Oggi è dom 17 nov 2019, 5:32

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: gio 1 mag 2008, 14:49 
CITAZIONE
Non sono stati sempre 22 e credimi, non lo saranno per sempre.
Come per un periodo, ci sono stati 9 Sephirots, adesso c’è ne sono 10, certi dicono che arriva la 11 e fra poco?

Lo sai che sono proprio i New Age, che tanto biasimi, a tirare fuori questo tipo di concetti?
Ti è stato già risposto migliaia di anni fa:
"Dieci Sephiroth Belimà: dieci e non nove, dieci e non undici. Intuisci con sapienza e sii sapiente con intuito, esaminale e indagale. Conosci, immagina e cerca di far stare in piedi la cosa in maniera esauriente, fai sedere il Formatore al Suo posto." (Sepher Yetzirah)
Sai il perché di questa affermazione?
Avendo 9 o 11 Sephiroth non si parlerebbe più di Cabala, ma di qualcos'altro. Nessun rabbino si sognerebbe di alterare questo paradigma, non perchè sia vero ed assoluto, piuttosto perché la Cabala è la sintesi - e lo studio - della creazione simbolizzata in 10 passi o elementi.
Un pò come se ai 10 simboli elementari dell'aritmetica decimale tu togliessi o aggiungessi un numero: non sarebbe più aritmetica decimale, ma qualcos'altro.
Prova a dire ad uno scienziato che la matematica è relativa, che è valida solo se ci credi. Non potrebbe accettare questa ipotesi dato che la scienza stessa si basa sulla matematica, e crollando questa si porterebbe dietro anche l'altra. Oppure, riprendendo il tuo esempio sulla formula uno, è come se affermassi che lo sterzo è relativo - il paradigma "automobilismo", che si basa su quello dell'"automobile", resta tale se come presupposto hai la possibilità di sterzare. In alternativa non si parlerebbe più di formula uno, piuttosto di corsa su rettilineo.
Insomma, tu puoi anche avere un sistema di 9 sephiroth, funzionerebbe ugualmente, esprimerebbe la medesima realtà, ma gli schemi e i comportamenti tra i 9 elementi sarebbero differenti da quanto esprime la Cabala nella sua accezione preferibilmente pura - i sentieri sono stati e saranno sempre 22, perché è di Cabala che stiamo parlando, oltre al fatto che parlavo di sentieri e non di sfere, che sono due concetti distinti.


CITAZIONE
Il ragionare a tappe serve solo per riprogrammare il nostro cervello, e per imparare.

Ecco, secondo il mio universo (o macroparadigma) non si riprogramma nulla, bensì si trasla da una realtà all'altra (dalla realtà dove non conosci una nozione, alla realtà dove invece la conosci). Come anche nel mio non è essenziale la conoscenza e la gestione del Chi, mentre nel tuo è degno di interesse - non a caso esprimi il bisogno di condividere tale conoscenza con gli altri.
Ed abbiamo entrambi ragione, poiché possiamo ottenere i medesimi risultati applicando metodi differenti. Rendiamoci però conto che in ognuno dei due metodi vi sono degli assiomi specifici che li supportano, senza i quali non avrebbero più senso (si potrebbe più parlare di Reiki, senza l'amore?).


CITAZIONE
>Perché farlo? Dopotutto ti basterebbe un solo pensiero per ordinare all'albero di gettarsi nel fiume.
Io lo so, ma gli altri non lo sanno. Lo faccio per condividere la mia conoscenza. E' ovvio, no?

E' ovvio per te, rappresenta la via più efficiente (più probabile) per soddisfare questa tua necessità (volere che gli altri sappiano).
Ritradotto, è come se ti chiedessi: perché non credi semplicemente che tutti già sappiano? Eviteresti un bel pò di passaggi intermedi (tappe? ;)


CITAZIONE
Se pensi che una cosa vera, lo è per te, e te ne regoli di conseguenza.
E’ semplice, costa poco, ed è molto efficace.

Fatto sta che mangi come tutti in questo mondo, poiché se non ti nutri passi a miglior vita. Alla pari di un bimbo che fa l'esperienza dell'ustione: lo sta provando autonomamente, con i mezzi che la natura gli ha fornito - non si brucia perché ci crede.
Come ti ho già spiegato, morganne, fintanto vivi in questo sogno ne accetti gli schemi di cui è formato. Se sei uno scienziato riuscirai a far volare meglio il gabbiano livingston, magari alla pari di un falco, poiché conosci gli schemi di questa realtà e fai in modo di sfruttarli nel miglior modo possibile.
Ma se sei un mistico trascendi completamente il volo. Non ti serve, vai oltre (il volo è illusione).
Ma fintanto resti a volare, le regole son quelle.
Quindi la tua affermazione, che dici di non smettere di ripetere ogni giorno, è vera e sacrosanta, ma permettimi di dire che mi sembra un fuori luogo. Poiché io e Jena, nel paradigma simbolico, stavamo volando, esplorando, non trascendendo.


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: gio 1 mag 2008, 15:10 
CITAZIONE Anonimo @ 1/6/2008, 15:49)
Come ti ho già spiegato, morganne, fintanto vivi in questo sogno ne accetti gli schemi di cui è formato.

tutti noi siamo in un sogno, e il nostro pensiero plasma la realtà, che ci credi o no, in quel momento funziona cosi.
Ti ci puoi ricamare quanto vuoi, ma in quel preciso momento, sia i scienziati sia gli antichi maestri dicono questa cosa (mica l'invento io perché non ho altro da fare).
L'importante è di sapere quello che vuoi e come lo vuoi vivere.
Hai scetlo una via, e va benissimo cosi ;)



CITAZIONE Anonimo @ 1/6/2008, 15:49)
Fatto sta che mangi come tutti in questo mondo, poiché se non ti nutri passi a miglior vita. Alla pari di un bimbo che fa l'esperienza dell'ustione: lo sta provando autonomamente, con i mezzi che la natura gli ha fornito - non si brucia perché ci crede.

anche su questo ci sarebbe molto da dire.
Per iniziare, ti dico il contrario: come mai una persona sotto ipnosi, se uno gli si avvicino un dito dicendoli che è una sigaretta, e la tocca con esso, si forma automaticamente la bruciatura sulla pelle, anche se non è fuoco?
Come mai una persona che soffra di doppia personalità, se in una delle sue personalità è allergica alle api e si fa pungere, e diventa gonfia, ma se cambia personalità, nel giro di 3 minuti, si sgonfia completamente perché nell'altra personalità, non è affetta di allergia alle api?

Fatto sta che ci sono persone che non mangiono piu, persone che vivono diversamente....persone che guarisono di cancro all'ultimo stadio.
Tutto questo ha un senso? ^_^


CITAZIONE Anonimo @ 1/6/2008, 15:49)
Rendiamoci però conto che in ognuno dei due metodi vi sono degli assiomi specifici che li supportano, senza i quali non avrebbero più senso (si potrebbe più parlare di Reiki, senza l'amore?).

Si, si può.
Reiki è una tecnica, e se eseguita bene, non c’entra affatto l’amore.
Per fortuna, in quanto non funzionerebbe molto bene come funziona.
Perché l’amore incondizionato, ben poca gente c’è l’ha.
E quelli che c’è l’hanno non hanno bisogno di una tecnica per potere guarire.


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: gio 1 mag 2008, 16:56 
CITAZIONE
Ti ci puoi ricamare quanto vuoi, ma in quel preciso momento, sia i scienziati sia gli antichi maestri dicono questa cosa (mica l'invento io perché non ho altro da fare).

Non ricamo, ragiono. Soprattutto non generalizzo.
Quali scienziati affermano ciò che dici? Tutti? Una parte? Qualcuno?
Che io sappia una branca della scienza è arrivata alla conclusione che l'osservatore condiziona la misurazione, il che è diverso dal "pensiero che plasma la realtà".
L'osservatore sceglierà se il gatto di Schrödinger vive o muore. Questo è il condizionamento.
Il gatto di Schrödinger può vivere o morire. Questo è lo schema della realtà.

Se gli scienziati ammettessero la tua ipotesi, smetterebbero di essere scienziati per passare in massa alla psicologia.


CITAZIONE
tutti noi siamo in un sogno, e il nostro pensiero plasma la realtà, che ci credi o no, in quel momento funziona cosi.

Questo è un dogma, che esclude a priori una bella fetta di possibilità, per le quali "il pensiero non plasma la realtà".
Perché restringere il campo, quando potrebbero essere valide entrambe?


CITAZIONE
Per iniziare, ti dico il contrario: come mai una persona sotto ipnosi, se uno gli si avvicino un dito dicendoli che è una sigaretta, e la tocca con esso, si forma automaticamente la bruciatura sulla pelle, anche se non è fuoco?

Sei sicura che sia il contrario di ciò che dico?
Te ne aggiungo una: se sotto ipnosi fai spostare la consapevolezza sull'ubriachezza, specifici esami clinici possono confermare un aumento di alcool nel sangue.
Siamo sempre lì: è vero che la convinzione plasma la realtà, ma è anche vero il contrario (la realtà plasma la tua convinzione).
Com'è altrettanto vero che se cresci in un ambiente chiuso dove c'è la convinzione ferrea cancro=morte, difficilmente te la caverai - lo sai che è la ragione principale di tutte queste morti? (leggi di Hamer)
Questa doppia assunzione spiega il perché del bimbo che si scotta col fuoco, non avendolo mai conosciuto prima né per mezzo dell'altrui esperienza. Prova a spiegarmelo tu, in base al tuo ragionamento (la tua teoria, per essere valida, deve dimostrare anche questo caso).
Non ti sto dicendo nulla di nuovo, è una nozione che dovresti conoscere già di tuo... come in alto così in basso.


CITAZIONE
Si, si può.
Reiki è una tecnica, e se eseguita bene, non c’entra affatto l’amore.
Per fortuna, in quanto non funzionerebbe molto bene come funziona.
Perché l’amore incondizionato, ben poca gente c’è l’ha.
E quelli che c’è l’hanno non hanno bisogno di una tecnica per potere guarire.

Perdonami ma è una contraddizione in termini.
Il Reiki in un universo senza l'amore non potrebbe nemmeno esistere, perché non ci sarebbe nessuno in grado di formularlo (a che pro, se il fine è il bene altrui?)


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: gio 1 mag 2008, 18:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
CITAZIONE
Morganne, cerchiamo di capirci, teoricamente tutte le varianti sono a pari esistenza, ma praticamente esiste una certa probabilità. Che sia tu od io a formarla in base alla nostra credenza, che si nasca in una realtà già inquadratra da parte dei nostri avi, che il nostro punto di partenza relativo sia questo in cui viviamo, c'è comunque almeno un fattore che crea probabilità.

una realtà di fondo o oggettiva deve necessariamente esserci altrimenti ognuno vivrebbe su di un pianeta oggettivo differente e io non vedo navicelle solcare i cieli per portare il tipo dalla tipa o per raggiungere il cinema...
Concordo con Anonimo

CITAZIONE
Funziona che ognuno, in definitiva, fa le sue proprie regole su come vuole guidare e dove.
Ecco perché ci sono delle tappe.

sì ma nessuno si costruisce la macchina da solo o produce da solo il carburante, teoricamente è così ma praticamente nessuno lo fa... tu sì?

CITAZIONE
la Cabala è la sintesi - e lo studio - della creazione simbolizzata in 10 passi o elementi.

realtà storica! ^_^

CITAZIONE
Ecco, secondo il mio universo (o macroparadigma) non si riprogramma nulla, bensì si trasla da una realtà all'altra (dalla realtà dove non conosci una nozione, alla realtà dove invece la conosci). Come anche nel mio non è essenziale la conoscenza e la gestione del Chi, mentre nel tuo è degno di interesse - non a caso esprimi il bisogno di condividere tale conoscenza con gli altri.

concordo


CITAZIONE
Siamo sempre lì: è vero che la convinzione plasma la realtà, ma è anche vero il contrario (la realtà plasma la tua convinzione).

vero...

CITAZIONE
Questa doppia assunzione spiega il perché del bimbo che si scotta col fuoco, non avendolo mai conosciuto prima né per mezzo dell'altrui esperienza. Prova a spiegarmelo tu, in base al tuo ragionamento (la tua teoria, per essere valida, deve dimostrare anche questo caso).
Non ti sto dicendo nulla di nuovo, è una nozione che dovresti conoscere già di tuo... come in alto così in basso.

eh sì...


secondo me state dicendo in maniera differente le stesse cose ma, senza per questo voler mancare di rispetto a Morganne, Anonimo io lo trovo partecipe di un livello di conoscenza maggiore... ha smontato metodicamente ogni opposizione. Penso abbia ragione Anonimo in definitiva, ciò non toglie che Morganne abbia appuntato l'attenzione su di aspetti molto importanti, specie per noi dell'antichità.
Però non mi va di citare e criticare e basta, così farò una cosa penosa (almeno mi contesterete per una ragione valida :D )che però è un pensierino morbido per bilanciare la discussione:

per Morganne:

image
:P
adesso sputatemi pure! ^_^ hihihi ma con i vostri commenti ci si potrebbe abbozzare un trattato, lo sapete no? ;)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: gio 1 mag 2008, 19:01 
CITAZIONE (JENA78 @ 1/6/2008, 19:46)
ha smontato metodicamente ogni opposizione. Penso abbia ragione Anonimo in definitiva, ciò non toglie che Morganne abbia appuntato l'attenzione su di aspetti molto importanti, specie per noi dell'antichità.

Anch’io posso smontare metodicamente ogni vostra posizione, solo che per ora, adesso, in quel momento, non ho tutto in mano per farlo. Anzi, lo avrei anche, ma non sarebbero piu discorsi filosofici, e altroché scrivere una tesina.
In questo momento non ho le palle ne l’energia per farlo, ma lo prometto che nel tempo lo farò.
Non demordo per cosi poco, ragazzi, ho solo bisogno di starci un attimo dietro, perché vorrei fare le cose per bene, e non tirare fuori le solite cose.
Poi, il mio non è di farvi cambiare idea a tutti costi: questo non è una gara a chi ha ragione o torto in quanto sia impossibile dimonstrarlo.
E' solo un confronto di opinione, e sono contenta che Anonimo sia superiore e avanzato...altrimenti, mi annoierei a morte. :P

CITAZIONE (JENA78 @ 1/6/2008, 19:46)
Però non mi va di citare e criticare e basta, così farò una cosa penosa (almeno mi contesterete per una ragione valida :D )che però è un pensierino morbido per bilanciare la discussione:

grazie per il pensiero carino, sei gentilissimo e lo apprezzo molto.
figurati se adesso ti sputano, io sono gentildonna :wub:


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio:
Messaggio da leggereInviato: ven 2 mag 2008, 10:47 
Qui non si sta facendo il gioco di chi la sa più lunga.
Ci sono ipotesi, supposizioni, teorie... ed è giusto che queste vengano smontate da parte di chi ha ragionato e studiato più approfonditamente in precisi contesti.
L'importante è che lo si faccia con cognizione di causa e non per spirito di contraddizione... solo così si arriva a qualcosa di veramente utile per tutti gli studiosi.

Come io attenderò conferme o smentite specifiche da parte di morganne, lei avrà qualche tassello in più per considerare eventuali visioni utili per il suo cammino.
Che poi, in tutta sincerità, l'attuale discussione non è stato affatto sterile: grazie a tutta questa riflessione ho finalmente sbloccato un progetto nel quale non riuscivo ad andare avanti (loop mentale). Un grazie di cuore a morganne.

Buon proseguimento a tutta la combriccola.


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: dom 26 apr 2009, 20:12 
Non connesso

Iscritto il: dom 26 apr 2009, 19:27
Messaggi: 76
Ho letto un po' di imprecisioni:

El (AL) non sta per Elohim.

Al è singolare maschile Elohim plurale.

Bereshit Barah Elohim: In Principio dio creò: singolare perchè barah è 3 persona singolare.

Dio disse: Facciamo l'uomo a nostra immagine. Non è plurale majestatis perchè non esiste in ebraico il plurale majestatis ma non significa affatto che dio sia plurale. Non si parla mai di se stessi al plurale? Si. e pure spesso.
Prendete i cuochi in tv: dicono, facciamo, prepariamo, ma sono solo loro che fanno e preparano. Ecco un uso al plurale si una azione al singolare. Anche quando si parla a se stessi spesso si usa il verbo al plurale. proprio ieri pensando a che dovevo farm da mangiare ho pensato: "facciamo il pollo".

Sulle sephiroth:

Le sephiroth sono state sempre 10: anche se si va indietro al Ma'seh bereshit (l'opera della creazione) si scopre che le sephiroth sono 10 seppur non disposte ad albero perchè l'albero non esisteva ancora. L'albero nasce con il bereshit cioè con lo Tzimtzum e dunque il restringimento di dio ad Ain, la creazione di ain soph e ain soph aur e da qui la discesa in Kether. Quindi prima del Bereshit l'albero non esisteva.
Le sephiroth però non saranno sempre 10 ma prima o poi diventeranno 11 pechè daath ne farà parte. Questa è la dottrina della rettificazione dell'albero che prevede il giusto uso della conoscenza.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: lun 27 apr 2009, 14:39 
Citazione (Orloch)
Le sephiroth però non saranno sempre 10 ma prima o poi diventeranno 11 pechè daath ne farà parte. Questa è la dottrina della rettificazione dell'albero che prevede il giusto uso della conoscenza.

"Dieci Sefirot Belimà: dieci e non nove, dieci e non undici. Intuisci con sapienza e sii sapiente con intuito, esaminale e indagale." - Sepher Yetzirah

La vogliamo osservare con la matematica a te cara?
Bene.
Chiediti cosa sia il "10", secondo la numerazione a base dieci ("11" ne è giusto conseguente).

Se vogliamo disquisire su Daath, l'Albero della Morte e tutto ciò che di Tiphoniano ne consegue, libero di aprire un topic a riguardo, ti risponderò secondo quanto logica insegna.
:P


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: lun 27 apr 2009, 15:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 21 nov 2008, 22:46
Messaggi: 699
aprite aprite, che sono curioso di leggere tra 2 che sanno di cabala asd

_________________
Ma cosa crede che noi cattolici siamo tutte pecorelle-signorsì come piacerebbe a qualche eminentissimo prelato? Ma non ha ricordato lei stesso che abbiamo per maestro uno che non amava il potere, meno che mai il potere religioso? (V. Mancuso)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: lun 27 apr 2009, 17:37 
Non connesso

Iscritto il: dom 26 apr 2009, 19:27
Messaggi: 76
Citazione (Anonimo)
Citazione (Orloch)
Le sephiroth però non saranno sempre 10 ma prima o poi diventeranno 11 pechè daath ne farà parte. Questa è la dottrina della rettificazione dell'albero che prevede il giusto uso della conoscenza.

"Dieci Sefirot Belimà: dieci e non nove, dieci e non undici. Intuisci con sapienza e sii sapiente con intuito, esaminale e indagale." - Sepher Yetzirah

La vogliamo osservare con la matematica a te cara?
Bene.
Chiediti cosa sia il "10", secondo la numerazione a base dieci ("11" ne è giusto conseguente).

Se vogliamo disquisire su Daath, l'Albero della Morte e tutto ciò che di Tiphoniano ne consegue, libero di aprire un topic a riguardo, ti risponderò secondo quanto logica insegna.
:P


Sai benissimo che non parlo più di cabala in senso non ortodosso. La Rettificazione dell'Albero è quanto di più ortodosso ci sia nell'ebraismo: http://www.cabala.org/novita/daat.shtml

Ovviamente non si parla di 11 sephiroth e io mi sono espresso male dicendo 11 nel senso comune del termine.
Saranno 11 non graficamente ma nel senso che daath come conoscenza unificatrice pervaderà tutto il nuovo albero.

Edit: quella frase dello Yetzirah è una delle citazioni che amo di più, credo tu lo sappia :)


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: lun 27 apr 2009, 18:01 
Citazione (Orloch)
Sai benissimo che non parlo più di cabala in senso non ortodosso. La Rettificazione dell'Albero è quanto di più ortodosso ci sia nell'ebraismo: http://www.cabala.org/novita/daat.shtml


E difatti lo stesso Crivelli (penso sia lui l'autore dell'articolo) dice chiaramente: "Quindi, se si conta Keter non si conta Da’at, o viceversa."
Sempre 10, al limite sposti qualche sentiero, reinterpreti, osservi da un'ulteriore angolazione... ma sempre che hai 10 sfere e 22 sentieri.


Citazione (Orloch)
Saranno 11 non graficamente ma nel senso che daath come conoscenza unificatrice pervaderà tutto il nuovo albero.

E' giusto un modo di vedere la cosa, secondo me speculativa. Tu lo sai, vero, cosa penso riguardo quel genere di corrispondenze (lettere associate ai sentieri)... :P


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: lun 27 apr 2009, 18:08 
Non connesso

Iscritto il: dom 26 apr 2009, 19:27
Messaggi: 76
Citazione (Anonimo)

Citazione (Orloch)
Saranno 11 non graficamente ma nel senso che daath come conoscenza unificatrice pervaderà tutto il nuovo albero.

E' giusto un modo di vedere la cosa, secondo me speculativa. Tu lo sai, vero, cosa penso riguardo quel genere di corrispondenze (lettere associate ai sentieri)... :P


Infatti ti ho linkato un altro sistema sentieri-lettere diverso da quello che classico della golden dawn. Se noti la disposizione delle lettere è diversa anche nell'albero non rettificato.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: lun 27 apr 2009, 18:20 
Citazione (Orloch)
Infatti ti ho linkato un altro sistema sentieri-lettere diverso da quello che classico della golden dawn. Se noti la disposizione delle lettere è diversa anche nell'albero non rettificato.

E che sia corretta, o per lo meno funzionale, è tutto da vedere.


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: lun 27 apr 2009, 18:48 
Non connesso

Iscritto il: dom 26 apr 2009, 19:27
Messaggi: 76
Puoi sempre provare: ha senso provare la validità tutto quello che si pone davanti alla tua conoscenza?


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: lun 27 apr 2009, 19:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 13 apr 2009, 11:54
Messaggi: 110
Citazione
Puoi sempre provare: ha senso provare la validità tutto quello che si pone davanti alla tua conoscenza?


Ma che *** di domanda è?

Detto per inciso, perchè amo che le cose siano chiare e limpide. Verso di te, caro Orloch, ho moltissime riserve. Moltissime.
Non credo sia necessario discutere i motivi visto che sono personali, ma sappi che non sarò nè tenera ne magnanima. In questo forum ci sono delle persone che ritengo veramente valide e cercherò di richiamarti alla concretezza e alla coerenza quando inizierai a vagare nei mondi astratti (visto che ti conosco e so come giochi).

Ciao

_________________
S'i fosse 'mperator, ben lo farei;
a tutti tagliarei lo capo a tondo.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: lun 27 apr 2009, 19:54 
Non connesso

Iscritto il: dom 26 apr 2009, 19:27
Messaggi: 76
Citazione (shabatu)
Citazione
Puoi sempre provare: ha senso provare la validità tutto quello che si pone davanti alla tua conoscenza?


Ma che *** di domanda è?

Detto per inciso, perchè amo che le cose siano chiare e limpide. Verso di te, caro Orloch, ho moltissime riserve. Moltissime.
Non credo sia necessario discutere i motivi visto che sono personali, ma sappi che non sarò nè tenera ne magnanima. In questo forum ci sono delle persone che ritengo veramente valide e cercherò di richiamarti alla concretezza e alla coerenza quando inizierai a vagare nei mondi astratti (visto che ti conosco e so come giochi).

Ciao


La mia domanda, volutamente provocatoria, era rivolta a Anonimo perchè so che lui spesse volte (quindi non sempre) non applica la frase di Levi "Io credo quindi esperimento", ma applica la prima parte "Io esperimento quindi credo".
Ponevo quindi l'accento che non ha senso provare la validità intrinseca di tutti i sistemi perchè sono centinaia (cabala, magia, yoga) e ognuno ha svariato sottosistemi e non basterebbe una vita intera provare scientificamente la validità funzionale di ognuno di essi. Piuttosto ha senso scegliere un sistema secondo le proprie capacità oppure crearsene uno personale che abbia un senso. Penso che Anonimo abbia scelto la la strada di crearsene uno: l'importante e che si trovi bene e che funzioni.

Detto questo le riserve sono reciproche ma apprezzo il fatto che ci sia una persona che non è tenera nè magnanima se divago in cose non immediatamente comprensibili o nei "mondi astratti".


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: dom 3 mag 2009, 13:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 20 nov 2008, 13:06
Messaggi: 1229
Località: A n a r c h i A
orlok ma chi sei? la metà oscura di Anonimo (cioè quello buono)? :) rotfl
mi permetto di fare queste domande inutili perchè sono moderatore quindi abuso della mia posizione (divento sempre più stupidamente cattivo ultimamente) :shy :lol rotfl rotfl rotfl rotfl rotfl


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: mar 5 mag 2009, 12:43 
Citazione (Jena)
orlok ma chi sei? la metà oscura di Anonimo (cioè quello buono)? :) rotfl
mi permetto di fare queste domande inutili perchè sono moderatore quindi abuso della mia posizione (divento sempre più stupidamente cattivo ultimamente) :shy :lol rotfl rotfl rotfl rotfl rotfl

Ma figurati, la mia metà oscura ben pochi l'hanno vista.
Direi, più che altro, che Orloch sviluppa il teatrino contando (inconsapevolmente) sulla mia negazione per affermare le proprie idee.
Peccato che in questo forum le cose non girino così...

(lo dico con affetto per tutti, eh! =D )


Top
 
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: mer 6 mag 2009, 10:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 13 apr 2009, 11:54
Messaggi: 110
Citazione
La mia domanda, volutamente provocatoria, era rivolta a Anonimo perchè so che lui spesse volte (quindi non sempre) non applica la frase di Levi "Io credo quindi esperimento", ma applica la prima parte "Io esperimento quindi credo".


Non ho voluto puntualizzare prima per dare modo anche ad altri di vedere quanto tutto ciò fosse sterile (come posizione). Non credo che Anonimo abbia bisogno di puntualizzazioni, semmai è gradito (a lui come a tutti) il confronto. Ma per confrontarsi bisogna aprirsi almeno un po' (entrambe le parti), e da quello che vedo Orloch si è già eclissato constatando che il teatrino non ha funzionato e non era poi così tanto divertente, vero Orloch? Non hai trovato nè stimolo nè divertimento, quindi ha già abbandonato. Peccato. Io ero curiosa di vedere se le cose cambiano anche per te ;)

Ps. Approfitto del post per comunicarvi che in questo momento sono un po' presa, ma appena ho un po' di tempo vorrei fare un post sulle tecniche PEAT (Jena, non mi dimentico...)

Ciao a tutti
S

_________________
S'i fosse 'mperator, ben lo farei;
a tutti tagliarei lo capo a tondo.


Top
 Profilo
 
 
 Oggetto del messaggio: Re: I Sette Sigilli degli Arcangeli
Messaggio da leggereInviato: mer 6 mag 2009, 17:06 
Non connesso

Iscritto il: dom 26 apr 2009, 19:27
Messaggi: 76
Citazione (shabatu)
Citazione
La mia domanda, volutamente provocatoria, era rivolta a Anonimo perchè so che lui spesse volte (quindi non sempre) non applica la frase di Levi "Io credo quindi esperimento", ma applica la prima parte "Io esperimento quindi credo".


Non ho voluto puntualizzare prima per dare modo anche ad altri di vedere quanto tutto ciò fosse sterile (come posizione). Non credo che Anonimo abbia bisogno di puntualizzazioni, semmai è gradito (a lui come a tutti) il confronto. Ma per confrontarsi bisogna aprirsi almeno un po' (entrambe le parti), e da quello che vedo Orloch si è già eclissato constatando che il teatrino non ha funzionato e non era poi così tanto divertente, vero Orloch? Non hai trovato nè stimolo nè divertimento, quindi ha già abbandonato. Peccato. Io ero curiosa di vedere se le cose cambiano anche per te ;)

Ps. Approfitto del post per comunicarvi che in questo momento sono un po' presa, ma appena ho un po' di tempo vorrei fare un post sulle tecniche PEAT (Jena, non mi dimentico...)

Ciao a tutti
S



Sono qui. Semplicemente accettando tutto, accetto anche le false accuse che mi porti. Nessun teatrino quindi, è solo nelle tue elucubrazioni mentali.
In altri tempi sarei andato dritto come un treno, lo sai bene. Ora no.
Quella frase era talmente sterile che dopo aver parlato su skype Anonimo ha capito il senso di quella frase.
Nessun metodo funziona senza fede. Fede=fiducia=amore. Inteso anche semplicemente amore per quello che si fa. Anche lo scienziato può amare il suo mestiere e sicuramente otterrà risultati.
Se il metodo è buono e se lo si fa proprio (=accettarlo, amarlo) sicuramente porterà grandissimi risultati. Se il metodo è buono e non lo si fa proprio porterà frutti limitati. Se il metodo non è buono porta a risultati effimeri o nulli.


Top
 Profilo
 
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Annuncio: Ci siamo trasferiti sul nuovo Blog!


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  


cron


Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010