Oggi è mer 26 set 2018, 11:26




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Manipolazione della realtà?
Messaggio da leggereInviato: mar 10 feb 2015, 16:19 
Non connesso

Iscritto il: dom 8 feb 2015, 23:30
Messaggi: 14
Ciao

Non so dove scrivere del seguente argomento ma parlando di manipolazione temporale penso che vada bene qui. Una semplice domanda...se una persona sa di un fatto del futuro, anche in modo approssimativo, e decide di cambiare questo evento o di evitarlo in qualche modo, sta in un certo modo manipolando la realtà? Si può inoltre convincere Coscienza a cambiare i suoi piani?

Grazie


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: manipolazione realtà?
Messaggio da leggereInviato: mar 10 feb 2015, 19:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Non penso che la coscienza in sè abbia un piano, si limita semplicemente ad osservare. Piuttosto chi è immediatamente sotto di lei può averne. Detto ciò, la "realtà" non è un libro già scritto. Quindi si, se sai un fatto del futuro puoi anche cambiarlo, nei limiti di ciò che ti è concesso. E si, i piani si possono cambiare. IMHO


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: manipolazione realtà?
Messaggio da leggereInviato: mer 11 feb 2015, 11:21 
Non connesso

Iscritto il: mer 10 set 2014, 9:34
Messaggi: 19
WOW! :D Ciao ragazzi!

Questa è una osservazione MOLTO importante, secondo me...

Facendo una sintesi di tutto quanto letto qua e là:

- se questa in cui viviamo è una "maya", cioè una realtà virtuale;
- se siamo NOI i creatori della realtà in base alla nostra volontà;
- se il "futuro" non esiste in quanto esiste solo un eterno PRESENTE...

A questo punto TUTTO si trova in una specie di costrutto "fisico" (tipo un DVD per intenderci) dove tutta la storia e tutto il tempo sono già "scritti", e noi siamo solo la testina che "legge" gli eventi in maniera sequenziale, mano a mano che viviamo nell'illusione dello spazio/tempo.

Perciò:
- è POSSIBILE conoscere il futuro, e riscoprire il passato, tanto quanto si conosce il presente, dato che il presente è l'unico tempo esistente e che il tempo è un costrutto fisico;
- è POSSIBILE quindi viaggiare avanti e indietro nel tempo, e potenzialmente il nostro cervello è in grado di farlo;
- sapendo in questa maniera qualcosa del futuro o del passato, è quindi possibile con un atto di volontà MODIFICARLO! E questo ci viene raccontato fin dai tempi più antichi! Per esempio addirittura nel Vangelo (per quello che vale...) si dice che "se avessimo una fede grande quanto un seme di miglio saremmo in grado di spostare una montagna"!
- inoltre basta "leggere" quanto ci sta succedendo intorno per capire il futuro, e cioè che ci stanno portando sempre più verso una crisi più profonda, e chissà? Probabilmente alla terza guerra mondiale!
- stando a quanto svelato da diverse Anime in stato di ipnosi, sembra che stia per arrivarci addosso un cataclisma cosmico dovuto a collisioni con delle meteoriti (Malanga docet).

Di conseguenza:
- mettiamo, per esempio, che decenni fa, i miei genitori in occasione di un trasloco hanno gettato via il mio prezioso diario nella spazzatura. Posso tornare indietro nel tempo per recuperarlo e riportarlo nel "presente"? O comunque, in caso di rischio di creare una discontinuità spazio/temporale, farmene una copia e portarla nel "presente"? (vale per esempio anche per le opere d'arte perdute del passato...);
- conoscendo i presupposti di eventi terribili del futuro, la volontà di evitare questi eventi è sufficiente? E in caso come si deve agire questa volontà? Basta la consapevolezza, oppure bisogna ricorrere alla "fisica" della realtà virtuale (energia/spazio/tempo) e poi "lavorarci sopra"? Intendo faticose meditazioni, creazione di gruppi sempre più numerosi di personaggi con Coscienza per tentare di arginare l'evento, rinunce a tutto pur di stare 24 ore su 24 a tentare di scalfire questo "costrutto materiale" che è il tempo (DVD) già predisposto da qualcun altro? Col rischio che questo "qualcun altro" se ne accorga e che agisca di conseguenza?
- e se tutto ciò è possibile, è possibile anche "lavare" il passato di tutti i terribili eventi e dolori che la storia ci ha scaraventato addosso, un po' come stiamo tentando di fare con noi stessi in occasione delle adduzioni e altro?

E anche se la risposta teorica fosse SI (come ne sono convinto), come si fa, e CHI sa come si fa?

Cosa significa quindi: "nei limiti di ciò che ti è concesso"?

- Perché finché questo significa: "Finché non costringi qualcun altro con la tua volontà a fare ciò che non vuole" mi sta pure benissimo, ma se significa che "i cattivi non te lo vorranno permettere", beh, io sono per ribaltare il tavolino delle regole! :PP

- Oppure ci sono delle "volontà" che vogliono che accada tutto questo, come una specie di "esperimento cosmico", e che quindi non permettono che si possa aggiustare tutto perché sarebbe vanificato l'oggetto del loro studio, cioè studiare il comportamento degli altri come se fossero delle cavie in vitro per delle statistiche? Idem come sopra: ribaltiamo il tavolino delle regole! [cheerful.gif]

Scusatemi, ho scritto di getto... evidentemente questi argomenti mi stanno molto a cuore!

[1cheers.gif] [1bye1.gif]


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: manipolazione realtà?
Messaggio da leggereInviato: mer 11 feb 2015, 11:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 30 ago 2011, 14:28
Messaggi: 331
Citazione (Giocherellone)

Cosa significa quindi: "nei limiti di ciò che ti è concesso"?

- Perché finché questo significa: "Finché non costringi qualcun altro con la tua volontà a fare ciò che non vuole" mi sta pure benissimo, ma se significa che "i cattivi non te lo vorranno permettere", beh, io sono per ribaltare il tavolino delle regole! :PP

- Oppure ci sono delle "volontà" che vogliono che accada tutto questo, come una specie di "esperimento cosmico", e che quindi non permettono che si possa aggiustare tutto perché sarebbe vanificato l'oggetto del loro studio, cioè studiare il comportamento degli altri come se fossero delle cavie in vitro per delle statistiche? Idem come sopra: ribaltiamo il tavolino delle regole! [cheerful.gif]

Scusatemi, ho scritto di getto... evidentemente questi argomenti mi stanno molto a cuore!

[1cheers.gif] [1bye1.gif]

"nei limiti di ciò che ti è concesso", significa tutte le cose che hai detto contemporaneamente.
Faccio un esempio: i ricconi spingono la gente al consumismo estremo per guadagnare sempre di più, causando l'inquinamento del pianeta che tra 10 anni collasserà per colpa dei rifiuti e ci ucciderà tutti. Tu ambientalista puoi nel tuo piccolo cercare di evitarlo facendo raccolta differenziata, spargendo la voce, creando associazioni ecc. ecc. ma se poi la gente non vuole capire e continua ad inquinare fra 10 anni il disastro avverrà. Qualche minima chance di riuscire comunque ce l'hai eh, ma questo non vuol dire che se hai una volontà immensa ce la farai per forza, anzi. Invece sul nostro destino personale possiamo fare moltissimo secondo me


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolazione della realtà?
Messaggio da leggereInviato: gio 12 feb 2015, 11:13 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: dom 9 nov 2008, 23:20
Messaggi: 3950
Citazione (cinsky)
Ciao
Non so dove scrivere del seguente argomento ma parlando di manipolazione temporale penso che vada bene qui. Una semplice domanda...se una persona sa di un fatto del futuro, anche in modo approssimativo, e decide di cambiare questo evento o di evitarlo in qualche modo, sta in un certo modo manipolando la realtà? Si può inoltre convincere Coscienza a cambiare i suoi piani?
Grazie

Secondo me siamo tutti creatori della nostra realtà, e co-creatori della realtà di tutti (si badi che non ho scritto "creatori della realtà di tutti", sarebbe new age ed impossibile da sostenere!). A partire da questo, ogni percezione della realtà stessa - in ogni punto dell'asse temporale - potrebbe considerarsi come una modifica. Questo non solo lo dicono gli esperimenti sulle particelle e le onde (dove parrebbe che il solo atto di osservare modifichi il comportamento di esse), ma se ci pensiamo bene il fatto di sapere già una cosa ci porterà ad agire in modo diverso da prima, pur se solo passivamente o inconsciamente, perché non potremo in nessun caso ignorare ciò che abbiamo saputo, anche sforzandoci di non agire.
Un altro punto da sollevare potrebbe essere: come siamo sicuri di "sapere un fatto del futuro"? Quante volte lo pensiamo o immaginiamo soltanto, e non lo conosciamo veramente? Quante volte poi capiamo che ci avevamo preso, ma non consideriamo che lo avevamo solo indovinato, e non percepito? Tutto questo ci porta a considerare che forse agiamo sulla realtà meno spesso di quanto pensiamo, perché meno spesso di quanto pensiamo sono le volte che percepiamo realmente nel tempo.. ;)

_________________
Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.
Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.
Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, "Tao Te Ching", Capitolo 33, "La virtù del discernimento")


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolazione della realtà?
Messaggio da leggereInviato: sab 14 feb 2015, 0:50 
Non connesso

Iscritto il: mar 10 giu 2014, 20:01
Messaggi: 16
C'è un altro thread (che iniziai diversi mesi fa) sui viaggi temporali http://conoscitestesso.ipself.it/forum/viewtopic.php?f=107&t=4173

Fra l'altro è da considerare che anche se ogni istante è in uno stato di eterno presente, questo non significa che il futuro sia predeterminato. O meglio, tutti i futuri, se sono possibili, sono reali, mentre quelli impossibili non lo sono. Se sono reali, hanno una loro collocazione nell'eterno presente. Come se leggo una storia a puntate e, a un certo punto, le storie si dividono, esiste la variante "A" e la variante "B". Io posso scegliere quale leggere come continuazione della mia storia, quindi per me che leggo, la fine non è predeterminata: dipende da cosa scelgo di leggere, sebbene entrambe siano co-esistenti.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolazione della realtà?
Messaggio da leggereInviato: mer 21 ott 2015, 14:52 
Non connesso

Iscritto il: mer 21 ott 2015, 14:05
Messaggi: 1
Questa storia è davvero interessante perché di permette di riflettere sul modo in cui dovremmo comportarci nella vita.

E' la differenza che esiste tra la pillola rossa e la pillola azzurra di Matrix per chi ha visto il film. Ovvero ci si può rassegnare al fatto che il proprio destino e la propria vita non possa essere cambiata e gestita, rinchiudendosi nel proprio mondo fatto di comode ed illusorie certezze, oppure si può lottare contro il proprio destino, cercando di cambiarlo.

Anche nella mia professione di cartomante vedo molte persone che si trovano in questa situazione, venendo a contatto con loro tramite il mio sito:

http://www.esotericus.it

Io sono sempre più convinto della seconda ipotesi e credo anche in una cartomanzia che non sia mera conoscienza del futuro, ma che questa conoscienza possa essere un aiuto per cambiarlo


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolazione della realtà?
Messaggio da leggereInviato: lun 30 gen 2017, 13:25 
Non connesso

Iscritto il: ven 27 gen 2017, 16:14
Messaggi: 1
Ciao a tutti,
sono Angela di http://www.cartomanziaindiretta.it e vorrei dare il mio contributo a questo post ricollegandomi anche al campo della chiaroveggenza. Il pensiero è creativo, anche per questo motivo siamo tutti co-creatori della “realtà” in cui viviamo. In particolare nella misura in cui il nostro potenziale creativo genera il karma e ne influenza le sue trasformazioni.
Le leggi cosmiche, i princìpi che regolano gli equilibri universali del Creato sono eterni e immutabili. La legge di Creazione è la prima legge cosmica. Per questo motivo esiste anche la possibilità che l'essere umano pensi ed agisca in armonia con le leggi cosmiche o finisca per deviare dalla “diritta via”. Questo vale sia sul piano individuale che collettivo.
La realtà è che ad ogni azione, ad ogni pensiero, ad ogni causa segue inevitabilmente un effetto che può essere favorevole e positivo oppure sfavorevole all’evoluzione dell'uomo. La Legge del karma è una legge cosmica che ha origine dalla Coscienza Cosmica, e la Coscienza Suprema è al di sopra di ogni tentativo umano che cerca di comprenderla.
L'uomo è l'artefice della sua stessa vita, a seconda di come decide di impiegare le sue potenzialità e i suoi tesori, egli diventa la causa prima della sua stessa felicità o la causa prima di sofferenza. La lettura tarocchi in cartomanzia tocca anche aspetti di natura karmica ed evolutiva.
Quando seguiamo la voce del cuore spirituale, la voce della coscienza siamo certi di poter liberare vibrazioni armoniche e di attirare amore e felicità.
Anche se non ne siamo sempre consapevoli siamo a tutti gli effetti i primi responsabili di tutto ciò che ci attende e di ciò che ci accade.
E' comprensibile che un buon allineamento del terzo occhio rispetto alle leggi cosmiche permette di cogliere le pieghe più nascoste e impercettibili del tempo e dello spazio. La chiaroveggenza è una realtà propria di Ajna Chakra che coglie le vibrazioni più sottili della realtà spirituale soprasensibile e discerne all'istante differenti campi di energia. Questo Chakra “vede” oltre la dimensione spazio temporale e ci espande sul piano della Coscienza Cosmica nel momento in cui l'energia Kundalini risale oltre Ajna Chakra e si spinge in direzione del Chakra della Corona collegando il Cielo con la Terra. La posizione dell'uomo si trova tra il Cielo e la Terra.
Il karma negativo può essere trasformato in diversi modi e in qualsiasi momento, dipende dal livello di consapevolezza. L'Era dell'Aquario appena iniziata ci chiama al cambiamento. Il mondo in cui viviamo può diventare migliore di quando l'abbiamo conosciuto nel momento in cui abbiamo deciso di entrare a far parte della grande famiglia dell'umanità. E' dovere di tutti lavorare per preservare gli equilibri del pianeta di cui siamo parte integrante. Questo è possibile quando testimoniamo la realtà quotidiana e facciamo esperienza dell'amore universale sia nella famiglia che nella società di cui siamo una parte viva e cosciente.
Quando mi confronto con gli altri cerco di sintonizzarmi prima di tutto sull'onda del cuore e mi piace farlo condividendo questa esperienza con amici speciali e di grande sensibilità.


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


cron


Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010