Oggi è sab 20 ott 2018, 21:42

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: ven 25 lug 2008, 11:43 
image

Guida galattica per autostoppisti (The Hitchhiker's Guide to the Galaxy, Garth Jennings, 2005)

Trama. Da un fortunato libro di Douglas Adams - primo di una serie - è tratta questa bizzarra space-comedy che già negli anni '80 fu soggetto di una serie TV.
Arthur Dent si oppone come può alla demolizione della sua casa, causa futuro passaggio di strada statale, non sapendo che di lì a dodici minuti sarà l'intero pianeta Terra ad essere spazzato via dagli extraterrestri per far posto ad un'autostrada intergalattica. A salvarlo ci pensa il suo amico Ford, che Arthur credeva sì strano, ma non tanto quanto è in realtà. Ford è infatti un alieno (di un piccolo pianeta vicino a Betlegeuse) di professione autostoppista, che gira l'universo per scrivere contributi al libro più venduto del creato: la Guida Galattica per Autostoppisti. I due iniziano una serie di disavventure con i loro indispensabili e inseparabili asciugamano.
Il vero protagonista del film è la Guida, alter ego del suo creatore Douglas Adams, scomparso poco prima della fine delle riprese. Incredibile cornucopia di idee e bizzarrie, il libro illustra con dovuto sarcasmo e disincanto un Universo meraviglioso e multiforme, per quanto pieno di insidie - per mettere al riparo delle quali è posto in copertina a caratteri cubitali un avvertimento: NIENTE PANICO.
Assolutamente bizzarre e divertenti le idee pseudoscientifiche usate: l'astronave Cuore d'Oro, funzionante a improbabilità infinita; la Flotta Costruzioni Vogon incaricata delle demolizioni, che si incarta nelle conquiste universali a causa del loro mentalismo altamente burocratico; sul pianeta Viltvodle VI, dove vivono gli Jartravartid, una popolazione aliena che adora il Grande Ciaparche Verde, una divinità che avrebbe creato l'universo da un suo starnuto...

Sicuramente un film divertente, che fornisce un'infarinatura di tutto il lavoro letterario di Douglas.
Troverete anche la citazione a "La risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l'universo e tutto quanto" (fonte wikipedia), che come risultato dà 42.

Da sottolineare il fatto che Douglas Adam ha indubbiamente influenzato una fetta del paradigma pseudoscientifico umoristico, spesso coincidente con il Discordianesimo, una religione travestita da scherzo travestito da religione.
Adam diede inoltre il titolo all'album The Division Bell dei Pink Floyd, prendendo parole a caso dai testi di una delle canzoni.

Addirittura Google stesso dà il suo contributo all'autore, provate ad effettuare una ricerca usando la seguente chiave: answer to life the universe and everything
(link diretto alla ricerca)
Osservate il primo risultato ottenuto, dalla calcolatrice di Google :woot:


Citazioni
"Io ho un milione di idee....ma portano tutte a morte certa!"
"Barman, sei pinte di birra e presto, il mondo sta per finire. Tieni il resto, hai dieci minuti circa per spenderli"
"Il tempo è un'illusione, l'ora di pranzo una doppia illusione"
"Il motore ad improbabilità infinita fu inventato svolgendo ricerche sull'improbabilità finita, spesso usata per rompere il ghiaccio alle feste facendo saltare simultaneamente tutte le molecole della biancheria dell'ospite di trenta centimetri sulla sinistra, secondo la teoria dell'indeterminazione. Molti autorevoli fisici protestarono vibratamente, un po' perché squalificava la scienza, ma soprattutto perché non riuscivano a farsi invitare a quel genere di feste"
"Non che a qualcuno interessi quello che dico, ma il ristorante è all'altro capo dell'universo"


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 1 ott 2008, 15:25 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
Incredibile: mai visto un film come questo!
Estremamente divertente e "fantascientificamente spinto" senza essere assolutamente demenziale! E c'è di più: offre anche tantissimi spunti di riflessione sulla realtà che ci circonda e su come la viviamo.
La scena che più mi ha colpito, e che reputo la più significativa, è quella della brevissima vita, in caduta libera, della balena.
Un film da vedere assolutamente!

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 6 ott 2008, 22:09 
Non connesso

Iscritto il: lun 1 dic 2008, 23:41
Messaggi: 32
Ahahahha lo conosco lo possiedo e l'ho visto :lol: me l'ha dato un mio amico :P


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010