Oggi è mar 26 mag 2020, 12:12

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: I danni e i pericoli dell'Aulin
Messaggio da leggereInviato: mar 24 nov 2009, 13:04 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
L'allarme dei medici internisti italiani dopo il ritiro del farmaco in Irlanda
«Molti casi di danni al fegato da nimesulide»
Dibattito sul farmaco con il principio attivo dell'Aulin: «Non è un medicinale innocuo». Federfarma: «Usato male con ricette ripetibili»

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cron ... tato.shtml
18 maggio 2007


ROMA - La nimesulide, principio attivo di molti antinfiammatori come l'Aulin, sale sul banco degli imputati anche in Italia dopo essere stato ritirato in Irlanda per segnalazioni di gravi danni al fegato. Dal convegno dei medici internisti italiani arriva l'allarme: «Per molto tempo la nimesulide ha goduto della fama di un farmaco non molto rischioso, ma ogni anno, noi medici internisti, osserviamo un numero abbastanza preoccupante di pazienti che subiscono danni epatici e dell'apparato gastroenterico causati proprio da questa molecola». E' quanto affermato da Giovanni Mathieu, presidente della Federazione delle associazioni dei dirigenti ospedalieri internisti, commentando la decisione dell'Agenzia del farmaco irlandese, di sospendere la vendita dei farmaci a base di nimesulide. «Come ogni farmaco - precisa Mathieu - la nimesulide va valutata all'interno di un rapporto rischio-beneficio. Purtroppo, infatti, come ogni farmaco, anche la nimesulide presenta aree di rischio».
Sotto accusa la facilità con cui è possibile acquistare questo farmaco, commercializzato in Italia dal 1985 con successo (nel 2002 nel nostro Paese si registrava il più alto consumo di questa specialità rispetto al resto dell'Europa). «La nimesulide viene considerata una molecola di facile uso - spiega il presidente - quasi fosse un farmaco da banco, ma è tutt'altro che un medicinale innocuo».

LA REPLICA DI FEDERFARMA - Pronta la replica di Federfarma, l'associazione che raggruppa i titolari di farmacie: I farmaci a base di nimesulide «non sono mai venduti nelle farmacie italiane come medicinali Otc (over the counter), cioè senza ricetta» assicura il presidente Giorgio Siri. «E nessun farmacista ne consiglia l'uso se non è strettamente necessario, proprio per via delle possibili controindicazioni al fegato dovute al sovradosaggio. Già note a tutti da tempo». Ciononostante, Siri assicura che «sarà nuovamente inviata a tutte le farmacie della penisola aderenti a Federfarma la circolare che mette in guardia da un uso poco accorto e dal vendere il farmaco senza ricetta medica». Per il presidente dell'associazione dei titolari, il problema alla base del consumo della nimesulide «fuori prescrizione» deriva però dalla possibilità di «usare la ricetta del medico più volte nell'arco di sei mesi. E dalle confezioni del farmaco che contengono troppe bustine rispetto ai bisogni». «Proporremo al ministero della Salute di ridurre le confezioni di nimesulide, visto che il più delle volte si tratta di un farmaco usato all'occorrenza. E che mai - conclude Siri - deve essere assunto per un periodo prolungato».

PRECEDENTI - La nimesulide è già stata in passato al centro di casi analoghi. Nel marzo del 2002, infatti, le autorità sanitarie finlandesi avevano sospeso la commercializzazione del medicinale proprio per l'aumento delle segnalazioni di reazioni epatiche. Infatti, dal primo gennaio '98, nel Paese scandinavo si erano verificati 66 casi di danni epatici che hanno portato a due trapianti di fegato e a un decesso. Anche la Spagna, qualche mese più tardi, a maggio 2002, aveva sospeso cautelativamente la vendita di questo farmaco. In seguito ai provvedimenti di sospensione della commercializzazione del farmaco, l'Italia, quale paese a più alto consumo di nimesulide in Europa, è stata incaricata di predisporre, insieme alla Finlandia, un rapporto di valutazione completo sul profilo beneficio/rischio del farmaco. Dopo un processo di revisione dei dati esistenti durato 2 anni, il Comitato Scientifico dell'Emea (CPMP, ora CHMP) ha stabilito che il profilo beneficio/rischio della nimesulide è positivo e in linea con quello degli altri farmaci della stessa classe e ha confermato il mantenimento della registrazione del prodotto in tutti gli Stati membri inclusa la Finlandia, pur restringendone le indicazioni terapeutiche e aggiungendo altre controindicazioni nel riassunto delle caratteristiche del prodotto.



Chi ha paura dell'Aulin?
Proibito in Finlandia uno dei farmaci più popolari. E l’allarme sbarca in Italia.

http://www.disinformazione.it/aulin.htm


L’allarme sulla nimesulide, principio attivo alla base di un’ampia famiglia di antinfiammatori (85 in commercio oltre al noto Aulin), ha ragione d’essere? Come cautelarsi da brutte sorprese in attesa delle doverose verifiche da parte delle autorità sanitarie competenti? La vicenda nimesulide, uno dei tanti fatti di cronaca con protagonista un farmaco, è partita in Finlandia dove è in vendita dal ’98 e dove sono state segnalate finora un centinaio di reazioni avverse correlate al suo uso: tra queste oltre 60 di tipo epatotossico, cioè a danno del fegato. In due casi le alterazioni sono state così gravi da richiedere il trapianto, in un altro c’è stato un decesso sospetto. Ciò ha spinto le autorità sanitarie finlandesi a sospenderne distribuzione e vendita.

In Italia, mentre la procura di Torino ha avviato accertamenti e i Codacons hanno chiesto la sospensione delle vendite a titolo cautelativo, la Commissione di farmacovigilanza si è attivata per verificare l’allarme. Anche la Commissione unica del farmaco dovrà esprimersi, per ora non è previsto il ritiro. Nel nostro Paese la nimesulide, contenuta in prodotti a larga diffusione, è entrata in commercio nell’85, con oltre 24 milioni di confezioni consumate ogni anno: in pratica il 20 per cento degli italiani ne utilizza almeno una nell’arco di 12 mesi. «Se ci fosse stato un problema serio sarebbe emerso. Invece da noi su 500 segnalazioni di effetti avversi finora solo 25 riguardano il fegato e non sono gravi» puntualizza Roberto Raschetti, responsabile dell’Osservatorio nazionale sui farmaci. «Che cosa significa? Forse lo usano in modo diverso, non sporadicamente come noi, ma per molti giorni consecutivi. Ma potrebbe dipendere anche da fattori legati allo stile di vita, quale la dieta».

Nel foglietto illustrativo è precisato che la nimesulide è controindicata nei casi di insufficienza epatica e tra le precauzioni d’uso viene raccomandato che, in caso di alterazione nei test della funzione epatica durante il trattamento, è bene sospenderlo. «Una cosa va detta: ogni volta che si prende un farmaco si accetta un compromesso tra benefici e possibili rischi. Ogni medicinale può causare accanto all’azione terapeutica effetti collaterali potenzialmente pericolosi» ricorda Luigi Bozzini, del Servizio farmaceutico della Azienda ulss 20 di Verona.

Non esiste un medicinale sicuro al cento per cento. Però non c’è dubbio che i farmaci sono i prodotti più controllati in termini di rischio-beneficio. Nel caso nimesulide il monitoraggio postAnonimoeting dovrebbe, considerati gli anni che è in circolazione, costituire da sé una garanzia. «La mentalità da combattere è quella di prendere una pillola al minimo sintomo. Un abuso che fa aumentare consumi e potenziali rischi» conclude Raschetti.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Ultimo bump di Luke effettuato il mar 24 nov 2009, 13:04.


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010