Oggi è lun 1 giu 2020, 0:34

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: mer 2 dic 2009, 14:25 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Influenza A: la grande truffa suina
[youtube]<object width="560" height="340"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/nWaYtgJVHwc&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/nWaYtgJVHwc&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="560" height="340"></embed></object>[/youtube]
L'influenza suina è stata lo spunto per lanciare un vero e proprio terrorismo mediatico , finalizzato a vendere una mole spropositata di vaccini, complice una modifica capziosa dei requisiti per la proclamazione di una pandemia.
Il ministro polacco della salute, Ewa Kopacz, si è recata il 5 settembre 2009 in parlamento e ha stigmatizzato gli accordi dei governi ricchi con le case farmaceutiche, arrivando a definire l'influenza suina una vera e propria truffa.
Sarebbe stato doveroso per ogni stato democratico fare un'informazione obiettiva, non demagogica e populista, sui reali pericoli di un'influenza che è molto meno pericolosa della normale influenza stagionale. Invece, come per il Trattato di Lisbona, nel nostro paese Sacconi ha proceduto ad acquistare ingenti moli di vaccini che trovano scarsa propensione all'utilizzo perfino da parte degli operatori sanitari, medici ed infermieri.
Facciamo qualche riflessione insieme e ascoltiamo l'intervento del ministro Ewa Kopacz in Polonia.




Marcello Pamio - intervento ministro della salute polacco Ewa Kopacz contro il vaccino virus A H1N1
[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/yKx_R6-UePY&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/yKx_R6-UePY&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]
Marcello Pamio (www.disinformazione.it) dai microfoni di radio gamma 5 legge l'intervento del ministro della salute Polacco che si scaglia contro la scelta di vaccinare le persone contro l'H1N1



Il ministro della salute polacco contro la vaccinazione H1N1 sub ita
[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/bohLwfOHoD8&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/bohLwfOHoD8&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]
Il Ministro della Sanità polacco, la signora Ewa Kopacz, dà parere negativo nel discorso al Parlamento polacco sui seri problemi con la sicurezza dei vaccini contro l'influenza suina.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 4 gen 2010, 16:38 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Influenza A, Polonia e Finlandia contro il vaccino, la ministra Kopacz: "È una truffa"
http://notizie.tiscali.it/articoli/cron ... ccino.html
18 novembre 2009


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
In Europa crescono i dubbi sull’efficacia e sugli effetti collaterali del vaccino contro l’influenza A. Dopo i 7 decessi registrati in Germania successivamente all’inoculazione del siero, Polonia e Finlandia hanno reso noto che reputano il vaccino insicuro e uno dei motivi sta nel fatto che le multinazionali del farmaco pretendano che siano i governi ad accollarsi tutte le responsabilità del contratto d'acquisto.Helsinki e Varsavia in controtendenza - La Finlandia si è rifiutata di assumersi oneri e rischi. Chi vuole il vaccino lo acquisterà a sue spese in farmacia e in questo caso lo Stato non pagherà per i danni al posto dei produttori. Il primo ministro polacco Donald Tusk ha motivato il rifiuto del governo di Varsavia precisando che "le società farmaceutiche che vendono i vaccini contro l'influenza H1N1 non vogliono assumersi la responsabilità dei loro effetti collaterali. Non lanciano autonomamente sul mercato questi vaccini per evitare ogni responsabilità giuridica. Esse ci impongono delle clausole che non sono conformi alla legislazione polacca poiché fanno ricadere tutta la responsabilità sul governo del paese: gli effetti secondari e le indennità eventuali".

Le accuse polacche - Rincara la dose la ministra della Sanità polacca, Ewa Kopacz, che attacca duramente i produttori: "Almeno 20 punti sono poco chiari nelle intese firmate dai paesi ricchi". E poi: "Dobbiamo fare l'interesse dei cittadini o delle case farmaceutiche?". E ancora: "Tre tipi diversi di vaccino e nemmeno una controindicazione. Ecco perché non lo adottiamo".Dubbi anche sulle amministrazioni occidentali - La Polonia rimprovera anche ai Paesi più ricchi le modalità della gestione dell’allarme influenza A. Durante un intervento in parlamento (pubblicato integralmente sul Web dove sta facendo il giro del mondo ed è tradotto in varie lingue) la ministra della Sanità, ha messo in discussione gli accordi con le case farmaceutiche: "Siamo in grado di distinguere una situazione oggettiva da una truffa", ha precisato. Qual è, si chiede Kopacz, "il dovere di un ministero della Sanità? Concludere accordi che facciano l'interesse dei cittadini oppure siglare accordi che facciano l'interesse delle case farmaceutiche?".Scarsa informazione delle case farmaceutiche - Kopacz scende anche nello specifico: "So che ci sono tre vaccini disponibili oggi sul mercato, realizzati da tre produttori diversi. Ognuno di loro ha una differente quantità di sostanze attive, non è strano che siano trattati tutti alla stessa stregua? Non è dunque ragionevole che il Ministero della Salute e i suoi esperti nutrano alcuni dubbi in proposito? E' possibile che uno di questi, magari quello con una quantità inferiore di sostanze attive, sia solo acqua fresca, alla quale attribuiamo il potere di curare l'influenza?".Effetti avversi sconosciuti - Il ministro si pronuncia anche sulle controindicazioni. "Ci sono siti web nei quali i produttori di vaccini sono obbligati a pubblicare gli effetti collaterali della vaccinazione. Le vaccinazioni in Europa sono iniziate il primo di ottobre 2009. Vi invito a visitare uno qualsiasi di questi siti web e a trovare un qualsiasi effetto collaterale indesiderato. Cercate la conseguenza più trascurabile, trovatene anche solo una, come una piccola reazione allergica sulla pelle. Può succedere anche utilizzando il farmaco più sicuro al mondo. Non esiste un solo effetto collaterale: hanno inventato il farmaco perfetto! E, visto che il farmaco è così miracoloso, come mai le società che lo producono non vogliono introdurlo nel mercato libero e assumersene la completa responsabilità?".



Influenza Suina: l'America vuole uccidere metà del pianeta con quel vaccino
http://italian.irib.ir/index.php/notizi ... ccino.html
Giovedì 10 Dicembre 2009


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))

HELSINKI – L’ex Ministro della Sanità finlandese ha dichiarato che il vaccino dell’influenza suina è un inganno letale e che gli Stati Uniti starebbero cercando di eliminare gran parte della popolazione del mondo tramite la diffusione del vaccino.

Secondo l’agenzia FARS, Kilde intervistato dal quotidiano turco “Melli Gazette” ha spiegato che le garanzie date dagli Usa sul vaccino non sono sufficienti e che gli Stati Uniti avrebbero fin da ora dichiarato di non assumersi responsabilità sui probabili effetti collaterali del vaccino. Secondo l’ex Ministro della Sanità finlandese, l’effetto collaterale di quel vaccino è la morte e gli Stati Uniti avrebbero pensato di eliminare tramite questo gran parte della popolazione mondiale senza problemi e ottenendo al contempo un elevato guadagno. Kilde ha spiegato che il governo finlandese non ha accettato l’uso del vaccino nel suo paese.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: ven 12 feb 2010, 20:02 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
L'ALLARME
Influenza A: 7 morti in Germania dopo il vaccino. Ma le autorità rassicurano
«Pazienti già gravi e per questo a rischio per l'influenza». Rezza: «Si tratta di coincidenze: no preuccupazioni»

http://www.corriere.it/cronache/09_nove ... aabc.shtml
17 novembre 2009


BERLINO - Cresce la paura in Germania. Sette persone sono morte, nelle ultime tre settimane, dopo la vaccinazione contro l'influenza A con il siero pandemico Pandemrix (Gsk). Tra le vittime anche un neonato, si legge sul tabloid tedesco Bild che dá ampio spazio alla notizia. Il piccolo, 21 mesi appena, soffriva di una grave cardiopatia congenita. Il giorno dopo la vaccinazione è stato colpito da infarto polmonare ed è morto, nonostante la respirazione artificiale.

RELAZIONE NON PROVATA - Mentre la preoccupazione monta, Susanne Stoecker, portavoce del Paul Ehrlich Institute (l'istituto federale che si occupa soprattutto di prodotti medicinali biologici, come i vaccini), cerca di rassicurare: «Se succede qualcosa dopo la vaccinazione - afferma su Bild - non significa che questa ne sia necessariamente la causa. Soprattutto i pazienti gravemente malati e dunque a rischio se colpiti da influenza A, ai quali - sottolinea - si raccomanda il vaccino, è possibile che muoiano per la loro preesistente malattia. Il vaccino può non aver nulla a che fare» con il decesso. Le altre vittime conteggiate dal tabloid sono una donna (65 anni) della Turingia, gIà malata e che ha subito un attacco di cuore dopo la vaccinazione; un dipendente Bayer (46 anni), trovato morto in bagno un giorno dopo la vaccinazione: secondo l'autopsia si è trattato di morte cardiaca improvvisa. E ancora, un uomo di 55 anni, sempre della Turingia, deceduto a casa per attacco cardiaco sei ore dopo essere stato immunizzato; una donna di 92 anni e un 65enne diabetico e infine un uomo di 66 anni, che soffriva di una malattia respiratoria, vaccinato venerdì e trovato morto ieri nel suo appartamento, ancora una volta in Turingia. Per la Stoecker, in ogni caso, «al momento attuale i benefici della vaccinazione sono superiori ai rischi». E il ministro della Salute della Turingia, Heike Taubert (Spd), ha rinnovato ieri il suo appello ai tedeschi affinchè si vaccinino contro l'influenza A.

REZZA: «NESSUN ALLARME» - «Non c'è da preoccuparsi per la sicurezza del vaccino contro il virus A/H1N1 dopo la morte di alcune persone, avvenuta in Germania, dopo la somministrazione del siero anti-pandemico. Lo ribadisce Giovanni Rezza, direttore del dipartimento del malattie infettive dell'Istituto superiore di Sanità: si tratta con ogni probabilità «solo di una coincidenza temporale, senza alcun nesso causa effetto col vaccino». Casi, che, quindi, «non destano preoccupazione». Bisogna distinguere, spiega Rezza a margine della conferenza stampa di presentazione del XXIII Congresso Anlaids: «tra gli eventi avversi ai vaccini, come ai farmaci, ci sono quelli che sono direttamente correlati e quelli che non lo sono». Tra i primi, per i vaccini «i più comuni sono banali: dolore localizzato, gonfiore, febbricole. Raramente ci sono effetti maggiori»: in Italia, prosegue Rezza, «su oltre 150 mila persone vaccinate contro la pandemia, ci sono stati due casi di una certa gravità, due collassi per choc anafilattico, risolti grazie all'intervento del medico». Alcuni eventi avversi, invece, «sono associati solo temporalmente al vaccino, cioè si verificherebbero anche in sua assenza. Per i due decessi in Germania si tratta probabilmente di questo», sottolinea l'infettivologo: «una coincidenza temporale, senza nessun nesso causale con la vaccinazione». Ragion per cui «questi casi non destano preoccupazione».



VIRUS H1N1
Influenza A, medico ricoverato dopo essersi vaccinato
Colpito da encefalite ora è a casa e sta bene

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cr ... 6185.shtml
23 novembre 2009


ROMA - Un medico di 64 anni è stato ricoverato al policlinico Umberto I di Roma, poco più di una settimana dopo essersi sottoposto alla vaccinazione contro l'influenza A. La diagnosi effettuata al Pronto soccorso della struttura capitolina è stata di encefalite virale. L'uomo, C.V., dopo cinque giorni di degenza nel reparto di Malattie infettive e le terapie somministrate dal personale medico dell'Umberto I, ora sta bene ed è rientrato a casa.

LA MOGLIE - La moglie ha raccontato che all'inzio si è trattato solo di una leggera febbre. «All'inizio mio marito avvertiva solo malessere e febbricola poi ha iniziato a parlare e a camminare male. Successivamente ha manifestato una preoccupante iperattività, che mi ha spinta a portarlo in ospedale. Al Pronto soccorso hanno effettuato molti esami, inclusa la Tac e la risonanza magnetica, per escludere che si trattasse di un'ictus. Alla fine, è arrivata la diagnosi di encefalite e mio marito è stato sottoposto a terapie antivirali, antibiotiche e cortisoniche, che sta proseguendo anche a casa».

VENTIDUE CASI -Ventidue casi di pazienti ricoverati per infezione AH1N1 accertata di cui 11 pediatrici e 11 adulti. Nove casi in attesa di accertamento di cui 6 pazienti pediatrici e 3 adulti. Sono questi i dati sulla situazione influenza A, aggiornati a lunedì, diffusi dal policlinico Umberto I.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 24 feb 2010, 16:40 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Ecco quanto ci è costato il flop del vaccino
Virus A, 23 milioni di dosi inutilizzate e in scadenza
Ma il contratto con Novartis non tutela lo Stato

http://www.repubblica.it/cronaca/2010/0 ... a-1966773/
di ELENA DUSI, 16 gennaio 2010


(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
La pandemia fugge. I costi dei vaccini restano. Ventiquattro milioni di dosi acquistate dall'Italia contro il virus H1N1 al prezzo di 184 milioni di euro, 10 milioni di dosi ritirate dalle fabbriche e distribuite alle Asl, 865mila effettivamente inoculate. La stragrande maggioranza delle confezioni resta stoccata nelle farmacie delle Asl, nei centri vaccinali dei distretti o negli studi dei medici di famiglia. Un viaggio tra le aziende sanitarie italiane parla di frigoriferi pieni (i vaccini vanno conservati a 4 gradi pena la loro degradazione) e di scetticismo fra i cittadini al centro della campagna di immunizzazione. Oltre 20milioni di persone rientrano tra la "popolazione eleggibile" da vaccinare secondo il ministero, ma solo 827mila hanno porto il braccio alla siringa, con una proporzione del 3,99%. E se l'Italia ha già deciso di donare il 10% delle proprie dosi (2,4 milioni) all'Oms perché le distribuisca ai paesi poveri, la gran parte delle boccette sembra avviata alla scadenza, prevista 12 mesi dopo la data di produzione e quindi a scaglioni tra settembre e dicembre 2010. A quel punto, non resterà altro da fare che buttarle.

Ma per la Novartis che ha stipulato il contratto con il Ministero della Salute l'incasso sarà pieno lo stesso. I 184 milioni pattuiti nel contratto del 21 agosto 2009 (quando la pandemia colpiva soprattutto le Americhe e non aveva ancora raggiunto l'Italia) saranno versati in toto anche se i vaccini consegnati sono meno della metà di quelli concordati. Nel contratto infatti non esiste una clausola di riduzione a favore del ministero. E se ieri il Codacons ha annunciato una class action a nome dei 60 milioni di utenti del sistema sanitario italiano, anche la Corte dei Conti ha avviato una procedura di controllo sul "decreto direttoriale del 27 agosto 2009 concernente l'approvazione del contratto di fornitura di dosi di vaccini antinfluenzale A(H1N1) stipulato tra il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali e la Novartis Vaccines and Diagnostics s. r. l.".

Il Codacons chiede la risoluzione del contratto con l'industria farmaceutica ("Uno spreco immane vista la scarsa adesione alla vaccinazione") e il rimborso ai cittadini dei 184 milioni di euro spesi. In caso di vittoria, a ognuno dei 60 milioni di utenti del sistema sanitario andrebbero 3 euro. "Oltre - prosegue il Codacons - a 50 euro di risarcimento simbolico per ogni iscritto". La Corte dei Conti entra nel dettaglio delle clausole del contratto con Novartis. E si chiede perché "l'articolo 3.1 (ribadito dall'articolo 5.3) prevede la possibilità del mancato rispetto delle date di consegna del Prodotto, senza l'applicazione di alcuna penalità". O perché "l'articolo 9.3 prevede il pagamento alla Novartis di euro 24.080.000 (al netto di Iva) ai fini della partecipazione ai costi in caso di non ottenimento dell'autorizzazione all'immissione in commercio del Prodotto". Per fortuna il vaccino ha superato i test dell'Emea, l'ente europeo incaricato dei controlli di sicurezza. Ma se qualcosa fosse andato storto, il ministero avrebbe comunque dovuto pagare 24 milioni per un farmaco inutilizzabile.

La contestazione dei giudici di viale Mazzini riguarda poi la segretezza del contratto: "L'articolo 10.2 considera Informazioni Riservate anche l'esistenza del contratto e le disposizioni in esso contenute, clausola - in considerazione dell'evidenza pubblica della procedura - impossibile da rispettare". E infine, ipotesi che per fortuna non si è verificata ma che avrebbe potuto comportare un salasso per lo Stato, il contratto prevede che gli eventuali effetti collaterali del vaccino sui pazienti siano a carico del ministero e non come di solito avviene dell'azienda farmaceutica. "L'articolo 4.5 - contesta la Corte - prevede rimborsi al Ministero per danni causati a terzi, limitatamente a causa di difetti di fabbricazione, mentre ai senso dell'articolo 4.6 il Ministero dovrà risarcire Novartis per danni causati a terzi in tutti gli altri casi".

Clausole così squilibrate sono state dettate dalla fretta. Ma sul perché di una spesa tanto elevata a fronte di una campagna di vaccinazione mai decollata, il ministero interrogato ieri si trincerava ancora dietro al no comment. Dalle università alcuni virologi provano a spiegarci cosa è successo, e il perché di tanta sproporzione. "Ora sappiamo che H1N1 è un virus blando. Ma all'inizio della pandemia avevamo ancora fresco il ricordo dell'aviaria, che ha una mortalità intorno al 50%" spiega Giovanni Di Perri, direttore di malattie infettive all'Amedeo Savoia di Torino. "L'influenza mette sempre in difficoltà chi deve fare previsioni. I modelli possono saltare, i virus ci sorprendono spesso" fa notare Pietro Crovari, professore emerito di igiene e medicina preventiva all'università di Genova. E Guido Antonelli, virologo della Sapienza a Roma, non esclude che l'anno prossimo il virus H1N1 venga incluso nella normale vaccinazione stagionale: "All'inizio di ogni anno l'Oms decide contro quali virus influenzali il vaccino stagionale debba essere rivolto. Può darsi che il prossimo inverno ci ritroveremo H1N1 fra i tre ceppi del normale vaccino stagionale".

Anche se la campagna vaccinale di quest'inverno non è ancora finita e il ministero della Salute mette in guardia contro una possibile seconda ondata pandemica, i dati sulla copertura dei vaccini sono davvero bassi. Il personale sanitario cui era stata consigliata l'immunizzazione comprende poco più di un milione di persone: neanche 70mila si sono vaccinati (il 15,1%). Agenti di pubblica sicurezza e operatori dei servizi essenziali non arrivano al 6% (6mila su 723mila). Tra i donatori di sangue addirittura il dato si ferma allo 0,83%. Nelle ultime settimane alcune Asl hanno esteso la campagna di vaccinazione anche agli over 65 con patologie croniche. Ma neanche loro sembrano troppo convinti, e la partecipazione resta ferma all'1,5 per cento. Più che vaccinazioni, ormai, sembrano saldi di fine stagione.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 6 mar 2010, 10:18 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
INFLUENZA A: CONTRATTO SEGRETO TRA NOVARTIS E ITALIA

[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/2sb_8yseZv4&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/2sb_8yseZv4&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]

L'assenza di penali, l'acquisizione da parte del ministero della Salute dei rischi e il risarcimento a Novartis per eventuali perdite. Ecco i punti salienti del contratto "segreto" siglato lo scorso agosto tra il dicastero italiano e la multinazionale svizzera per la vendita di 24 milioni di dosi di vaccino contro l'influenza A e pubblicato sul sito internet della rivista Altreconomia. La scrittura risale al 21 agosto 2009 ed è firmata dal direttore generale del ministero, Fabrizio Oleari, e dall'amministratore delegato di Novartis Vaccines, Francesco Gulli. Nel testo, si regolamenta l'acquisto diretto di 24 milioni di dosi di vaccino. Costo: 184 milioni di euro, iva inclusa. La Corte dei Conti aveva lamentato il fatto che la scrittura privata tra il ministero della Salute e la multinazionale farmaceutica Novartis fosse di fatto coperta da segreto. Non solo, sempre la Corte dei Conti aveva parlato di condizioni troppo favorevoli a Novartis. "Oggi - scrive Altreconomia- possiamo leggere il contenuto di questo contratto, pur se con non pochi omissis".

I punti salienti, evidenziati da Altreconomia, sono parecchi. Nell'articolo 1 si affrontano subito questioni economiche: Novartis si impegna a rispettare il contratto, ma solo fino a quando ciò sia "ragionevole". "Se ci riesce bene - denuncia Altreconomia- altrimenti lo Stato paga ugualmente". All'articolo 3 infatti si ribadisce che "qualora il ministero si trovi nell'impossibilità a ritirare il prodotto Novartis potrà rivenderlo ad altri clienti o fatturare al ministero quanto non ritirato, con la possibilità di rivenderlo comunque dopo 90 giorni", scrive Ae. Inoltre, all'artiolo 9.3, nel caso in cui il vaccino non sia consegnato (per mancato ottenimento dell'autorizzazione all'immissione al commercio e/o di prove cliniche positive) il ministero riconosce forfettariamente a Novartis a titolo di partecipazione ai costi la cifra (al netto dell'Iva) di 24 milioni di euro. Poi ci si occupa delle responsabilità. Agli articoli 4.2, 4.3 e 4.5 si precisa che "la responsabilità di Novartis è limitata al difetto di fabbricazione: escluso il danno di altro tipo derivante dalla semplice assunzione del vaccino". Al punto successivo (articolo 4.6) il ministero si impegna a indennizzare Novartis in conseguenza di danni provocati dal vaccino, "salvo ove tali danni siano provocati da un difetto di fabbricazione".

Inoltre, denuncia Altrecnomia, le cause di "forza maggiore" che limitano le responsabilità di Novartis vengono estese a situazioni che dovrebbero invece essere garantite da Novartis, come "epidemie e pandemie", "atti di qualsiasi autorità pubblica", "atti di enti sopranazionali (ivi compreso l'Oms"). Infine (articolo 10) "le parti si impegnano a mantenere "assoluto riserbo" sulle informazioni riservate.

INTERROGAZION PARLAMENTARE - E intanto è rivolta politica. I deputati senesi del Pd Franco Ceccuzzi e Susanna Cenni hanno annunciato un'interrogazione ai ministri della Salute e delle Attività produttive sulla situazione dello stabilimento di Siena della multinazionale - che ha avviato la procedura di mobilità per 24 addetti commerciali - e sul contratto stipulato con il governo per la produzione del vaccino antipandemico. I deputati Pd chiedono al governo «chiarezza sul contratto con Novartis» e presenteranno un'interrogazione per «capire - si precisa in una nota - quali misure intenda prendere il governo per salvaguardare i posti di lavoro dell'azienda, che ha aperto una procedura di mobilità per ventiquattro lavoratori dell'area commerciale, e per fare piena luce sul contratto stipulato fra il governo e l'azienda farmaceutica svizzera sulla produzione del vaccino contro il virus H1N1».

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 10 mag 2010, 12:19 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Creato in un laboratorio americano il virus dell'influenza killer
http://notizie.tiscali.it/articoli/scie ... iller.html
23 febbraio 2010



(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))



La paura di una pandemia influenzale non sembra aver contagiato Yoshihiro Kawaoka, virologo della University of Wisconsin-Madison (Usa). L’esperto, incurante delle possibili conseguenze della sua ricerca, ha creato in provetta una versione “cattivissima” dell’influenza aviaria. La nuova variante del virus, stando a quanto spiegato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, risulta avere una eccezionale capacità di trasmissione e per questo ha tutte le carte in regole per divenire pandemico.Non basta a rassicurare il mondo - Kawaoka ha precisato che i suoi virus resteranno confinati all’interno del laboratorio, ma questo non sembra sufficiente a far dormire serenamente il mondo. Il pericolosissimo virus, nato dal riassortimento genetico del normale virus dell’influenza stagionale (H3N2) con il più temibile virus dell'aviaria (H5N1), è stato creato con l’intento di dimostrare che lo scambio di geni tra un normale e poco pericoloso virus dell'influenza e il virus dell'aviaria può veramente produrre un”influenza killer”.Lo studio suona pertanto come un avvertimento: l'influenza suina (H1N1) ci ha fatto dimenticare l'aviaria, ma invece una pandemia potrebbe arrivare proprio dall'aviaria, se H5N1 imparasse a trasmettersi bene agli uomini. Il virus dell'aviaria H5N1 si è diffuso nel mondo attraverso stormi di uccelli. Non è sfociato in una pandemia perché H5N1 non è abbastanza agile nel contagiare gli esseri umani quindi la sua efficienza di trasmissione è bassa. Da sempre i virologi hanno sostenuto la tesi secondo cui un virus come l’H5N1 può ricombinarsi con un normale ceppo virale dell'influenza stagionale e formare così un ibrido altamente patogeno e contagioso in grado di diffondersi rapidamente in tutto il mondo, tesi ora confermata da Kawaoka.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 13 mag 2010, 11:29 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Virus A. il regalo dell'italia alla Novartis. sconcertante!

[youtube]<object width="480" height="385"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/EHjiLj73oMo&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/EHjiLj73oMo&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="480" height="385"></embed></object>[/youtube]

23 milioni di vaccini acquistati. solo 860,000 dosi usate. 184 milioni di euro a una della multinazionali più spudorate nel campo dei produttori medicinali con un contratto che ha dell'incredibile. le spiegazioni del presidente di "altroconsumo" paolo martinello.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 23 giu 2010, 15:55 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Nonostante il vaccino la Novartis si dà malata

[youtube]<object width="480" height="385"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/Vq_jRUX0-ck&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/Vq_jRUX0-ck&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="480" height="385"></embed></object>[/youtube]

Nonostante una maxi-commessa da 184 milioni di euro per la fornitura dei vaccini contro l'influenza H1N1 che ora riempiono i magazzini delle Asl italiane, l'azienda farmaceutica svizzera annuncia licenziamenti nello stabilimento di Siena

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: sab 26 giu 2010, 21:13 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
nfluenza A, il contratto segreto tra Ministero della Salute e Novartis
[youtube]<object width="480" height="385"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/ylLpuEwj3Fo&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/ylLpuEwj3Fo&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="480" height="385"></embed></object>[/youtube]
Il servizio di SKY TG 24 che rilancia la notizia della pubblicazione sul nostro sito del contratto tra MInistero della Salute e Novartis

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010