Oggi è mer 16 gen 2019, 12:29

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 8 ott 2006, 10:23 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
sei fortunato ad avere un rapporto del genere con lei!

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 8 ott 2006, 19:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1116
Già.....conoscendo lei e mia nonna,+ tutte le donne della mia famiglia,ho compreso quanto io sia cresciuto in una famiglia a stampo matriarcale,anche se questo non era poi così evidente......e quindi ho iniziato ad osservare e capire quanto le donne siano infide.......ho imparato a dubitare,forse anche troppo,d loro e mi sono sempre guardato le spalle.



Tornando IT,credo che la violenza alle volte sia anche una ricerca personale,come quella del dolore estremo detta autoflagellazione che fà capo ad alcuni rituali asceti oppure quella d redenzione dai peccati commessi attraverso riti religiosi come persiste in alcune feste italiane.



Ma vi è una differenza tra i 2 riti:
mentre quella religiosa è punitiva,collettiva e solo x la durata dell festa,in quella ascetica è cognitiva,solitaria e x un tempo indeterminato.




Quando m'arriverà a momenti il film "Le Lacrime di Kali" scriverò qualcosa d + sulla ricerca ascetica del dolore.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 9 ott 2006, 12:52 
lo stato naturale dell'uomo e' la pace,un equilibrio.
Questo equilibrio di fondo e' energetico diciamo e quando questa energia non fluisce correttamente si crea tensione e la mente produce pensiero negativo,attaccamento ecc..
Se divieni consapevole di questo meccanismo allora con la pratica affronterai questi momenti e sensazioni in maniera totalmente distaccata e lucida.
Non e' facile per nessuno ma una volta presa la via...


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: lun 9 ott 2006, 20:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1116
Infatti la vera differenza tra le 2 pratiche le ho messe in corsivo:
quella religiosa è PUNITIVA,si espiano i propri peccati tramite il dolore,mentre quella ascetica è COGNITIVA,ti apre la "conoscenza" sul reale significato del dolore ed il suo distaccamento.


Sono pratiche considerate estreme esattamente come il sesso S/M,ma hanno un altro significato.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 10 ott 2006, 9:16 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
e ci credo!
comunque parte della "disciplina" del dolore la sperimentammo a wushu col maestro cinese..lui ci parlava di questo, ed io, seppur in minima parte, ho imparato a meditare con il corpo sotto stress oltre che in totale rilassamento..ad esempio tenendo posizioni difficili sia per i muscoli (fatica, equilibrio) che per i tendini (stretching).

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mar 10 ott 2006, 21:02 
Rimanendo in tema, credo ad esempio che molti la propria rabbia repressa... oltre a tenersela dentro e non assimilarla e farla scomparire ragionando su di essa (penso che chi si tiene dentro la rabbia è sempre e solo a proprio discapito).. comunque alcuni cercano o vendette o farla pagare un arrabbiatura in modo diverso per chi ha provocato qst evento!
secondo me è sbagliatissimo, io ad es. in passato o covato di vendicarmi di qualche torto subito... ma alla fine a cosa serve..? a nulla... agendo per indifferenza abbandono psicologico... quella è una punizione... tu sbagli.. io agisco nell'escluderti.


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 11 ott 2006, 7:55 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
io ad esempio molto raramente sfogo sulla realta', quanto piu' nei miei pensieri, come nell'ultimo periodo "buio" che ho attraversato, conclusosi questo lunedi'.
sebbene sfogare nei pensieri possa risultare innocuo, non e' cosi', perche' se esistesserorealmente quelle situazioni ideali, io mi comporterei come immaginato..come nei sogni.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 11 ott 2006, 11:00 
beh sei ancora emotivo allora...
lo sono anch'io però nonostante questo stoppo bene la mia emotività spinta verso la violenza..


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 11 ott 2006, 13:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1116
La violenza è il pane della vita.........è antitetico nei confronti della vita stessa ma è ciò che noi esseri umani,che poi d umano stiamo perdendo quasi tutto,c meritiamo.

Costruzione-distruzione,guerra-amore,odio-rispetto,rabbia-calma,oppressione-espressione.....sono aspetti fin troppo legati tra d loro e quindi mutabili facilmente perchè sono 2 facce della stessa medaglia,senza d cui l'1 non esiste senza l'altro.


Ma un conto è tentare d reprimere come fai te,Franz,un conto è comprendere il motivo ed estripare la violenza sia con la violenza stessa(e quì d comprensione ce n'è poca)oppure tramite la coscienza e quindi l'annichilimento del "male" stesso.

"Estirpare" è già d x sè un atto d sviscerazione dal nostro organismo,quindi la strada da percorrere è quella dell'assorbimento.


Il male è in noi così come lo è il bene,quindi x far prevalere l'1 si assorbe l'energia dell'altro.



L'essere umano è un essere tecnicamente "senziente" e quindi coscienzioso.....quella famosa vocina che si sente dentro è la coscienza che appare perchè noi esistiamo x elevarci,ma la violenza tramite pratiche esterne come l'assuzione d droghe,alcool ed altro(x altro intendo condizionamento visivo e non....vedesi l'effetto della svastica nazista sulla coscienza umana)tende ad annullarla o diminuirla.


Quando si sente quella voce,l'unica cosa da fare è seguirla o ascoltarla......così facendo la violenza viene assorbita.




C'è però da dire che anche la violenza è un atto coscienzioso......la si usa come ho scritto nella mia precedente risposta perchè serve x elevare la comprensione del dolore stesso......l'essere umano è fatto x soffrire perchè senza dolore non si cresce.....il dolore aiuta ma bisogna riconoscerlo.



La violenza-coscienziosa,altro legame antitetico,non ha nulla a che vedere con la violenza fine a sè stessa.....anch'esse sono legate ma il loro scopo è diverso.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 11 ott 2006, 14:24 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
CITAZIONE (FranzTuning @ 11/11/2006, 11:00)
beh sei ancora emotivo allora...
lo sono anch'io però nonostante questo stoppo bene la mia emotività spinta verso la violenza..

anche io, ma tutto questo va a cicli, si alterna, alle volte mi coinvolgo alle volte mi distacco.
come dice gchan appunto, e' qualcosa che serve a mantenere un'equilibrio; io semplicemente non reprimo gli istinti, ma neanche li sfogo: come dire, li studio, facendoli uscire fuori un po' alla volta.
questo manifesta attorno a me tutta la mia emotivita', che diviene cosi' percepibile da te come da altri, pero'..non e' cosi' che sono, non miro a questo, questo e' solo un passaggio.

..e per restare in tema :lol:
image

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 11 ott 2006, 14:31 
CITAZIONE (Kenshirou @ 11/11/2006, 14:24)
CITAZIONE (FranzTuning @ 11/11/2006, 11:00)
beh sei ancora emotivo allora...
lo sono anch'io però nonostante questo stoppo bene la mia emotività spinta verso la violenza..

anche io, ma tutto questo va a cicli, si alterna, alle volte mi coinvolgo alle volte mi distacco.
come dice gchan appunto, e' qualcosa che serve a mantenere un'equilibrio; io semplicemente non reprimo gli istinti, ma neanche li sfogo: come dire, li studio, facendoli uscire fuori un po' alla volta.
questo manifesta attorno a me tutta la mia emotivita', che diviene cosi' percepibile da te come da altri, pero'..non e' cosi' che sono, non miro a questo, questo e' solo un passaggio.

..e per restare in tema :lol:
image

:lol: :lol: image

pariantissima l'immagine. comunque ti quoto.
da pensare che molte persone la maggior parte credo questo ragionamento non lo fanno.. anzi fanno scattare la propria emotività repressa... anche con persone che non c entrano niente con la loro causa...
secondo me questo porta a crear casini anche fuori dalla situazione che ci ha reso nervosi...


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: sab 14 ott 2006, 21:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1116
Il dolore c fà crescere.....senza dolore non si può vivere.

Esiste una rarissima malattia del sistema nervoso,d cui sentii parlare in tv anni fà,in cui una bambina d 10 anni ne soffre: non sente alcun dolore.


Dalla moglie d mio padre sentii subito dire "CHE CULO....vorrei essere anch'io così......senza mai provare dolore!"
Io rimasi basito dalla notizia del tg,ma ancora d + dalla risposta della sopra citata.....mio padre però la riprese e disse "Secondo te perchè ne parlano come d una malattia?se non provi dolore non sai mai cosa veramente può danneggiarti o t'ha danneggiato e non puoi nemmeno sapere come curati"

Giusto.....il dolore è indispensabile.....è insito in noi......e come se una persona mettesse una mano dentro un braciere ardente e non s'accorgesse che la mano si stà carbonizzando piano piano.....poi me lo vieni a ridire come farai a masturbarti :lol:





Il dolore è in noi perchè noi viviamo nel dolore.....un conto è non averlo mai provato,un conto è come prenderne coscienza e vanificarlo.....Budda c riuscì.


La pratica dell'autoflagellazione ascetica ha questo scopo....è un gesto estremo basato sulla coscienza del corpo non tanto su quello della mente e dell'anima.....Budda scelse,a ragione,questa seconda via x mantenere integro il suo organismo e x,soprattutto,amor proprio.



Il tuo corpo è la tua UNICA e VERA casa......c stai dentro x tutta la vita e se non te ne prendi cura avrai d che preoccuparti.



La violenza è strettamente legata al dolore,ma finora abbiamo preso in esame,a grandi linee,d quella fisica ma esiste un'altra violenza ben + ingannevole e all'apparenza + innopcuo ma che puyò risultare ben + dilaniante: la VIOLENZA PSICOLOGICA.


E' un pò come confrontare Nanto Seiken ed Hokuto Shinken,il 1° uccide da fuori,il 2° da dentro.


La mente è il nostro nemico n°1 quindi è + facile da soggiogare......colpendola,essa si danneggia e c danneggia.



Un *** od una qualsiasi altra offesa x quanto non possa apparentemente farci danno,in realtà sminuisce la nostra personalità e c ferisce.....questo però è un caso semplice ma x un'offesa del genere una persona può perdere anche le staffe ed uccidere.


La violenza psicologica è quella violenza presente in tv come i reality oppure quella lunga ed insistente azione che una persona può fare nei tuoi confronti uccidendoti d volta in volta.



Arnold Schwarzenegger ha sempre usato questa tattica durante le sue gare d culturismo......con una bella faccia tosta si presentava davanti ad una persona,come ne è l'esempio Lou Ferrigno durante il Mr.Olympia del '75 dicendoglicose del tipo "Te 6 bravo e 6 grosso ma non vincerai mai.....io sono il re e non posso avere paura di te......sono un campione e lo rimarrò perchè sono il MIGLIORE".....con queste parole si vedeva benissimo la reazione d Lou che se da un lato veniva spronato nell'allenamento da un lato ne risentiva......Arnold invece era fin troppo sicuro d sè perchè sapeva d avere delle armi a suo favore anche se le sue condizioni non erano buone.


E nel film "Pumping Iron - L'Uomo d'Acciaio" si vede l'uso d questa tattica che può essere considerata violenza psicologica.


La violenza psicologica è però un'arma a doppio taglio perchè si può anche ferire la mente ma se la persona è forte può tranquillamente ritorcerla contro a chi l'ha attaccato,danneggiandolo.......e poi non è detto che una persona risente dell'violenza fatta alla sua psiche da parte d un'altra persona.


ma se il processo và in porto,la mente si danneggia,il corpo somatizza ed il risultato è d una violenza ncora + terrificante perchè è lenta,moooolto dolorosa e cronica.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 15 ott 2006, 18:17 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
la violenza psicologica e' quella che un genitore puo' fare al proprio figlio, senza volerlo, rimproverandolo in maniera non adeguata.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: sab 21 ott 2006, 12:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1116
Le imposizioni anche di piccola entità basate sull'imperativo(DEVI fare,DEVI andare ecc ecc),sono non costruttive e quindi reputabili ad una sorta di violenza......lo notai quando Masaru Emoto fece l'esperimento sulle parole scritte ed incollate sui barattoli contenti acqua......sulla parola "DEVI"(mi sembra ci fosse scritto MUST)l'acqua risultò sconnessa e non armonica.


Ho visto quasi tutto il film "Le lacrime di Kali" e non era come m'aspettavo ma si basa,sembra,su alcuni fatti realmente accaduti.
Quella che io imputavo ad una scena di autolesionismo,altri non è che un condizionamento basato sull'uso dei punti di pressione nel quale una persona viene obbligata,tramite comando vocale,a rispondere ad azioni violente come prendere il taglierino,tagliarsi la pelle del braccio,del viso e del torace e strapparselo.

Forse l'unica scena "voluta" è quella iniziale dove una ragazza decide di tagliarsi con un paio di forbicine da unghie,le palpebre x auto-obbligarsi a non chiudere mai gli occhi e vedere sempre la luce del sole(stessa cosa che fece,secondo la leggenda,Bodidarma quando stette in meditazione 7 anni in una grotta al tempio di Shaolin....lo fece x evitare di addormentarsi).....infatti il sangue che le cola dagli occhi lungo tutto il corpo(è completamente nuda e depilata :lol: )è stata messa come immagine di copertina.....che siano le sue le "lacrime di Kali"?
La prossima volta te lo porterò.



La violenza è in molti casi scaturita da impulsi repressi o forti condizionamenti(anche di infima intensità ma comunque giunti al subconscio.....come le immagini subliminali in un film)......un mio amico che spesso và in India,m'ha detto che x quanto gli indiani siano visti dal mondo occidentale come un popolo che basa molto della sua cultura sul tantra e sulla ricerca del piacere sessuale,in realtà sono un popolo sessualmente represso.



Esattamente come i cinesi che piano piano hanno seminato piccoli semi della loro presenza ovunque,gli indiani,sempre a detta del mio amico,se sì liberano dalla loro oppressione sessuale,sarebbero in grado di fare danni anche parecchio enormi.....infatti lui questo processo di liberazione lo stà notando ma m'ha detto che non è ancora esploso sennò le conseguenze sarebbero giunte a noi.




Dunque il sesso e la sessualità sono legati alla violenza.......gli snuff movie,vietati ed illegali,sono filmati spesso amatoriali,nel quale una vittima può subire le violenze di un branco ed essere uccisa e o violentata.....infatti questi film sono stupri culminanti con torture e/o uccisioni......una storia del genere riguarda ciò che facevano le truppe USA,francesi ed inglesi in Irak.......io spulciando in rete trovai proprio un articolo con alcune foto........scene del genere non si dovrebbero nemmeno vedere ma erano comunque censurate:
si vedevano uomini incappucciati e colpiti a sangue(1 di questi,com'è ben noto,morirà)oppure donne arabe costrette a fellatio e sodomie e costrette,con armi da fuoco puntate sulla testa,ad ingoiare liquido seminale.



Queste estremizzazione del sesso è vista come potere......il sesso dà l'illusione di potere ma se non è presente,vedi gli indiani dell'India,tale carenza culmina con la violenza stessa.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: sab 21 ott 2006, 19:49 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
a proposito dell'eseguire azioni distruttive sotto comandi vocali, sai nulla dei candidati manciuriani o in modo piu' generale del controllo della mente?

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 22 ott 2006, 19:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1116
Stai x caso parlando di ciò che s'è visto nel il film "The Manciurian Candidate"?
No,non lo sò.....non ho visto il film e nè sò di cosa si tratta....ma è qualcosa inerente al controllo della mente o della violenza? se così fosse,cerchiamo di rimanere In Tema.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: gio 26 ott 2006, 20:40 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
e' appunto legato a quello che ho capito tu abbia scritto sul film le lacrime di kali': qualcuno viene stimolato alla violenza tramite manipolazione.
molto prima che uscisse il film il candidato manciuriano (ben riduttivo confronto alla realta') erano note (e lo sono tutt'ora ed anche ben documentate, leggi NEXUS, bimestrale pubblicato in tutto il mondo) le manipolazioni mentali fatte a persone comuni da parte di associazioni varie per organizzare, tra le altre cose, degli omicidi di persone scomode sacrificando alle autorita' i killer manipolati mentalmente, cioe' controllati a distanza o precedentemente programmati (oggi sappiamo che con le scoperte sull'attivita' cerebrale e' possibilissimo).

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: dom 29 ott 2006, 22:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1116
La cosa che ti chiedo è questa.....che motivo avevi di mettere una discussione da Off Topic nella sezione Psicologia?


La mia discussione si basa su sfoghi personali,su recensioni di film e quant'altro sia collegato alla violenza indipendentemente dal fatto che essa possa avere risvolti piscologici o no.......perchè scommetto che se ci fosse un certo Kain nei dintorni,mi darebbe contro scrivendomi di ritornare OT quando questa discussione E' da OT.



Nel film "Le Lacrime di Kali",un soggetto violento viene indirizzato verso una specie di psicologo guaritore il quale se ne sbatte di guarire il paziente finchè esso non riveli la sua vera indole......alla frase "......vorrei uscire dalla mia pelle....",il "dottore prepara qualcosa di violento e diretto nei suoi confronti.

Tentando di scappare,doc colpisce e stimola dei punti nervosi allo scopo di ".....curare il tuo male immediatamente....":
gli dice di impugnare un taglierino ed il paziente lo fà.....gli dice di incidersi il polso e lungo il braccio e lo fà......gli dice di strapparsi la pelle ed ilò paziente,cosciente ma impossibilitato a ribellarsi a comandi vocali,lo fà......poi strappa il petto e il volto.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 1 nov 2006, 12:58 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
l'ho messa qui perche' mi sono reso conto che affrontiamo un argomento, grazie a te che l'hai aperto, su un aspetto psicologico umano, la violenza fisica e mentale, da cosa puo' derivare e cosa puo' comportare.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: mer 1 nov 2006, 21:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1116
Ho assistito ad una cosa oggi in tv che m'ha fatto pensare.


Da anni ci si rende conto che + in là si và con gli anni,non intesi come vita di una persona ma come generazioni,si genera sempre + violenza,fisica e verbale/psichica.


Ad un programma su Rai2 parlavano di un argomento dal titolo "Figli maleducati o educati male?" nel quale si parla delle differenze generazionali tra gli odierni genitori e figli......i figli sono sempre + prepotenti,s'incazzano facilmente anche x una *** e credono di avere ragione anche quando non ce l'hanno,ed i genitori sono quasi inermi di fronte a queste reazioni.


Facendo interviste x strada,è stata fatta una domanda ad una donna la quale ha risposto "Mio marito è andato da nostra figlia e le ha chiesto gentilmente se aveva un cd vergine da dargli e lei è esplosa tutta insieme dando contro a suo padre irrazionalmente,quando mio marito ha solo chiesto un piccolo favore a sua figlia.......mia figlia gli iniziato afare discorsi del tipo 'Te non puoi venirmi a rompere...non ne hai il diritto.....viene sempre a darmi noia' ecc ecc.......è una cosa che un pò spaventa!"


Me ne sono accorto anch'io....i ragazzi d'oggi,soprattutto bambini ed adolescenti sono sempre + violenti ed irruenti senza motivo plausibile...........pure ad una mia amica,mia coetanea,che d'estate lavora con dei bambini che guarda in un campo estivo,le è capitato che un bambino di 8-9 anni le abbia messo le mani alla gola x obbligarla a fare una cosa......lei non ha sentito seghe,s'è tolta la sua mano dal collo e l'ha fulminato con 1 sguardo.


Forse è proprio il gruppo che l'ha reso così aggressivo o è la società che influenza,attraverso mass media ed argomenti violenti,tali atteggiamenti?


Solo 6-7 anni fà non era così.......si notava un cambiamento epocale ma non così degenerativo.


Le probabili soluzioni? c'è chi ha detto che forse tornando in 1 stato di regime forse le cose cambierebbero così invece di violenti irrazionali ci sarebbero rivoltosi consenzienti,ma è solo un ipotesi.


Che questa violenza derivi da una serie di fattori insiti nella società e che i governi ombra plasmano a loro piacimento? già solo il fatto di sentire che gli effetti delle scie chimiche è sì dannoso x il sistema immunitario e di conseguenza l'aumento del tasso di malattie e mortalità,ma lo è anche x il sistema nervoso.....in 1 dei filmati che tu Luke mi hai dato veniva detto che inspiegabilmente le persone diventavano estremamente + violente.......che questo processo sia già in atto?

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Annuncio: Il Forum è morto. Viva il Forum!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010