Oggi è mar 26 mag 2020, 21:34

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ] 
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: mar 22 set 2009, 14:53 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Il Body Building, come dice la parola stessa, è la costruzione del corpo. Forza, resistenza, velocità, massa, etc, lavorando sul sistema muscolare, nervoso e cardiovascolare.
Toglietevi dalla testa i palestrati super pompati che si fanno di proteine in polvere, creatina, anabolizzanti e farmaci diabolici vari: fare body building significa allenare il proprio corpo in modo da farlo crescere e da migliorarlo in maniera completa ed equilibrata, ma soprattutto, in maniera naturale.
I benefici di ciò sono molteplici: salute, vitalità, bellezza, efficienza, e forse anche altro, a seconda dei propri obiettivi.
Toglietevi anche dalla testa il luogo comune che "i palestrati sono lenti" o che "avere muscoli grossi comporta l'essere goffi": c'è chi fa body building e fa acrobazie e allungamenti che anche i più bravi praticanti di Parkour si sognano solamente.
Tutto dipende da come ci si allena: intelligenza, praticità, realismo, tecnica, esercizi, serie, ripetizioni, pause, tempismo, etc.
I modi di allenarsi sono tanti, così come lo sono i risultati.
Quando facevo Wushu, disciplina nel quale sono presenti molti elementi che ora spopolano nel Parkour come la scoperta dell'acqua calda, mi esercitavo in modi specifici proprio per essere più agile, veloce, forte, pronto, resistente. Tra i tanti esercizi, c'era anche l'uso di pesi, sia leggeri che non. E i risultati li vedevo su me stesso, anche perché facevo un maggior uso di pesi rispetto agli altri, e miglioravo molto più velocemente, specie considerando la situazione apparentemente disperata da cui ero partito (una mozzarella).

Costruire il proprio corpo nel modo giusto consente di migliorare sensibilmente le proprie performance.
Perché eseguire migliaia di salti quando con pochi ma intensi esercizi costanti e programmati nel tempo si possono potenziare i muscoli relativi al salto, principalmente le gambe? Il lavoro aerobico dovrebbe proseguire di pari passo a quello anaerobico, per raggiungere un equilibrio. Incastrare questi 2 tipi di lavori, nei tempi e nei modi giusti, farà progredire chiunque ad una velocità mai pensata prima.
Purtroppo invece vedo dei praticanti di Parkour che sono dei fuscelli, si muovono bene nell'ambiente a loro familiare, ma appena c'è una qualche differenza di peso o comunque fisica nell'ambiente o in se stessi, falliscono.

In questo campo Gabriele vi saprà sicuramente aiutare più di me. Io posso parlare solo per quella che è la mia esperienza, che mi ha visto superare in abilità tante persone che facevano Wushu con me, ben più preparate fisicamente all'inizio. Tutt'ora pratico il body building e ho deciso da poco di farlo in modo serio e costante, con carichi abbastanza elevati, seguendo le metodologie d'allenamento di Stuart Mc Robert e Claudio Tozzi, per quello che ho imparato finora, dato che ritengo queste 2 persone tra le più esperte al mondo e tra quelle che hanno prodotto una documentazione più vasta, specifica, comprensibile e facile da reperire.

Vi lascio la parola con questi 2 video di Ilan Rosenberg:

[youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/OQxCGDckMkE&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/OQxCGDckMkE&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube] [youtube]<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/4sVwGkNraks&hl=it&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/4sVwGkNraks&hl=it&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>[/youtube]

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Body Building nel Parkour
Messaggio da leggereInviato: dom 27 set 2009, 12:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 20:46
Messaggi: 634
Località: Nocera Inferiore (SA)
Ha un fisico impressionante, penso ancora meglio di quello di belle. Si ma quali esercizi si potrebbero fare?


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Body Building nel Parkour
Messaggio da leggereInviato: dom 27 set 2009, 12:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 29 giu 2009, 9:42
Messaggi: 64
Località: Romagnano Sesia
Osservandolo non avrei mai pensato a quanto potesse essere agile, perchè ha una quantità di muscoli davvero elevata.
Dappertutto l'ipertrofia è associata all assenza di agilità, eppure Ilan è agilissimo.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Body Building nel Parkour
Messaggio da leggereInviato: dom 27 set 2009, 15:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Infatti è questo l'errore che viene fatto comunemente a riguardo del mondo del culturismo.
Secondo David De Angelis,esperto italiano di stretching,e non solo lui,la forza e la flessibilità8di cui l'agilità ne è una risultante)sono correlate,anche quando c'è un'abbondante massa muscolare,l'importante è che sia il muscolo,la parte "attiva",che il connettivo(tendini,legamenti,nervi,sinovio,cartilagini),la parte "nascosta",siano armonici in modo da crescere all'unisono,perchè maggiore è la forza applicata,maggiore è la risposta da entrambe le parti.

E con forza applicata intendo un lavoro nel quale sia muscolo che connettivo vengano stimolati entrambi,in modo da evitare che 1)tendini e soci si sfilaccinino o si rompano e 2)che i muscoli crescano troppo velocemente senza nessun "appliglio" alle ossa,causandone lesioni come strappi e stiramenti.

Ecco perchè forza e flessibilità sono SINONIMI e non CONTRARI...maggiore è la forza applicata ad un arco di escursione articolare,maggiore sarà la risposta sia in flessibilità che in agilità.
Ovvio che il fisico di Ilan Rosenberg è un pò troppo grosso ed incastonato,lo si vede da alcuni movimenti eccessivamente ridotti,ma ciò non toglie che lui sia riuscito a creare un fisico dotato di forza ed agilità.

Non penso che uno come Belle si metta a fare leg press,squat,trazioni alla sbarra con sovrappeso,push press ecc ecc...ne trarrebbe giovamento ma la mentalità del pk in questi casi è fuorviante:
viene detto che ci dev'essere libertà di movimento e poi appena un esperto o conoscitore di allenamento sfoglia la scheda di preparazione e potenziamento della apki,inizia ad avere agitazioni stomaco :sick per la stupidità di alcuni esercizi eseguiti senza NESSUNA NOZIONE DI FISIOLOGIA ED ANATOMIA.

Se davvero il vostro intento è quello di migliorarvi,evitate di sentire le *** dette da quello che molti considerano un SANTO ONNISCENTE del parkour,come se lui avesse la verità a portata di mano mentre gli altri non capiscono nulla e sono degli ignoranti.
Non dico che dobbiate diventare grossi,non è questo il vostro intento,ma potete aumentare flessibilità,forza,agilità,potenza e reattività col culturismo,inteso come allenamento per il corpo e non IPERTROFIA ANABOLIZZATA DA PALCOSCENICO.
Mettete in dubbio tutto,fino a che non sentite che una cosa sia davvero vostra ma solo dopo averla provata.

Vi faccio un esempio che il lavoro in palestra,se ben fatto,è la soluzione all'allenamento classico del pk.
Quando volete saltare un muro alto,dovete prima di tutto TIRARVI SU' e poi una volta giunti in cima,SPINGERE il corpo verso l'alto:
1)per la 1a parte potete fare delle trazioni con presa supina o prona(meglio questa,dato che l'appiglio del muro è frontale a voi)alla sbarra come questo mio amico http://www.youtube.com/watch?v=R33i2Q1YXWI(ok,lui lo esegue con sovrappeso,ma solo perchè sà come allenarsi)oppure eseguirle alla lat-machine http://www.youtube.com/watch?v=7X-B1D4X2xc...in entrambi i casi MAI PORTARSI LA SBARRA DIETRO LA TESTA...si rischia grosso per le spalle;
2)per la 2a parte potete fare i dip alle parallele http://www.youtube.com/watch?v=Ld0MMZEkY5M.

Con un allenamento mirato ed una sana alimentazione,anch'essa mirata,avrete sia un bel fisico dal punto di vista estetico che funzionale alle proprie potenzialità.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Body Building nel Parkour
Messaggio da leggereInviato: dom 27 set 2009, 16:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 29 giu 2009, 9:42
Messaggi: 64
Località: Romagnano Sesia
Citazione (G-chan)
...in entrambi i casi MAI PORTARSI LA SBARRA DIETRO LA TESTA...si rischia grosso per le spalle


Sul serio non vanno bene?
Nei video di parkour immancabilmente il traceur si appende ad un ramo e fa quel esercizio
O il signore con cui mi allenavo (aveva anni di palestra alle spalle) mi diceva che era un ottimo esercizio :shocked
("Fortunatamente" trazione con la sbarra dietro non riuscivo nemmeno a farne una, quindi non ho rischiato asd )


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Body Building nel Parkour
Messaggio da leggereInviato: dom 27 set 2009, 17:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Lo fanno perchè non capiscono nulla rofl
Ecco l'esempio di persone che FANNO MA NON SANNO....e non mi riferisco a te,mirk,ma a chi insegna queste cose spacciandole per ottime.
Può essere fatto ma in altro modo perchè il movimento è innaturale...ho visto e letto di persone che si allenavano in questo modo e si sono trovati con distacco della cuffia dei rotatori o lesioni alla testa dell'omero.
Sulle trazioni ce n'è da dire per un libro intero.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il Body Building nel Parkour
Messaggio da leggereInviato: dom 27 set 2009, 19:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 20:46
Messaggi: 634
Località: Nocera Inferiore (SA)
Citazione (G-chan)
1)per la 1a parte potete fare delle trazioni con presa supina o prona(meglio questa,dato che l'appiglio del muro è frontale a voi)alla sbarra come questo mio amico http://www.youtube.com/watch?v=R33i2Q1YXWI(ok,lui lo esegue con sovrappeso,ma solo perchè sà come allenarsi)oppure eseguirle alla lat-machine http://www.youtube.com/watch?v=7X-B1D4X2xc...in entrambi i casi MAI PORTARSI LA SBARRA DIETRO LA TESTA...si rischia grosso per le spalle;
2)per la 2a parte potete fare i dip alle parallele http://www.youtube.com/watch?v=Ld0MMZEkY5M.

Perfetto, questi due esercizi li faccio quasi sempre, sopratuttoil secondo che me lo faccio anche a casa, ma non con le parallele ma con tavolo e mobile asd


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 8 giu 2011, 18:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 12 feb 2010, 14:59
Messaggi: 19
Scusate se riesumo un post più vecchio, ma ho studiato il body building, e posso confermare che ce ne sono 2 tipi

il classico (i dopatoni)

e il "Natural Body building", che ha come principio la pulizia dell'allenamento, ovvero niente dopanti. (dal nome Natural)

di questo tipo di BB è interessante il metodo BIIO (ovvero "breve intenso infrequente organizzato") che mira a studiare il tipo di condizionamento fisico (inteso come stimoli muscolari) dell'uomo paleolitico e lo ripropone, molto interessante, e tali atleti (i grossi stanno pure qui, ma non so dopati) sono molto più "umani" e vi si possono trovare anche atleti di altre discipline che lo praticano. Perchè è studiato per essere abbinato ad esempio alle arti marziali:

http://www.naturalmanbb.com/allenamento/art1_all.html


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 8 giu 2011, 19:20 
Non connesso

Iscritto il: mar 2 mar 2010, 12:59
Messaggi: 26
Citazione (Marco87)
Scusate se riesumo un post più vecchio, ma ho studiato il body building, e posso confermare che ce ne sono 2 tipi

il classico (i dopatoni)

e il "Natural Body building", che ha come principio la pulizia dell'allenamento, ovvero niente dopanti. (dal nome Natural)

di questo tipo di BB è interessante il metodo BIIO (ovvero "breve intenso infrequente organizzato") che mira a studiare il tipo di condizionamento fisico (inteso come stimoli muscolari) dell'uomo paleolitico e lo ripropone, molto interessante, e tali atleti (i grossi stanno pure qui, ma non so dopati) sono molto più "umani" e vi si possono trovare anche atleti di altre discipline che lo praticano. Perchè è studiato per essere abbinato ad esempio alle arti marziali:

http://www.naturalmanbb.com/allenamento/art1_all.html



abbinato alle AM non esageriamo. Certo lo si potrebbe anche fare ma certo non è quello il suo scopo e non è quello l'allenamento per le AM. Il BIIO è uno dei metodi di allenamento funzionali per il body building. Poi non è che ci sono due tipi di BB, il BB è quello natural purtroppo per via di tanta incompetenza e troppa chimica si è arrivato a distinguerlo in natural che poi a volte lo è solo a parole...


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 9 giu 2011, 10:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Ho il libro sul BIIO da qualche anno ma non m'ha pienamente soddisfatto...è interessante dal punto di vista dell'aumento della massa e della forza ma per uno come me che mira quasi esclusivamente alla forza/potenza pura,il BIIO(che non è il solo metodo breve,intenso ed infrequente esistente) risulta non appropriato,infatti stò cercando di darlo via perchè non sò più che farmene.

Non sono nemmeno uno che farebbe powerlifting che anche quello mira alla forza pura ma difficilmente a quella specifica.

Riguardo al legame con le arti marziali,dò pienamente ragione a Rocky.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 9 giu 2011, 11:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 12 feb 2010, 14:59
Messaggi: 19
No, no, il BIIO è studiato (ed è stato perfezionato nella forma del "Mini BIIO") anche per l'affiancamento ad altri sport, poi numerosi istruttori del BIIO (i più famosi intendo come Roberto Amorosi Ernandez) sono praticanti di arti marziali, ed il BIIO ultimamente è stato adottato come metodo di condizionamento fisico ufficiale della STREET FIGHTING ORGANIZATION, che non sarà un'arte marziale tradizionale, ma il l'utilizzo muscolare è simile alle arti marziali e agli stili di difesa personale.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: lun 13 giu 2011, 11:58 
Non connesso

Iscritto il: mar 2 mar 2010, 12:59
Messaggi: 26
Citazione (Marco87)
No, no, il BIIO è studiato (ed è stato perfezionato nella forma del "Mini BIIO") anche per l'affiancamento ad altri sport, poi numerosi istruttori del BIIO (i più famosi intendo come Roberto Amorosi Ernandez) sono praticanti di arti marziali, ed il BIIO ultimamente è stato adottato come metodo di condizionamento fisico ufficiale della STREET FIGHTING ORGANIZATION, che non sarà un'arte marziale tradizionale, ma il l'utilizzo muscolare è simile alle arti marziali e agli stili di difesa personale.



Come detto può anche essere affiancato magari a altri sport o AM. Ma in quest'ultimo caso sono del parere che esistono programmi molto più utili al BIIO. Poi e bene precisare che i corsi di difesa personale non sono proprio la stessa cosa delle AM o SDC. ;)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 14 giu 2011, 14:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 12 feb 2010, 14:59
Messaggi: 19
Certo non ho detto che è il migliore per quello scopo, e nemmeno che la difesa personale è uguale alle AM o agli SDC però è utilizzato sia per la DP sia per il karate, che è un'AM.
Poi nemmeno il dire che la DP è differente dagli SDC per tipo di allenamento è giusto secondo me, dipende sempre dal tipo di DP

Io ho praticato Boxe nella palestra di Nardiello, e CKM (Commando krav Magà) con un istruttore di 5 livello (tra i più alti in Europa) e vi posso assicurare che il condizionamento fisico era molto simile, ci si faceva il mazzo allo stesso modo e forse la DP era peggio come mazzo, in quanto c'era tutto un discorso per simulare il realismo che di teneva anche sotto stress.
Tutto è relativo, quando praticavo Aikido (arte che nella maggior parte dei casi non dedica molto tempo al condizionamento fisico) nel nostro dojo ci allenavamo sempre al combattimento libero (e si faitca molto) e durante il riscaldamento ci caricavamo persone che pesavano 90 kg sulle spalle e facevamo i giri del tatami.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mar 14 giu 2011, 17:02 
Non connesso

Iscritto il: mar 2 mar 2010, 12:59
Messaggi: 26
Citazione (Marco87)
Certo non ho detto che è il migliore per quello scopo, e nemmeno che la difesa personale è uguale alle AM o agli SDC però è utilizzato sia per la DP sia per il karate, che è un'AM.
Poi nemmeno il dire che la DP è differente dagli SDC per tipo di allenamento è giusto secondo me, dipende sempre dal tipo di DP

Io ho praticato Boxe nella palestra di Nardiello, e CKM (Commando krav Magà) con un istruttore di 5 livello (tra i più alti in Europa) e vi posso assicurare che il condizionamento fisico era molto simile, ci si faceva il mazzo allo stesso modo e forse la DP era peggio come mazzo, in quanto c'era tutto un discorso per simulare il realismo che di teneva anche sotto stress.
Tutto è relativo, quando praticavo Aikido (arte che nella maggior parte dei casi non dedica molto tempo al condizionamento fisico) nel nostro dojo ci allenavamo sempre al combattimento libero (e si faitca molto) e durante il riscaldamento ci caricavamo persone che pesavano 90 kg sulle spalle e facevamo i giri del tatami.



affaticamento, intensità, condizionamento non sono sinonimi di buon allenamento, o allenamento funzionale.

Tornando al topic, di sicuro un allenamento breve ed intenso può essere funzionale per una AM ma sempre dipende. Io non mi sentirei di consigliare il BIIO a chi vuole intraprendere uno studio serio sulle AM o SDC; almeno non il BIIO classico, poi se Tozzi ha inventato un'altro metodo specifico non sò. Ma sono dubbioso.

Comunque il BIIO in se è un buon metodo di allenamento.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 15 giu 2011, 11:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 12 feb 2010, 14:59
Messaggi: 19
Citazione
affaticamento, intensità, condizionamento non sono sinonimi di buon allenamento, o allenamento funzionale.



Intendevo dire che gli stimoli e gli allenamenti erano molto simili in tutto.

Per il resto nemmeno io mi sentirei di consigliarlo, anche perchè c'è il principio per cui il fisico risponde ad ogni stimolo.
Vuol dire che se uno pratica karate, il modo migliore per migliorare anche fisicamente nell'ottica sempre dell'arte...è praticare più calci, pugni e insomma tutte le tecniche del karate. Fare pesi quindi non è uno stimolo completamente compatibile con l'AM o con lo SDC
Lo stesso Bruce Lee rispondeva alla domanda "come posso calciare più veloce c'è qualche esercizio complementare?"
"basta che cerchi di calciare sempre più veloce"

Infatti in teoria è una perdita di tempo anche fare addominali e piegamenti ad esempio nelle AM in quanto se devi allenare quei muscoli per quelle AM specifiche, praticando le tecniche i muscoli si alleneranno in modo specifico da soli.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: mer 15 giu 2011, 20:23 
Non connesso

Iscritto il: mar 2 mar 2010, 12:59
Messaggi: 26
Citazione (Marco87)




Intendevo dire che gli stimoli e gli allenamenti erano molto simili in tutto.

Per il resto nemmeno io mi sentirei di consigliarlo, anche perchè c'è il principio per cui il fisico risponde ad ogni stimolo.
Vuol dire che se uno pratica karate, il modo migliore per migliorare anche fisicamente nell'ottica sempre dell'arte...è praticare più calci, pugni e insomma tutte le tecniche del karate. Fare pesi quindi non è uno stimolo completamente compatibile con l'AM o con lo SDC
Lo stesso Bruce Lee rispondeva alla domanda "come posso calciare più veloce c'è qualche esercizio complementare?"
"basta che cerchi di calciare sempre più veloce"

Infatti in teoria è una perdita di tempo anche fare addominali e piegamenti ad esempio nelle AM in quanto se devi allenare quei muscoli per quelle AM specifiche, praticando le tecniche i muscoli si alleneranno in modo specifico da soli.


Il discorso è molto complesso. Se fai pesi fini a se stessi è ovvio che si tratta di una perdita di tempo se il tuo scopo è migliorare in una disciplina sportiva. Perciò un allenamento fisico deve avere un fine diverso che va in accordo con quello che fai. Esempio banale sei un grappling e ti alleni per aumentare la forza di presa.


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 16 giu 2011, 7:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 12 feb 2010, 14:59
Messaggi: 19
Citazione
Il discorso è molto complesso. Se fai pesi fini a se stessi è ovvio che si tratta di una perdita di tempo se il tuo scopo è migliorare in una disciplina sportiva. Perciò un allenamento fisico deve avere un fine diverso che va in accordo con quello che fai. Esempio banale sei un grappling e ti alleni per aumentare la forza di presa.




Infatti il discorso era portato volutamente su di un piano generico, essendo molto complesso...
esistono arti marziali di forza appunto e quelle di potenza, e anche tra queste 2 tipologie c'è un abisso tra le arti...
solitamente le arti cinesi sono più propense verso la velocità (più colpi in minor tempo possibile), mentre quelle nipponiche verso la potenza e chi più ne ha più ne metta.
A questo proposito ti consiglio un libro se non lo hai letto ...mooolto interessante :)

non riesco a trovare il link, ma si chiama "Allenamento con i pesi per le arti marziali" o molto simile, appena sono a casa leggo il titolo e l'autore :)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 16 giu 2011, 10:40 
Non connesso

Iscritto il: mar 2 mar 2010, 12:59
Messaggi: 26
Citazione (Marco87)


Infatti il discorso era portato volutamente su di un piano generico, essendo molto complesso...
esistono arti marziali di forza appunto e quelle di potenza, e anche tra queste 2 tipologie c'è un abisso tra le arti...
solitamente le arti cinesi sono più propense verso la velocità (più colpi in minor tempo possibile), mentre quelle nipponiche verso la potenza e chi più ne ha più ne metta.
A questo proposito ti consiglio un libro se non lo hai letto ...mooolto interessante :)

non riesco a trovare il link, ma si chiama "Allenamento con i pesi per le arti marziali" o molto simile, appena sono a casa leggo il titolo e l'autore :)



ti ringrazio per il consiglio. :)


Top
 Profilo
 
 
Messaggio da leggereInviato: gio 2 ago 2012, 14:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 2 ago 2012, 14:34
Messaggi: 13
Faccio bodybuilding da 4 anni, ma l'allenamento aerobico non lo trascuro, con buona pace di monsier Charles Poliquin. E il mio cuore ringrazia.


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ] 

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 18 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010