Oggi è lun 21 gen 2019, 14:15

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Trilogia "Queste oscure materie"
Messaggio da leggereInviato: mar 12 apr 2011, 17:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 22 dic 2008, 13:09
Messaggi: 18
http://it.wikipedia.org/wiki/Queste_oscure_materie

(!empty($user->lang['IMAGE'])) ? $user->lang['IMAGE'] : ucwords(strtolower(str_replace('_', ' ', 'IMAGE')))

Vi posto il link perché sicuramente spiega meglio di come potrei mai fare io... Per intenderci è la trilogia che comincia con La Bussola D'oro (The Golden Compass, titolo originale) probabilmente molti di voi hanno visto il film... E penso di parlare a nome di molti affermando che tale film è un'avventura fantasy molto infantile.. Però la trilogia di libri vuole essere molto profonda, leggibile a più livelli... Certo, a una lettura poco attenta anche i libri hanno la classica struttura del fantasy classico se vogliamo: il/la protagonista vive la sua vita spensierata finché un giorno non è trascinato/a in un viaggio che ne comporterà la crescita emotiva e morale oltre che fisica comportata dal tempo e dopo le mille prove che lo/la aspettano affrontare l'ultima grande prova risolutiva. bene questo non è che la punta dell'iceberg: il libro si destreggia maestralmente tra nozioni religiose, miti e filosofia greca, fisica delle particelle, meccanica quantistica, relatività, storia... E chi trova altri argomenti trattati me li può segnalare...

LA BUSSOLA D'ORO (1995)

Lyra è una bambina di undici anni. Mezza aristocratica e mezza monellaccia, vive al Jordan College, a Oxford, il più ricco e prestigioso di tutta l’Università, cui Lord Asriel, nobile, sapiente, uomo d’azione e di potere, l’ha affidata dopo la morte dei suoi genitori...

Il mondo di Lyra però è diverso dal nostro. Ogni cosa è dominata in maniera opprimente dall’autorità ecclesiastica, il Magisterium, che in particolare controlla rigidamente ogni minimo sviluppo della scienza, o meglio della "teologia sperimentale".

Ma la differenza più grande è che gli esseri umani ignorano cosa sia la solitudine: ognuno infatti ha il suo daimon, che è un essere autonomo e insieme una parte di sé. Per noi, non è che una voce che ogni tanto si fa sentire nella nostra mente; nel mondo di Lyra è un compagno visibile e tangibile, generalmente di sesso opposto al proprio, in forma di animale, che rivela molto della persona di cui fa parte. I daimon dei bambini non hanno ancora una forma fissa, e possono mutare a piacere; più tardi, con la pubertà, quando la personalità comincia a stabilizzarsi, assumono una propria forma, e non cambiano più. Essere umani significa avere un daimon, e un essere umano senza daimon è un orrore quasi inconcepibile; come un uomo senz'anima.

Lyra è felice, a Oxford. Capeggia bande di monelli scatenati, scorrazza per i tetti o esplora i vastissimi sotterranei del college in compagnia del fidato Roger, garzone di cucina. Ogni tanto, certo, le tocca qualche lezione. L'imbarazzo in cui la gettano le rare visite dello zio è ben compensato dal prestigio che le procurano, e al college tutti le vogliono bene.

Ma in breve tutto cambia. Una sera Lyra decide di dare un'occhiata di straforo al Salotto Privato del Maestro del Jordan College: assiste di nascosto a una riunione tra Lord Asriel e gli Accademici, e sente parlare della Polvere, misteriose particelle che vengono attirate dagli esseri umani adulti ma non dai bambini, e che sembrano venire da un qualche altro mondo, irraggiungibile ma vicino e presente dietro lo schermo illusorio e insuperabile del cielo polare. Lo zio di Lyra mostra agli altri la testa mozzata di un uomo di nome Stanislaus Grumman, convincendoli a finanziare una spedizione al Nord.

Poi a Oxford arrivano gli Ingoiatori. Cominciano a sparire dei bambini, di solito fra i più poveri e diseredati, e di loro non si sa più nulla. Un brutto giorno scompare anche il compagno di giochi di Lyra, il prediletto Roger. La sera stessa, però, Lyra se ne dimentica quasi del tutto. Infatti la signora Coulter – una donna bellissima il cui daimon è uno scimmiotto dalla folta pelliccia dorata, e che unisce il sapere di un’Accademica al fascino di una dama dell’alta società e all’aura di avventura di un’esploratrice – le propone di prenderla con sé, a Londra. La ragazzina accetta con entusiasmo.

Meno entusiasta, il Maestro le consegna, in segreto e senza spiegazioni, uno straordinario strumento, l’aletiometro, che serve a scoprire la verità…

LA LAMA SOTTILE (1997)

Nel secondo libro della trilogia, Lyra, dopo aver attraversato il varco nell'Aurora Boreale, si ritrova in un altro universo, in un luogo chiamato Cittagazze. In questa città bellissima ma infestata da spettri che si nutrono delle anime degli uomini, Lyra trova un alleato: Will Parry, un ragazzo del nostro universo che si è ritrovato per caso a Cittagazze mentre cercava di ritrovare il padre scomparso.
Insieme, Lyra e Will si imbarcano in un lungo viaggio tra gli infiniti universi paralleli, tra streghe, angeli e creature misteriose. A minacciarli, il Magisterium: un'autorità sovranazionale che unisce Chiesa e Stato in una dittatura soffocante e violenta.
Nel nostro mondo, Lyra incontra Mary Malone, una scienziata che studia la materia oscura: scopre così la vera natura della misteriosa Polvere e il suo collegamento con l'antica profezia delle Streghe, secondo cui dovrà essere Lyra a salvare tutti gli universi dalla tirannia e dalla distruzione...

IL CANNOCCHIALE D'AMBRA (2000)

I destini di Will e Lyra sono uniti da poteri ben al di là dei loro rispettivi universi: ma i due ragazzi sono stati separati con la forza. Devono ritrovarsi, perché dovranno combattere la più grande guerra della storia, e visitare insieme un luogo oscuro da cui nessuno è mai tornato...

(trame dei libri tratte dal sito www.questeoscurematerie.it)

Chiedo ancora scusa per la descrizione poco imparziale dei temi dei libri ma sono verso il raggiungimento del termine e come potete notare mi è piaciuto molto dal basso della mia cultura di ex liceale scientifico. per questo spero possiate apprezzarlo anche voi e apprezzare l'interpretazione che Pullman nel 1995 ha saputo dare ai vari argomenti che ha trattato e a come ha saputo incastrarli creando un mondo di "vero poetico" (come direbbe Manzoni XD), ma forse poi neanche tanto, capace di trascinare bambini e adulti nel viaggio con la protagonista...

Finita la recensione spero di ricevere qualche risposta al più presto con vostri commenti, precisazioni e/o insulti :D ...

Ciao a tutti e a presto... Zeronol

EDIT:Ho aggiunto ancora le trame dei tre libri perché il topic non mi pareva molto completo così com'era... :) Aspetto commenti... Zeronol


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


cron


Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010