Oggi è dom 29 nov 2020, 15:40

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Agire sul corpo tramite la mente
Messaggio da leggereInviato: dom 28 nov 2010, 13:13 
Non connesso

Iscritto il: dom 18 ott 2009, 16:37
Messaggi: 14
Ehilà :)
E' un sacco di tempo che non scrivo qualcosa da queste parti! Ma oggi ho un quesito davvero interessante, forse anche molto semplice.

Nella mia passata esperienza ci sono due annetti di tai chi (con poco chi kung tuttavia) e occasionalmente pratico una forma molto blanda di meditazione: 20 minuti di silenzio interiore nella posizione del loto. O meglio, provo a raggiungerlo eheh.

Adesso però sento la necessità di qualcosa di "forte". Detta in maniera molto rozza, vorrei dare ordini mentali al mio corpo. Soprattutto a scopo di guarigione, ma non solo. Vi riporto l'esempio più significativo.

Da Luglio circa ho riscontrato un calo ormonale. Da allora ho cominciato ad ingrassare quasi 2 chili al mese, mi si è infatti abbassato il metabolismo. Andavo in palestra, e non ho più messo un grammo di muscoli. Ad Agosto ho cominciato a soffrire di eiaculazione precoce, a Settembre si erano rarefatte le erezioni notturne e mattutine, quelle diurne erano assenti se non sotto lunga ed intensa stimolazione sessuale, e anche a letto ho avuto qualche problemino di disfunzione erettile e infine è arrivato ahimè anche un calo della libidine.

Insospettito dai sintomi mi sono recato dall'andrologo, che mi ha prescritto delle analisi del sangue e ha rilevato che ho un varicocele al testicolo sinistro. Si tratta di un ingrossamento delle vene che giungono al testicolo. Allo stadio più avanzato ne compromettono la funzionalità, riducendo la spermatogenesi e la produzione di androgeni.

Fortunatamente il varicocele è in stadio iniziale ed è asintomatico, avevo tantissimi spermatozoi e quindi la produzione ormonale non è influenzata (peraltro potrebbe tranquillamente compensare l'altro testicolo per quanto riguarda gli ormoni).

Tuttavia le analisi del sangue avevano rivelato che avevo il testosterone sotto i livelli minimi. Che poi erano i livelli minimi per uomini di mezza età e io ho poco più di 20 anni!! Sempre dalle analisi si evinceva che questo calo non era dovuto nè a stress (cortisolo e prolattina nella norma), nè a disfunzioni ipofisarie (ormoni tiroidei nella norma), nè al varicocele (gonadotropine nella norma), nè alla produzione di estrogeni (nella norma).

L'unica spiegazione risiedeva nel comportamento dell'ipotalamo. Questa parte del cervello infatti rileva i livelli ormonali nel sangue (sia di androgeni, sia di estrogeni, sia di ormoni dello "stress") e stimola l'ipofisi di conseguenza a produrre gonadotropine, ovvero ormoni che spingono le gonadi (testicoli nell'uomo) a produrre ormoni.

Il dottore mi ha suggerito una cura di 2 mesi di testosterone gel, per "abituare" l'ipotalamo a livelli più elevati, nella speranza che in seguito riprendesse la sua funzionalità. Dopo i due mesi c'è stata una piccola ripresa, ma "sento" che i livelli di testosterone sono ancora bassi.

Alla fine credo di aver capito perchè. Il mio ipotalamo si sta comportando in maniera molto bizzarra. Normalmente l'ipotalamo si comporta in un'ottica di sopravvivenza e riproduzione. La sintesi di testosterone è stimolata dagli sforzi fisici, dai bisogni fisiologici, e quindi sopravvivenza, e poi dall'attrazione per il sesso femminile (o maschile, dipende dai gusti eheh), ovvero riproduzione.

Infatti esistono studi che dimostrano che gli uomini appena si sposano hanno un calo di testosterone, perchè si "sistemano" e non devono più conquistare donne.

Veniamo al mio caso. Ho avuto una relazione di 5 mesi con una ragazza di cui sono molto innamorato. Nelle ultime fasi della relazione, quando sono arrivati i problemi, anche la nostra vita sessuale è notevolmente calata. Lì ho cominciato ad avvertire l'inizio del calo. Quando ci siamo lasciati, e nei mesi a venire, sono giunto ai livelli minimi di testosterone. Non sono risaliti nemmeno dopo che ho superato la tristezza per la separazione, e nemmeno quando uscivo con un'altra ragazza.

Adesso siamo di nuovo molto in intimità, anche se non stiamo assieme, e mi sono accorto che il mio cervello vuole produrre elevate quantità di testosterone solo quando è stimolato da lei, ovvero quando vedo che è molto interessata a me. E non solo sessualmente... bastano dei messaggi dolci, la volontà di vedermi più spesso, un abbraccio, stare assieme a lungo. E' come se il mio cervello si attivasse appena nota interesse da parte sua, e pensa "ok, adesso ci vuole testosterone!". Ricominciano le erezioni involontarie durante il giorno, la libidine, ecc. E invece non appena rimane un po' più distaccata, esce per qualche giorno con le sue amiche o si fa sentire poco, la produzione cala nuovamente.

Ora, questo tipo di atteggiamento è assolutamente anormale. Anche perchè io tempo fa sono stato senza la ragazza anche per anni, senza ricevere segnali di interesse da parte di nessuna, eppure il testosterone non mi mancava assolutamente, come per chiunque del resto. Anzi con l'attività fisica che faccio, pesi 3 volte a settimana con sforzi brevi e intensi, e ogni tanto una corsetta, dovrei avere uno stimolo notevole alla produzione di testosterone.

Ma diciamoci la verità... io non credo molto in tutta questa roba come il reiki, il theta healing, il pranic healing e derivati per determinate questioni. Ci sono cose che secondo me si risolvono solo chirurgicamente. Se uno ha un'ernia al disco, c'è un modo solo per rimettere il disco a posto e non è certo l'agopuntura o un fiore di bach o un pranoterapeuta.

Pertanto non credo di poter guarire col potere della mente le mie vene varicose nei testicoli, nè i miei legamenti lassi del gomito e tante altre piccole cavolate. Ma l'ipotalamo... cavolo è il cervello! E' la mia mente! Quello lo posso controllare eccome dannazione.

Non voglio avere bassi livelli di testosterone... non serve mica a scopare e basta. E' un ormone che regola il metabolismo degli zuccheri, la densità ossea, il tono muscolare, persino l'atteggiamento e la virilità.

Perciò veniamo alla domanda da un milione di dollari. Vorrei avere un maggiore controllo sul mio corpo, sfruttando il "potere" della mente. Nel caso specifico, ora come ora, vorrei provare a modificare la mia situazione ormonale, ma nella vita in tante altre occasioni mi è capitato di pensare: "ah quanto sarebbe comodo se potessi influenzare il mio corpo con la mia mente". Che tecniche mi consigliate? Esperienze vostre da raccontare?


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Agire sul corpo tramite la mente
Messaggio da leggereInviato: lun 29 nov 2010, 20:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 27 set 2010, 17:00
Messaggi: 30
Località: Bologna (Minerbio)
Cavolo amico io sono nuovo dell' ambiente e non so bene cosa consigliarti, però mi hai messo una paranoia addosso che non finisce più°°
Probabilmente qualcuno ti dirà di fare delle simulazioni mentali flash dove ti autoconvinci di avere di nuovo tutto regolare... oppure non lo sò, qualunque cosa sia spero proprio che funzioni!

_________________
[img750]http://image.forumfree.it/7/3/0/2/3/9/1293192740.jpg[/img]


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Agire sul corpo tramite la mente
Messaggio da leggereInviato: mar 30 nov 2010, 15:49 
Non connesso

Iscritto il: dom 18 ott 2009, 16:37
Messaggi: 14
Paranoia? Perchè? :D
Non è nulla di grave, non fa niente se ogni tanto faccio cilecca, e poi se in futuro i livelli di testosterone si abbassano ancora ci sono sempre le terapie al gel. Ma volevo cogliere l'occasione per cominciare a esercitarmi un po' sul "potere della mente" eheh.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Agire sul corpo tramite la mente
Messaggio da leggereInviato: ven 3 dic 2010, 15:24 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3497
Il problema di fondo è l'errata identificazione dell'ipotalamo con la mente... cosa c'entrano l'uno con l'altro?
Avessi detto il cervello... ma l'ipotalamo è una ghiandola. E comunque nemmeno il cervello è la mente. La Mente è qualcosa di non fisico che non ha sede nel corpo fisico, ma che ne usa il cervello come interfaccia con esso.
Infatti è proprio il concetto di "aver un maggior controllo sul proprio corpo a partire dalla propria mente" ad evidenziare una non identità tra le due cose, ovvero una differenza.
Di tecniche ce ne sono molte, ma prima serve una presa di Coscienza su tale differenza. Solo riconoscendosi come coscienza che è anche corpo si potrà influenzare il proprio corpo in modi che esso da solo non attuerebbe.
E quindi acquisire anche la consapevolezza che tecniche del tipo citato da te in realtà possono essere utili, e si sono dimostrate utili in molti casi, in quanto basate sul meccanismo psicosomatico, ovvero dalla psiche al soma, cioè al corpo. La psiche e l'energia infatti influenzano il corpo così come da esso sono influenzate. Se qualcosa non si riesce a risolvere nel livello "basso", allora si prova con il livello "alto".
Occorre conoscere i meccanismi della psicosomatica e delle energie sottili e quindi capire che modalità d'azione di questo tipo sono possibili e in molti casi anche significativamente utili. Ad esempio: come fai ad escludere che il tuo problema non abbia una derivazione psichica? Il collegamento non è banale, potrebbe essere una qualsiasi cosa non risolta che non ricordi o consideri o di cui al momento non hai coscienza.
In passato tecniche come le varie forme di ipnosi ed autoipnosi hanno dato buoni risultati in questo campo, cioè clinico. Oggi purtroppo il discorso viene volutamente tralasciato in favore dei guadagni delle lobby farmaceutiche, ma i mezzi rimangono sempre validi.
Intanto, restando fuori dall'ambiente medico, ti consiglio le tecniche di simulazione mentale attualmente disponibili: ci si meraviglia di come così tanti problemi possono nascere e\o essere risolti nella propria psiche.
Poi in seguito potresti anche interessarti a tecniche energetiche e\o vibrazionali, ma il discorso (e il trattamento) si fa più lungo.
Infine c'è sempre l'ipnosi che però, dato il problema, in questo caso ti consiglio di praticare con un professionista in ambito medico (pochi, ma ce ne sono ancora). Oppure l'autoipnosi, che non presenta rischi e controindicazioni né richiede conoscenze mediche specifiche, in quanto tu senti cos'hai e sai cosa vuoi ottenere, e ciò basta per indurti, con l'autosuggestione profonda, a guarire o migliorare ciò che desideri e che ti riguarda.

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Agire sul corpo tramite la mente
Messaggio da leggereInviato: ven 3 dic 2010, 15:59 
Non connesso

Iscritto il: dom 18 ott 2009, 16:37
Messaggi: 14
Hai ragione, ho usato inappropriatamente il termine mente :)

Sul fatto che il problema abbia una derivazione psichica, la penso proprio così, è per questo che sto scrivendo qui.

Ieri ho partecipato ad un incontro introduttivo al theta healing, ma il corso ha un costo totalmente al di fuori della mia portata, e purtroppo è a ridosso di un periodo di esami universitari.

Direi che a questo punto accetterei il suggerimento sull'autoipnosi. Comincio a documentarmi, poi ti faccio sapere come va. :)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Agire sul corpo tramite la mente
Messaggio da leggereInviato: mer 8 dic 2010, 17:13 
Citazione
Ho avuto una relazione di 5 mesi con una ragazza di cui sono molto innamorato. Nelle ultime fasi della relazione, quando sono arrivati i problemi, anche la nostra vita sessuale è notevolmente calata. Lì ho cominciato ad avvertire l'inizio del calo


Posso permettermi di mettere in evidenza ciò che hai scritto? Questo è un punto centrale credo del percorso che stai vivendo. In quel frangente hai cercato di fuggire emotivamente, cioè hai cercato di ricacciare indietro tutto il dolore oppure lo hai vissuto fino in fondo? Certe volte lasciamo sprofondare dentro di noi la sofferenza perchè siamo convinti di non poterla sopportare, ma quella riemerge sotto altre forme.


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Agire sul corpo tramite la mente
Messaggio da leggereInviato: mer 8 dic 2010, 17:49 
Non connesso

Iscritto il: dom 18 ott 2009, 16:37
Messaggi: 14
Certamente è sprofondata in me e ci è rimasta per parecchi mesi. Ma ormai ogni settimana che passa sento la mia situazione ormonale che migliora. Però al di là dei miei livelli del testosterone è una cosa che mi affascina molto l'idea di rafforzare il mio legame mente-corpo.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Agire sul corpo tramite la mente
Messaggio da leggereInviato: sab 18 dic 2010, 18:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 19 nov 2008, 21:34
Messaggi: 1056
Sul testosterone di posso dare un suggerimento,ma anche in generale.
Mente e corpo sono un sistema unico,come un cane che si morde la coda,e se non riesci a partite dalla mente per cambiare qualcosa,parti dal corpo:
fai pesistica(non come i dopati che si vedono in competizioni come il MrOlympia)perchè la pesistica,fatta ad hoc,aumenta il livello ormonale in pochissimo tempo(2-3 allenamenti a settimana per 45-60min cadauno...te lo confermo di persona)e ciò aiuta ad agire sulla mente....ti senti meglio,sei più libero,sei entusiasta ecc ecc...fai corsa in velocità,aiuta allo stesso modo...fai nuoto,fai qualsiasi attività che ti porta a non stressarti troppo la testa e di conseguenza anche il corpo.

Quando avrai preso consapevolezza che puoi agire sulla mente tramite lo sforzo fisico e sul fisico tramite l'azione mentale,potrai fare quello che vuoi.

_________________
L'ACQUA CHETA ROVINA I PONTI... OCCHIO A CHI VUOL ERIGERE CASTELLI DI CARTA.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Agire sul corpo tramite la mente
Messaggio da leggereInviato: sab 18 dic 2010, 21:07 
Non connesso

Iscritto il: dom 18 ott 2009, 16:37
Messaggi: 14
Faccio pesi :)
E' un'ottima cosa, senza quello avrei il testosterone a zero penso.
L'anno scorso quando ho cominciato e avevo livelli regolari, fare pesistica mi ha fatto schizzare la libidine alle stelle. Ora serve a darmi quel poco di libido che mi rimane ahah


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Agire sul corpo tramite la mente
Messaggio da leggereInviato: dom 2 gen 2011, 15:20 
Non connesso

Iscritto il: dom 18 ott 2009, 16:37
Messaggi: 14
Eccomi di nuovo qui. Ho avuto un sacco di cose da fare in queste settimane, peraltro mi sono interessato parecchio ai libri di Paul McKenna e l'autoipnosi è passata un attimino in secondo piano. Negli ultimi giorni ho cercato un po' sui canali p2p e su google ma il materiale sull'autoipnosi è tanto vasto quanto dispersivo e volte mi pare anche scritto male e da non-professionisti. Avete qualche libro o sito in particolare da consigliarmi?

L'unica cosa semi-seria che ho trovato è questo libro: http://www.ipnosi.org/autoipnosi/
Tuttavia è davvero snervante doverlo sfogliare online e soprattutto è tremendamente lungo e dispersivo, e si può leggerne solo una parte.


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


cron


Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010