Oggi è mar 11 dic 2018, 9:11

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 9 gen 2008, 16:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1329
Località: A n a r c h i A
Ripensavo a HellBoy, il film di qualche anno fa basato sui fumetti di Mike Mignola (molto bravo tra l'altro) e ripensavo a quanto quel semplice film divertente contenga un grande aspetto di filosofia anarchica...
Nel film troviamo questo HellBoy, un diavoletto scappato all'inferno che viene adottato da un ricercatore cattolico degli anni '40 e addestrato a fare il "supereroe" a favore dell'umanità contro le forze delle tenebre che premono per riconquistare la terra. Al di là dell'aspetto fantastico e bambinesco dell'intera vicenda, troviamo il nostro eroe che alla fine del film dopo che la Società di Thule (veramente esistita) gli ha fatto fuori il padre adottivo, si ritrova in conflitto con sé stesso.

I cattivi (tra i quali l'immortale Rasputin [personaggio reale]) gli fanno scoprire l'atroce verità: lui è un diavolo e per sua stessa natura finirà ad aiutare i suoi simili (demoni) a riconquistare la terra e a scatenare l'Armageddon.
Ma HellBoy, memore dell'affetto del suo padre umano adottivo che l'aveva educato alla vita e alla ricerca della verità, rifiuta la sua stessa natura e sceglie consapevolmente di annichilirsi pur di non tradire sé stesso (il suo Sé). Aveva sempre avuto dimostrazione dell'amore di Dio e quindi, pur essendo un diavolo, sceglie di credere in Cristo e di ripudiare la sua stessa natura.
E giustamente vince! ;)

Secondo me è proprio un film simpatico ed educativo: insegna ai ragazzi a credere in sé stessi e soprattutto a esercitare la facoltà che ci distingue dalle bestie: la facoltà di scelta.
Contro tutte le bandiere, contro persino alla natura, contro ad ogni convenienza materiale, HellBoy sceglie di seguire il suo desiderio di identificazione e si sacrifica coscientemente (sacrificio cosciente dell'Io).
Per questo vince.

image

[nell'immagine, HellBoy col suo tipico sigaro (fuma ed è scorretto) e il suo rosario simbolo della sua fede]

Bah, dovrebbero proiettarlo alle medie, invece di tante ***! :rolleyes:


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: sab 12 gen 2008, 21:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 nov 2008, 20:56
Messaggi: 970
Località: Cuneo
Ehi, in effetti non ho mai fatto caso al significato simbolico di questo film...
l'ho trovato un bel film...però ci son delle cose che non mi son piaciute...le scrivo qui...
almeno poteva fare che combatteva contro mostri diversi...invece erano sempre gli stessi T_T

243

_________________
13/09/2009


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 13 gen 2008, 0:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1329
Località: A n a r c h i A
eh, vabbè! :D gli effetti speciali costavano troppo! :lol:


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 21 gen 2008, 18:12 
Ma cosa state dicendo?!
Che tristezza...
Povero hellboy
e soprattutto.-..povero Mignola
Io approfitterei piuttosto anche per fare riferimento al regista il quale fa parte di una nuova ondata di registi horror con una sua particolare e rafinata tecnica e atmosfera ben riconoscibile in uno stile che lo distingue e annovera come autore prima che come regista:Guillermo del toro


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 21 gen 2008, 18:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1329
Località: A n a r c h i A
che a me sta un po' sul ***, ma comunque c'è di peggio... come mai ti piace?


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: ven 25 gen 2008, 14:58 
Non è che mi piace...anzi lo trovo anche un pò troppo prolisso..però ha un suo stile ben distinguibile...e per questo lo rispetto


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio: Hellboy, L'armata d'oro
Messaggio da leggereInviato: lun 29 giu 2009, 15:30 
Non connesso

Iscritto il: mer 27 mag 2009, 9:24
Messaggi: 85
Trama

Natale 1955, un giovane Hellboy è immerso nel racconto del padre, il professor Trevor Bruttenholm (John Hurt), riguardante un’antica guerra tra gli umani e le creature mitologiche. All’inizio di questa guerra a prevalere furono gli umani, e di fronte al massacro del suo esercito il Re degli Elfi, Balor, si rattristò in cuore. Così un Goblin si offrì di costruire un’inarrestabile armata dorata per il Re degli Elfi, armata che può essere controllata solo da colui che indossa la corona reale ed è a questi fedele. Questa “Golden Army” composta da 70 volte 70 soldati, ossia 4900, decimò l’esercito degli umani portando però altra tristezza nel cuore di Re Balor che decise di stipulare una tregua con gli umani: gli uomini avrebbero vissuto nelle loro città mentre le creature magiche avrebbero vissuto nelle foreste. Tuttavia il figlio di re Balor, il principe Nuada (Luke Goss), non soddisfatto dalla tregua, decise di andare in esilio. La corona reale fu poi divisa in tre parti (una agli uomini e due agli elfi) e la Golden Army non venne più richiamata in battaglia.
Ai giorni nostri, Nuada ha deciso di dichiarare guerra agli uomini.

http://it.wikipedia.org/wiki/Hellboy_2

Riflessioni:
Cosa rappresenta il mondo dell'angelo della morte?
Cos'è l'inferno?
Qual è l'entrata e come si fa ad uscirne?


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


cron


Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010