Oggi è sab 30 mag 2020, 9:32

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 61 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: dom 7 mar 2010, 19:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 20:46
Messaggi: 634
Località: Nocera Inferiore (SA)
Edo questo l'ho pensato pur'io, ma non ho spazio dove mettere tutti gli attrezzi. Penso che entro pochi giorni ordinerò questa barra per le trazioni da installare sul muro del balcone.
Avevo pensato poi a questa panca per gli addominali, e a questo punto non ho più spazio per altri attrezzi XD


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 7 mar 2010, 20:57 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Quella barra la vedo molto esile, infatti non specifica un peso massimo che può reggere: temo sia una barra da usare senza sovraccarichi. Oltretutto va fissata bene con viti e tasselli giusti, e possibilmente su una superficie che regga, non friabile.

La panca sembra buona, è regolabile, seppur ci si possano fare ben poche cose. In ogni caso, regge fino a 130 Kg, e direi che per quanto costa è un vero affare.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 7 mar 2010, 23:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 20:46
Messaggi: 634
Località: Nocera Inferiore (SA)
Quella e questa sono le uniche due che ho trovato in rete da fissare al muro

Ora ho trovato quest'altra, nella descrizione c'è un peso massimo di 100kg, ma non so quanto sia vero per 55€


Ultima modifica di Daniele il dom 7 mar 2010, 23:15, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 7 mar 2010, 23:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Sì esatto...alcune sbarre sono proprio fatte così,l'unica magari è valutare 1)il tuo peso 2)dove forare il muro...per il resto c'è un sito che è il migliore in assoluto in circolazione sulle trazioni...prossimamente lo metterò perchè dice molte cose sugli esercizi di base e sui consigli...non a caso il sito è di un powerlifter(sollevatore di potenza)abbastanza famoso nel settore italiano.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: dom 7 mar 2010, 23:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 20:46
Messaggi: 634
Località: Nocera Inferiore (SA)
Ne ho aggiunta pure un'altra alla mia penultima risposta. La vorrei fissare fuori al balcone sul lato di una trave che parte dal muro del balcone e arriva fino ad un'altra trave sopra il muretto. Penso sia un appoggio solido, non è l'unica: ce ne sono altre (penso 4 in tutto).
Per il peso non penso ci siano problemi, per ora sono solo 51kg asd

Linkami un attimo questo sito così da poter cercare qualche consiglio sull'acquisto


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 10 mar 2010, 16:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 16:38
Messaggi: 305
Località: pianeta terra
serve anche a me una barra per le trazioni, ma non posso bucare il muro, ho sentito che ci sono quelle a pressione (premono contro gli stipiti delle porte) ma reggono????

_________________
The power is nothing without control.
*********


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 10 mar 2010, 17:37 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
L'unico modo per farle reggere è espanderle molto (si regolano), ma così si sfasciano gli stipiti.
A qualcuno questa barra si è anche staccata durante gli esercizi... forse l'ideale è metterla fra gli stipiti dopo averli bucati, ovvero in modo che prema contro il cemento o i mattoni, la struttura portante: lì si può allargare la barra quanto si vuole, di modo che si fissi al massimo senza staccarsi e senza rovinare nulla.
Ma io non la uso lo stesso, perché quel tipo di pressione laterale non regge un peso elevato, ovvero serve solo a corpo libero, ed è anche scomoda perché la testa non è propriamente libera.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 10 mar 2010, 20:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 20:46
Messaggi: 634
Località: Nocera Inferiore (SA)
Quindi che faccio? Quale prendo delle due? In una c'è specificato il peso massimo, 100 kg, ma l'altra costa di più e penso sia più resistente [munch.gif]


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 10 mar 2010, 21:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:23
Messaggi: 591
Località: Torino
Citazione (Angy)
serve anche a me una barra per le trazioni, ma non posso bucare il muro, ho sentito che ci sono quelle a pressione (premono contro gli stipiti delle porte) ma reggono????
Citazione (Luciano)
A qualcuno questa barra si è anche staccata durante gli esercizi...
[1fisch.gif]
Sì, ieri, e mi sono anche fatto un po' male XD (sono caduto di ginocchia ancora con la sbarra in mano XD)
Citazione (Luciano)
ma così si sfasciano gli stipiti.
Vero, dove l'hanno montata i vicini di casa la porta è ormai inutilizzabile (non si può più chiudere e gli stipiti sono completamente allargati).

... Posso consigliare il ramo di un albero? ;D

_________________
È difficile vedere un gatto nero in una stanza buia, specialmente quando il gatto non c'è.
(Proverbio cinese)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 15 mar 2010, 15:22 
Non connesso

Iscritto il: gio 11 dic 2008, 17:38
Messaggi: 93
Da qualche mese ho ripreso a fare pesi anch'io. Sebbene fossi inizialmente contrario a tali esercizi, come ricorderete dai miei post precedenti, nel mio caso era davvero inevitabile.

Ho fatto una dieta dimagrante con cui ho perso la bellezza di 20kg, passando da 83 a 63 (sono alto 1.75)
Purtroppo però ho commesso un po' di errori... dieta troppo rigida, corse troppo lunghe, poca carne... e mi sono mangiato un po' di muscoli purtroppo, oltre al grasso.

Inoltre, devo mettere un po' di massa per tendere la pelle, che ovviamente dopo aver perso un quarto del mio peso corporeo è troppo rilassata.

Nel complesso è divertente, e usando i dovuti accorgimenti si riesce anche a metter muscoli senza sembrare pompati. Alla fine ho pensato che chi arriva ad avere una muscolatura antiestetica probabilmente è pieno zeppo di creatina e glutammina e allena alcuni muscoli più di altri.

Inizialmente facevo un allenamento molto ripetitivo... facevo sempre 3 serie da 8 ripetizioni. Adesso invece mi trovo molto meglio con un allenamento variabile. Alcuni giorni spingo al massimo, cercando di sollevare carichi a cui non sono abituato, magari per sole 4 ripetizioni, altri giorni faccio un lavoro di resistenza e altri giorni ancora una via di mezzo. Penso sia una buona cosa, perchè quando si fanno gli esercizi sempre alla stessa maniera il corpo tende ad abituarsi e i progressi son lenti.

Con un allenamento ben fatto i risultati non tardano ad arrivare. Attualmente faccio 60kg (+6kg bilanciere) di panca piana e mi riesce anche di fare flessioni su una mano.

Infine mi aiuto con un utilizzo abbastanza moderato di integratori. Sostanzialmente aminoacidi ramificati pre e post-allenamento, e multicentrum. In periodi di definizione uso la carnitina che dà una marcia in più nel bruciare i grassi.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 17 mar 2010, 1:15 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
E' invece l'allenamento regolare che garantisce risultati: se ci si annoia è perché si è scarsamente motivati o l'allenamento è progettato male. Il corpo fisico, contrariamente alla Mente, ha bisogno di regolarità, specialmente nella costruzione dei muscoli: 3 serie da 8 ripetizioni è un buon metodo, io ad esempio ne faccio 3x10. E' importante la regolarità delle pause, dei tempi di fase negativa e positiva, e dei giorni di recupero. Recuperi troppo brevi causano sovrallenamento, recuperi troppo lunghi causano rallentamenti nel progresso muscolare; pause troppo corte non danno il tempo ai muscoli di recuperare abbastanza per le serie successive, pause troppo lunghe fanno perdere il riscaldamento e il movimento di sangue aumentando la possibilità di infortunio; carichi incrementati troppo lentamente non spingono i muscoli a crescere in massa e forza, carichi incrementati troppo velocemente diminuiscono la tecnica e aumentano la possibilità d'infortunio. La tecnica d'esecuzione corretta dovrebbe avere sempre la precedenza, specialmente sul carico alzato; e gli esercizi andrebbero scelti accuratamente nelle varie giornate a seconda dei muscoli allenati.

Per arrivare ad avere una muscolatura "antiestetica" bisogna averne veramente tanta, cosa che ci raggiunge dopo anni e con l'uso di ben altro rispetto alla creatina (che non fa crescere niente ma diminuisce solo la percezione della fatica) e la glutammina (che è un amminoacido, quindi una proteina). Anabolizzanti, farmaci, ormoni, droghe: sono questi che fanno crescere la massa muscolare in modo sproporzionato, causando gravi effetti collaterali, gonfiando i muscoli invece che rinforzandoli, e lasciando in pessimo stato chi li usa e poi abbandona l'attività di body building.

Gli amminoacidi costano un botto, per essere utili vanno presi in considerevole quantità, e vengono mal assorbiti in quanto parzialmente scartati e parzialmente tenuti ma a carico del fegato: molto meglio un'alimentazione salutare studiata ad hoc, con largo uso di proteine, possibilmente vegetali cioè derivanti dai legumi, che non carichi il fegato e che venga assorbita naturalmente e completamente. Per bruciare i grassi non va presa la carnitina né nessun altro prodotto: va fatto un lavoro aerobico nei giorni in cui non ci si allena ai pesi (allenamento anaerobico) per alzare il metabolismo, sempre in sinergia con una dieta seria e adatta.

Criticare chi usa creatina e glutammina è anche giusta; ma se chi lo fa prende amminoacidi ramificati e carnitina, è segno che ha capito ben poco di ciò che legge, pensa e scrive al riguardo.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 17 mar 2010, 14:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
@Vash...le diete dimagranti sono un suicidio se ci aggiungi anche la corsa eccessiva e la mancata assunzione di sostanze nutritive.
C'è anche il caso che tu in proporzione abbia perso più muscoli che grasso ed il motivo risiede nella differenza dei livelli energetici dei 3 gruppi "alimentari":
-CARBOIDRATI->circa 4,2 Kcal/gr;
-GRASSI->circa 9,4 Kcal/gr;
-PROTEINE->circa 5,6 Kcal/gr...ma l'organismo non riesce ad usare l'azoto contenuto e il valore si abbassa 4,3 Kcal/gr.

Nei primi 15-20 min di allenamento,vengono bruciati i carboidrati perchè sono maggiormente a disposizione nel circolo ematico e non solo...dopo questa soglia ed all'incirca fino ai 60-75 min,vengono bruciati i grassi,dopo iniziano ad essere bruciate le proteine,seppure hanno un valore energetico minore rispetto ai grassi.

Guarda i fondisti/maratoneti ed i velocisti...diversa intensità di allenamento,diversa struttura fisica,diversa "composizione" chimica corporea:
nella maratona,la velocità è sì fondamentale ma è ridotta a discapito della resistenza fisica,mentre nei velocisti si massimizza l'intensità della velocità a discapito della resistenza...eccezion fatta per i mezzo-fondisti che sono una categoria intermedia.
I maratoneti hanno circa il 15-20% di massa grassa sia prima che dopo la corsa,mentre i velocisti arrivano tranquillamente sul 5-8%...perchè accade questo?perchè il corpo richiede una maggiore sforzo energetico immediato,ecco perchè i fisici dei velocisti sono più sviluppati e più magri,oltretutto nei maratoneti si tende a sviluppare un eccesso di acido lattico e di problemi fisici e psicologici(interconnessi tra loro)tra cui variabilità d'umore e problemi articolari vari(l'eccessivo correre devasta le articolazioni).

L'idea sarebbe una corsa blanda,strascicata,per 15 min giusto per scaldare il corpo,poi iniziare un allenamento intenso per i successivi 30-45 min e lasciare che il corpo recuperi per i successivi 2-3 giorni...questo di base ed almeno a me(ma non solo)ha avuto effetti incredibili,tant'è che ho addirittura lasciato perdere la corsa ed iniziavo subito l'allenamento coi pesi riscaldandomi subito con essi e proseguendo nella mia tabella d'allenamento.
Ovviamente potevo anche correre subito dopo essermi allenato coi pesi col sistema HIIT che ho proposto quì dentro per bruciare ancora di più e sciogliere un pò i muscoli.

Per quanto riguarda gli esercizi di trazione,sviluppate la fantasia...andate nei giardini pubblici e sfruttate le strutture presenti come le sbarre che sostengono le altalene o altri sostegni come fanno in questo video
[youtube]<object width="480" height="385"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/TLCWMVkMLSs&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/TLCWMVkMLSs&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="480" height="385"></embed></object>[/youtube]

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 17 mar 2010, 15:29 
Non connesso

Iscritto il: gio 11 dic 2008, 17:38
Messaggi: 93
Io corro lentamente per 10 minuti circa e poi faccio 60-70 minuti di pesi e 5 di stretching.
Poi riposo i gruppi muscolari allenati per un paio di giorni, a volte 3. Ma nel frattempo alleno altri gruppi muscolari (gambe, glutei, addome) facendo taekwondo.

Attualmente faccio una dieta da 2300kcal nei giorni di riposo e 2800-3000 nei giorni di attività, con un minimo di 90 e un massimo di 110 grammi di proteine al giorno.

Inizialmente sono gonfiate un pochino le braccia, subito dopo il petto e le spalle. Attualmente però ho guai seri a mettere massa sul braccio sinistro, che per quanto ormai alleno praticamente solo quello, non riesce a mettersi in pari col destro (e hanno quasi la stessa forza tra l'altro, nonostante una discreta differenza di massa).

Poi pubblicherò un album fotografico in cui si vede il passaggio da 83 chili a 72, poi a 63 e poi di nuovo su a 65 (muscoli).

Citazione

Nei primi 15-20 min di allenamento,vengono bruciati i carboidrati perchè sono maggiormente a disposizione nel circolo ematico e non solo...dopo questa soglia ed all'incirca fino ai 60-75 min,vengono bruciati i grassi,dopo iniziano ad essere bruciate le proteine,seppure hanno un valore energetico minore rispetto ai grassi.


Che io sappia consumi sempre tutti e tre i macronutrienti. Solo che ci sono fasce temporali in cui ne consumi uno molto più degli altri, ovvero quelle che hai esposto tu. Il motivo è da ricercarsi nella progressiva diminuzione delle scorte di glicogeno nei muscoli. Dapprima l'organismo cerca di tamponare bruciando grassi, e poi bruciando sia grassi che proteine. Ahimè, buona parte di queste proteine viene prelevata dai muscoli, distruggendoli in un processo chiamato proteolisi (o catabolismo muscolare), infatti chi supera i 60 minuti di allenamento deve assumere aminoacidi ramificati, che sono a rapido assorbimento e immediatamente disponibili nel momento del bisogno.

Ma tu come fai ad allenarti in soli 45 minuti? Svolgi esercizi in superserie senza le pause di 60s tra uno e l'altro?


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 17 mar 2010, 16:06 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Anche io mi alleno entro quel limite di tempo, riscaldamento iniziale compreso: basta semplicemente non fare una marea di esercizi, e focalizzarsi sui pochi realmente utili e ben distribuiti, con pause tra le serie anche più lunghe di 60 secondi. Ad esempio, io ne faccio 5 per volta, in 2 giornate diverse, per un totale di 10 esercizi nell'arco di 6 giorni (2 giorni di pausa tra ogni allenamento).

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 17 mar 2010, 16:28 
Non connesso

Iscritto il: gio 11 dic 2008, 17:38
Messaggi: 93
Effettivamente sono sceso quasi a 50 minuti di allenamento coi pesi da quando ho eliminato alcuni esercizi inutili, o meglio, non erano inutili ma li facevo perchè avevo alcuni muscoli troppo deboli rispetto ad altri.

Io faccio:
1- trazioni prone e supine alla sbarra (avambracci, bicipiti, tricipiti mediali, dorsali, adduttori delle scapole, petto)
2- panca piana, distensioni col bilanciere (petto, tricipiti laterali, deltoide anteriore)
3- croci (petto)
4- curl col braccio sinistro per metterlo in pari col destro
5- alzate laterali (deltoide laterale e trapezio)
6- flessioni ad una mano, a terra (vengono coinvolti quasi tutti i muscoli del corpo)
7- aperture delle braccia su panca a pancia in giù (adduttori scapole, deltoide posteriore)

Lombari, addominali, gambe, glutei, li faccio a taekwondo.
Ogni tanto faccio anche dei sollevamenti col bilanciere mirati all'allenamento del trapezio, che in realtà con le alzate laterali viene usato pochissimo se si adopera la giusta tecnica. (stacco il bilanciere da terra, e poi stringendolo sollevo verso l'alto braccia e spalle)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 17 mar 2010, 18:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
@Vash...l'allenamento che fai te è solo per la massa...io lo faccio per la forza/potenza...e la massa non risulta essere un obiettivo ma un "sottoprodotto".Mi spiego meglio:
-faccio esercizi multiarticolari e non d'isolamento(salvo alcuni specifici per le spalle ma sono per rafforzare la cuffia dei rotatori);
-poche serie,poche ripetizioni,tecnica d'esecuzione perfetta(o almeno migliorabile di volta in volta),peso medio-alto.

Vedo che ti mancano gli esercizi fondamentali...se non fai lo squat NON SEI NESSUNO...e non lo dico per criticare il tuo operato,ma è pieno di persone che non comprendono che il Re degli Esercizi è tale proprio perchè 1)sviluppa forza/potenza come pochi altri 2)se usato subito all'inizio dell'allenamento(come faccio io)per quanto possa essere difficile,aiuta a far circolare meglio il sangue e quindi anche il resto del corpo ne giova(e non poco) 3)sono le gambe/cosce quelle che lavorano di più,ma lavora anche il dorso ed il CORE(retto addominale)per mantenere una postura dritta(e non VERTICALE),e lavorano anche le spalle(poco,nel caso dello squat classico,ma serve per mantenere l'equilibrio).

Chi in palestra pratica lo squat,è subito mio amico...infatti dove andavo io non parlavo con nessuno,salvo uno che lo faceva ma lo faceva alla multipower(quella con le linee guida verticali)e si stroncava la schiena(per il discorso che il movimento dovrebbe essere basculante mentre alla multipower è verticale e quindi dannoso per schiena,anche e ginocchia).

Una volta che fai la bench press puoi evitare di fare anche le croci ai cavi che non servono a niente,a meno che tu non voglia diventare un culturista per la massa e non per la forza,allora è un altro discorso...altrimenti invece delle croci ai cavi,potresti fare i dip alla parallele o alla sedia romana
(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))

I piegamenti ad una mano sono inutili perchè o ti alleni solamente coi pesi oppure solo col peso corporeo(body weight),altrimenti fai una split routine dove ti alleni a corpo libero ad inizio mattinata e poi coi pesi in serata,ma questo riguarda solo persone che sanno come allenarsi e che fanno uso di anabolizzanti(la split routine fu ideata da Arnold Schwarzenegger,se non ricordo male,durante il suo periodo d'oro tra i '60 ed i '70).

Se alleni la schiena con la Lat Machine o facendo le trazioni alla sbarra,puoi anche evitare di fare la alzate per il capo dorsale del deltoide....durante le trazioni(e qui sembra tu le faccia bene)fai lavorare ogni cosa:
con la presa supina,è un allenamento di forza pura dove fai lavorare di bestia i bicipiti,le spalle e la parte "centrale" della schiena...con la presa prona aumenti invece la forza dei dorsali e puoi anche aumentare il peso(magari con una cintura e sovrappeso)perchè sono più "facili" da fare,a meno che tu non le faccia dopo le trazioni a presa supina,allora usi il sistema piramidale classico.

Altra cosa fondamentale dell'allenamento...mai far ristagnare il sangue in una zona come nelle superserie dove alleni prima un gruppo muscolare e successivamente gli antagonisti,tipo prima bicipiti poi tricipiti,oppure prima quadricipite femorale poi bicipote femorale...sempre meglio alternare da avanti a dietro e variare le zone basta che non siano esattamente "contigue" o che almeno non abbiano un tipo di lavoro antagonista rispetto a quello appena svolto.

Il mio allenamento subito all'inizio era:
SQUAT
PANCA PIANA
TRAZIONI
LENTO AVANTI
CRUNCH(su panca declinata,piedi in alto e testa in basso con sovrappeso da mettere sul petto)
IPERESTENSIONI
INTRA ED EXTRAROTAZIONI(per la cuffia dei rotatori)
PULLOVER

Naturalmente possono essere portate subito della variazioni:
se si ha problemi con lo squat,si può iniziare con lo stacco col bilanciere o con la trap-bar,al posto della trazioni alla sbarra si può iniziare con la trazioni alla Lat Machine,se non torna fare il lento avanti si può fare la military press che è più completa e più difficile da eseguire ma irrobustice il core e fà lavorare tutto il corpo,il pullover può essere lasciato anche perdere se si hanno problemi nell'eseguirlo ecc ecc

Solitamente si fanno 3 serie da 10 con 1-1,5 min di pausa tra le serie e 2 min tra gli esercizi,cioè il tempo di recuperare parzialmente le forze ed andare a colpire ancora i muscoli...se si è all'inizio e non si sà come quanto peso usare,si inizia con un peso relativamente facile da sollevare e si inizia ad isctruire il corpo su come migliorare la tecnica d'esecuzione,poi ad ogni seduta si può aumentare anche il peso di 2 kg in 2 kg(inizialmente facevo così)...in 45-50min di allenamento il corpo ha fatto un volume di lavoro basso ma un carico estremamente intenso.

Per lo stretching la situazione è più complessa...vedo che fai tkd,ebbene dato che molti non vogliono capire che FORZA e FLESSIBILITA' non sono antagonisti ma sono strettamente correlati,si arriva al punto in cui alcuni esercizi come lo squat possono essere utili anche per essere flessibili...ad esempio col tempo puoi passare dallo squat classico coi piedi alla larghezza delle spalle ad una larghezza più ampia facendo il sumo squat che rafforza le ginocchia,i muscoli flessori dell'anca e aumenta parecchio la forza dei glutei(responsabili del 45% della forza/potenza dei salti,della corsa ed anche dei calci)e potrai fare anche gli stacchi in versione sumo.

Nel libro POWERFLEX STRETCHING,di cui ne abbiamo parlato qui in questo forum,di David De Angelis,c'è un'intera carrellata di esercizi che aumentano la flessibilità non facendo perdere,ma anzi aumentare,la forza dei muscoli/gruppi muscolari...alla fine della 2a edizione del libro c'è pure una serie di domande dei lettori che praticano le cose più disparate...dagli sport di squadra,agli sport da singolo,dagli sport di resistenza a quelli di potenza,da quelli a corpo libero a quelli coi pesi ecc ecc...viene illustrato come un culturista,nel senso di cultore del corpo(per renderne estrinseche le potenzialità latenti)e non di persona ampia quanto un armadio,può conciliare benissimo pesi e stretching senza danneggiamenti e senza problemi inerenti alla pratica di due cose che sono viste come antitetiche.

Se vai sul mio profilo,trovi un link ad un altro forum che frequento da anni dove si parla di allenamento ed arti marziali...lì sappiamo come essere più precisi...in questo forum abbiamo un approccio un pò diverso ma siamo in "linea" con quanto viene mostrato anche di là.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 17 mar 2010, 18:22 
Non connesso

Iscritto il: gio 11 dic 2008, 17:38
Messaggi: 93
G-chan... non ho proprio la forza nelle gambe per fare lo squat dopo aver fatto 2 allenamenti di taekwondo in una settimana, mentre le parallele, ahimè, so benissimo che sono un ottimo esercizio ma non le ho a disposizione.

Per il resto, è vero che faccio molti esercizi monoarticolari, che non è una bella cosa, ma il curl considera che lo faccio solo per mettere in pari il bicipite sinistro col destro, e le croci perchè mi mancano le parallele. Mentre le aperture con gli adduttori delle scapole, anche questo un esercizio monoarticolare, lo faccio per risolvere la mia leggera ipercifosi.

Tra gli esercizi che mi hai elencato tu, ci sono molte cose come il crunch, le iperestensioni e lo squat, che io non faccio perchè sono gruppi muscolari che alleno al taekwondo, e farci anche body building significherebbe stressarli 4 volte a settimana, semplicemente troppo.

Citazione

Nel libro POWERFLEX STRETCHING,di cui ne abbiamo parlato qui in questo forum,di David De Angelis,c'è un'intera carrellata di esercizi che aumentano la flessibilità non facendo perdere,ma anzi aumentare,la forza dei muscoli/gruppi muscolari...


Chiaro, lo stretching è fondamentale per lo sviluppo della forza. Lo faccio immancabilmente a fine sessione.

Citazione

vedo che fai tkd,ebbene dato che molti non vogliono capire che FORZA e FLESSIBILITA' non sono antagonisti ma sono strettamente correlati,si arriva al punto in cui alcuni esercizi come lo squat possono essere utili anche per essere flessibili...ad esempio col tempo puoi passare dallo squat classico coi piedi alla larghezza delle spalle ad una larghezza più ampia facendo il sumo squat che rafforza le ginocchia,i muscoli flessori dell'anca e aumenta parecchio la forza dei glutei(responsabili del 45% della forza/potenza dei salti,della corsa ed anche dei calci)


Chiaro anche questo, ma come detto prima, il motivo per cui manca lo squat nel mio programma non è che mi preoccupa la perdita di flessibilità, quanto piuttosto di sovrallenare mostruosamente le gambe troppe volte a settimana.

Ma per curiosità, visto che fai un allenamento mirato alla forza, che è ciò che farò anch'io dopo aver riempito i vuoti lasciati dalla dieta, quanto sollevi di bilanciere sulla panca? Io per ora vado con 60kg di peso e 6kg di bilanciere, 4x6 o 4x4.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 17 mar 2010, 22:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Capisco il motivo di questo tuo allenamento.

Per quanto riguarda i crunch,sappi che il retto addominale può essere stressato tranquillamente come ho proposto nella 2a mia risposta della pagina precedente...elenco 3 modalità per allenare il retto addominale che risulta sforzarsi al 100% proprio in quelle occasioni...mentre negli altri esercizi muscolari(come anche nelle arti marziali)lavora indirettamente...non ti preoccupare di allenarlo troppo.

Ho lasciato da un pò i pesi "classici" per motivi personali(palestra...ne avessi una mia,non avrei problemi)e mi sono buttato da vari mesi sull'allenamento a corpo libero e coi kettlebell
(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))
in pratica mi alleno a corpo libero coi kettlebell asd
Sono uno strumento utilissimo perchè sviluppa un tipo di forza basato non sul classico sollevare/spostare un peso ma sulla forza balistica che esso crea.

Allora,ti dico solo che alla panca piana non riuscivo a fare tanto,sono abbastanza "fiacco" in quest'esercizio...al massimo a 56kg(escluso bilanciere)ma facendolo 3x8...non m'è mai interessato allenare il petto,infatti penso sia un punto a mio sfavore,ma voglio colmare questo "difetto".
Sullo squat invece passai in poco tempo(circa 2 mesi)da appena 50 kg fatti con molta sofferenza,a 96kg fatti con molta eccitazione.

Comprendo la tua preoccupazione per quanto riguarda il rimanere rigido dopo lo squat,ma nel libro di De Angelis viene spiegato come sia quasi inutile fare 5 giorni a settimana di stretching...a meno che non si tratta di allungamento per rilassare,ok ci può stare,ma lavorando sui muscoli e quindi allungando ma rafforzando(e quindi mantenendo anche per mesi forza e flessibilità senza allenarsi in nessun modo)puoi programmare lo stretching stesso anche solo per 2 volte a settimana.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 17 mar 2010, 23:58 
Non connesso

Iscritto il: gio 11 dic 2008, 17:38
Messaggi: 93
I kettlebell sono una gran cosa, ma attualmente posso farne a meno, considerando il mio budget limitato.

Allego la foto della mia progressione in 2 anni.
(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))

Work in progress...


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 5 apr 2010, 23:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Come fisico si vede che sei migliorato anche se avresti potuto metterci meno tempo,tipo 6 mesi,con dieta ed allenamento mirato,non tanto a perdere grasso quanto a mettere su un pochetto di massa magra che da sola consuma grasso.

Quali sono i tuoi obiettivi?
Lo fai solo per stare bene,per sport oppure per cosa?

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 61 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 12 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010