009 http://anthraxvaccine.blogspot.com/2009 ... vants.html
2. Rense.com, Vaccines, Autism, and Gulf War Syndrome, August 15, 2005
3. The American Journal of Pathology, The Endogenous Adjuvant Squalene Can Induce a Chronic T-Cell-Mediated Arthritis in Rats, 2000
4. Vaccination Liberation, Adjuvant Index Page http://www.vaclib.org/basic/adjuvants.htm
5. Autoimmune Technologies, News Release: SQUALENE FOUND IN ANTHRAX VACCINE, http://www.autoimmune.com/SqualeneInVaccine.html
6. http://www.autoimmune.com/GWSGen.html
7. ScienceDirect.com, Experimental and Molecular Pathology, Volume 68, Issue 1, February 2000, Pages 55-64 http://www.sciencedirect.com/
8. Adverse Effects of Adjuvants in Vaccines, by Viera Scheibner, Ph.D., 2000 http://www.whale.to/vaccine/adjuvants.html
9. David M. Morens, M.D., Jeffery K. Taubenberger, M.D., Ph.D., and Anthony S. Fauci, M.D The Persistent Legacy of the 1918 Influenza Virus; N Engl J Med 2009; 361:225-229, July 16, 2009. http://content.nejm.org/cgi/content/full/361/3/225
10. Lettera aperta ai politici, ai professionisti della salute e ai mezzi di comunicazione – La posizione dell’Associazione Culturale Pediatri sulla nuova influenza A/H1N1 – Pubblicato nel Sito Web di ACP Associazione Culturale Pediatri martedì 1 settembre 2009 – http://quaderniacpnews.blogspot.com/200 ... ci-ai.html
11. Now Legal Immunity for Swine flu Vaccine Makers, By F. William Engdahl, Global Research, July 20, 2009, http://www.globalresearch.ca/PrintArtic ... leId=14453
12. Gava R., La Sindrome Influenzale in Bambini e Adulti, Ed. Salus Infirmorum, dicembre 2007

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 2 ott 2009, 22:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 889
Località: Cuneo
Ottimo articolo!!!
Questo sì che sarebbe da stampare per fare una relazione e darlo agli interessati, visto che è una summa di tutto.

_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 20 ott 2009, 13:21 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Richiamo di Fazio ai medici: per curare devono vaccinarsi
Il viceministro «striglia» i dottori che fanno resistenza alla profilassi contro il virus H1N1

http://www.corriere.it/salute/09_ottobr ... aabc.shtml
Mario Pappagallo, 19 ottobre 2009


MILANO — Il no più deciso alla vaccinazione per la nuova influenza arriva da medici e infermieri. Sei su dieci dicono no. Prima i medici di medicina generale, o di famiglia, poi gli ospedalieri come emerso dall'inchiesta di ieri del Corriere della Sera. Il dato italiano, peraltro, corrisponde a quanto rilevato in altri Paesi europei. Insomma la «rivolta» della «prima linea», di quelli che dovrebbero affrontare la pandemia e promuovere la profilassi. Non c'è l'obbligo, è vero, ma le motivazioni addotte non appaiono molto scientifiche. Ricordano, piuttosto, quelle che serpeggiano tra la popolazione, che però risponde ai sondaggi con minore determinazione: il 30-40 per cento è contrario o non convinto. Certo che se poi sono i medici stessi, cioè coloro che devono far vaccinare, ad avere dubbi, la strategia anti-pandemia parte male.

RICHIAMO - Ecco allora che il viceministro al Welfare, Ferruccio Fazio, è intervenuto al Tg5 per «strigliare» medici e infermieri: «Si devono vaccinare contro il virus A H1N1 per essere pronti a curare i loro pazienti». Fazio sa di non poterli obbligare, ma riprendendo quanto «scoperto» dal Corriere, li esorta a «essere responsabili». «Nessuno teme per la loro salute — aggiunge —, non sono soggetti a rischio, ma devono essere in grado di curare i loro pazienti quando arriverà il picco della nuova influenza che è atteso per fine anno». Tra le categorie di medici che più delle altre dovrebbero vaccinarsi, Fazio indica «quelli di medicina generale e, fra coloro che lavorano in ospedale, i medici dei reparti di malattie respiratorie e di terapia intensiva». E quelli dei Pronto soccorso. «L'organizzazione sanitaria non può bloccarsi a causa dell'influenza — aggiunge al Corriere —. Se si ammalassero tutti insieme, chi manderebbe avanti gli ospedali?». Nessun obbligo, ma quasi. Insomma, una forte raccomandazione. Ricordando che i medici «potrebbero anche infettare familiari e pazienti»...

CATEGORIE A RISCHIO - Diverso il discorso per gli over 65 in buona salute, medici e non, che hanno scarse probabilità di contagio: solo il 3% della popolazione mondiale che ha avuto l'influenza pandemica ha oltre i 65 anni. Tra le altre categorie invitate a vaccinarsi, Fazio indica le persone che soffrono di malattie croniche come diabete grave, obesità, malattie cardiovascolari. «Hanno la priorità — ricorda — anche le donne che hanno superato il terzo mese di gravidanza». Allarmismo crescente, invece, per bimbi e adolescenti: nelle prime settimane dall'inizio della «seconda ondata» di contagi negli Stati Uniti, il tasso di mortalità infantile appare più alto rispetto a quello della scorsa primavera. I morti tra i minori sono l'8% del totale: quasi il doppio rispetto alla media annuale da influenza stagionale. Ma perché i medici diffidano di questo nuovo vaccino? Non è chiaro, molte le perplessità (una è che è stato «messo a punto troppo in fretta») e una generale percezione di un virus pandemico lieve. La paura di creare allarmismi ha un effetto boomerang proprio tra chi deve stare in prima linea.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 22 ott 2009, 17:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
se ho capito come sono gli italiani, non lo ascolterà nessuno rofl
il potere in italia non è quasi mai riconosciuto, i ministri contano come il 2 a briscola(si dice così?) l'unica cosa che fa effetto a questa massa di anarchici è la paura, e in teoria hanno già dimostrato che non ne hanno :PP

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 25 ott 2009, 14:24 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Obama decreta emergenza nazionale
Permette accelerazione nelle distribuzione dei vaccini

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 82828.html
24 ottobre, 23:29


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
NEW YORK - Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha decretato l'emergenza nazionale per l'influenza A, che negli Usa ha colpito un milione di persone uccidendone un migliaio in 46 dei 50 Stati dell'Unione, in modo da accelerare la distribuzione dei vaccini e se necessario potere avviare operazioni speciali per far fronte a una grossa epidemia. In una dichiarazione diffusa oggi a Washington, la Casa Bianca ha precisato che Obama ha firmato la dichiarazione di emergenza venerdì sera, un fatto che permette di avviare operazioni su vasta scala, se necessario, per arginare l'epidemia o la pandemia, senza rispettare tutte le regole federali in vigore in situazioni normali. La decisione di Obama si verifica mentre si registrano grossi ritardi negli Stati Uniti per rispondere all'epidemia di suina: secondo il Wall Street Journal, che alla notizia dà ampissimo rilievo, meno della metà dei vaccini richiesti dalle autorità Usa sono stati forniti dalle case farmaceutiche. L'indicazione viene confermata implicitamente dal numero uno dei Cdc, il Center for Disease Control and Prevention (che si occupa delle malattie infettive) Thomas Frieden, secondo cui tutto procede troppo lentamente, anche perché non è ancora chiaro come si comporterà esattamente il virus. Frieden ipotizza una infezione ad ondate (quella che sta colpendo adesso gli Usa è la seconda), ma nessuno è in grado di anticipare quante saranno e soprattutto quando si abbatteranno sugli Stati Uniti.

Attualmente, solo poco più di 16 milioni di dosi di vaccino sono disponibili negli Usa invece dei circa 30 milioni previsti, una cifra già rivista al ribasso nei giorni scorsi quando era apparso chiaro che l'obiettivo iniziale di 40 milioni era assolutamente irraggiungibile. Uno dei colossi farmaceutici fornitore dei vaccini, la Glaxo, cui ne sono stati ordinati 7,6 milioni di dosi, sta in particolare ancora aspettando il via libera della Food and Drug Administration (Fda), l'ente federale che controlla i nuovi medicinali, ma il decreto Obama dovrebbe decisamente accelerare le cose. La principale delle preoccupazione di Obama è che le ondate in arrivo possano improvvisamente mettere in grosse difficoltà i servizi sanitari. Il paragone che viene fatto alla Casa Bianca é quello delle grandi catastrofi nazionali, quando si mette a punto una piano di difesa e di evacuazione nell'imminenza di un uragano. "Identificando rapidamente il virus - scrive Obama -, organizzando misure di sanità pubblica, informando i professionisti della sanità e il pubblico attraverso una vaccinazione efficace, abbiamo preso misure energiche per ridurre l'impatto della pandemia e proteggere la salute dei cittadini. Tenendo conto della progressione continua della pandemia, e per continuare a preparare il paese, stiamo prendendo misure supplementari per agevolare la nostra risposta".

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 25 ott 2009, 21:00 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
INFLUENZA A: FAZIO, IN ITALIA NO EMERGENZA NAZIONALE
http://www.repubblica.it/ultimora/24ore ... io/3729763
Roma, 15:31


Il presidente Usa Obama ha dichiarato l'emergenza nazionale per l'influenza A, ma in Italia un provvedimento simile "non serve, noi abbiamo un sistema piu' in grado di affrontare l'emergenza". Lo assicura il viceministro alla Salute Ferruccio Fazio, intervenuto telefonicamente a 'Domenica In'. "Il sistema sanitario americano - spiega Fazio - e' meno adatto ad assorbire l'impatto della pandemia, il nostro invece pur essendo regionale ha un forte coordinamento centrale, quello che Obama ha ottenuto solo dichiarando l'emergenza nazionale".

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 26 ott 2009, 18:47 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Lettera ai genitori sulla "Nuova Influenza (suina)"
http://www.bambinonaturale.it/detail.asp?IDN=30344
Dott. Eugenio Serravalle, Specialista in Pediatria Preventiva, Puericultura-Patologia Neonatale, autore di "Bambini super-vaccinati"
Pisa, 6 settembre 2009, aggiornato il 02.10.2009 a cura della Redazione di Bambinonaturale.it


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
Il Dott. Eugenio Serravalle, Specialista in Pediatria Preventiva, scrive una lettera informativa ai genitori sull'influenza A/H1N1, valutando l'utilità o meno di sottoporre i propri figli alla vaccinazione.
È importante essere a conoscenza dei dati oggettivi sulla diffusione e presunta gravità e atipicità dell'influenza per poter scegliere in maniera consapevole e responsabile in un contesto - come quello attuale - fortemente condizionato dai mezzi mediatici.

Vi preghiamo pertanto di diffondere questa lettera il più possibile (ora disponibile in allegato in formato PDF):



*LETTERA AI GENITORI SULLA "NUOVA INFLUENZA (SUINA)"*

Cari genitori,

ogni giorno parliamo della nuova influenza, e mi chiedete se sia utile e sicuro vaccinare i bambini.

La mia risposta è NO! Un 'no' motivato e ponderato, frutto delle analisi delle conoscenze fornite dalla letteratura medica internazionale. Un 'no' controcorrente perché molti organismi pubblici, alcune società scientifiche e i mezzi di comunicazione trasmettono messaggi differenti:
avranno le loro ragioni.

Influenza stagionale e influenza A/H1N1: alcuni dati a confronto

L'epidemia, iniziata in Messico nel 2009, è di modesta gravità: il virus A/H1N1 si è dimostrato meno aggressivo della comune influenza stagionale. Si manifesta come qualsiasi forma influenzale: febbre, mal di testa, dolori muscolari, nausea, diarrea tosse. Non sarà l'unica patologia che colpirà i bambini in questo inverno, e non sarà facile distinguerla dai circa 500 (tra tipi e sottotipi) virus capaci di infettare i bambini. I test rapidi per identificare il virus dell'influenza A hanno poca sensibilità (dal 10 al 60%). Il test quindi non garantisce con certezza se si tratti di influenza A/H1N1.

Sembra però essere un virus molto contagioso, ed è stato dichiarato lo stato di pandemia. La sola parola "pandemia" fa paura. Ma questa definizione è stata appositamente modificata, facendo scomparire il criterio della gravità, cioè della mortalità che la precedente definizione prevedeva. La nuova influenza può colpire più persone, pare, ma provoca meno morti di qualunque altra influenza trascorsa. In realtà la mortalità potrebbe essere ancora inferiore, perché in genere i casi con sintomi lievi sfuggono alla sorveglianza (e quindi i contagiati possono essere molti di più), ed alcuni decessi possono essere dovuti ad altre cause e non al virus (anche se ad esso viene data la responsabilità).

Non deve meravigliare: purtroppo si può morire di influenza, se si soffre di una patologia cronica, di una malformazione organica, di una malattia immunitaria, o se si è anziani.

Le cifre variano in base alla fonte dei dati. Per esempio in Gran Bretagna sono stati registrati 30 morti su centomila casi e negli USA solo 302 su un milione di casi. Nell'inverno australe (che coincide con l'estate in Italia) in Argentina sono morte circa 350 persone, in Cile 128 ed in Nuova Zelanda 16. Quasi alla fine dell'inverno australe, sinora nel mondo intero si sono avuti 2501 decessi. Per fare un paragone, si calcola che in Spagna, durante un inverno "normale" i decessi per influenza stagionale sono circa 1500-3000.

La mortalità per influenza A riguarda prevalentemente persone di età minore di 65 anni, in quanto i soggetti di età superiore sembrano avere un certo grado di protezione, a seguito di epidemie passate dovute a virus simili.

Il 90% dei decessi per influenza stagionale riguarda persone sopra i 65 anni di età; l'influenza A colpisce invece prevalentemente persone di età inferiore (solo il 10% dei casi mortali si colloca nella fascia di età sopra i 65 anni). Ma, in numero assoluto, l'influenza A provoca pochi decessi tra i giovani; negli USA ogni anno muoiono per influenza stagionale circa 3600 persone sotto i 65 anni, mentre finora ne sono morte 324 nella stessa fascia di età per influenza A. In Australia ogni anno per l'influenza stagionale muoiono circa 310 persone sotto i di 65 anni. A inverno ormai terminato, ne sono morte 132 per influenza A, di cui circa 119 sotto i 65 anni.

Perchè allora il panico?

Quanto successo nei Paesi dell'Emisfero australe ci rassicura: l'influenza A si limita a colpire (leggermente) molte persone. Eppure i mezzi di informazione hanno creato il panico. E' un tipico esempio di "invenzione delle malattie" (disease mongering). Non si tratta della prima volta. Nel 2005 l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) aveva previsto fino a sette milioni di morti per l'influenza aviaria. Alla fine i morti furono 262. Si tratto' di un gravissimo errore prognostico?

Secondo una delle maggiori banche di affari del mondo (JP Morgan) l'attuale vendita di farmaci anti-influenzali e di vaccini muoverebbe un giro di oltre 10 miliardi di dollari.

I medicinali funzionano?

Non esiste alcun trattamento preventivo: i farmaci antivirali, Oseltamivir (Tamiflu) e Zanamivir (Relenza), non prevengono la malattia e su individui già ammalati l'azione dimostrata di questi farmaci è di poter accorciare di circa mezza giornata la durata dei sintomi dell'influenza. Né va dimenticato che gli antivirali possono causare effetti collaterali importanti. Il 18% dei bambini in età scolare del Regno Unito, a cui è stato somministrato l'Oseltamivir contro l'A/H1N1, ha presentato sintomi neuropsichiatrici e il 40% sintomi gastroenterici.

...E i vaccini?

I vaccini contro il nuovo virus A/H1N1 sono ancora in fase di sperimentazione. Nessuno è in grado di sapere se e quanto saranno efficaci e sicuri, ma vengono pubblicizzati, con gran clamore. Basta che il virus cambi (per mutazione, o per riassortimento con altri virus) per rendere inefficace il vaccino già messo a punto. Sulla sicurezza sia l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che l'Agenzia del farmaco europea (EMEA) dichiarano necessaria un'attenta sorveglianza. Alcuni vaccini sono allestiti con tecnologie nuove e saranno testati su poche centinaia di bambini e adulti volontari, e soltanto per pochi giorni.

Il vaccino che meglio conosciamo, quello contro l'influenza stagionale, sappiamo che ha un'efficacia del 33% tra bambini e adolescenti e che è assolutamente inutile nei minori di due anni. Esistono anche dubbi circa la sua efficacia negli adulti e negli anziani.

Non conosciamo la sicurezza del vaccino per l'influenza A, ma ricordiamo che nel 1976 negli USA fu prodotto un vaccino simile, anche allora con una gran fretta per un pericolo di pandemia, e il risultato fu un'epidemia di reazioni avverse gravi (sindrome di Guillain-Barrè, una malattia neurologica), per cui la campagna di vaccinazione fu subito sospesa. La fretta non è mai utile, tanto più per fermare un'influenza come quella A, la cui mortalità è così bassa. Conviene non ripetere l'errore del 1976.

Un'altra motivazione a favore della vaccinazione è il cercare di ridurre la circolazione del virus A/H1N1 per diminuire le opportunità di ricombinazione con altri sottotipi. Ma attualmente non esistono strumenti o modelli teorici per prevedere una eventuale evoluzione pericolosa del virus. Sul piano teorico, proprio la vaccinazione di massa potrebbe indurre il virus a mutare in una forma più aggressiva.

Come curarsi?

Per curare l'influenza A occorrono: riposo, una buona idratazione, un'alimentazione adeguata, un'igiene corretta. Non si deve tossire davanti agli altri senza riparare naso e bocca, bisogna evitare di toccarsi il naso, la bocca, gli occhi, facili vie di accesso dei virus, occorre lavarsi le mani spesso ed accuratamente con acqua e sapone. Non è dimostrato che l'uso di mascherine serva a limitare la propagazione dell'epidemia.

Se decidete comunque per la vaccinazione, vi verrà richiesto di firmare il "consenso informato", cioè un'informativa sui rischi. Leggetelo bene, prima di decidere, chiedete informazioni scritte sui benefici e i rischi. Chiedete e chiediamo insieme, per tutti i vaccinati, che sia attivato un programma di sorveglianza attivo, capace davvero di registrare e trattare i gravi problemi di salute che possono presentarsi dopo la vaccinazione. Chiedete e chiediamo che si prevedano risorse economiche per l'indennizzo ai danneggiati.

Chiediamo di non speculare sulla salute e sulla paura.


Documento di approfondimento in PDF


Per la stesura della lettera ho utilizzato quanto scritto dal Dr J. Gérvas:
http://www.equipocesca.org/Gripe
https://mail.sns.it/Redirect/www.equipo ... rg/Gripe_A, paciencia y
tranquilidad
http://www.equipocesca.org/wp-content/u ... ciencia-y-
tranquilidad-9.doc
https://mail.sns.it/Redirect/www.equipo ... ds/2009/08
/gripe-a-paciencia-y-tranquilidad-9.doc.
e la Lettera aperta sulla nuova influenza dell'Associazione Culturale Pediatri.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 29 ott 2009, 22:06 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
IL VIRUS A/H1N1 E' STATO ASSEMBLATO IN LABORATORIO
http://francesco-word.blogspot.com/2009 ... to-in.html
Articolo di WAYNE MADSEN WayneMadenReport.com
MARTEDÌ 13 OTTOBRE 2009


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
Un virologo che sta indagando sul virus A/H1N1 ha concluso, dopo mesi di ricerche, che la “nuova” influenza è stata riassortita in laboratorio da otto geni costituiti da virus dell’influenza di tipo A aviari, suini e umani.

Lo scienziato non ritiene, sulla base di approfonditi esami di laboratorio, che l’improvvisa comparsa del virus A/H1N1 in Messico la scorsa primavera sia dovuta a un’insorgenza naturale.

Il riassortimento dei virus si verifica quando uno o più geni completi vengono scambiati, consentendo al virus di adattarsi a un nuovo ospite. Un esempio si ha quando un virus aviario scambia i propri geni con un virus umano. Nel caso dell’A/H1N1 sono stati scambiati tre geni, da virus dell’influenza aviaria, suina e umana, dando come risultato il virus riassortante [“ressortant”] che ora si prevede diffonderà un’altra ferale ondata di infezioni all’inizio di ottobre.

Esistono anche segnali del fatto che nel ceppo A/H1N1 si sia verificato l’adattamento che conduce alla mutazione. In tutto il mondo sono stati riscontrati vari casi di una mutazione dell’A/H1N1 che rende inefficace il trattamento con farmaci antivirali e vaccini anti-A/H1N1.

L’adattamento ha luogo quando nel virus si verifica una piccola variazione, che talvolta può consistere nell’alterazione di un singolo aminoacido. Tale adattamento consente al virus di moltiplicarsi nel nuovo ospite. L’A/H1N1 è ritenuto un ceppo di laboratorio perchè è stato individuato uno specifico aminoacido che sembra sia stato coltivato in vari passaggi nelle uova. L’industria dei vaccini solitamente amplifica i virus isolandoli nelle uova, e in seguito a diversi passaggi, si consente l’individuazione della mutazione.

Il virologo che ci ha fornito le informazioni ha scoperto che la mutazione dell’A/H1N1 è stata più rapida di quanto sia possibile in natura. Quanto segue è la descrizione in termini scientifici del tasso di mutazione dell’A/H1N1:

“Una mutazione impiega del tempo per presentarsi, un tempo che arriva fino al tasso di sostituzione degli aminoacidi. Prendiamo ad esempio il gene HA, o “virus dell’anatra”: l’HA prevede un tasso di sostituzione di circa 3 x 10e-4 per sito/anno, che è più lento rispetto al virus HA umano e suino (circa 10e-3 per sito/anno). Se il numero totale di nucleotidi nel gene HA del virus dell’influenza di tipo A è pari a 1.700, ci vogliono tre anni perchè nel virus dell’anatra si manifesti una singola variazione, oppure 1,7 anni nel caso del virus umano e di quello suino”.

Il tasso di mutazione naturale per ottenere una mutazione genica completa, secondo il virologo, impiega “migliaia di anni a compiersi”.

Per quanto concerne il riassortimento del virus A/H1N1, vi è il timore che un essere umano sia stato usato come cavia da laboratorio per consentire lo scambio di geni tra uomini, suini e pollame. L’ipotesi è che un individuo sia stato infettato simultaneamente dai virus aviario, umano e suino, e che tali virus abbiano scambiato i propri geni all’interno dell’organismo di quell’individuo, creando un virus nuovo che presentava geni misti, che si è poi rapidamente diffuso ad altri individui.

Ecco perché si sospetta una creazione intenzionale dell’A/H1N1 e la sua infezione di un ospite umano.

Il virologo che ha riportato le proprie scoperte al WMR ha dichiarato: “L’ospite dovrebbe presentare recettori efficaci per quei virus derivati da tre ospiti diversi. Sinora, il virus umano tende a infettare gli esseri umani, perché è adatto a riconoscere un recettore umano. Il virus aviario tende a infettare gli uccelli, perché è adatto a riconoscere un recettore dei volatili. I suini hanno recettori di tipo sia umano sia aviario, e si ritiene quindi che fungano da 'serbatoio di ricombinazione'. Alcuni ricercatori hanno tentato di provare la teoria del 'serbatoio di ricombinazione' infettando dei suini con virus umani e aviari per creare un virus riassortante”.

I test che implicavano l’infezione di suini con virus umani e aviari riassortanti non sono tuttavia andati a buon fine.

Mentre è comune che i suini vengano infettati dai virus umani e aviari, non è stato riportato che i suini abbiano propagato il virus A/H1N1 riassortante e che abbiano infettato nuovi ospiti, umani o aviari.

Ciò che sappiamo è che il primo virus A/H1N1 è stato trovato in un essere umano. Anche se alcuni maiali e tacchini sono stati infettati dal virus A/H1N1 a partire da operai delle aziende agricole, non vi è alcuna prova che si sia verificata un’infezione nel senso inverso.

I geni riassortanti necessitano anche di virus progenitori. Secondo il virologo, “Se si esamina l’albero filogenetico, questo mostra i geni NA e M derivati dal virus aviario, il PB1 dal virus H3N2 umano; altri geni (PB2, PA, HA, no problem, NS) da un riassortante triplo suino, H1N2 suino e suino eurasiatico (H1N1/H3N2). Il riassortante triplo suino è in realtà derivato dall’H3N2 umano che ha infettato i suini, e che circola in Nordamerica da almeno 20 anni. Anche se ora si sta parlando di 'virus suino', si tratta in effetti di un virus umano”.

È stato scoperto anche che i virus che si sospetta siano i progenitori derivano da vecchi [virus] isolati. Il gene NA viene da un isolato del 1996-2001, il gene M da isolati del 1990-1993, e gli altri sono ancora precedenti, da isolati tra il 1979 e gli anni ’80 circa del secolo scorso. La comunità dei virologi è concorde nell’asserire che il virus A/H1N1 può essere stato presente per oltre 20 anni senza mai essere stato rilevato. Il virologo del WMR afferma che è impossibile che un virus esista da 20 anni senza essere scoperto, data l’approfondita sorveglianza virologica e medica che viene condotta in tutto il mondo.

Il virologo non ha trovato alcuna prova di una presenza di RNA/DNA dell’influenza spagnola del 1918 nel virus A/H1N1. Eppure la pandemia del 1918, come l’A/H1N1, era iniziata con una prima ondata durante la primavera, per ritornare in ottobre con rinnovata virulenza. Si stima che la pandemia del 1918 abbia provocato 50 milioni di vittime in tutto il mondo. Benché non sia stata scoperta dal virologo la prova genetica di un collegamento con l’influenza del 1918, quello stesso scienziato che ha condotto ricerche sul virus A/H1N1 e che è possibile che abbia ricevuto campioni di DNA dal corpo di una donna Inuit, esumata dal permafrost a Fort Brevig, in Alaska, che era deceduta a causa della pandemia del 1918, risulta essere inoltre legato finanziariamente a una società produttrice del vaccino contro l’A/H1N1.

Sull’A/H1N1, il virologo ha posto una domanda allarmante: “Com’è possibile mescolare i virus aviario, umano e suino in una sola volta? I virus sarebbero dovuti provenire dall’Europa, dall’America e dall’Asia senza essere mai rilevati?”.

E aggiunge: “Il virus è comparso improvvisamente in Messico. Non so fornire una spiegazione a questo. Vorrei poterlo fare. Dal mio punto di vista di virologo, è impossibile… E d’altronde, la tecnologia può creare qualsiasi tipo di virus si desideri”.



Pubblicato in precedenza sul Wayne Madsen Report.

Copyright © 2009 WayneMadenReport.com

Wayne Madsen è un giornalista investigativo di Washington, e i suoi editoriali sono pubblicati sulla stampa nazionale. E' il redattore-editore di Wayne Madsen Report.

Titolo originale: "A/H1N1 was reassorted in a lab"

Fonte: http://onlinejournal.com 16.09.2009

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SHEILA B.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 5 nov 2009, 23:44 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
GERMANIA: CONTRO L’INFLUENZA A, ECCO IL VACCINO SOLO PER I VIP. ED È POLEMICA
Il mistero dei due vaccini divide la Repubblica Federale
Ai cittadini comuni è stato preparato un prodotto considerato scadente. I medici: "E’ uno scandalo che componenti del governo federale e autorità ricevano un vaccino diverso".
http://www.altrainformazione.it/wp/2009 ... -federale/
Matteo Clerici, NEWSFOOD.com


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
In Germania sono arrivate le prime dosi del vaccino contro l’influenza A ma questo, più che sollievo ha sollevato un’ondata di polemiche ed indignazioni. Secondo la versione on-line di "Der Spiegel", le autorità avrebbero ordinato due vaccini diversi: uno (creato dalla GlaxoSmithKline, o GSK, contenente un additivo potenzialmente pericoloso) destinato ai cittadini politici, l’altro (Creato dalla Baxter e ritenuto più sicuro) riservato ai militari ed ai politici di alto livello.

Adesso, il Paese è diviso tra colpevolisti (che ritengono che il vaccino di serie B portatore di effetti sgradevoli come febbre e mal di testa) ed innocentisti, che invece dipingono il farmaco della GSK sicuro; in mezzo, i politici di Berlino che tentano di mettere una pezza diplomatica alla vicenda.
Ulrich Wilhem, portavoce della cancelliera Angela Merkel ha subito negato come la Merkel sia stata sottoposta a un vaccino diverso da quello dei normali cittadini tedeschi. In più, egli ha aggiunto come il vaccino della Baxter, sia stato ordinato 4 mesi fa all’interno di un accordo risalente a molto tempo fa.

Ma tali spiegazioni non convincono, specialmente gli addetti ai lavori.

Spiega il dottor Martin Exner, capo dell’Istituto di Igiene e salute pubblica dell’Università di Bonn: "Il fatto che politici e funzionari ai vertici dei ministeri saranno vaccinati con un siero diverso da quello delle altre persone è un segnale terribile".

Gli fa eco il collega Alexander Kekule dell’University Hospital di Halle: "E’ uno scandalo che componenti del governo federale e autorità ricevano un vaccino diverso".

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 6 nov 2009, 12:15 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Vaccino di tipo A e vaccino di tipo B in Germania. Lo scenario europeo e mondiale
http://www.dazebao.org/news/index.php?o ... Itemid=291
MERCOLEDÌ 21 OTTOBRE 2009 14:34
di Maria Melania Barone


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
BERLINO - E' bufera a Berlino non per la temperatura che oscilla fra i 2 ed i 3 gradi a cui i tedeschi sono abituati, ma per la notizia che il 18 ottobre ha cominciato a fare il tam tam nel paese: un vaccino diverso per politici, medici e cittadini.



Si doteranno i dirigenti medici ed i politici di vaccini di ''tipo A'' mentre alle persone comuni verrà somministrato un vaccino di ''tipo B''. Beh, dinanzi ad una verita' simile le preoccupazioni sulla mncanza dei test lascia il tempo che trova, ci risuonerebbe come qualcosa di già sentito o quanto meno di superfluo, perche' in fondo basterebbe pensare soltanto alla possibilita' di introdurre in una stessa nazione vaccini di ''tipo A e B'' per suscitare l'indignazione di tutti e soprattutto per sancire la fine di un governo che alla luce di questi fatti potrebbe perdere una quantità importante di punti!

E' quanto accaduto ieri in Germania, un paese che è stato nel corso dei secoli una delle punte di diamante della potenza economico-politica d'Europa. Forse è proprio nei paesi più sviluppati che si deve temere una sempre crescente omertà. E' proprio in quei paesi infatti dove la forza dell'apparato governativo potrebbe riuscire nel mettere a tacere le voci più flebili che compongono uno stato. Salvo quelle poche volte in cui non si puo' fare a meno di sentirle quando magari ci scappa un morto oppure, peggio, quando una voce trapela dall'alto come e' avvenuto in questo caso.

Bisogna però fare una riflessione: parlare di vaccino non testato, a questo punto non è più superluo, ma incompleto. Evidentemente l'esistenza di un doppio vaccino ci riconduce ad un'altra ipotesi: ossia che il vaccino è stato testato eccome, solo che dai risultati dei test, ovviamente occultati, è nata la necessità di fornire i politici ed i dirigenti medici di un altro tipo di vaccino, magari quello che presenta meno effetti collaterali. Purtroppo ci sovvengono solo ipotesi di questo tipo tra tutte quelle che ricerchiamo per poter dare un senso logico alla proposta tedesca.

Tuttavia dobbiamo continuare a parlare di mancaza di test incentrati sugli effetti collaterali del vaccino, perchè qualsiasi sia la verita' noi questi effetti collaterali non li conosciamo. Anzi forse sarebbe il caso di dire che "non li conosciamo del tutto".

Infatti sappiamo di Desirée Jennings una giovanissima donna di soli 26 anni appena sposata che sognava una vita felice e serena con la sua famiglia a cui e' stata strappata di colpo felicità e salute grazie al vaccino che le e' stato iniettato il 23 Agosto scorso. Durante i 10 giorni seguenti, la donna ha manifestato forti deficienze neurologiche, sveniva di continuo, a tratti non si reggeva. Diventava sempre più debole Desirée finche' non si e' stabilizzata in una condizione fisica che però non le apparteneva. E' diventata disabile Desirée, ha difficolta' a muoversi a parlare, a mangiare. Quei 10 giorni successivi al 23 Agosto, le han cambiato la vita per sempre. Lei stessa sostiene insieme alla comunita' scientifica americana, che si tratta di evidentissimi effetti collaterali del vaccino. I medici le hanno diagnosticato la distonia, una malattia neurologica e pensano possa essere causata dall'inoculazione del vaccino. Probabilmene Desirèe che prima era il ritratto della salute, ha avuto la sfortuna di rientrare in quella piccolissima percentuale che avrebbe manifestato effetti collaterali notevoli.

In America pero' le preoccupazioni per il vaccino sono aumentate tantissimo infatti è del 13 Ottobre la notizia che la CDC, ovvero gli esperti dei Centri e per la prevenzione delle malattie di Atlanta, in prima fila da mesi per combattere la pandemia dell'influenza A, stanno cercando di tranquillizzare i genitori preoccupati sui possibili effetti collaterali che potrebbe provocare un vaccino non testato a sufficienza. Secondo la CDC infatti, potrebbero esserci piu' rischi nel presentare complicazioni in seguito alla contrazione del virus caratterizzato da un'alta contagiosita' che e' in grado di aumentare i sintomi di malattie preesistenti. Saltare l'immunizzazione potrebbe costituire secondo loro un rischio, mentre per altri medici e' un rischio assumere un vaccino non testato a sufficienza che ha soltanto subito test di base per l'immissione nel mercato.

Anche in Italia la comunità scientifica è divisa in due tronconi: da una parte il 60% di medici che ha deciso di non vaccinarsi e dall'altro il 40% che ha deciso invece di considerare l'idea del vaccino.

Lasciamo la triste storia di Desirée e delle preoccupazioni generali e torniamo a noi. Torniamo agli accordi internazionali sul vaccino, quelli che son stati presi il 12 Ottobre. E' sorprendente infatti come Fazio riesca a stupirci con le sue frasi ''camomilla'', è sorprendente come sia intenzionato a tranquillizzarci, quasi come se fossimo presi tutti dalla preoccupazione di una sciagura imminente che sta per abbattersi sulla nostra civiltà. In realtà le adesioni al vaccino sono state bassissime in tutta Europa. Le preoccupazioni delle persone si trovano sulla sponda opposta del grande fiume di denaro destinato a confluire nel mare della Baxter. Non si teme più per l'influenza, ma per il rimedio studiato per la medesima.


Il video shock di Desirée Jennings
[youtube]<object width="560" height="340"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/IlCccUyxDrA&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/IlCccUyxDrA&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="560" height="340"></embed></object>[/youtube]


E' così evidente che adesso le strategie politiche sono cambiate.
Il 12 Ottobre i Ministri della Salute dei paesi della civilissima Europa, si erano dati appuntamento a Bruxelles per decidere su possibili ulteriori accordi economici da prendere per fornire i paesi in via di sviluppo come l'Africa del vaccino che non potevano permettersi.
Alla luce dei nuovi fatti son stati accantonati quei fondi di denaro da devolvere per il vaccino destinato a questa povera gente perchè le adesioni nella stessa Europa son state bassissime, al punto tale che si è pensato di devolvere direttamente parte delle scorte dei vaccini acquistati per la popolazione europea. L'Italia ad esempio dara' il 10% delle sue scorte. E' necessario vaccinare anche i cittadini del Terzo Mondo, perche' secondo gli esperti il virus circolera' per altri 2 o 3 anni.

Pagare due dosi di vaccino per ogni persona dunque, deve essere stato alquanto dispendioso per i governi. Ma per evitare di chiudere gli entroiti alle case farmaceutiche dopo il fallimento di questa prima battaglia, la Novartis e la GlaxoSmithKline hanno sottoposto il 19 ottobre all'EMEA un vaccino monodose che entrera' in commercio nel 2010. Fazio invece, ha capito meglio degli altri qual è l'aria che si respira nelle fasce più basse della popolazione, lo ha capito così bene da fingere che la richiesta di vaccino sia elevatissima dispensando cosi' ai cittadini "frasi e pubblicità camomilla" che inconsciamente iniettano nelle coscienze l'idea di normalità che può difatti escludere qualsiasi fregatura. Dunque la nuova politica mediatica non sarà più il terrorismo, ma la normalità. Una normalità che fa paura perchè sembra essere portatrice di un silenzio omertoso. Infatti nessuno ha parlato di Desirèe, soltanto Fazio ha parlato di "possibili effetti collaterali" che tuttavia hanno una probabilita' inferiore di presentarsi rispetto alle complicanze che puo' dare la manifestazione dell'influenza.

Anzi, è tutto così normale, che è superfluo rispondere a quanti richiedono con foga le motivazioni per cui e' stato introdotto in un paese "civile" e "regolamentato da leggi precise" un vaccino di cui non si conoscono con precisione gli effetti collaterali e che verra' dispensato gratuitamente e non venduto nelle farmacie poiche' privo di bugiardino. E' tutto così normale oggi al punto che e' giusto parlare di vaccino di "tipo A" e vaccino di "tipo B". Oppure proporre di introdurre il vaccino contro l'influenza A/h1n1 nel vaccino contro l'influenza stagionale, quando la circolare apparsa alla fine di Agosto che presentava la trivalenza del vaccino dell'influenza stagionale presentava già l'antigene analogo al ceppo A/h1n1. Dunque di quale novità si tratta? Fazio vorrebbe far diventare il vaccino contro l'influenza stagionale non piu' trivalente ma quadrivalente. Cosa vuol dire questo? Verranno introdotti due volta gli stessi antigeni analoghi al ceppo A/ h1n1? Che senso ha tutto questo? Possiamo formulare altre ipotesi per dare un senso a questa "normalità senza senso" regolamentata soltanto dai dettami di una politica prostrata ai piedi dell'economia.
Adesso però, dopo i fatti della Germania, non possiamo fare a meno di chiederci: "Chissà che tipo di vaccino e' stato somministrato a Desirée..."

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 8 nov 2009, 18:34 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Dichiarata In Ucraina la Legge Marziale nel corso di una misteriosa epidemia
Ordinato l'arresto degli obiettori mentre il presidente afferma: "Dobbiamo cambiare l'intero sistema di governo in Ucraina"

http://ilupidieinstein.blogspot.com/200 ... ziale.html
Steve Watson, Infowars.net, 5 Nov. 2009
Traduzione by Dakota Jones, Fonte: PrisonPlanet.com


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
Il presidente ucraino Victor Yushchenko alla fine ha dichiarato la legge marziale nel Paese, mentre ieri aveva annunciato che il Consiglio per la Sicurezza Nazionale e la Difesa diventerà l'autorità suprema in seguito ad una misteriosa epidemia che attraversa il Paese.

Yushchenko ha promosso alti ministri della salute come membri del NSDC , un organo di governo composto dal Presidente stesso, il presidente del parlamento, il primo ministro Yulia Tymoshenko (nella foto), il capo del servizio di sicurezza dell'Ucraina e da altri ministri di alto grado.

Yushchenko ha detto ai giornalisti Mercoledì notte che "l'inosservanza delle sue decisioni sarà perseguita", aggiungendo "Abbiamo bisogno di cambiare il sistema. Abbiamo bisogno di cambiare l'intero sistema di organizzazione del potere statale in Ucraina. Non abbiamo tempo per le proteste nè per attendere ".

Il Presidente ha ribadito le sue affermazioni ieri in un discorso ufficiale al popolo ucraino, in cui si afferma che "Il mancato rispetto degli ordini [del NSDC] comporterà immediatamente l'uso delle autorità incaricate dell'applicazione della legge."

"Darò ordini al governo e al ministero della Salute di iniziare immediatamente il lavoro di prevenzione e di promozione nelle zone in cui non c'è epidemia, mirate in primo luogo ai gruppi particolarmente a rischio", dice il discorso.

Il discorso ha anche annunciato ordini per l'arresto di funzionari della sanità pubblica, che hanno permesso il protrarsi di assembramenti pubblici e non hanno vietato la circolazione delle persone, l'ha definita "una dimostrazione di irresponsabilità criminale".

"Ho affidato al procuratore generale dell'Ucraina la richiesta di formalizzare accuse penali di negligenza, a carico prima di tutto dell'Ispettore Capo Sanitario, Sanitario della Città di Kyiv e dei funzionari, che, pur avendo informazioni quotidiane sulla situazione dell'epidemia nel paese, le hanno trascurate inseguendo dividendi politici e ambizione ", si legge nella dichiarazione.

Un ulteriore rapporto dell'agenzia Interfax Ukrainia dice che il ministro della Sanità ucraino Wasilij Kniazevicz ha chiesto al procuratore del Paese di aprire un procedimento penale contro coloro che si oppongono alla realizzazione della campagna di vaccinazione di massa per l'influenza.

Il discorso di Yushchenko ha anche emesso un divieto per tutti i farmaci antinfluenzali non riconosciuti dal governo ucraino o dalla Organizzazione Mondiale della Sanità:

"Chiedo al governo di cancellare immediatamente l'ordine esistente di registrazione di forniture mediche, compresi i vaccini." si legge nel discorso.

Il discorso inoltre implora anche i cittadini ucraini che hanno evitato le vaccinazioni approvate con autorizzazione ufficiale a riconsiderare che:

"E' generalmente riconosciuto che l'unico modo per evitare l'infezione è la vaccinazione," si legge nel discorso, "Come Presidente vi chiedo, Cari concittadini, di riconsiderare il vostro atteggiamento nei confronti della vaccinazione e di farla, se necessario, ma solo, e lo sottolineo - solo dopo aver consultato il medico."

"La gente sta morendo. L'epidemia sta uccidendo i medici. Questo è assolutamente senza precedenti ed inconcepibile nel XXI secolo." continua il discorso.

"Tutti i limiti sono stati superati - anche quelli conformi alla Costituzione che determina le mie azioni, come presidente." afferma Yushchenko.

Yushchenko afferma che ci sono tre tipi di influenza che si stanno diffondendo in tutto il paese, due tipi di influenza stagionale e il ceppo H1N1.

Il Presidente dichiara che questo "può portare alla comparsa di un nuovo virus ancora più aggressivo".

Tuttavia, l'OMS ha dichiarato che il virus H1N1 in Ucraina appare "non diverso da quello che c'è in qualunque altro posto" e che qualsiasi impennata potrebbe essere dovuta ad una maggiore sensibilità della popolazione.

Altri importanti studi suggeriscono che gli scienziati britannici stanno esaminando i campioni del ceppo H1N1 dell'Ucraina per determinare se il virus è mutato.

Come abbiamo segnalato all'inizio di questa settimana, i rapporti contrastanti suggeriscono che l'epidemia in Ucraina, è dovuta ad un virus non identificato, mentre alcuni suggeriscono che il virus provoca la peste polmonare.

In accordo con la dichiarazione scritta del Centro News ceceno Kavkaz , l'agenzia di stampa ucraina Fraza, ha riportato "che è stata confermata al 100% la peste polmonare in Ucraina", e che, la comunicazione di sola influenza suina al fine di placare il panico, è stata sanzionata dalle autorità. Tuttavia, Kavkaz è una fonte dubbia su questa materia, dato che l'Ucraina è un alleato tattico e militare della Russia.

Altri reports hanno suggerito che l'epidemia è solo una montatura messa in piedi nel quadro di una lotta politica tra i politici dell'opposizione in Ucraina.

Il primo ministro Tymoshenko ha tentato di placare il panico annunciando che non vi alcuna pandemia di influenza suina nel paese, e che si deve attribuire all'"isteria dei media" e alle dichiarazioni "politiche" populiste nella corsa alle elezioni di gennaio.

Come questo articolo del giornale The Scotsman sostiene, Yushchenko e Tymoshenko, una volta alleati nella cosiddetta "rivoluzione arancione", ora sono acerrimi rivali, destinati a combattere in occasione delle elezioni del prossimo anno.

"... C'è un crescente sospetto nel paese che il virus H1N1 abbia ceduto all'aspra battaglia per il potere politico che oggi avvelena tutti gli aspetti della vita politica e rischia di provocare gravi danni nello stato dell'ex Unione Sovietica." scrive Matthew Day.

Circa 80 persone sono morte in Ucraina per malattie respiratorie connesse, deve ancora essere confermato quanti a causa dell'influenza H1N1.

Qualunque cosa stia realmente accadendo in Ucraina, la notizia ha scatenato una raffica di dichiarazioni sui siti web che trattano cospirazioni che stanno citando un avvertimento fatto in agosto da un uomo di nome Joseph Moshe, che sosteneva di essere un ex microbiologo del Mossad.

Moshe salì agli onori della cronaca quando fu arrestato dopo un lungo braccio di ferro con la polizia di Los Angeles perché accusato di minacce nei confronti della Casa Bianca.

Poco dopo il suo arresto, centinaia di commenti e reports cominciarono a circolare affermando che Moshe aveva chiamato un programma radiofonico per avvertire la popolazione di un arma biologica che era in preparazione da parte dello stabilimento ucraino della Baxter International, che sarebbe stata diffusa tramite un vaccino contro l'influenza e avrebbe potuto causare la peste subito dopo il suo rilascio.

L'identità di Moshe come microbiologo sembra essere verificabile, e la Baxter è certamente presente in Ucraina, come conferma questa pagina con le informazioni di contatto della Baxter per il suo ufficio in Ucraina.

Se le dichiarazioni di Moshe hanno qualche fondamento nella verità si puo discuterne, però, ora sembra una incredibile coincidenza che egli abbia indicato l'Ucraina come sede di un focolaio specifico.


Fonti e approfondimenti

http://www.globalsecurity.org/intell/wo ... /ncdcu.htm
http://www.interfax.com.ua/eng/main/23804
http://www.president.gov.ua/en/news/15609.html
http://www.theflucase.com/index.php?opt ... 3%80%88=en
http://www.google.com/hostednews/ap/art ... QD9BPF1KO0
http://news.sky.com/skynews/Home/World- ... as_Mutated
http://www.prisonplanet.com/articles/no ... _panic.htm
http://www.prisonplanet.com/number-of-v ... raine.html
http://www.kavkazcenter.com/eng/content ... 1155.shtml
http://www.google.com/hostednews/afp/ar ... CztNqt7f9w
http://news.scotsman.com/world/Battle-f ... 5796712.jp
http://www.huffingtonpost.com/2009/08/1 ... 59330.html
http://www.careers.baxter.com/about_us/ ... frica.html
http://www.biomedexperts.com/Profile.bm ... Bar-Joseph
http://www.baxterbiotherapeutics.com/eu/eu_contact.html

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 8 nov 2009, 20:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
ma al di là di quello che dice lui qual'è la reale situzione ucraina?

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 12 nov 2009, 18:22 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Ne parlano un sacco di siti, le informazioni sembrano essere quelle.



Almeno 9 ragioni per non vaccinarsi
http://www.thelivingspirits.net/php/art ... tegoria=63
dal sito del dr Mercola
Fonte: http://articles.mercola.com
Traduzione e sintesi Cristina Bassi, www.thelivingspirits.net
2009-10-07


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
Per chi sapesse l’inglese, al link http://articles.mercola.com/sites/artic ... eason.aspx trova l’articolo in originale con video del dr Kent Holtorf, esperto tra l’altro di malattie infettive, relativo alla sua intervista in Fox News. Nel video, egli afferma che nè lui nè i suoi figli faranno la vaccinazione anti influenza suina perché i rischi per la salute sono altissimi.

Nel seguito, invece, la mia traduzione dell’articolo, che avrà alcune specifiche prettamente americane, ma … sappiamo che non siamo un’isola abbandonata al di là dell’oceano… Inoltre il sistema delle gradi multinazionali del farmaco, le Big Pharma, le vere interessate alla “nostra salute”, non è certo un fenomeno circoscritto agli USA, anzi!

1.
L’influenza suina è semplicemente una influenza, non mortale in modo insolito.

2.
E’ la prima volta che sia dei vaccini stagionali che dei vaccini pandemici saranno gestiti dai governi. Il vaccino stagionale e quello “suino” richiederanno due iniezioni. Questo perchè le iniezioni uniche non producono sufficienti anticorpi. Questa è un’ammissione che i precedenti vaccini antiinfluenzali erano effettivamente inutili. Potete fidarvi di loro questa volta?

3.
Ai vaccini vegono aggiunti gli adiuvanti per incrementare la produzione di anticorpi, però questi possono scatenare delle reazioni autoimmuni. Alcuni adiuvanti sono: mercurio (thimerosal), alluminio e squalene. Perché dovreste firmare un modulo di consenso per i vostri figli perchè ricevano una iniezione con il mercurio, che è ancor più tossico per il cervello che il piombo?

4.
Questo è il primo anno in cui vengono usati dei vaccini “finti” per avere l’approvazione della FDA (Food Administration Drugs, Ente USA per l’autorizzazione di farmaci ndt). I vaccini testati non saranno quelli che riceveranno i vostri figli.

5.
Oggidì ipervaccinarsi è una pratica comune in USA. I bambini americani entro i due anni sono soggetti a 29 vaccini. Nel frattempo i veterinari hanno fatto dietro front sulla ripetizione della vaccinazione nei cani perché hanno osservato effetti collaterali.

6.
La medicina moderna non ha una spiegazione per l’autismo, nonostante sia in continua ascesa. Tuttavia l’autismo non si rileva tra gli Amish (una confessione di stampo cristiano protestante Anabattista, nata in Svizzera nel '500 e stabilitasi negli Stati Uniti d'America dal 1700, ndt) i cui figli non vengono vaccinati.

7.
I ricercatori stanno ammonendo sul fatto che un uso eccessivo del vaccino influenzale e medicine antiinfluenzali come il Tamiflu possano indirizzare pressione genetica sui virus influenzali e quindi sarebbe molto più probabile che mutino in un ceppo più mortale.

8.
La più parte dei ceppi di virus di influenza stagionale A (H1N1) che sono stati testati in Usa e in altri Paesi, sono ora resistenti al Tamiflu , che quindi è diventato una medicina quasi insignificante contro l’influenza stagionale

9.
I funzionari della salute pubblica sono irresponsabili, nell’omettere le vie possibili per rafforzare il sistema immunitario contro l’influenza. Non vengono offerte opzioni al di là dei vaccine, che causano problemi e delle medicine antiinfluenzali, nonostante ci sia una forte evidenza che le vitamine C e D attivino il sistema immunitario e l’oligoelemento selenio previene la forma peggiore della malattia.

A queste info si aggiungono interessanti note del dr Mercola (6.10.2009):

“Secondo il recente articolo sul New York Times, più di 3 milioni di dosi di vaccino anti infuenza suina saranno disponibili negli USA questa settimana. Ma sono appena tornado dalla 4a Conferenza Internazionale sui Vaccini tenutasi a Washington D.C. lo scorso week end e ho incontrato molte persone che mi hanno detto che nel loro stato stavano già somministrando iI vaccino.

Nella conferenza ho anche appreso dal Dr. Vickie Diebold che è il rappresentante dei consumatori sul tema vaccino federale, che la CDC ha messo in bilancio oltre 12 milioni di dollari per “sparare a raffica” sui bambini in questo autunno, in TV attraverso dei personaggi culto nei loro programmi per fare propaganda e farli spaventare della influenza suina e assicurasi cosi che si prendano il vaccino.

12 milioni di dollari confiscati ai cittadini americani che pagano le tasse per fare il lavaggio del cervello alla gente e manipolare la verità. Quale maggiore perversione delle libertà per le quali molti dei fondatori degli Usa pagarono con la propria vita…

Per fortuna persino medici di medicina convenzionale stanno facendosi sentire e prendere posizione contro le raccomandazioni correnti.

Confusione e conclusioni irrazionali regnano…

Prima di tutto quasi tutti i vaccini antiinfluenza suina che verranno resi disponibili in Ottobre , saranno uno spray nasale che contiene il “virus vivo” e che non è raccomandabile per donne incinta, persone otre i 50 anni o coloro che hanno l’asma, malattie cardiache o altri problemi come affermato dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC: Centri americani per la Malattia, il Controllo e la Prevenzione, ndt).

Lo spray nasale crea ancor più grandi reazioni immunitarie e poichè contiene “virus vivo” essi possono moltiplicarsi troppo velocemente se il vostro sistema immunitario è già compromesso.

Il vaccino iniettabile probabile conterrà solo componenti di virus morti o frammentati, ma per renderlo più “efficace”, esso contiene anche degli adiuvanti, ovvero ingredienti designati a provocare una reazione immune più grande, abbassando la vostra funzione immunitaria (ma che razza di Frankestein siedono nelle roccaforti del progresso scientifico???, ndt)

A volte questi adiuvanti come lo squalene hanno già dimostrato di portare con sè dei rischi considerevoli per la salute. Il Thimerosal, un conservante, viene aggiunto ai vaccini non attenuati.

Mentre son felice che la CDC metta in guardia sul vaccino FluMist, che ne è del fatto che nessuno dei vaccini che sono in arrivo è stato sottoposto ad una forma di test sicuro? Alcuni media affermano che I vaccine sono stati approvati seguendo un iter-controllo di 5 giorni si sicurezza. Che razza di dati sulla sicurezza si possono mai raccogliere in 5 giorni?

E che ne è anche della possibilità che le persone che hanno ricevuto il vaccino influenzale stagionale possano essere doppiamente soggetti a contrarre l’influenza suina? (twice as susceptible to contracting the swine flu)

E… non certamente ultimo, mentre il numero di casi di influenza suina sta aumentando, la gravità della influenza sta diminuendo, con molti medici e operatori della salute che affermano che si sta dimostrando essere una versione MOLTO PIU’ LIEVE della influenza stagionale della media. Qual è dunque la logica di questa campagna di vaccino stagionale?

La scienza che si basa “sui fatti” …

Ovvero quella scienza che mostra sempre di più che quando si tratta di prevenire della malattie infettive, gli anticorpi da soli non possono equagliare l’immunità e non lo fanno.

Per esempio anni di ricerca scientifica (years of scientific research) raccolti dal ricercatore, Judy Wilyman, hanno dimostrato quando inefficiente sia in verità la vaccinazione contro la pertosse e perché è folle affermare che la vaccinazione contro la pertosse porterà a un declino di questa malattia.

Un altro esempio è la tesi di laurea (PhD thesis) di una ricercatrice dalla Tasmania, Arlette Mercae. La sua tesi è una profonda osservazione sul modo in cui le “presupposizioni” sulla immunità indotta dai vaccini abbiano portato ad una politica di vaccinazioni che non si basa sulla scienza, che ignora la ricerca che non sia d’accordo con la premessa accettata che i vaccini inducano immunità e che continuando a spingere sempre di più con i vaccini si faccia un danno immenso alla razza umana.

In un mondo dove detta legge la “scienza che si basa sulle evidenze”, l’industria dei vaccini è riuscita a trasformare l’evidenza scientifica a suo favore e ad indottrinare tutto il sistema sanitario e il pubblico generale facendogli credere in una bugia, basata su assunzioni piene di incrinature.

E’ tempo di svegliarsi dal sonno profondo collettivo indotto dalla pubblicità ed iniziare a rivedere con occhio più critico il folklore delle raccomandazioni sul vaccino.

E dobbiamo farlo in fretta perchè sebbene al momento il vaccino sia una “opzione, ci sono indicazioni preoccupanti che stia bollendo in pentola un mandato obbligatorio.

Come riportato dalla newsletter Living Wisdom, alcuni degli eventi recenti che indicano la possibilità di vaccinazioni obbligatorie sono:

1.
Lo stato del Massachusetts ha passato una legge per cui un cittadino che rifiuta la vaccinazione deve pagare una multa di $1,000 al giorno, oppure passare 30 giorni in galera. Questo se si rifiuta di fare la vaccinazione suina nel momento in cui tale vaccinazione venga dichiarata emergenza pubblica. (Tuttavia la legge è cambiata nel momento in cui hanno consentito una eccezione filosofica: ciò che essi devono fare è dire “che non la vogliono”)

2.
La Francia potrebbe introdurre la vaccinazione obbligatoria contro l’influenza suina, dopo il 28 di settembre. Centri di sicurezza per le vaccinazioni sono stati allestiti in ogni regione senza eccezione.

3.
La Grecia ha annunciato che sta considerano la possibilità di rendere obbligatoria la vaccinazione contro l’influenza suina

Le stranezze della Baxter

Interessante che, nonostante il fatto che le autorità sanitarie del mondo fossero “shockate” dalla emergenza di questo ceppo influenzale ibrido “mai visto prima”, la Baxter avesse brevettato un vaccino influenzale coprendo cosi questo ceppo infame nell’agosto 2008..

Il brevetto BAXTER: # US20090060950A1 include più di un antigeno “come l’influenza A e quella B e in particolare ha selezionato da uno o più dei sottotipi umani H1N1, H2N2, H3N2, H5N1, H7N7, H1N2, H9N2, H7N2, H7N3, H10N7, dei sottotipi della suina H1N1, H1N2, H3N1 e H3N2 , della influenza canina ed equina H7N7, H3N8 o dei sottotipi della aviaria H5N1, H7N2, H1N7, H7N3, H13N6, H5N9, H11N6, H3N8, H9N2, H5N2, H4N8, H10N7, H2N2, H8N4, H14N5, H6N5, H12N5”
(“la fattoria degli animali.. Orwellun grande veggente??, ndt)

Come ricorderete il primo caso di suina emerse dal Messico solo a metà marzo 2009 e il miscuglio di virus umani-aviari-suini fu considerato piuttosto anomalo e non di probabile accadimento secondo la mutazione naturale…

Tre mesi dopo, la giornalista investigativa austriaca Jane Burgermeister raccolse documenti che comprovano accuse criminali contro la Baxter AG e la Avir Green Hills Biotechnology of Austria per aver prodotto e immesso sul mercato un virus aviario “vivo” , affermando che fosse un atto deliberato per causare e trarre profitti da una pandemia.

Raccolse anche analoghe accuse di reato con la FBI contro la World Health Organization (WHO), le Nazioni Unite e molti funzionari governativi di massimo livello, imputando loro bioterrorismo e tentativo di commettere genocidio. Qui il suo personal blog.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 13 nov 2009, 12:09 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
VOYAGER 9/11/09 - AH1N1, PANDEMIA DA LABORATORIO - GLI INTERESSI DELLE CASE FARMACEUTICHE

[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/SUKUhxE8GkE&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/SUKUhxE8GkE&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube] [youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/f3MJpFzniSw&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/f3MJpFzniSw&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]

[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/cRfL1ikY5-8&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/cRfL1ikY5-8&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube] [youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/cZ7inHeA9W4&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/cZ7inHeA9W4&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 22 nov 2009, 13:18 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Influenza, Polonia contro il vaccino
Il ministro della Sanità Kopacz: «E' una truffa, chi lo distribuisce aiuta le case farmaceutiche»

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSez ... girata.asp
18/11/2009


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
Il governo polacco non si fida dei vaccini contro il virus H1N1, ufficializza al riguardo i proprio dubbi - «una ventina di punti poco chiari» - e accusa i colleghi che invitano alla vaccinazione di fare gli interessi delle case farmaceutiche. È stato il ministro della Sanità di Varsavia, la signora Eva Kopacz, a prendere posizione sul vaccino in distribuzione in molti Paesi europei: «per me non è abbastanza sicuro», dice, in un intervento davanti al Senato che sta facendo il giro del mondo sul web. Una vera e propria invettiva contro i tre vaccini disponibili, che - fa notare - vengono trattati tutti alla stessa stregua, malgrado siano basi su diverse sostanze attive, non hanno controindicazioni dichiarate e sono passati attraverso controlli decisamente brevi.

«Non esiste un solo effetto collaterale: hanno inventato il farmaco perfetto - eclama la Kopacz - e visto che il farmaco è così miracoloso, come mai le società che lo producono non vogliono introdurlo nel mercato libero e assumersene la completa responsabilità?». La responsabile della Sanità avanza dubbi sia sull’efficacia che sulle eventuali controindicazioni. E si chiede come mai la nuova influenza sia stata ’promossà a pandemia, quando «un milione di persone muoiono ogni anno, sempre per l'influenza stagionale, su scala mondiale».

Insomma, più dubbi che certezze, secondo il ministro polacco. «A quelli che mi spingono a comprare il vaccino voglio chiedere: come mai non avete gridato e sbraitato l'anno scorso, due anni fa e nel 2003? Nel 2003 abbiamo avuto 1 milione e 200mila polacchi con l'influenza stagionale». Quindi per ora il governo di Varsavia non intende sposare la strategia del vaccino con il virus H1N1. «Lo Stato polacco è molto saggio, i polacchi sanno distinguere la verità dalle balle con molta precisione. Sono anche in grado di distinguere una situazione oggettiva da una truffa», conclude Kopacz.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 30 nov 2009, 3:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 23 mar 2009, 18:31
Messaggi: 256
Località: Torino
Vorrei proporvi un libro sull'argomento :

http://www.macrolibrarsi.it/speciali/vaccinazione-suina-a-h1n1-campagna-di-informazione-nazionale.php?pn=82

(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))

lo ha letto mia madre e mi ha raccontato cose interessanti.
Del tipo che hanno cambiato la definizione di pandemia: infatti prima definiva una malattia molto contagiosa e mortale; ma visto che questa attuale è contagiossima ma non mortale, non potevano chiamarla pandemia ....quindi hanno risolto dando questa semplice definizione : malattia molto contagiosa.

Perché cambiare una definizione?
ma perchè solo con una pandemia l'ente sanitario mondiale ( non ricordo il nome) può richiedere il controllo delle forze militari di tutti i paesi che hanno sottoscritto la cosa ( tipo il 90 %).

e sapevate anche che il vaccino per l'antitetanica che detterò in sud Africa aveva anche un agente che non permetteva di rimanere incinte le donne? in pratica una sterilizzazione nascosta...

...scandaloso -.-

poi va be, dice molte altre cose :) se siete dei lettori vogliosi di leggere...

ciu!

_________________
Cacciatrice di sogni


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 30 nov 2009, 13:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 591
Località: Torino
Citazione (jennychan)
ciu!
Salute! (A proposito di influenza :P) XD

_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 30 nov 2009, 20:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 23 mar 2009, 18:31
Messaggi: 256
Località: Torino
XD se, a proposito forse me la sto facendo , una delle due.. bu....
ma siam sicuri che ce ne siano veramente due in giro?

_________________
Cacciatrice di sogni


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 1 dic 2009, 0:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 27 gen 2009, 15:50
Messaggi: 140
Località: Barcellona
Come al solito giocano con le paure della gente e cercano di farne un business.. perche' questo e'.. come gia' sappiamo, il 60 per cento dei medici sconsiglia questo vaccino.. vedete com'e' l'ignoranza della gente, anche se i medici dicono che NON e' assolutamente consigliabile fare il vaccino, sento ancora dire da certe persone: ''Eh ma in televisione ho sentito che e' una cosa grave, quindi mi faccio il vaccino, non si sa mai''.... vabbe. meno male che almeno noi ci salviamo..

_________________
"Si è coscienti essendo coscienti, non provando ad essere coscienti"...

"Non preoccuparti della critica. Se non è vera, ignorala; se è ingiusta, evita di irritarti; se è ignorante, sorridi; se è giustificata, impara da essa".
(Tao Te Ching: Saggezza)


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010